Storia: teoria e metodi

Active filters

Che cosa chiedere alla storia?

Bloch Marc
Castelvecchi

Disponibile in libreria

8,50 €
Il 29 gennaio 1937, venticinque giorni dopo essere stato nominato professeur sans chaire alla Sorbona, Marc Bloch pronuncia la conferenza "Che cosa chiedere alla storia?" davanti a un uditorio di membri del Centre polytechnicien d'udes onomiques, circolo di intellettuali impegnati nella riflessione su temi di economia. Nel discorso di Bloch l'interessamento alla vita a guidare i contenuti, con un particolare accento umanistico in contrapposizione a una storia economica fredda e tecnica. Bloch invita a riflettere: la storia conoscenza disinteressata del passato, non finalizzata a una utilizzazione ideologica nel presente. Soltanto come operazione di conoscenza non strumentale essa pudiventare maestra di vita, cosicchognuno conosca se stesso (e gli altri) e si assuma la piena responsabilitdelle scelte di oggi e di domani.

Scrittura documentazione memoria....

Petrucci Armando
ANAI

Non disponibile

25,00 €
I brevi saggi scelti per questa raccolta presentano le riflessioni di Petrucci sul rapporto tra documentazione scritta, nelle sue varie forme, e memoria storica. Sono a carattere metodologico e, in qualche misura, teorico; vi si leggono anche appunti preziosi sul mestiere dell'archivista e del bibliotecario. Bastano a profilare una figura di studioso che ha saputo legare una straordinaria competenza scientifica a un'alta coscienza civile. Con una premessa di Attilio Bartoli Angeli.

Storia e mass media. Le nuove forme...

Martina Maria Grazia
Booksprint

Non disponibile

11,90 €
La storia è senz'altro ricerca e narrazione orale e scritta dei fatti più rilevanti avvenuti nel passato, attraverso lo studio delle fonti. Negli ultimi anni, non possiamo non considerare, che abbiamo assistito ad un aumento della narrazione storica attraverso i mezzi di comunicazione di massa e i new media. L'obiettivo di questo lavoro è cogliere, attraverso l'analisi della forza comunicativa di tali mezzi, gli usi che quest'ultimi fanno della storia attraverso una continua ricostruzione e rappresentazione del passato. L'uso pubblico della storia, inevitabilmente, offre un terreno d'incontro/scontro tra storici e cittadini dando vita a confronti o a conflitti in grado di modificare la coscienza collettiva.

La storia ci salver?. Una...

Greppi Carlo
UTET

Disponibile in libreria

16,00 €
Non troverete neanche una data, in questo libro. E non un caso. Che la storia sia fatta solo di date, archivi, pietre e polvere un triste equivoco. Che possa essere ridotta a una noiosa materia di obbligo scolastico un peccato mortale. Che non serva pie sia poco adatta ai tempi dei social network, una menzogna pericolosa. La dichiarazione di amore per la storia di Carlo Greppi parte dalla passione giovanile per i pirati e i ribelli: personaggi come Robin Hood, William Wallace, Don Chisciotte e Lawrence d'Arabia. E si snoda attraverso un percorso che dalla rivolta di Spartaco arriva al crollo del Muro di Berlino, dalle Storie di Erodoto ci porta alla guerra civile spagnola, dalla vita di Gesgiunge fino all'attacco terroristico delle Torri Gemelle. Un percorso non solo indietro nel tempo, ma dritto verso il cuore che pulsa al centro del nostro bisogno, desiderio, ossessione di fare storia: cos'il bene e cos'il male? Chi siamo noi? Cosa avremmo fatto se fossimo stati diversi, nati in un tempo e in un luogo lontani? Era destino che le cose andassero come sono andate, o si poteva cambiare il corso degli eventi? E se lecito rispondere a queste domande per il passato, come si punon porsele per il presente? Per farsi aiutare in questa nuova e attualissima apologia della storia, Greppi chiama a raccolta i suoi "eroi imperfetti", da George Orwell a Simone Weil, da Jorge Sempr a Primo Levi, fino a Marc Bloch, lo storico francese del Medioevo che scelse di prolungare il proprio impegno intellettuale unendosi alla Resistenza, sacrificandosi per la nostra libert Perchla storia, quella autentica, deve essere etica, universale, autocritica, reattiva e partigiana - una storia che possa servirci da guida per imparare a interpretare il presente, ma soprattutto per comprendere noi stessi. Perchsolo cosla storia ci salver

Sull'inutilit? della storia

Sole Giovanni
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
La storia si limita a rappresentare ciche hanno fatto gli uomini in un grande palcoscenico sul quale compaiono ombre e fantasmi che non hanno alcun rapporto con la vita reale. Insegna che i popoli non furono nfelici e nliberi e che, quindi, felicite libertnon sono proprie della specie umana. I saggi storici non sono una spiegazione razionale del passato, ma componimenti letterari, riflessioni filosofiche e politiche di eventi oscuri sostenute da esempi. Gli uomini non hanno appreso niente dalla storia e il loro ostinarsi a rifare gli stessi errori la vera lezione che essa insegna. La storia dunque, maestra di se stessa: con la storia s'impara la storia. In qualunque modo la si consideri, non ha alcuna utilitse non quella di soddisfare gli interessi dello storico e la curiositdi pochi lettori.

La storia come organismo vivente

Franz Emanuele
Audax

Non disponibile

15,00 €
"La storia come organismo vivente" è un saggio sulla storia universale che sfocia nella filosofia politica. Prende le mosse da una storia comparata delle civiltà per dedurre che la storia intera è regolata in due fasi che si alternano fra il principio contrattivo, lunare, indirizzato alla collettività, alla moltitudine e all'uguaglianza, volto all'esterno del soggetto e il principio espansivo, solare, indirizzato alla volontà del singolo individuo, alla diversità, volto quindi all'interno del soggetto. Monarchie, dittature e rivoluzioni epocali rispondono a questo moto alterno che è una pulsazione: il battito di un cuore. Ne emerge che la storia, tutt'altro che essere un percorso caotico, è invece un organismo vivente, che pensa e "respira". Tuttavia, questo processo ricorsivo non è fine a sé stesso ma origina un percorso lineare andando a formare quelli che sono gli organi di questo organismo vivente, o altrimenti età della storia, che qui vengono identificati in sette età.

Elogio dell'oblio. I paradossi...

Rieff David
Luiss University Press

Non disponibile

18,00 €
Si dice spesso come la memoria storica sia tra i beni più preziosi a disposizione degli uomini che, grazie ad essa, possono non solo tramandare usanze e costumi ma anche, ricordando con solennità i gravi lutti del passato, evitare che tragedie e sciagure, e tutto il male fatto, tornino a ripetersi. La memoria come garanzia di pace: questa l'idea che oggi, con un saggio coraggioso e profondo, David Rieff sfida apertamente svelando, attraverso l'analisi di eventi storici celebri o poco noti e attingendo ampiamente alla letteratura, le insidie e i paradossi nascosti nell'esercizio del ricordare. "Non ci sono fatti, solo interpretazioni", è la celebre frase di Nietzsche, ed è proprio seguendo questa linea che Rieff ci mette in guardia dagli autoinganni e dalle manipolazioni che spesso si frappongono tra noi e il ricordo storico, e dal perpetuarsi dell'odio che ne è, a volte, l'insopportabile effetto. Questo libro, una riflessione unica nel suo genere, non è tuttavia una vuota provocazione intellettuale, né un cupo scritto carico di rassegnazione: Elogio dell'oblio è, al contrario, il vitale invito a raccogliere l'imperativo etico dell'andare avanti, voltando la pagina del rancore, per evitare "che il sangue non asciughi mai, e che la fine di un grande amore diventi la fine dell'amore stesso." Prefazione di Marta Boneschi.

Studi scelti

Fraccaro Plinio
Jouvence

Non disponibile

24,00 €
La scelta che qui si propone vuole illustrare alcuni aspetti fondamentali della produzione scientifica del Fraccaro e della sua visione della storia. Include alcuni saggi di carattere generale sulla storia repubblicana, studi più specifici su aspetti e istituzioni per la cui comprensione Fraccaro ha dato un contributo ancora oggi valido - in particolare, sull'esercito, sull'agricoltura, sulle leggi giudiziarie - e il saggio principale sul processo degli Scipioni, un problema storico che caratterizza tutta la sua opera. Si documenta in questo modo la figura di uno storico tra i più importanti della prima metà del '900, per la qualità e il valore attuale della sua produzione, e si mostra come alcuni dei temi da lui affrontati e il metodo di indagine siano alla origine di una scuola storiografica che ha innovato profondamente gli studi ed è ancora oggi vitale per l'attualità dei problemi affrontati e la capacità di lettura di fonti letterarie in relazione con fonti archeologiche, topografiche, antiquarie, giuridiche.

Sociologia storica e spiegazione...

Paci Massimo
Ediesse

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
In questo testo ci si chiede se sia possibile perseguire, anche nel campo delle scienze sociali, non soltanto una «comprensione intuitiva» o «interpretativa», ma - come accade per le scienze fisiche o naturali - una «spiegazione causale» dei processi storico-sociali osservati. Per questo riteniamo che questo testo possa essere utile nell'insegnamento delle scienze umane e sociali nel nostro paese. Nel primo capitolo si discute dell'impianto metodologico di vari autori come Elias, Bendix e Wallerstein, nessuno dei quali tuttavia mostra di utilizzare metodi in grado di raggiungere una spiegazione causale. È solo nel secondo capitolo, dedicato a Max Weber, che si vede come questo autore, tramite l'analisi storica comparata e la tecnica narrativa e «iterativa» cui egli ricorre, sia invece in grado di raggiungere una spiegazione causale, con riferimento, in particolare, alle origini del capitalismo in Occidente. Weber dimostra infatti il ruolo autonomo e innovativo rilevante che possono svolgere determinati soggetti dotati di forti convinzioni etiche (come i profeti giudaici o gli imprenditori protestanti), nell'indurre mutamenti importanti nei canoni sociali e morali dominanti. Il terzo e ultimo capitolo offre poi un riepilogo delle caratteristiche dell'analisi storica comparata, mentre nell'appendice si mostra come la concezione del «capo carismatico» di Weber muti negli ultimi anni della sua vita e come questo mutamento si comprenda meglio «storicizzando» Weber, cioè situandolo nella temperie della crisi politica e sociale della Germania di Weimar.

Mestiere di storico e impegno...

Viella

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
Oltre agli studi dedicati all'amministrazione dello Stato e al tema della continuitdelle istituzioni fra fascismo e Repubblica, l'opera di Claudio Pavone rappresenta una pietra miliare nella storiografia sulla Resistenza, per la sua capacitdi innovare, con uno sguardo originale, profondo e documentato, l'analisi della guerra di liberazione, dei programmi politici che si confrontarono allora, delle spinte ideali e morali che condussero migliaia di giovani a scegliere di partecipare alla battaglia per liberare l'Italia dall'occupazione nazista e dalla violenza repressiva della Repubblica sociale. L'Istituto nazionale Ferruccio Parri e l'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza, cui Pavone ha dedicato molte delle sue energie di studioso e organizzatore culturale, hanno voluto ricordare la sua figura di intellettuale. Dagli archivi all'insegnamento universitario e alla formazione di nuove generazioni di studiosi, dalle riviste agli istituti culturali, all'impegno nell'Istituto della Resistenza, Pavone ha sempre coniugato impegno intellettuale e impegno civile, il rigore del "mestiere di storico" con la riflessione sul "mestiere di cittadino".

Dentro la storia

Lodi Dario
Mjm Editore

Non disponibile

12,00 €
Per chi scrive: non ci si dovrebbe accontentare di spiegazioni accademiche o di teorie legate a fenomeni d'ingegneria intellettuale, ma si dovrebbe entrare nel merito delle questioni essenziali e far ruotare intorno ad esse l'intero corpus speculativo e co

La ragione di Clio. Didattica della...

Majone Marco
EdUP

Non disponibile

10,00 €
La storia come forma di conoscenza è storia delle idee, intese queste non come forme astratte e pure, ma come produzioni "intellettuali" dell'uomo che si concretano nella realtà effettuale, in diversi spazi e in diversi tempi. Il saggio tende a recuperare

Il senso della storia

Moretti Costanzi Teodorico
Armando Editore

Non disponibile

23,00 €
Indice del volume: L'implicazione del concetto filosofico della storia nella storiografia antica e medioevale, storia qualitativa e storia umana; Storia, storiografia e filosofia nel mondo antico; Storia, storiografia e filosofia nel mondo cristiano medioe

Post scriptum comunista

Groys Boris
Meltemi

Non disponibile

13,00 €
"L'inflessibilità di un comunista consiste nell'oscillare allo stesso ritmo della linea del partito" recitava un detto russo dell'epoca di Stalin. Di una tale forma di relativizzazione si è avvalso il leader politico, Stalin in primis, per governare attrav

Che cos'è la storia?

Voegelin Eric
Medusa Edizioni

Non disponibile

27,00 €
Scritti tra i primi anni Sessanta e la fine degli anni Settanta in seguito alla pubblicazione dei primi tre volumi della grande opera "Ordine e storia", i saggi qui presentati segnano una nuova tappa nella riflessione sulla storia che impegnò il filosofo t

Lezioni di filosofia della storia

Schiller Friedrich
ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Friedrich Schiller, drammaturgo, poeta e teorico dell'estetica, dal 1789 professore all'Università di Jena e qui teorico della Storia Universale come costruzione della ragione. Nelle pagine di queste Lezioni un confronto con Kant che prelude a Hegel: un cl

Miseria dello storicismo

Popper Karl R.
Feltrinelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

9,00 €
La storia non ha un senso di marcia e non è possibile stabilire la direzione del suo corso, né prevedere le sue finalità. Qualsiasi credenza deterministica è errata, perché non disponiamo di strumenti che ci permettano una previsione scientifica degli eventi. Questa tesi, coltivata da Popper all'indomani del primo conflitto mondiale, è emersa al dibattito solo nel secondo dopoguerra provocando diversi imbarazzi. L'attacco allo storicismo e alle filosofie profetiche della storia rappresenta, inoltre, un invito a combattere l'ingiustizia e l'oppressione con la consapevolezza che non esiste un dio nascosto nella storia né una legge dialettica che possa garantire l'esito delle nostre azioni. Introduzione di Salvatore Veca

Amicitia Res Plurimas Continet....

Bonanno

Non disponibile

50,00 €
Gli studi contenuti in questo volume vogliono testimoniare la riconoscenza di quanti hanno avuto il privilegio di essere incoraggiati e sostenuti nel loro percorso umano e accademico da Febronia Elia. I temi affrontati sono diversi e variegati per oggetto e per metodo, interessano ambiti di ricerca che coprono le aree della storia antica, medievale, moderna e contemporanea, ma spaziano anche dall'archeologia alla geografia, dalla filosofia ad alcuni settori della pedagogia e del diritto.

Tra archivi e storia. Scritti...

Firenze University Press

Disponibile in libreria in 10 giorni

33,90 €
I due volumi sono dedicati ad Alessandra Contini Bonacossi dall'Associazione "Archivio per la memoria e la scrittura delle donne", che dal 2007 porta il suo nome. Essi comprendono un profilo biografico, arricchito dall'elenco delle sue numerose pubblicazioni, ai quali seguono trentadue saggi scritti da studiosi che hanno condiviso con lei ideali e interessi culturali di ricerca e di studio e scritti di suoi familiari che compongono l'"album di famiglia". Nella raccolta, oltre alla varietà delle tematiche affrontate in un ampio arco cronologico - i saggi vanno dal medioevo all'età contemporanea -, dominano la riflessione storiografica e interpretativa su fonti documentarie, iconografiche, letterarie e temi come la diplomazia medicea, l'età lorenese e la storia di genere, nell'ambito dei quali Alessandra ha dato importanti contributi con i suoi studi. L'Associazione "Archivio per la memoria e la scrittura delle donne", nata nel 1998 per impulso decisivo di Alessandra Contini, e da allora ospitata dall'Archivio di Stato di Firenze, ha raggiunto in questi venti anni molteplici risultati nella ricerca, valorizzazione e studio delle scritture femminili, a partire dal censimento operato presso archivi, biblioteche e istituti culturali, pubblici e privati, convegni di ampio respiro, fino ad una cospicua produzione di pubblicazioni in collane editoriali dedicate.