Storia economica

Filtri attivi

Quando l'oceano si arrabbia. Keynes...

Canova Luciano
EGEA 2020

Disp. in libreria

15,00 €
Scrivere un libro su Keynes, per un economista, una bella sfida. Ma ho deciso di farlo perchda decenni mi ostino a raccontare ai miei studenti e a chi mi ascolta nelle conferenze che l'economia una scienza, innanzitutto, e che una scienza bellissima. E ho scelto proprio Keynes perchper un economista come Star Wars per il resto del mondo: potete averlo visto oppure no ma, volenti o nolenti, anche se non avete idea di chi sia Darth Vader e Yoda vi sembra il nome di un succo di frutta biologico, le perturbazioni della Forza, in qualche modo, avranno trascinato anche voi dentro una struttura narrativa irresistibile. John Maynard Keynes, in economia, un po' cos E poi, diciamolo, quanti, effettivamente, hanno letto Keynes? Intendo proprio gli scritti, pamphlet, libri, lettere o articoli che si pregiato di pubblicare in quantitdavvero spropositata. Il mio intento di servirmi del cavallo di Troia Keynes e della sua storia bellissima per parlare dell'economia e degli economisti, in un tempo, particolare assai, in cui si sente fortissima l'esigenza di affrontare le cose con competenza e coraggio. E se la storia di Keynes puesercitare un qualche fascino, proprio per la complessitdel suo pensiero e per il suo stare all'interno del dibattito pubblico. Con competenza e con coraggio, sempre: il coraggio delle proprie idee e dell'impegno civile. Le sue parole traboccano di dinamismo e attualit nel raccontare che cos'l'economia e quanto sia importante - ora piche mai.

L'economia spiegata in 100 citazioni

Gribaudo 2020

Disp. in libreria

14,90 €
Le frasi celebri spiegate e approfondite- "In questo mondo non vi nulla di sicuro, tranne la morte e le tasse" (Benjamin Franklin, 1789). La celebre frase di Benjamin Franklin sintetizza, con un tocco di sarcasmo, il pensiero di molte persone in merito alle tasse, ma quando si parla piin generale di economia i pareri sono contrastanti. Un punto di partenza per approfondire puessere quello di leggere e capire le citazioni delle figure piinfluenti in materia. Grazie a loro, anche da una singola frase puscaturire un nuovo punto di vista. "L'economia spiegata in 100 citazioni" una raccolta del pensiero economico degli ultimi duemila anni, formulato attraverso le parole di economisti, politici e filosofi, parole in grado di stimolare il pensiero critico e la curiosit Inoltre, le schede dedicate ai singoli autori esplorano a fondo il senso del discorso e forniscono spesso curiosite aneddoti sulla loro vita e sulla loro visione del mondo.

Storia culturale del made in Italy

Belfanti Carlo Marco
Il Mulino 2019

Disp. in libreria

22,00 €
Alto artigianato, tradizione di eccellenza, senso del bello: è questo in sintesi ciò che si intende per Made in Italy. Realtà o mito, questa immagine ha una storia, ed è quella raccontata nel libro, che prende le mosse dalla straordinaria fioritura artistica del '4-500, per raccontare come nel '6-700 i viaggiatori stranieri che visitano l'Italia riconoscano in essa la patria dell'arte. Nell'Ottocento gli storici danno forma a un'idea di Rinascimento che si diffonderà soprattutto in America, alimentando un forte collezionismo di oggetti e opere d'arte italiane. Nel secondo dopoguerra la nascente industria della moda italiana, alla ricerca di un suo spazio nel mercato dominato dalla haute couture francese, si ricollegherà con successo al mito dell'eccellenza rinascimentale, sinonimo di prestigio e di sapienza artistico-artigianale.

Una storia del mondo a buon...

Patel Raj; Moore Jason W.
Feltrinelli 2018

Disp. in libreria

18,00 €
Natura, soldi, lavoro, assistenza, cibo, energia e vita. Sono le sette cose che hanno costruito il nostro mondo e che daranno una forma al nostro futuro. Mettendo a profitto ciascuna di queste, l'economia moderna ha trasformato, governato e devastato la Terra. Dopo "I padroni del cibo" e "Il valore delle cose", Raj Patel presenta insieme a Jason W. Moore un nuovo modo di analizzare le emergenze planetarie del nostro tempo. Gli studi più recenti sullo stato di salute del pianeta accompagnano la narrazione delle vicende del colonialismo, delle lotte indigene, delle rivolte degli schiavi. Come Jared Diamond in "Armi, acciaio e malattie", Patel e Moore si lanciano in un viaggio straordinario nel tempo e nello spazio, alla ricerca di casi esemplari della capacità del capitalismo di piegare alla propria costante esigenza di profitto qualsiasi cosa, anche la vita stessa. È una storia che comincia con Cristoforo Colombo, primo grande esportatore del colonialismo e dell'economia del capitale, e arriva fino a oggi. Ripercorrerla significa scoprire una verità inquietante: le più grandi crisi della politica e dell'economia mondiali hanno offerto ogni volta nuove strategie per sfruttare in modo sempre più insidioso le risorse disponibili, facendo del mondo l'arena del mercato capitalista. Una critica appassionante delle leggi del capitale, una visione originale per un mondo sostenibile, che si legge come una grande storia.

Il capitale nel XXI secolo

Piketty Thomas
Bompiani 2018

Disp. in libreria

14,00 €
Quali sono le dinamiche che guidano l'accumulo e la distribuzione del capitale? In questo libro Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati da venti paesi, risalendo fino al XVIII secolo, per scoprire i percorsi che hanno condotto alla realtà socioeconomica di oggi. I risultati sono destinati a trasformare il dibattito e a dettare l'agenda per le prossime generazioni sul tema della ricchezza e dell'ineguaglianza. Piketty mostra come la moderna crescita economica e la diffusione del sapere ci abbiano permesso di evitare le disuguaglianze su scala apocalittica profetizzate da Karl Marx senza peraltro aver modificato le strutture profonde del capitale e dell'ineguaglianza, così come si poteva pensare negli ottimistici decenni del secondo dopoguerra. Il motore principale dell'ineguaglianza minaccia oggi di generare disuguaglianze tali da esasperare il malcontento e minare i valori democratici. Ma le linee di condotta economica non sono atti divini. In passato, azioni politiche hanno arginato pericolose disuguaglianze, afferma Piketty, e lo possono fare ancora. Lavoro estremamente ambizioso, originale e rigoroso, "Il capitale nel XXI secolo" riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci pone di fronte a inevitabili riflessioni sul nostro presente.

Il mondo globale Una storia...

Amatori F. (cur.); Colli A. (cur.)
Giappichelli 2017

Disp. in libreria

32,00 €
"Questo libro è l'esito di un ambizioso progetto collettivo, quello di raccontare in maniera sintetica, ma efficace, il lungo e articolato processo che ha portato alla costruzione del mondo moderno. Implicita nel suo titolo è la prospettiva adottata. In una realtà come quella odierna, caratterizzata da spinte verso la dimensione globale, e da altrettante controspinte nella direzione di chiusure particolaristiche, uno dei compiti della storia è mostrare il complesso dipanarsi delle vicende umane che hanno determinato la situazione attuale, e ne spiegano l'intima natura. Il volume si articola in 24 capitoli, i quali coprono una cronologia che si estende dall'età che precede il radicale snodo della rivoluzione industriale, fino a oggi: circa mille anni, trascorsi tuttavia in una accelerazione vertiginosa verso la modernità del presente quotidiano. I destinatari di quest'opera collettiva sono, principalmente, gli studenti dei corsi universitari, ma non solo. Per quanto riguarda i primi, la conoscenza delle epocali fluttuazioni della storia è ingrediente di fondamentale importanza per la verifica critica delle conoscenze teoriche apprese nelle aule universitarie. Per quanto concerne il lettore "curioso", il libro propone una chiave interpretativa, utile a meglio comprendere la complessità della modernità. Questo manuale è l'esito di una serie di urgenze: fornire uno strumento agile, e aggiornato, che arricchisca il dibattito storiografico e intellettuale; costruire un quadro analitico versatile, che sia in grado di soddisfare le esigenze non solo di studenti di economia, ma anche di quanti si interessano di scienze sociali in una accezione più ampia, incluse le scienze politiche; infine, mettere a frutto un complesso di conoscenze e competenze sviluppate nel corso del tempo dagli autori dei capitoli, che svolgono attività didattiche e di ricerca in varie università italiane. Il volume aspira, di conseguenza, a fornire una lettura critica del dibattito storiografico; a stimolare e collegare le riflessioni di matrice storico-economica a un quadro più ampio, che include aspetti di storia sociale e geopolitica; a valorizzare il contributo dell'analisi imperniata sulla "lunga durata", indispensabile a comprendere pienamente fenomeni dalla portata secolare, come per esempio le rivoluzioni industriali, e la globalizzazione." (Dall'Introduzione). Il volume contiene un codice per accedere ai materiali online.

Storia economica del mondo. Dalla...

Neal Larry
Il Mulino 2016

Disp. in libreria

42,00 €
Presentato in una nuova edizione profondamente rivista e aggiornata, il manuale delinea un panorama complessivo dello sviluppo economico mondiale, mettendo in relazione il progresso economico con un insieme di fattori relativi alla demografia, alle risorse, alle scoperte, alle istituzioni sociali.

Storia dell'economia

Galbraith John Kenneth
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2012

Disp. in libreria

11,00 €
Dal ruolo della schiavitù nell'antica Grecia al "comunismo" di Platone; dall'organizzazione feudale alla rivoluzione industriale; da Karl Marx alla Grande Depressione degli anni Trenta, fino allo sviluppo del mercato globalizzato nel secondo Novecento: in questo testo John K. Galbraith dimostra con sorprendente chiarezza che non si può comprendere il funzionamento dell'economia contemporanea senza conoscerne la storia, perché le teorie e le scelte economiche sono sempre un prodotto dei tempi e dei luoghi in cui nascono e si sviluppano. Accompagnando il lettore attraverso curiosi aneddoti e la lucida analisi di grandi temi - dalla distribuzione del reddito alla disoccupazione -, l'autore porta alla luce l'intreccio ineliminabile che lega questioni economiche, politiche e sociali. E spiega che l'economia non può essere socialmente neutra: ha sempre il potere di determinare, nel bene e nel male, la vita di una nazione e dei suoi cittadini.

Tre storie extra vaganti

Cipolla Carlo M.
Il Mulino 2011

Disp. in libreria

10,00 €
Storie curiose, fuori del comune (extra vaganti, appunto), divertenti, ma tutte rigorosamente vere, quelle raccontate in questo libretto. La prima storia è ambientata nel XIV secolo e vede protagonista una potentissima consorteria di banchieri fiorentini, i Bardi. La seconda ricostruisce un singolare brutto scherzo giocato dagli Europei ai Turchi nel secolo XVII. Nell'ultima sono commentati due famosi trattati francesi del XVII e XVIII secolo dedicati al commercio e alle manifatture del tempo, in cui abbondano giudizi, acuti e gustosi, su genti e popoli.

Tra terra e mare. Aspetti...

Mastrolia Franco Antonio
Edizioni Scientifiche Italiane

Disp. in libreria

53,00 €
La ricchezza della Terra d'Otranto era legata all'agricoltura, in particolare alle produzioni e commercializzazioni di olio, vino, cereali prima degli anni Settanta, e tabacco che richiedevano diversi interventi sia pubblici sia privati. Una terra tra due mari, ricchi di pesci, ma con parecchie carenze di cui risentirono anche le genti di mare che cercarono di associarsi, creare una scuola nautica, dar vita ad una compagnia di navigazione, mentre gli interventi statali per le opere portuali non furono sufficienti, per cui la grande occasione della Valigia delle Indie a Brindisi non fu sfruttata e la costruzione dell'Arsenale Militare Marittimo a Taranto crenon pochi problemi ai pescatori tarantini. Nei tredici capitoli, vengono sottolineati molteplici aspetti, poco conosciuti, distinti e separati ma visti nel loro insieme evidenziano i problemi e le difficoltdella popolazione otrantina, spesso legata al territorio e sempre pronta a reagire alle crisi periodiche.

Il Regno delle Due Sicilie

Ciano Antonio
Ali Ribelli Edizioni 2020

In libreria in 10 giorni

10,00 €
Dati alla mano, questo volume offre un'analisi della situazione economica de Il Regno delle Due Sicilie dalla sua costituzione al suo dissolvimento ad opera dell'esercito sabaudo. Un vademecum per chiunque voglia approfondire il contesto storico in cui si sviluppl'economia del regno dei Borbone, e i numerosi traguardi economici e industriali che riusca raggiungere prima dell'annessione al Regno d'Italia.

L'economia italiana dal 1945 a oggi

Battilani Patrizia; Fauri Francesca
Il Mulino 2019

In libreria in 10 giorni

16,00 €
La ricostruzione postbellica, il miracolo economico, la deindustrializzazione e l'invenzione del made in Italy, il rallentamento negli anni della terza globalizzazione, la grande crisi del 2008 mai conclusasi: il libro - presentato in una nuova edizione aggiornata e ampliata - ripercorre la storia dell'economia italiana collegandola al contesto economico internazionale e al processo di integrazione europea. Viene seguita l'evoluzione dei consumi, delle specializzazioni settoriali, delle politiche economiche, del sistema di welfare.

Power and plenty. Una storia...

Findlay Ronald; O'Rourke Kevin
UTET Università 2019

In libreria in 10 giorni

39,00 €
"Il potere e l'economia sono ingranaggi fondamentali per comprendere la logica di uno sviluppo storico su scala planetaria dall'anno 1000 fino a oggi. C'è però un altro polo che si confronta e si interconnette con i due precedenti per formare una relazione triadica: la finanza. La triangolazione è imprescindibile. Potere e ricchezza è una storia di globalizzazione, di integrazione dei mercati, di liberalizzazione per abbandono di una serie di vincoli posti dalle politiche alla libera attività d'impresa. Il potere è essenzialmente inteso come potere politico, potere delle armi e di logiche di egemonia di una classe dirigente su gruppi subordinati, di un'organizzazione sociale politica su altre. L'economia riguarda essenzialmente la produzione di beni e servizi e la distribuzione dei medesimi e del reddito realizzato. Il potere dell'economia è quello della logica di mercato in base alla quale un produttore vende i prodotti che i consumatori domandano." (Roosevelt in «Look», gennaio 1941)

La questione agraria nell'Italia...

Ventura Angelo
Donzelli 2018

In libreria in 10 giorni

27,00 €
Lungo tutto il Novecento la «questione agraria» ha rappresentato uno dei temi cruciali, non solo nella pratica degli studi di storia, ma anche nel dibattito politico e culturale su scala più generale. L'impatto della modernità sulle società rurali tradizionali, a qualunque latitudine, è stato cuore e motore delle grandi rivoluzioni contadine in Asia come in Europa o in America Latina. È dalla trasformazione delle campagne che ha preso vigore la creazione di nuove élites sociali e imprenditoriali; di epocali trapassi di regime; di imponenti innovazioni produttive, commerciali, organizzative; per non parlare delle culture e delle mentalità. Non stupisce dunque che la storia agraria abbia rappresentato un terreno necessario di indagine anche per la storia d'Italia, e che Angelo Ventura abbia dedicato una costante attenzione a questo nodo essenziale della «grande trasformazione». Introduzione di Carlo Fiuman.

La lotta di classe

Aron Raymond
Pgreco 2016

In libreria in 10 giorni

19,00 €
In che misura lo sviluppo delle forze produttive, sotto qualsiasi regime, acuisce la lotta di classe? E in che modo si modifica al coscienza di classe in relazione alla crescita economica? A queste domande risponde Raymond Aron, una delle personalità più affascinanti e controverse del XX secolo, nel libro che prosegue e amplia l'indagine iniziata con "La società industriale", dedicata all'analisi dei due modelli economico-politici dominanti dell'epoca: quello sovietico e quello occidentale. Tocqueville e Marx rimangono i punti di riferimento mediante i quali Aron giunge al tema centrale della questione: la contraddizione per cui le società industriali, mentre promuovono l'uguaglianza politica dei cittadini, nello stesso tempo organizzano la gerarchia dei consumatori e dei produttori, determinando l'ineguaglianza sociale.

La rovina delle nazioni

Fabbri Mario
Rubbettino 2015

In libreria in 10 giorni

16,00 €
Conviene, al modo dei primi economisti, guardare alle società umane come divise tra un settore produttivo che genera beni ma li consuma solo in parte, ed un settore improduttivo, costituito in primo luogo dalle classi alte, che riceve il surplus di beni ge

La Magnifica Città e la mercatura...

Prandin Ruggero
Cierre Edizioni 2015

In libreria in 10 giorni

19,50 €
Nel corso del secolo XVI la città di Vicenza conquista una ricchezza mai prima toccata. La sua crescita economica è il risultato del cambiamento intrapreso nel paradigma economico, che avviatosi nel corso del '400, si materializza nella progressiva espansione della manifattura della seta e nel corrispondente tramonto dell'industria laniera. La città mercantile al suo massimo apogeo esporta il suo prodotto nei principali centri serici italiani ed europei del tempo. Le città di Lione, Anversa, Amsterdam, Colonia, Augusta, Norimberga sono raggiunte dalle sue forniture. Al progresso cinquecentesco segue la stagnazione del XVII secolo, tuttavia Vicenza, pur nelle difficoltà innescate da una concorrenza accentuata, da una acuita fiscalità e da un proprio appannamento imprenditoriale, riesce ancora a conservare un distintivo profilo nel campo dei drappi serici, premessa di una successiva ripresa settecentesca. L'autore documenta le dinamiche sottese a tali processi economici, ne traccia i confini nel confronto tra la città, il governo della Serenissima e la potente Arte della seta, trasmettendo il fervore delle attività cittadine con l'esame dei principali mestieri urbani.

Riflessioni psicoanalitiche sulla...

Benini Fabio
Antigone 2015

In libreria in 10 giorni

35,00 €
L'autore ha voluto cercare, a volte con modalità non proprio "ortodosse", le radici di un concetto generalmente, genericamente e, spesso, acriticamente accettato in modo quasi universale: "Il denaro è lo sterco del demonio"; concetto attorno al quale Freud ha costruito una parte importante della sua elaborazione teorica della fase anale. Concetto che, pur nella attuale fase di critica della Strega Metapsicologia, continua a vivere di vita propria sotto varie forme e non solo in psicoanalisi. Dopo aver osservato a grandi linee, in modo a volte irriverente, alcuni aspetti filosofico-storico-economici relativi al denaro e alla moneta, da Platone a Hayek, la ricerca ha portato l'autore ad avvicinare gli studiosi, in primo luogo tedeschi, che hanno vivacizzato, pur nelle loro contraddizioni, il dibattito di fine Ottocento circa la Bibel-Babel Streit, e che hanno fornito a Freud il materiale di costruzione per quella parte di teoria che mette in rapporto il Denaro con le Feci. Dalla disamina del lavoro di Delitzsch, Winckler, Zimmern e, specialmente, di Alfred Jeremias la ricerca è necessariamente proseguita, a ritroso, in direzione delle radici ebraiche alle quali gli autori tedeschi hanno attinto, per procedere poi a inevitabili collegamenti con la più antica civiltà akkadica e con quella, ancor più antica, sumera; collegamenti rivisitati attraverso i fondamentali lavori di Pettinato, Liverani, Kramer e Bottéro...

La via di fuga. Storia di Renzo Fubini

Fubini Federico
Mondadori 2014

In libreria in 10 giorni

17,50 €
Chi sono i personaggi ritratti in quella foto di famiglia ingiallita che li immortala nella notte di fine anno del 1929, tutti in posa e gerarchicamente collocati intorno a una trisavola e al bisnonno Riccardo Fubini? Parte dalla curiosità suscitata da quell'immagine la lunga ricerca dell'autore sulle vicende che hanno coinvolto i suoi parenti e in particolare il prozio Renzo Fubini, allora venticinquenne, durante gli anni del fascismo e della Seconda guerra mondiale. Renzo, laureato "cum laude" in economia con Luigi Einaudi, grazie a una borsa di studio della Rockefeller Foundation è appena stato a Londra e a New York, dove si è ritrovato catapultato in pieno nel crash di Wall Street e nella grande depressione degli anni Trenta. Due eventi che Renzo guarda e commenta non solo da economista. Gli interessa scoprire come reagiscono le persone di fronte al crollo del loro mondo. Se lo chiede anche Federico Fubini, suo pronipote, davanti alla crisi attuale che ha gettato la Grecia nel caos risvegliando i germi di un fascismo latente, e che morde l'Occidente e l'Italia in particolare. Si reagisce con tre possibili scelte, sosterrà nel 1970 l'economista Albert Hirschman, ex allievo di Renzo all'università di Trieste: "exit", "voice", "loyalty", defezione, protesta o lealtà al sistema in declino.

Il nostro racconto popolare. Storie...

Mondadori Electa 2014

In libreria in 10 giorni

14,90 €
Dietro la statica immagine di bancario si celano storie di uomini e donne appassionati che affrontano ogni giorno nuove sfide, lavorando in stretto contatto con il pubblico. "Ma perché non ti trovi un bel posto in banca?", in molti si saranno sentiti dire questa frase dai propri genitori, e allora la laurea in Economia e Commercio, la gavetta, la ricerca del posto fisso e infine la soddisfazione professionale. Fare il bancario è da sempre riconosciuto come uno dei mestieri più sicuri, certo, ma anche emblematici della deprimente routine impiegatizia. Questo volume ci dimostra il contrario, attraverso i racconti sinceri e coinvolgenti degli impiegati della Banca Popolare di Bergamo, raccontandoci le storie di uomini e donne che si sono messi in gioco sul lavoro e nella vita. Un racconto popolare con il quale scoprire un mondo fatto di relazioni, delusioni, sfide e bisogni, nel quale ciascuno dei 3600 impiegati della Banca Popolare di Bergamo è ogni giorno chiamato a vivere per collaborare e crescere insieme alle persone che, di quel determinato territorio, sono gli attori principali: artigiani, impiegati, liberi professionisti, pensionati e piccoli e grandi imprenditori.

Decline and Economic Ideals in...

Barbieri Gino
Olschki 2013

In libreria in 10 giorni

36,00 €
Cosa pensavano di denaro e ricchezza gli italiani nel Rinascimento? In quest'opera pubblicata per la prima volta nel 1940, Gino Barbieri traccia l'evoluzione della mentalità economica italiana attraverso l'analisi degli scritti di teologi, uomini di legge e di commercio. Dall'analisi emergono stupefacenti somiglianze tra l'uso dei mezzi finanziari di allora e quelli odierni, che rendono particolarmente attuale la ripubblicazione del saggio.

Regimento et guberno....

Vinci Stefano
Cacucci 2013

In libreria in 10 giorni

38,00 €
Il presente volume raccoglie i risultati di un lungo percorso di ricerca effettuato dall'autore su un vasto materiale archivistico consultato negli Archivi di Stato di Taranto, Lecce, Napoli e Parigi. Attraverso la disamina di tale copiosa documentazione Stefano Vinci ha indagato dall'interno il sistema amministrativo e finanziario vigente nei comuni di Terra d'Otranto tra XVIII e XIX secolo, ponendo particolare attenzione ai mutamenti determinati dalle riforme francesi ed agli effetti che queste ebbero a livello periferico. Nello specifico vengono esaminati, a cavallo tra due secoli, i problemi connessi all'organizzazione dei corpi municipali, all'evoluzione del parlamento cittadino, alle ingerenze ed usurpazioni del baronaggio ed alle conseguenti liti intentate presso la capitale del Regno, allo stato delle finanze ed agli spazi di autonomia degli organismi periferici rispetto a quelli centrali.

Il dualismo economico in Italia. La...

Vita Carmen
Franco Angeli 2012

In libreria in 10 giorni

24,00 €
Agli inizi degli anni cinquanta, si apriva per l'Italia un periodo caratterizzato da un intenso processo di sviluppo economico. Tuttavia nell'ambito di un paese relativamente "avanzato" persisteva un'area tipicamente "arretrata": la struttura economica meridionale presentava prevalentemente attività primarie, arretratezza tecnologica, inadeguatezza delle infrastrutture materiali e immateriali, ridotto spirito imprenditoriale, bassa produttività in ogni settore, bassi salari e forte spinta all'emigrazione. L'Italia era insomma un'economia che seguiva il sentiero di un modello dualistico di sviluppo, nel quale il Mezzogiorno costituiva la parte "arretrata". Tale constatazione ben presto accese il dibattito tra gli economisti, con la contrapposizione tra una concezione del dualismo come esito "patologico", estraneo al funzionamento normale del sistema, e un approccio che vedeva la realtà dualistica del paese come un esito connaturato al processo di sviluppo. L'esperienza italiana doveva ben presto chiarire che il dualismo può essere un fenomeno tipico dello sviluppo, che non si "risolve" spontaneamente bensì attraverso politiche economiche sostanziose e durature. Ritenendo il dualismo una categoria analitica tuttora valida e costruttiva, questo lavoro si propone di rivisitare i modelli dualistici di sviluppo elaborati tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta del Novecento, ripercorrendo il dibattito che li ha accompagnati.

Testa e croce. Una breve storia...

Ruffolo Giorgio
Einaudi 2011

In libreria in 10 giorni

17,00 €
Cos'è il denaro? A cosa serve e come funziona? È il denaro che appartiene agli uomini o sono gli uomini ad appartenere al denaro? Domande semplici come quelle che potrebbe fare un bambino, ma che pure, una volta adulti, dimentichiamo forse perché spaventati da risposte che crediamo troppo astruse. Così si finisce per dare il denaro per scontato, uno strumento "trasparente", quasi una legge di natura. Giorgio Ruffolo, con la chiarezza e lo stile che l'hanno reso popolare, ne traccia una storia molto diversa, ricca di scoperte sorprendenti e clamorose smentite del senso comune. E lo fa raccontando le vicende degli uomini che per la passione, la necessità o il desiderio di denaro, hanno plasmato il mondo. Simbolo del valore materiale, il denaro ha una natura ideale: contrariamente a quello che si potrebbe pensare, infatti, "non è l'oro che da valore al denaro, ma il contrario". La storia del denaro, allora, è anche una storia di smaterializzazione e fiducia. Volatilità perché si passa dalle sonanti monete in oro e argento a pezzi di carta altrettanto preziosi, fino alle carte di credito o agli scambi via internet in cui il denaro diventa puro dato digitale. Fiducia perché accettare soldi in cambio di merce significa credere sulla parola che un giorno ci verrà restituito ciò che ci spetta. Cosa succede quando tale fiducia (o tale fede...) comincia a incrinarsi l'abbiamo scoperto a nostre spese proprio durante la recente crisi finanziaria globale.

Antropologia economica. Storia,...

Hann Chris
Einaudi 2011

In libreria in 10 giorni

19,00 €
Per quanto l'antropologia si sia da sempre interessata al comportamento economico degli uomini e delle società (basterebbe citare i lavori di Karl Polanyi o il "Saggio sul dono" di Marcel Mauss), riconoscendo in esso l'autentico enigma del rapporto sociale, raramente gli antropologi erano riusciti a influenzare gli economisti che bollavano le loro scoperte tutt'al più come esotiche curiosità. Gli sconvolgimenti dell'epoca attuale hanno scompaginato le carte e imposto di rivedere metodologie e modelli interpretativi: è così emersa una disciplina nuova e autonoma che intersecando diversi saperi studia specificatamente la produzione e la circolazione dei beni materiali e simbolici necessari al vivere collettivo da un punto di vista antropologico. Chris Hann e Keith Hart, tra i principali studiosi della materia, mostrano in che modo gli antropologi abbiano contribuito alla comprensione delle tre grandi questioni della storia economica moderna: lo sviluppo, il socialismo e il capitalismo globalizzato. Allo stesso tempo, gli autori sottolineano quali siano i rapporti dell'antropologia economica con la filosofia occidentale, la teoria sociale e la storia.

L'economia giusta

Berselli Edmondo
Einaudi 2010

In libreria in 10 giorni

10,00 €
"Edmondo Berselli se n'è andato. Ma, prima di lasciarci, ha scritto questo saggio, denso e veloce al tempo stesso. È dedicato alla ricerca di nuove vie verso "l'economia giusta", in tempi di crisi globale, dopo la fine della "superstizione monetarista". L'autore ripercorre criticamente i contributi teorici, le esperienze politiche e di governo più significative, dall'Ottocento fino ad oggi. Scivola, con agilità, fra il marxismo e la dottrina sociale della Chiesa, il pensiero liberale e il socialismo, la socialdemocrazia e il neo-liberismo. Ai confini tra economia, sociologia, filosofia e storia. Un approccio ibrido, come il linguaggio - diretto e suggestivo. Inconfondibile. La conclusione è disincantata. Finita, rovinosamente, l'era del "pensiero unico monetarista", siamo rimasti senza risposte. Perché le alternative hanno già fallito. Non riescono ad essere credibili. Così, molto semplicemente, dovremo abituarci "ad avere meno risorse. Meno soldi in tasca. Essere più poveri". Berselli lascia cadere questo ammonimento nelle ultime righe. Quasi un invito a non dimenticare. Noi, certamente, non ci dimenticheremo di lui." (Ilvo Diamanti)

Ragionare tra mercanti. Linguaggio...

Nanni Paolo
Pacini Editore 2010

In libreria in 10 giorni

15,00 €
Esiste qualcosa che possiamo chiamare "santità storiografica". Essa riguarda gli esseri umani che, per vita e opere, ci consentono di conoscere meglio l'epoca, ormai scomparsa, durante la quale sono vissuti. Per gli storici del Medioevo Francesco di Marco

«La mi' Firenze». 1949-2009:...

Antognoni Giancarlo; Bernabei Ettore; Buonamici Cesara; Bartalozzi S. (cur.); Sorani A. V. (cur.)
Polistampa 2010

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Una storia degli ultimi sessant'anni di Firenze, raccontata dalla viva voce di alcuni dei suoi più illustri protagonisti: Giancarlo Antognoni, Ettore Bernabei, Cesara Buonamici, Franco Cardini, Irene Grandi, Matteo Renzi, con il contributo introduttivo di Giuseppe Mascambruno. Una cronaca per parole, ma anche per immagini.

Economia e mercato nel Mezzogiorno...

Di Muro Alessandro
Lavegliacarlone 2009

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Partendo dall'analisi dell'accordo dell'836 tra il principe di Benevento Sicardo e il duca di Napoli Andrea, l'A. ricostruisce le vicende che portarono alla ripresa economica del Mezzogiorno dopo il tracollo del sistema economico tardoantico, individuando

Storia economica d'Italia....

Castronovo Valerio
Einaudi 2006

In libreria in 10 giorni

33,00 €
Sullo sfondo delle vicende della finanza e del mercato internazionale, Castronovo ha ricostruito l'itinerario dell'economia italiana e i suoi tratti distintivi sulla base di una prospettiva d'insieme, in connessione sia con gli eventi politici e gli orient

Cuori e denari. Dodici grandi...

Ruffolo Giorgio
Einaudi 2005

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Dodici ritratti inediti di grandi economisti. Dodici quadri vivaci e divertenti che non vogliono essere né biografie esaustive, né saggi del pensiero economico. Dodici reportage scritti da un economista non accademico che rifiuta l'immagine dell'economia c

I ruggenti anni Novanta. Lo...

Stiglitz Joseph E.
Einaudi 2004

In libreria in 10 giorni

16,00 €
Il consigliere economico di Bill Clinton, funzionario della banca mondiale e premio Nobel per l'economia, l'autore avanza in questo saggio una teoria sul boom degli anni Novanta che spiega l'attuale crisi del sistema mondiale. L'efficienza dei mercati dipende dal libero flusso di informazioni, ma l'eccesso di deregulation consentì a società come la Enron di presentare dati finanziari distorti, rubando di fatto soldi agli incauti azionisti. Stiglitz auspica una regolamentazione, una ragionevole piattaforma liberale di giustizia sociale e riforma economica e, allo stesso tempo, un ruolo di maggior controllo dei mercati esercitato dal governo che dovrebbe farsi promotore della giustizia sociale.

Moneta mercanti banchieri. I...

Urso G. (cur.)
ETS 2003

In libreria in 10 giorni

18,00 €
Lo sviluppo dell'economia monetaria determina presto diversi tentativi di imporre una "moneta unica": da quella del nomos italiotikos nella Magna Grecia, alla dracma attica della lega ateniese, a quella, subito abbandonata, dell'Anfizionia delfico-pilaica. Il piede attico, ripreso dalle monete di Alessandro, continua fino all'impero romano, quando la dracma con peso ridotto viene equiparata al denario, la cui diffusione porta alla nascita di un'area monetaria unitaria e integrata. La creazione del solidus costantiniano apre infine una prospettiva nuova sul rapporto fra la caduta dell'impero e l'attrattiva esercitata, sui barbari dall'esercito di Roma, dalla moneta con cui venivano pagati, stimolo di nuove invasioni.

Mercanti genovesi nel Regno di Napoli

Musi Aurelio
Edizioni Scientifiche Italiane 1996

In libreria in 10 giorni

10,33 €
Il volume ricostruisce le vicende di una famiglia di uomini d'affari genovesi, i de Mari, attiva nel Regno di Napoli dal principio del secolo XVI e i principali settori di attività economica, il rapporto con la vita politica e sociale del Mezzogiorno d'Italia, che hanno impegnato gli uomini d'affari genovesi durante l'età del viceregno spagnolo. La storia si conclude col radicamento feudale di una famiglia, appartenente alla nobiltà "vecchia" di Genova, nella società del Mezzogiorno spagnolo.