Migrazioni, immigrazione, emigrazione

Filtri attivi

Storia di un figlio. Andata e ritorno

Geda Fabio; Akbari Enaiatollah
Baldini + Castoldi 2020

Disp. in libreria

16,00 €
Nel mare ci sono i coccodrilli. Storia vera di Enaiatollah Akbari - bestseller amato e letto in tutto il mondo - termina nel 2008, quando Enaiat parla al telefono con la madre per la prima volta dopo il lungo e avventuroso viaggio che dall'Afghanistan l'ha condotto in Italia, a Torino. Ma cosa successo alla sua famiglia prima di quella telefonata? In quali modi rimasta coinvolta dalla "guerra al terrore" iniziata nel 2001? E com'cambiata la loro vita e quella di Enaiat da quando si sono ritrovati fino a oggi, al 2020? Ora che non piun bambino, ma con la stessa voce calda che abbiamo imparato ad amare, Enaiat ci accompagna attraverso la vita sua e non solo, lungo un pezzo di storia che riguarda tutti. Il rapporto a distanza con la madre; la violenza del fondamentalismo; l'amore e le amicizie italiane; il ritorno in Pakistan; un secondo ritorno in Italia; una nuova casa; un dolore lancinante, e la gioia enorme, inattesa dell'incontro con Fazila. Con leggerezza Fabio Geda torna a raccontare una storia pura, delicata e piche mai necessaria, in cui il dolore della perdita si mescola all'ingenua commozione di chi sopravvive. Una storia vera, che ci ricorda come su tutto vinca la soliditdegli affetti, la persistenza della nostalgia e del desiderio, capace di superare le distanze.

Cacciateli! Quando i migranti...

Vecchio Concetto
Feltrinelli 2020

Disp. in libreria

9,50 €
Sono troppi, ci rubano i posti migliori, lavorano per pochi soldi, sono rumorosi, non si lavano. James Schwarzenbach un editore colto e raffinato di Zurigo. La sua una delle famiglie industriali piricche della Svizzera. A metdegli anni sessanta entra a sorpresa in Parlamento, unico deputato del partito di estrema destra Nationale Aktion. Come suo primo atto promuove un referendum per espellere dal paese trecentomila stranieri, perlopiitaliani. l'inizio di una campagna di odio contro i nostri emigrati che dureranni, e che sfocernel voto del 7 giugno 1970, quando Schwarzenbach, solo contro tutti, perderla sua sfida per un pelo. Cosa ci dice del presente questa storia dimenticata? E come si spiega il successo della propaganda xenofoba, posto che la Svizzera dal 1962 al 1974 ha un tasso di disoccupazione inesistente e sono proprio i nostri lavoratori a proiettarla verso un benessere che non ha eguali nel mondo? Eppure Schwarzenbach, con toni e parole d'ordine che sembrano usciti dall'odierna retorica populista, fa presa su vasti strati della popolazione spaesata dalla modernizzazione. Fiuta le insicurezze identitarie e le esaspera. "Svizzeri, svegliatevi!", "Prima gli svizzeri!" sono i suoi slogan, mentre gli annunci immobiliari specificano: "Non si affitta a cani e italiani". In una serrata inchiesta fra racconto e giornalismo, Concetto Vecchio fa rivivere la stagione dell'emigrazione di massa, quando dalle campagne del Meridione e dalle montagne del Nord si andava in cerca di fortuna all'estero. Nel 1970 viene indetto in Svizzera il primo referendum contro gli stranieri nella storia d'Europa. Gli stranieri eravamo noi.

Storiemigranti

Bernardi Nicola; Albrigi Simone
Feltrinelli 2020

Disp. in libreria

16,00 €
In un momento storico in cui le parole "immigrato", "richiedente asilo" e "clandestino" vengono sbandierate quotidianamente, facile dimenticare che non si tratta di numeri, ma di persone. Di esseri umani, ciascuno con una vita. Con una sua storia. Sio e Nicola Bernardi, in collaborazione con il Centro di solidarietL'Ancora di Sanremo, sono andati nei centri di accoglienza straordinaria, nella provincia di Imperia, a scoprire le storie dei migranti ospitati. Per raccontarle con ritratti fotografici e fumetti. Trentadue straordinarie storie normali, di vita vissuta e quotidiana, per ricordare come, tutte le volte che sentiamo parlare di cento persone in una barca allargo delle nostre coste, stiamo parlando di tutti noi.

Il mondo che vogliamo

Rackete Carola; Weiss Anne
Garzanti 2020

Disp. in libreria

10,00 €
Carola Rackete la giovane donna che nel giugno scorso, dopo giorni di richieste di aiuto e attesa in acque internazionali, ha sfidato i divieti delle autoritper portare in salvo i migranti presi a bordo della Sea-Watch 3 , diventando in pochi giorni un simbolo globale di coraggio, giustizia e fedeltai propri ideali. Ma Carola Rackete molto pidi quello che i media internazionali hanno raccontato in quei giorni concitati: un'attivista con una chiara visione e una fortissima passione civile, un modello per tanti ragazzi e ragazze che scelgono di impegnarsi per un mondo migliore. Con questo appello appassionato e convincente motiva le ragioni delle sue battaglie e ci ispira a combattere in difesa dell'ambiente, dei diritti umani, del futuro del pianeta, perchoggi agire non piuna scelta ma una urgente necessit Prima che sia troppo tardi. Prefazione di Hindou Oumarou Ibrahim.

Il fuorilegge. La lunga battaglia...

Lucano Mimmo
Feltrinelli 2020

Disp. in libreria

15,00 €
"La nostra una piccola comunitche si sta dissanguando. Sappiamo che il nostro futuro altrove." Era il 1999 quando Mimmo Lucano ebbe l'idea di restituire al piccolo paese ormai semideserto di Riace una speranza. Oggi nelle case un tempo abbandonate del centro vivono centinaia di rifugiati, che in un sistema di accoglienza diffuso hanno potuto ricostruire le loro famiglie e, soprattutto, hanno rimesso in moto l'economia del paese. A Riace non esisteva quasi pil'agricoltura, nl'allevamento. L'unica possibilitper gli abitanti rimasti era fuggire. Poi l'accoglienza ha cambiato tutto. Attorno ai richiedenti asilo sono nati posti di lavoro: negli asili, nelle scuole multilingue, negli orti biologici. Le case sono state ristrutturate e il paese ha avuto di nuovo il suo sistema di illuminazione. I ristoranti e le botteghe hanno riaperto. Era questo il sogno di Mimmo Lucano: Riace ha ricominciato a vivere. "La vera opera pubblica quella che non si vede." Ma Lucano, si sa, un fuorilegge. Il 2 ottobre 2018, mentre il ministero dell'Interno era sotto la responsabilitdi Matteo Salvini, stato arrestato con le accuse di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e di illeciti nell'affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. La sua storia quella del nostro paese, perchLucano ha avuto il coraggio di indicare il confine oltre il quale una democrazia tradisce i propri valori fondamentali. E pone una domanda radicale, forse spaventosa, ma necessaria: si puinfrangere una legge ingiusta? Un racconto personale ed eroico di piccoli gesti che diventano grandissimi. Una testimonianza diretta e profonda che ci invita ad aprire gli occhi su chi siamo e, soprattutto, su chi vogliamo essere.

Oceano Mediterraneo. Naufragi,...

Gialloreto A. (cur.); Jurisic S. (cur.); Moscarda Mirkovic E. (cur.)
Cesati 2020

Disp. in libreria

19,00 €
Pensare al Mediterraneo in un'ottica geo-culturale induce a interrogarsi e a immaginare un'identitmediterranea plurima, conflittuale quanto armonica. Un passo ulteriore implicheril sondaggio degli strumenti espressivi, degli intrecci di voci, dei linguaggi che raccontano il Sud dei Sud, quello mediterraneo, facendo emergere le mutazioni nell'assetto dei generi letterari e la formazione di idioletti e linguaggi che si affermano quale patrimonio comune ai popoli delle sue sponde. Le innumerevoli rotte e le vie marittime che solcano l'angusto spazio del bacino mediterraneo generano infatti una rete di rimandi culturali e di costellazioni metaforiche dalle fittissime maglie. Il cerchio mediterraneo nella sua perfezione, attraversato da rette, continue e tratteggiate, e dalla bisettrice appenninica che con la sua dimensione peninsulare fa sche l'Italia vi sia completamente immersa. Le rette sono rotte esistenti da secoli e che oggi, alla luce degli avvenimenti che muovono, fondono e cancellano culture e popoli, piche mai esigono una lettura critica che confronti, non precludendo una lettura comparata o transmediale, il discorso letterario italiano contemporaneo con il contesto in cui si muove e che gli naturale, quello mediterraneo.

Lettera a un razzista del terzo...

Ciotti Luigi
EGA-Edizioni Gruppo Abele 2019

Disp. in libreria

6,00 €
«Ho deciso di scrivere. Proprio a te, coinvolto nella ubriacatura razzista che attraversa il Paese. Una ubriacatura a cui partecipi forse per convinzione o forse solo per l'influenza di un contesto in cui prevalgono le parole di troppi cattivi maestri e predicatori d'odio, che tentano di coprire così l'incapacità di chi ci governa (e ci ha governati) di assicurare a tutti, compresi i più poveri, condizioni di vita accettabili. Non mi sento, comodamente e presuntuosamente, dalla parte giusta. La parte giusta non è un luogo dove stare; è, piuttosto, un orizzonte da raggiungere. Insieme. Ma nella chiarezza e nel rispetto delle persone. Non mostrando i muscoli e accanendosi contro la fragilità degli altri. Così don Luigi Ciotti apre questa lettera a un razzista del terzo millennio. Una lettera dura e, insieme, accorata. Perché il rancore non prevalga, travolgendo tutti.»

Lacrime di sale. La mia storia...

Bartolo Pietro; Tilotta Lidia
Mondadori 2019

Disp. in libreria

11,00 €
"È gelida l'acqua. Mi entra nelle ossa. Non riesco a liberare la stazza dall'acqua. Uso tutta la mia forza e la mia agilità ma la lancia resta piena. E cado. Ho paura. È notte fonda e fa freddo. Siamo a quaranta miglia da Lampedusa e, se non riesco a farmi sentire subito, mi lasceranno qui e sarà la fine. Non voglio morire così. Non a sedici anni. Il panico sta per impadronirsi di me e comincio a urlare con quanto fiato ho in gola, cercando di rimanere a galla e di non farmi trascinare giù da questo mare che ci consente di sopravvivere ma che può anche decidere di abbandonarci per sempre. "Patri" urlo. "Patri." Lui è al timone e non mi sente. La fine si avvicina, penso. Poi qualcosa accade... Ciò che non potevo sapere allora è che non solo quella notte sarebbe rimasta per sempre impressa nella mia mente ma che la mia esistenza sarebbe stata segnata da un mare che restituisce corpi e vite e che sarebbe toccato proprio a me salvare quelle vite e toccare per ultimo quei corpi." Pietro Bartolo è il medico che da oltre venticinque anni accoglie i migranti a Lampedusa. Li accoglie, li cura e, soprattutto, li ascolta. Queste pagine raccontano la sua storia: la storia di un ragazzo mingherlino e timido, cresciuto in una famiglia di pescatori, che si è duramente battuto per cambiare il proprio destino e quello della sua isola. E che, non dimenticando le difficoltà passate, ha deciso di vivere in prima persona quella che è stata definita la più grande emergenza umanitaria del nostro tempo.

Migranti per caso. Una vita da expat

Rigotti Francesca
Cortina Raffaello 2019

Disp. in libreria

13,00 €
Che cosa differenzia un expat da un migrante? In questo libro si parla di expat e di migranti mescolando con misura considerazioni generali e racconti di storie anche autobiografiche. Lo si fa dall'esterno, cioè da parte di chi osserva l'ondata di migranti infrangersi, in senso reale e in senso metaforico, sulle coste dei paesi-fortezza. E lo si fa dall'interno, ossia a partire dalla condizione di chi ha provato l'espatrio e/o la migrazione, due aspetti di un fenomeno antico e moderno. L'autrice si interroga sulla propria migrazione, da Milano, Italia, a Göttingen, Germania Ovest prima, e poi, dopo la riunificazione, semplicemente Germania. Ma è in effetti una migrazione, o è più indicato parlare di espatrio? E lei, è un'expat o una migrante? Nonostante gli expat abbiano i documenti in regola, denaro in banca e un buon posto di lavoro, la vita non è rosea neanche per loro. Tanto meno lo è per i migranti che nessuno vuole,"povera gente! lontana da' suoi, in un paese qui che le vuol male". Eppure entrambi conoscono qualcosa di speciale: la libertà di migrare.

Aiutateci a casa nostra. Perché...

Coniglio Nicola Daniele
Laterza 2019

Disp. in libreria

14,00 €
È vero che gli immigrati ci rubano il lavoro e abbassano i salari? Che abusano del nostro welfare? Che rallentano lo sviluppo? L'autore risponde a queste domande per spiegare come i migranti influiscono sulla nostra economia. E ne pone delle altre forse ancora più rilevanti per il nostro immediato futuro: perché senza immigrati il nostro sistema di welfare andrebbe a picco? Come possiamo attirare migranti con qualifiche elevate e perché farlo è fondamentale per l'innovazione? Perché 'aiutarli a casa loro' è come lasciare 50 euro sul marciapiede per evitare lo sforzo di raccoglierli? Perché investire sull'integrazione dei nuovi arrivati è vitale per l'economia italiana?

Fermare l'odio

Canfora Luciano
Laterza 2019

Disp. in libreria

10,00 €
Questo libro è stato scritto mentre imperversava la disumana 'chiusura dei porti' imposta dal governo italiano allora in carica a danno di profughi in fuga dall'inferno libico. Quella pagina vergognosa della nostra storia recente, che ha macchiato l'onore del nostro paese, è stata anche rivelatrice di un male antico e sempre latente: il lauto consenso che premia la demagogia xenofoba. Drammatica conferma, nell'ottantesimo anniversario delle leggi razziali italiane, della vitalità, anche da noi, di quello che Umberto Eco definì efficacemente il «fascismo eterno».

Grammatica dell'integrazione....

Ongini Vinicio
Laterza 2019

Disp. in libreria

16,00 €
L'integrazione tra italiani e stranieri è a scuola una realtà. Il libro chiama a raccolta i protagonisti delle tante esperienze positive in atto da anni nelle aule del nostro paese: insegnanti, presidi, alunni, sindaci, genitori, artisti mostrano i tanti modi in cui l'integrazione si declina. Si incontreranno in queste pagine i 'costruttori di ponti' delle scuole dell'infanzia e gli esercizi di 'buon senso' degli studenti; si racconteranno i tentativi di convivenza e di resistenza quotidiana nei comuni e nelle periferie delle città. Si prenderanno molto sul serio le preoccupazioni e le paure delle famiglie. L'integrazione è certamente un aiuto a chi è in difficoltà, ma può essere un arricchimento per tutti: un buon numero di studenti 'stranieri' conosce le lingue e il mondo meglio degli studenti italiani; alcuni di loro proseguono gli studi superiori e poi si iscrivono all'università, un chiaro segnale di fiducia e speranza nel futuro. Fare integrazione vuol dire allora costruire legami di comunità e scoprire che l'influenza reciproca può essere vantaggiosa per tutti. Nel tempo dell"emergenza migranti, di `prima gli italiani, abbiamo bisogno più che mai di una 'grammatica dell'integrazione' che insegni a costruire nuove visioni di futuro.

Più profondo del mare

Fleming Melissa
Piemme 2018

Disp. in libreria

18,50 €
L'esile salvagente intorno alla vita tiene a galla Doaa e due bambine, una di pochi mesi, l'altra di nemmeno due anni, a lei affidate dai genitori prima di scomparire per sempre nelle acque, come altre centinaia di persone. Doaa ha paura, lei ha sempre odiato l'acqua, sin da piccola, e solo la guerra e la disperazione che l'accompagna l'hanno convinta a lasciare la sua famiglia e la sua casa in Siria e mettersi su quel barcone. Aveva tanti ricordi felici e tanti sogni da realizzare, che ora galleggiano intorno a lei insieme ai relitti dell'imbarcazione e ai pochi superstiti dei 500 che si erano messi in viaggio. Erano quasi arrivati, solo poche ore di mare li separavano dall'Italia, risate liberatorie cominciavano a levarsi dal ponte, quando un peschereccio si dirige contro di loro, una, due volte. Per farli affondare. Il barcone non regge e tutti si gettano in acqua. Molti annegano subito. Anche Doaa non sa nuotare e solo il salvagente che le porta il marito la tiene a galla. E lo farà per i successivi quattro giorni, in cui le voci e i lamenti intorno si spengono uno dopo l'altro. La tentazione è di lasciarsi andare, ma le due bambine che si aggrappano a lei reclamano la vita. Per loro deve lottare e resistere un'ora di più, poi un'altra, e cantare, e pregare, fino a quando qualcuno arriva. Solo undici vengono tratti in salvo. Doaa ha diciannove anni, ma la sua vita comincia da quei quattro giorni alla deriva. Perché la prima volta nasci al mondo, ma è quando capisci quanta forza si cela in te, e quanto la speranza può avere la meglio sulle circostanze più tragiche, che nasci a te stesso.

5 cose che tutti dovremmo sapere...

Allievi Stefano
Laterza 2018

Disp. in libreria

3,00 €
Perché ci muoviamo. Perché si muovono loro. Perché arrivano in questo modo. Perché proprio qui? E per fare cosa? Perché la diversità ci fa paura. E ci attrae. Una cosa da fare (da cui discendono tutte le altre).

Harraga. In viaggio bruciando le...

Piscitelli Giulio; Tornari G. (cur.)
Contrasto 2017

Disp. in libreria

39,00 €
Harraga è il termine con cui, in dialetto marocchino e algerino, si definisce il migrante che viaggia senza documenti, che "brucia le frontiere". Giulio Piscitelli ha seguito le rotte dei migranti che provano a entrare in Europa. Lo ha fatto nel Mediterraneo orientale e in quello occidentale, imbarcandosi in Tunisia per raggiungere le coste italiane, documentando l'enclave spagnola di Metilla, i viaggi verso Lampedusa, i profughi del Corno d'Africa che attraversano il deserto, i siriani, gli iracheni, gli afghani che approdano sulle isole greche nella speranza di raggiungere l'Europa. Frutto di un lungo progetto iniziato nel 2010, "Harraga" è una testimonianza unica, in immagini e parole, del periodo storico che stiamo attraversando; un archivio visivo che lascia un segno indelebile nella mente di chi guarda. Con un testo introduttivo di Alessandro Leogrande e le mappe disegnate per questo lavoro dal cartografo Philippe Rekacewicz.

L'approdo

Tan Shaun
Tunué 2016

Disp. in libreria

24,90 €
Perché così tante donne e uomini sono costretti a lasciarsi tutto alle spalle e viaggiare soli verso un paese sconosciuto,, un luogo senza famiglia né amici, dove ogni cosa è anonima e il futuro è una incognita? Questo graphic novel senza parole è la storia di ogni migrante, ogni rifugiato, ogni apolide, e un tributo a tutti coloro che si sono messi in viaggio.

I nuovi salentini. Storie di chi ?...

SALICANDRO GIORGIA
TAU

Disp. in libreria

10,00 €
Lontano dalle narrazioni aberranti di un'Italia flagel lata da presunte emergenze e "invasioni", emancipato da un'immagine bidimensionale di mera meta vacanziera, il Salento raccontato in queste pagine una comune provincia italiana in cui salentini di nascita e d'adozione si affiancano senza alcun clamore nel loro vivere quotidiano. Storie di lavoro, di dignit di fatica, di grandi artisti, di chi arrivano per studiare, di chi insegna, di chi ha avviato un B&B richiamato da un sogno esotico, di chi di notte veglia il sonno degli altri, di chi ne allieta il divertimento con la danza e la musica. Le storie che, insieme a tutte le altre, contribuiscono a disegnare il nuovo volto di questa terra.

In viaggio verso il moderno. Figure...

Cepparrone Luigi
ETS 2020

In libreria in 10 giorni

18,00 €
Da qualche decennio si discute in Italia della necessitdi un incontro tra letteratura e antropologia, senza che tra le due discipline sia riuscito a decollare un vero dialogo. L'autore prova a fare il punto su questo dialogo e poi analizza in una prospettiva antropologica alcuni testi significativi della letteratura italiana, tra i quali i Promessi Sposi e I Malavoglia. Le analisi sono focalizzate intorno ad alcune figure di emigranti, studiate non tanto nell'ottica della critica tematica, quanto nella prospettiva di una valutazione della funzione da loro svolta nell'immaginario letterario. Lo scopo di analizzare il compito che gli scrittori hanno assegnato a queste figure nella costruzione di narrazioni che avevano la finalitdi raccontare il mutamento di aspetti significativi della societche si avvia verso il moderno. Dopo un primo capitolo teorico, dedicato ai rapporti tra letteratura e antropologia, si studia il racconto del passaggio da una societarcaica verso la modernitattraverso le vicissitudini di due personaggi emblematici della nostra letteratura: Renzo Tramaglino e 'Ntoni Malavoglia. L'ultimo capitolo dedicato all'esame di alcuni testi letterari dell'Ottocento e del Novecento attraverso la categoria dello spaesamento, individuata come metafora della condizione umana contemporanea.

Mafie straniere in Italia. Come...

Becucci S. (cur.); Becucci S. (cur.); Carchedi F. (cur.)
Franco Angeli 2020

In libreria in 10 giorni

32,50 €
L'incremento dei fenomeni migratori che interessano gran parte dei paesi europei, tra cui l'Italia, ha determinato un crescente coinvolgimento di cittadini di origine straniera in reati di criminalità organizzata, in qualità di vittime - la grande maggioranza - in qualità di autori di reati comuni e in reati di tipo mafioso. Le organizzazioni criminali di origine straniera presenti in Italia hanno acquisito nelle ultime due decadi una comprovata specializzazione criminale in varie attività illecite, come la tratta di esseri umani, il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione e dell'accattonaggio. Il volume analizza nel dettaglio queste organizzazioni mafiose secondo una duplice prospettiva: da un lato, mette in luce gli aspetti peculiari che le caratterizzano, il loro modus operandi nella gestione delle attività illegali e le strategie volte a interloquire e prevenire i conflitti con le associazioni mafiose autoctone; dall'altro, pone specifica attenzione agli strumenti normativi nazionali e internazionali a disposizione delle autorità investigative per contrastarle in modo adeguato, individuando le criticità più significative da colmare.

Tutela senza confini per i minori...

Peris Cancio Lluís Francesc
Maggioli Editore 2020

In libreria in 10 giorni

25,00 €
I minori stranieri non accompagnati sono titolari dei diritti in materia di protezione dei minori a paritdi trattamento con i minori di cittadinanza italiana o dell'Unione europea. Questo il primo articolo di una legge importante, la leggen. 47/2017 (Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati) che costituisce una svolta storica per l'Italia. E che anche la prima legge su questo tema in Europa. un tentativo rilevantissimo di attribuzione di diritti ai minori stranieri non accompagnati e della loro tutela, con una sostanziale equiparazione ai minori italiani, ma con un'attenzione e un riconoscimento alle particolari vulnerabilitche presentano. I minori non accompagnati sono infatti soggetti tre volte fragili, perchsono: di minore et stranieri, soli. La realizzazione di un intervento di qualitin loro favore presuppone il superamento della prospettiva eurocentrica e l'avviamento di percorsi di collaborazione con la famiglia nel paese di origine. La disamina del contenuto della legge - di grande utilitper operatori, studiosi, volontari, tutori - il punto di arrivo del volume, che presenta dati di ricerca, analisi sociali, racconti, a fornire un quadro di uno dei fenomeni picritici, variegati e delicatissimi della societdi oggi, come quello delle migrazioni umane e in particolare delle migrazioni di minori.

Lingue e migranti nell'area alpina...

Del Savio M. (cur.); Pons A. (cur.); Rivoira M. (cur.)
Edizioni dell'Orso 2020

In libreria in 10 giorni

35,00 €
La lingua è comunicazione, possibilità di incontro, condivisione e strumento di pace: nelle lingue e nei dialetti si conservano le tracce di incontri (a volte di scontri) che si sono susseguiti nella storia. Innovazioni e nuove parole ci sono state portate dagli "altri", insieme a cose e pensieri, in una dinamica di arricchimento continuo. A essere implicate in questa dinamica sono le comunità con le loro storie, la loro struttura sociale, le regole che si sono date per gestire la presenza dello straniero. Questa la prospettiva nella quale è stato concepito il convegno "Lingue e migranti nell'area alpina e subalpina occidentale" organizzato a Torino (25-26 gennaio 2018) nel quadro delle attività previste dal progetto di ricerca SALAM (Subalpine and Alpine Languages And Migrations). Il centro di interesse del progetto sono state le Alpi, divenute nuovamente linea di confine invalicabile per alcune persone, dopo essere state nel tempo luogo di incontro e scambio, in stretta relazione con le pianure circostanti e le città, ma il convegno ha offerto anche l'occasione per conoscere realtà più distanti, unite dal comune denominatore della migrazione. Di quell'incontro il presente volume offre un resoconto puntuale e, al contempo, ne amplia le prospettive di ricerca accogliendo anche contributi che non sono stati presentati in tale occasione, in un'analisi del rapporto tra migrazioni e spazio alpino che dal Medioevo giunge fino al presente.

Il sogno ? potenza di realt?

Caramore Gabriella
Aliberti 2020

In libreria in 10 giorni

6,50 €
Diversus in latino significa "voltato" in altra direzione. Purtroppo, per uso comune intendere "diverso" come "contrario", "opposto", e in alcuni casi addirittura "deviante" o "sbagliato". innegabile che esistano diversit ma altrettanto ovvio che non si possa considerare la propria singola visione del mondo come l'unica e "la" giusta. Bisogna accettare e convivere con tutte le differenze, e questo rappresenta non un limite, bensla vera ricchezza del nostro mondo. Un'opportunitper scoprire e discutere sulle diversitci data dal festival denominato appunto "Uguali-Diversi", il cui intento non quello di fornire risposte, ma semplicemente di "aiutare a porre correttamente le domande". Ne nata anche una collana, voluta dal Comune di Novellara e da Aliberti editore, che raccoglie gli interventi di personaggi noti e studiosi sul tema dell'integrazione e della necessitdel confronto in un momento storico come il nostro, di rapide trasformazioni.

Dall'invisibile al visibile....

Ferrari Mirella
Franco Angeli 2020

In libreria in 10 giorni

23,00 €
Il volume attraverso un approccio mix method research esplora, in una prima parte, la dimensione quantitativa del fenomeno migratorio nelle ultime decadi tramite i dati delle fonti europee e approfondisce alcuni aspetti che si rivelano essenziali per la comprensione degli scenari futuri. Si concentra, poi, su parte dell'indagine sociologica qualitativa, evidenziando alcune tendenze in atto relative alla percezione sociale del migrante e indagando la questione degli stereotipi narrativi diffusi dai media e dalla carta stampata. Nella seconda parte del lavoro, la riflessione scientifica si occupa di discutere, da un lato, i limiti del modello di integrazione italiano che accentua la dimensione burocratico-normativa dell'inclusione; dall'altro, ricostruisce un quadro innovativo delle forme di accoglienza alternative mediate dalle tecnologie digitali, all'interno delle quali il caso di Refugees Welcome Italia presentato come un vero e proprio modello integrato di accoglienza che meriterebbe piconsiderazione anche da parte delle istituzioni.

Il campo di Farfa....

D'Angeli Roberto
Funambolo 2019

In libreria in 10 giorni

13,00 €
Con l'entrata in guerra dell'Italia il 10 giugno 1940, il regime fascista mise in atto l'articolata serie di provvedimenti legislativi per l'internamento sia dei civili appartenenti a Stati nemici e residenti nel regno, sia nei confronti di tutti quelli, italiani e non, ritenuti sospetti e pericolosi per il periodo bellico. Il campo di internamento di Farfa entrò ufficialmente in funzione nel giugno 1943 e avrebbe dovuto contenere 2700 persone. Il Ministero dell'Interno aveva ipotizzato di trasferirci buona parte degli internati a Ferramonti, il principale dei campi per ebrei. Nel settembre del 1943, quando alla notizia dell'armistizio il personale di guardia abbandonò le proprie postazioni, nel campo erano detenute circa cento persone, di cui molti ebrei stranieri, che si dettero alla fuga. Lasciato in stato di abbandono fino alla fine del conflitto, nel dopoguerra divenne un centro di raccolta profughi. Questo libro racconta la storia del campo fino alla sua dismissione. Il saggio è arricchito da documentazione originale, un'intervista e un'appendice sul campo per prigionieri alleati PG 54 ubicato nel 1942 nei pressi di Passo Corese (RI).

Lavoro sociale e migrazioni. Il...

Galli Dina; Mantovani Francesca
Junior 2019

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Gli ultimi decenni hanno registrato l'arrivo nelle nostre comunità dei migranti, fenomeno connesso al collasso geopolitico generato soprattutto dalle profonde ingiustizie sociali ed economiche. Tale presenza ha prodotto nella società due reazioni contrapposte: una di rifiuto ? usato ed enfatizzato da alcuni partiti politici ? e una d'accoglienza. Una società si misura sulla base dello sviluppo economico-sociale conseguito e dalle innovazioni prodotte, ma soprattutto dal suo livello d'umanità, dalla sua capacità di convertire l'hostis in un hospes, il nemico in un ospite. Il lavoro sociale, che si pone l'obiettivo d'attivare la società per risolvere specifici problemi della comunità, ha il compito di favorire questo passaggio, nella consapevolezza che l'integrazione delle diversità favorisce la coesione sociale e ne promuove le dimensioni valoriali. Il fenomeno migratorio è certamente articolato, ha richiesto e richiede un arricchimento sia dell'apparato teorico sia della metodologia del servizio sociale che consenta d'attrezzare adeguatamente la formazione universitaria dei futuri assistenti sociali (ma non solo). Nel volume si è ampliato lo sguardo per capire come un servizio, composto da operatori dell'area sociale, educativa e sanitaria, possa attrezzarsi per rispondere a un'utenza straniera diversificata.

Rapporto italiani nel mondo 2019

Fondazione Migrantes (cur.)
Tau 2019

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Il volume raccoglie le analisi socio-statistiche delle fonti ufficiali, nazionali e internazionali, più accreditate sulla mobilità dall'Italia. La trattazione di questi temi procede a livello statistico, di riflessione teorica e di azione empirica attraverso indagini quali-quantitative: e articolandosi in cinque sezioni: Flussi e presenze; La prospettiva storica; Indagini, riflessioni ed esperienze contemporanee; Speciale neo-mobilità giovanile italiana nel mondo; Allegati socio-statistici e bibliografici.

La valutazione linguistica in...

Masillo Paola
Pacini Editore 2019

In libreria in 10 giorni

18,00 €
La ricerca ha come oggetto il test di competenza di livello A2 per i cittadini stranieri extracomunitari residenti in Italia che richiedono il permesso di lungo soggiorno CE, secondo quanto previsto dalla normativa vigente (D. Lgs. 286/1998, art. 9; D.M. 4 giugno 2010). L'obiettivo principale della ricerca è stato elaborare, secondo un approccio quali-quantitativo, un quadro descrittivo e interpretativo delle procedure di valutazione messe in pratica in Italia, al fine di verificarne la validità di costrutto, l'affidabilità e l'equità. Il contesto entro cui s'inserisce la ricerca comprende, da un lato, i processi d'integrazione linguistica e, dall'altro, il ruolo dei test come possibili "strumenti di potere". I risultati della ricerca hanno consentito di confermare e dimostrare con dati empirici quanto sostenuto nelle ipotesi di partenza, in cui è messa in discussione la validità di costrutto delle prove, nonché la loro equivalenza e, di conseguenza, affidabilità ed equità.

L'emigrazione italiana in Francia...

Cortese Antonio
Tau 2018

In libreria in 10 giorni

10,00 €
In continuità con uno studio precedente dello stesso autore dal titolo «L'emigrazione italiana dal 1876 al 1976. Brevi riflessioni sulle cause che l'hanno determinata», questo volume tratta il caso specifico francese con l'intento di fare luce sulle motivazioni che hanno portato all'importante flusso migratorio italiano, verso questo Paese d'Oltralpe, in un secolo fondamentale (1876-1976). «Conoscere questa storia - si legge nella Prefazione al libro - è indispensabile per la comprensione dei fenomeni più recenti e addirittura per capire la mobilità dei nostri giorni. La storia è, da sempre, fondamentale per l'interpretazione di legami sociali che perdurano nel tempo pur rinnovandosi e mutando».

Traiettorie migranti. Minori...

Biagioli Raffaella
ETS 2018

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Alla base della pedagogia interculturale devono essere necessariamente collocati la difesa dell'uomo e il riconoscimento del valore della persona umana, indipendentemente dai sistemi culturali di cui essa fa parte. Tale forma educativa si propone di riconoscere il valore delle culture che vengono in contatto tra di loro e di favorirne lo scambio in grado di produrre arricchimento reciproco. Il libro documenta la situazione dei minori migranti non accompagnati che costituiscono, a partire da questo secolo, i nuovi protagonisti dei processi migratori e sono oggetto di studio in Italia e in Europa. Molto spesso i minori che emigrano vengono da territori martoriati dalla guerra, da terre povere e senza alcuna risorsa, per la sopravvivenza o alla ricerca di nuove opportunità lavorative, con un'inquietudine generazionale che spinge verso la sperimentazione di nuovi modelli di vita. In quest'ottica il volume, attraverso la raccolta delle storie di vita, intende offrire nuove opportunità di riflessione pedagogica sulla significatività e sul valore che rivestono gli interventi educativi attuabili nelle circostanze dell'accoglienza dei minori soli. I destinatari naturali del volume sono, pertanto, gli insegnanti, i dirigenti, gli educatori, gli studenti e tutti coloro che si occupano dei temi dell'accoglienza in contesti multiculturali.

I confini dell'inclusione. La...

Carbone V. (cur.); Gargiulo E. (cur.); Russo Spena M. (cur.)
DeriveApprodi 2018

In libreria in 10 giorni

20,00 €
«"Se vuoi entrare nel territorio dello Stato, o se vuoi continuare a rimanere al suo interno, devi dimostrare di volerti integrare". Questa frase esprime in maniera sintetica ed esplicita la concezione che i governi di numerosi Stati, "occidentali" e "democratici", hanno delle politiche di integrazione dei non cittadini. Governi che chiedono, o per meglio dire pretendono, qualcosa di sostanzialmente indefinito. Cosa si intende infatti con il termine integrazione? A quali sfere di significato si fa riferimento quando lo si utilizza? E soprattutto, le istituzioni che lo impiegano nelle loro politiche, a quali dimensioni del comportamento e degli orientamenti valoriali rimandano?».

Partire. Un'odissea clandestina

Traoré Mahmoud; Le Dantec Bruno
Baldini + Castoldi 2018

In libreria in 10 giorni

18,00 €
La storia di Mahmoud Traoré è quella di migliaia di giovani africani che, attratti dal mondo globalizzato, si lanciano sulle strade dell'esilio a piedi o a bordo di taxi-collettivi, camion da bestiame, piroghe, lasciandosi alle spalle il Sahel, il Sahara, la Libia e il Maghreb. Mahmoud ha impiegato tre anni e mezzo per percorrere la distanza che separa Dakar da Siviglia, mentre a un turista europeo sarebbero bastate poco più di tre ore di volo. E a Ceuta lo attende l'assalto alle «barriere di sicurezza»: nella notte fra il 28 e il 29 settembre 2005 centinaia di migranti irregolari si gettano sulle recinzioni e i fili spinati che li separano dall'Europa. La polizia apre il fuoco e lascia a terra molti morti, che sono morti senza volto, senza nome, senza identità. Ci sono sopravvissuti che provano a raccontare, ma ne escono solo frammenti di verità al servizio dei media. E così la loro testimonianza, velocemente, si affievolisce. In cammino verso l'eldorado europeo dopo aver abbandonato l'idea di raggiungere la Costa d'Avorio, devastata all'epoca da una guerra civile, Mahmoud si imbatte in ogni sorta di sfruttatori: doganieri, guide, cacciatori di clienti, affittacamere, poliziotti corrotti, trasportatori, e, seguendo il ritmo intermittente del suo periplo - a ogni tappa, Mahmoud deve trovarsi un lavoro per poter proseguire il viaggio - si scopre una fiorente economia che specula sulle spalle dei più poveri fra i poveri.

Per forza o per scelta....

Membretti A. (cur.); Kofler I. (cur.); Viazzo P. P. (cur.)
Aracne 2017

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Che cosa possono fare gli immigrati per la montagna italiana e che cosa può quest'ultima fare per loro? A questa domanda rispondono sociologi, antropologi, giornalisti, progettisti, amministratori locali e operatori sociali che, facendo ricerca o gestendo interventi, si occupano del fenomeno migratorio nelle Alpi e negli Appennini. Per forza o per scelta sono i migranti stranieri che si insediano nelle montagne italiane, in alcuni casi liberamente e in altri sotto costrizione (come accade ai profughi), affrontando un difficile processo di adattamento reciproco con le comunità locali a loro volta coinvolte nelle dinamiche dell'accoglienza. Il volume contribuisce al dibattito pubblico circa le condizioni necessarie per trasformare almeno una parte dei "montanari per forza" in montanari per scelta, facendone così il perno per un rilancio, condiviso con gli autoctoni, delle terre alte italiane.

Emigrazione vista da vicino

Pirruccio Vito
Calabria Letteraria 2017

In libreria in 10 giorni

10,00 €
"L'emigrazione vista da vicino" è un dialogo tra due generazioni a confronto. Padre e figlio, ripercorrendo l'emigrazione vissuta in famiglia dagli anni '20 agli anni '60, esaminano il sacrificio del popolo calabrese in fuga dalla propria terra. Fuga dalla miseria che consegnerà, però, la Calabria ai feudatari politici del XX sec., i quali, nel completare l'opera distruttiva dei loro predecessori, faranno di una terra storicamente laboriosa una regione asservita moralmente e culturalmente. Il racconto-intervista si sofferma, infine, sulla Calabria di oggi che si misura con le nuove partenze e i nuovi arrivi dentro un paese che ha smarrito gran parte della propria memoria storica. Prefazione di Gerardo Bianco.

Mercanti di uomini. Il traffico di...

Napoleoni Loretta
Rizzoli 2017

In libreria in 10 giorni

18,50 €
È un business sofisticato quello che ogni giorno fa approdare migliaia di rifugiati sulle nostre coste. Chi lo controlla? Una nuova categoria di criminali, nata dalle disastrose risposte occidentali alla tragedia dell'11 settembre e dal collasso economico e politico di molti Stati-chiave in Africa e Medioriente. Tutto è cominciato con il traffico di cocaina, trasportata dalla Colombia in Europa lungo le rotte transahariane. Le stesse rotte sono servite per far perdere le tracce di decine di ostaggi occidentali, rapiti per finanziare gruppi terroristici e bande criminali, dopo la destabilizzazione della Siria e dell'Iraq e l'ascesa dell'lsis. Oggi su quelle piste viaggia un'altra merce: esseri umani, a milioni, in fuga da guerre e povertà verso un Occidente che credono più accogliente e più ricco di quanto non sia. Un commercio che costa migliaia di vite, e che vale miliardi. In una ricostruzione che si avvale di interviste esclusive a negoziatori, membri dei servizi segreti, esperti del contrasto al terrorismo e alla pirateria, ex ostaggi e molti altri, Loretta Napoleoni ci porta nel mondo complesso dei mercanti di uomini, spiegando come le vite umane vengono "valutate" in termini economici e come alcune scellerate politiche occidentali alimentino tanto il mercato dei riscatti quanto il traffico dei clandestini. Proprio il circolo vizioso tra economia ufficiale ed "economia canaglia", che rischia di portare l'Europa alla rovina ma che arricchisce molti, sta producendo uno tsunami di migranti e un'escalation di incertezza che lascia spazio ai populismi, a fenomeni come la Brexit o l'ascesa di Trump negli Usa. L'Occidente riuscirà a sopravvivere al rovinoso fallimento della globalizzazione?

Radicalismo, migrazioni e minacce...

Razzante R. (cur.); Bressan M. (cur.)
Pacini Editore 2017

In libreria in 10 giorni

18,00 €
Sebbene sconfitto a Mosul e sotto assedio a Raqqa, il Daesh ha rappresentato la minaccia e la forma più complessa dei nuovi fenomeni di radicalismo armato. Andando oltre la semplice definizione di organizzazione terroristica, il Daesh è stato in grado di amministrare intere porzioni di territorio in Siria e Iraq, condurre operazioni militari convenzionali, attentati e una moderna campagna terroristica e di reclutamento via web e nel cyberspazio. Al progressivo arretramento territoriale del Daesh non sta corrispondendo una diminuzione delle sue capacità di condurre e ispirare attentati in Europa e non solo. Il rischio che il fenomeno Daesh possa replicarsi altrove sotto nuove sigle, una volta sconfitto in Siria ed Iraq, così come la possibilità che numerosi foreign fighters possano tornare nei propri paesi d'origine o andare a combattere altrove, è concreto. L'impatto di questi fenomeni, così come la loro diversità rispetto alle minacce tradizionali, ha determinato un dibattito sul rispetto del diritto nel contrasto al terrorismo e sulle necessità di attuare delle politiche di prevenzione nei confronti del radicalismo.

Emigrazione e lingua italiana....

Salvatore Eugenio
Pacini Editore 2017

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Il volume ricostruisce le dinamiche del contatto tra le varietà che compongono il repertorio linguistico degli emigrati italiani in epoca postunitaria. Per perseguire questo obiettivo si sottopone a esame linguistico un corpus di 227 documenti epistolari, in gran parte inediti, scritti da mittenti semicolti. Le lettere coprono un arco cronologico ampio (1880-19901, e sono inviate dalle maggiori mete dell'emigrazione italiana verso varie zone della Penisola: Lombardia, Veneto, Toscana, Abruzzo e Calabria. Il volume si basa innovativamente su un'analisi diretta dei testi, da cui si evince nella scrittura di emigrati una discreta influenza di dialetti e lingue d'arrivo in ambito fono morfologico, e una forte componente comune "italiana" nell'articolazione sintattica e testuale delle missive.

La scuola di fronte...

Pintus Andrea
Adda 2016

In libreria in 10 giorni

10,00 €
Il volume affronta il tema della sfida di conoscenza posta dall'immigrazione a chi si occupa di educazione e formazione (insegnanti, educatori, studenti e ricercatori in ambito educativo). Educatori e insegnanti, di ogni ordine e grado, hanno a che fare ogni giorno con la complessità di dover leggere, interpretare e fronteggiare contesti educativi e formativi sempre più eterogenei e culturalmente diversificati al loro interno. Guardare a come la scuola fa fronte a questa complessità, consente di riflettere sulle categorie di significato che la attraversano e così facendo offre, a chi si occupa a diverso titolo della relazione educativa, l'opportunità di ripensare le condizioni del proprio agire.

Riace il paese dell'accoglienza. Un...

Rinaldis Antonio
Imprimatur 2016

In libreria in 10 giorni

14,50 €
A Riace, villaggio della costa ionica calabrese, gli dei sono arrivati due volte, la prima in forma di grandi statue di bronzo riemerse dal mare dopo secoli e la seconda nell'estate di qualche anno fa, in una carretta del mare naufragata sulla spiaggia del paese. Divinità impaurite e fragili che hanno trovato accoglienza e ospitalità. A quello sbarco ne sono seguiti molti altri. Piano piano i migranti hanno cominciato ad abitare le case abbandonate del centro storico, hanno imparato gli antichi mestieri e si sono integrati nel tessuto sociale. E questo grazie alla visione del sindaco, Domenico Lucano, che la rivista americana "Fortune" ha nominato quarantesimo uomo più influente al mondo. La storia di Riace è il racconto di un'esperienza che può diventare esempio vincente, perché gli sbarchi non sono un'emergenza ma una costante, e serve proporre modelli sostenibili.

La letteratura italiana della...

Catalano Valentina
La Zisa 2016

In libreria in 10 giorni

12,00 €
La lingua italiana non è solo nostra, e la letteratura che di essa si nutre si declina al plurale esplorando i propri confini. In questa pluralità di voci provenienti da tutto il mondo trova terreno fertile la letteratura italiana della migrazione. L'autrice, esaminando le diverse fasi di tale produzione letteraria in Italia, si sofferma in particolare sul caso di Igiaba Scego, esponente della seconda generazione di scrittrici italiane di origine straniera. La Scego, nell'essere metà italiana e metà somala, costruisce i suoi romanzi mettendo in scena le tematiche e le problematiche culturali legate alle identità femminili: le sue protagoniste sono sempre alla ricerca di un equilibrio identitario sospeso tra due diverse culture di appartenenza. In queste pagine si scoprono nuove forme di linguaggio, nuovi modi di pensare, di scrivere e di raccontare che avvicinano il lettore italiano alla nuova realtà interculturale di oggi.

La sfida del meticciato nella...

Regalia C. (cur.); Giuliani C. (cur.); Meda S. G. (cur.)
Franco Angeli 2016

In libreria in 10 giorni

21,00 €
Di fronte alle sfide della migrazione proveniente dai paesi musulmani, la categoria culturale del meticciato può essere una chiave di lettura adeguata per comprendere il percorso di effettivo scambio e incontro tra persone e realtà comunitarie appartenenti a differenti culture di riferimento? I contributi raccolti nel volume intendono dare una risposta a questo interrogativo, basandosi sui risultati di un'ampia ricerca quanti-qualitativa promossa da Fondazione Oasis e condotta in collaborazione dal Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia dell'Università Cattolica di Milano e Fondazione Ismu. Muovendo da differenti prospettive disciplinari, sono state indagate le realtà musulmane presenti nel territorio milanese e i processi di possibile meticciato, messi in luce interpellando direttamente un campione di musulmani di prima e seconda generazione e alcune realtà organizzate (islamiche e non) sulle forme e sulle condizioni che rendono percorribile l'incontro culturale e religioso. Ne emerge un quadro della migrazione musulmana molto articolato e differenziato al proprio interno: scenari nei quali le possibilità di scambio e di incontro sono avvertite come reali e di fatto sono praticate; situazioni numericamente consistenti che esprimono una sostanziale indifferenza nei confronti dell'Altro; posizioni in cui è più evidente la difficoltà di integrazione su livelli che coinvolgono il piano sociale, culturale e personale.

Lo straniero ci soccorre. Per...

Bruscolotti Giuseppina
Cittadella 2015

In libreria in 10 giorni

13,50 €
La Bibbia può rispondere alla questione attuale urgente quale è quella della immigrazione? Può ispirare il giusto criterio per una più pacifica e proficua convivenza tra i popoli? Il libro presenta la sintesi dello studio di tutti i casi in cui emergono relazioni con gli 'stranieri'. Dall'Israele biblico, alla novità inaugurata da Cristo, fino alla missione paolina, l'autrice mette in evidenza quello che è l'insegnamento biblico senza nulla aggiungere. Il linguaggio tecnico e rispettoso dei Testi permette infatti di individuare la risposta alla questione in merito proponendo possibili soluzioni di sorprendente attualità.

Senza sponda. Perché l'Italia non è...

Aime Marco
UTET 2015

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Migliaia di vite "senza sponda": sono quelle dei migranti che cercano rifugio nel nostro Paese, in fuga da bombardamenti e carestie, da cambi di regime, guerre intestine e povertà, che si tratti della Nigeria di Boko Haram, della Libia in preda all'instabi

Multiculturalità e...

Pedrana M. (cur.)
If Press 2014

In libreria in 10 giorni

15,00 €
Questa pubblicazione nasce da un'occasione di confronto sul tema della multiculturalità e territorializzazione nel Mediterraneo, promossa dall'Università Europea di Roma e, al suo interno, dal Geographic Research and Application Laboratory (GREAL). Il tema della multiculturalità è antico e pieno di contraddizioni e di temi importanti: l'evoluzione del paesaggio, la vita umana nei luoghi trasformati da eventi catastrofici, le migrazioni, le diverse forme di integrazione, le dinamiche evolutive e le relazioni, di estrema complessità, fra componenti geoculturali diverse. I grandi temi appena citati meriterebbero un approfondimento specifico, dal punto di vista sia geografico sia economico. Questo volume non ha come scopo quello di analizzare tutti i possibili aspetti legati a fenomeni tanto vasti e complessi, bensì quello di presentare alcuni specifici casi di studio, riguardanti in primis il nostro Paese. Il volume è suddiviso in due parti. La prima si focalizza sulle nuove concezioni del territorio, nell'ambito di eventi post-sismici. Nella seconda parte del volume si presentano aspetti economici e sociali di particolari fenomeni legati alla migrazione e al ruolo sociale del cooperativismo in Italia.

L'altro prossimo venturo. La...

Tarantini Lidia
Franco Angeli 2014

In libreria in 10 giorni

18,50 €
Dopo un'esperienza più che decennale in Tunisia con pazienti di religione islamica e poi in Italia con immigrati e stranieri, l'autrice ha sentito il bisogno di rivedere quelle che per anni erano state le certezze teoricocliniche del suo lavoro di psicoterapeuta, che, con pazienti di cultura e religione differenti da quelle dei pazienti italiani, non potevano più essere utilizzabili. Ciò che diventa in questa revisione elemento centrale, più degli strumenti tecnici e dei paradigmi consolidati, sarà la percezione e la relazione con l'altro. Imprescindibile, quindi, è la ricerca di altre modalità, più fluide e articolate e per le quali la narrazione e l'ascolto diventano essenziali e gravidi di significati complessi. Di questa ricerca e sperimentazione di strumenti, in parte inediti, in parte modificati, parla il libro, anche attraverso l'esposizione di alcune storie cliniche in cui l'utilizzo di uno strumento come il Gioco della Sabbia si è rivelato fondamentale per stabilire una comunicazione non unicamente verbale con pazienti stranieri e immigrati, permettendo loro di toccare livelli di consapevolezza non raggiungibili con la parola e il ricordo cosciente. Questo libro vuole essere anche un contributo per gli operatori dei Centri di Accoglienza, delle ASL, degli ospedali, delle Case Famiglia che per instaurare la relazione con l'altro sono spesso alla sofferta ricerca di strumenti di comunicazione e comprensione di una umanità disperata.