Storia dell'Africa

Filtri attivi

Storia del Nord Africa...

Roggero Caterina
Bompiani 2019

In libreria in 10 giorni

19,00 €
I cinque paesi nordafricani, Marocco, Algeria, Tunisia, Libia ed Egitto, hanno vissuto nell'età contemporanea fasi storiche comuni che ne hanno condizionato lo sviluppo nazionale, senza per questo omologarne i singoli percorsi politici, sociali e culturali. Gli imperialismi - ottomano prima, europeo poi - i nazionalismi, durante la decolonizzazione e nei processi di state-building, le ideologie transnazionali, panarabismo e radicalismo islamico in primis, gli autoritarismi e gli esperimenti mal riusciti di democratizzazione poi sfociati nelle Primavere arabe hanno coinvolto, nel corso degli anni, l'intera regione, legandola a rapporti di scambio, incontro e scontro con l'Europa e con gli altri paesi arabi. Il libro si focalizza sul periodo seguito all'ottenimento delle indipendenze e si caratterizza per un approccio globale e internazionalista alla storia della sponda meridionale del Mediterraneo.

Il commercio degli schiavi

Lindsay Lisa A.
Il Mulino 2011

In libreria in 10 giorni

13,50 €
Una delle più tragiche, spaventose, e nello stesso tempo importanti vicende della storia del mondo occidentale riguarda la tratta atlantica degli schiavi. Fra l'inizio del XVI e la fine del XIX secolo milioni di prigionieri africani -uomini, donne e bambini - furono costretti a raggiungere le coste, vennero stivati su navi negriere in condizioni al limite della sopravvivenza per essere trasportati al di là dell'Atlantico, e infine furono sbarcati e brutalmente trasformati in forza-lavoro in un continente sconosciuto, fra gente straniera. Questo libro racconta perché nacque e prosperò tale commercio, qual era la condizione degli schiavi, come si giunse all'abolizione della tratta.

L'impero breve. Vita e opere degli...

Di Lalla Fabrizio
Solfanelli 2009

In libreria in 10 giorni

30,00 €
L'avventura dell'Italia fascista in Africa fu l'ultima delle imprese coloniali; un'aggressione contro genti di antica civiltà in un periodo in cui già le élites dei popoli soggiogati d'Africa e d'Asia avevano iniziato il loro cammino verso l'indipendenza. Determinò una scia di eventi dolorosi per i nativi come la dura repressione con le stragi che l'accompagnarono, l'esclusione dalla vita istituzionale e il razzismo codificato. Ebbe, inoltre, conseguenze negative per l'Italia sotto diversi punti di vista. Questi elementi sono chiaramente evidenziati dall'autore e rappresentano la cornice della sua minuziosa indagine sui nostri coloni che operarono in quelle terre nel breve periodo dell'occupazione.

Oltre il mito. L'Egitto degli...

Petricioli Marta
Mondadori Bruno 2020

In libreria in 3 giorni

36,00 €
La numerosa comunititaliana stabilitasi in Egitto nell'Ottocento subl'influenza economica, sociale e culturale della madrepatria. Questo non incise sul diffuso benessere raggiunto dalla colonia, grazie soprattutto al ruolo significativo che ebbero commercianti, industriali e costruttori italiani.

Popoli dell'Africa. Storia di un...

Iliffe John
Mondadori Bruno 2020

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Culla dell'umanit terra immensa e ostile coperta da savane, foreste e deserti, territorio di conquista per gli uomini primitivi prima e per i colonizzatori europei poi, l'Africa il continente antichissimo in cui ha inizio la storia del mondo. Gli africani furono i primi uomini a sfidare la natura e l'ignoto, veri e propri pionieri che esplorarono terre sconosciute e costruirono, in mezzo a distese sconfinate e poco fertili, societstabili in grado di produrre cibo per la propria sopravvivenza. Quella africana una storia difficile e straordinaria, nel corso della quale il continente rimasto a lungo in condizioni di isolamento e sottopopolazione, che ne hanno plasmato le istituzioni sociali, economiche e politiche, costrette a fronteggiare senza sosta la scarsite la dispersione di risorse territoriali e umane. Successivamente, la pacificazione intervenuta in epoca coloniale, la rivoluzione sanitaria e le innovazioni del XX secolo hanno favorito uno sviluppo della popolazione, fino al punto di generare una delle crescite demografiche pirapide della storia mondiale che, malgrado carestie ed epidemie, resta ancora oggi elevata. Dalle origini del genere umano alla tratta degli schiavi, dallo sfruttamento coloniale alI'epidemia di AIDS, Iliffe ripercorre la saga del passato africano, esaminandone i principali mutamenti storici attraverso il filo rosso della sua storia demografica.

Africa at the Crossroads. Ediz....

Pelizzo Riccardo; Kinyondo Abel
Prospero Editore 2019

In libreria in 3 giorni

9,90 €
Tourism industry has experienced a massive growth at the global level over the past two decades. The growth of the tourism sector has been faster in Africa than in the world as a whole. Given its rapid growth and its increasing importance, scholars, practitioners, policy makers, and tourism professionals have started paying increasing attention to Africa. This book seeks to provide yet another opportunity for Africa's tourism sector to be better understood particularly in the context of how it can aid development and reduce inequality.

Le idee non si possono uccidere....

Verna Fabio
Red Star Press 2019

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Viene ricordato come il "Guevara africano", ma in realtà poche personalità possono rappresentare la stagione delle rivolte contro i regimi coloniali animate dai popoli oppressi di tutto il mondo come Thomas Sankara. Ufficiale di carriera, "Tom Sank", come veniva chiamato affettuosamente, abbraccia il marxismo-leninismo già negli anni della sua formazione e, tornato nel suo Paese natale, il Burkina Faso (era nato nel villaggio di Yago nel 1949), forma insieme ad altri soldati ribelli il Gruppo degli Ufficiali Comunisti: l'organizzazione segreta a partire dalla quale, dopo aver conosciuto l'arresto e il carcere, guadagnò la popolarità che gli valse la nomina a primo ministro e, a partire dal 1983, la presidenza del Burkina Faso. Lo stesso nome "Burkina Faso", scelto per rinominare quello che era l'Alto Volta degli ex dominatori francesi, significò da quel momento in poi "terra degli uomini integri", come integra fu l'intera esistenza di Sankara: un presidente senza alcuna prebenda né scorta, capace di presentarsi alle riunioni in bicicletta e di rigettare qualunque privilegio tipico dei politici. «Guai a prendere in giro il popolo», questa era l'unica preoccupazione di Sankara: un vero e proprio manifesto antimperialista che il giovanissimo presidente burkinabe, assassinato il 15 ottobre del 1987, diffuse in ogni angolo della Terra, attaccando gli interessi criminali delle grandi imprese multinazionali e il razzismo promosso dai corrotti governi occidentali.

Misterioso Egitto. 101 cose che...

Manzo Luigi
Sandit Libri 2019

In libreria in 3 giorni

19,90 €
Il presente testo raccoglie numerose curiosità e aneddoti sulla storia di questa grande civiltà. Oggi nonostante la mole di testi scritti, non si sa molto, soprattutto sulla costruzione delle piramidi e la finalità di molti templi (alcuni veri e propri osservatori astronomici). Dalla misteriosa "lampada" di Denderah, fino al sarcofago rituale della Grande Piramide, un viaggio attraverso nel passato, curiosando tra i monumenti e le tombe dell'Egitto dei faraoni.

Un nero nei tribunali dei bianchi

Mandela Nelson
Castelvecchi 2018

In libreria in 3 giorni

7,50 €
Nell'agosto 1962, dopo mesi di clandestinità e dopo aver partecipato alla conferenza pan-africana ad Addis Abeba, Mandela viene arrestato. Le accuse imputate al leader dell African National Congress sono due: aver incitato i lavoratori allo sciopero e aver lasciato il Paese senza passaporto. Durante il processo, Mandela rivolge un vero e proprio atto di accusa contro il governo segregazionista, rivendicando la necessità di seguire la propria coscienza anche se questa si scontra con le leggi dello Stato. Il discorso proposto in questo libro, autodifesa pronunciata in un'udienza pubblica, è dunque una dichiarazione di "odio" verso il sistema dell'apartheid, ma anche un piccolo capolavoro di arte oratoria, tanto abile quanto appassionato, che ricostruisce le ragioni della strategia dell'African National Congress e il fermento dei popoli africani all'alba degli anni Sessanta. Nelle parole di Mandela non rivive soltanto la realtà del dominio bianco in Sudafrica, ma anche il valore ideale di una lotta che ha superato i confini nazionali diventando presa di coscienza per tutti gli uomini liberi del mondo.

Ho visto e non posso tacere

Locati Giuseppe
Corponove 2018

In libreria in 3 giorni

25,00 €
Padre Giuseppe (Pino) Locati, missionario, racconta i 1337 giorni vissuti con 170000 sfollati nell'Est Congo (13 ott. 2012-13 mag. 2016), sconvolto da una lunga guerra sotterranea a causa dei "minerali di sangue", dell'avidità dei regimi congolesi (da Mobuto a Kabila), della cupidigia dei governi africani frontalieri, della brama dell'U.E., degli USA e delle società multinazionali. Non ha confine politico, né limite geografico lo sfruttamento dei preziosi "minerali di sangue". Sette milioni i morti dovuti a questa guerra. Un'immane tragedia, un olocausto, un femminicidio silenzioso (due milioni di donne violentate), il peggior disastro umanitario dopo la seconda guerra mondiale. Il Mupadiri ha vissuto le situazioni disperate degli sfollati congolesi accampati intorno a Goma incontrando, anziani e bambini disabili, donne violentate e ragazze madri, malati di Aids, scolari senza scuola, uomini senza lavoro, descrivendo amaramente la loro "morte annunciata". Lo Stato assente, la Chiesa locale in difficoltà e talvolta trincerata dietro le sue sicurezze. Quattro anni di lotta per gli ultimi, servo dell'umanità perdente, diventando egli stesso perdente, ma forse vincitore davanti a Dio.

Ultima notte ad Alessandria

Aciman André
Guanda 2016

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Nel 1965 un giovane André Aciman e i suoi familiari furono costretti a lasciare la cosmopolita Alessandria d'Egitto dopo ben tre generazioni. Il governo nazionalista di Nasser infatti stava cacciando dall'Egitto migliaia di europei, nel tentativo di eliminare ogni ricordo del protettorato britannico e di disperdere una comunità ebraica tra le più ampie dell'ex impero ottomano. Fu la fine di quella temperie che nei decenni precedenti aveva fatto di Alessandria una città di straordinaria vivacità culturale. In un memoir intenso e ricco di colori e profumi, l'autore rievoca con affettuosa ironia la vita all'interno di una grande famiglia elegante e caotica, caratterizzata da figure a dir poco affascinanti, come lo zio Vili, audace soldato, mercante e spia, o le due nonne, che spettegolano in sei lingue diverse... A fare da sfondo, il ritmo di una città araba sospesa tra la crepuscolare indolenza del passato e un futuro drammaticamente incerto. Nessuno dei nostalgici émigrés che popolano l'infanzia e la prima adolescenza dell'autore riuscirà mai a ritrovare altrove lo stesso ammaliante amalgama che rendeva Alessandria una città unica al mondo: nessun luogo, né Venezia, né Parigi, né la campagna inglese, avrà mai la luce delle mattine terse sul lungomare della Corniche.

Africa: la storia ritrovata. Dalle...

Calchi Novati Giampaolo; Valsecchi Pierluigi
Carocci 2016

In libreria in 3 giorni

30,00 €
Da qualche tempo, l'"afropessimismo" di maniera - che descrive il continente come una nebulosa indifferenziata in perenne emergenza - ha lasciato il posto a toni più lusinghieri, sulla base dei tassi di crescita dei paesi più favoriti. Con le sue enormi risorse, l'Africa è un partner importante del mondo sviluppato ed è sempre più presente nell'agenda della politica internazionale anche perché influisce sulla "sicurezza" dell'intero sistema. È così più che mai essenziale inquadrare i successi e le crisi nel contesto argomentato di una storia che è stata a lungo negletta o travisata. Il libro, in questa nuova edizione, fa il punto sull'evoluzione della storia e della storiografia dell'Africa e dà conto di come gli assetti istituzionali, la società e l'economia dei vari Stati africani - e di un'Africa che non ha rinunciato a perseguire una politica unitaria a livello regionale e continentale - hanno assunto un profilo più stabile e meglio definito.

Storia della Libia contemporanea

Cresti Federico; Cricco Massimiliano
Carocci 2015

In libreria in 3 giorni

14,50 €
Dalla lunga e sanguinosa conquista coloniale del 1911 ai più recenti sviluppi, il volume ripercorre sinteticamente la vicenda storica del paese nordafricano oggi al centro dell'attenzione internazionale e in particolare italiana, per la lunga consuetudine di rapporti politici ed economici tra i due stati.

Sahara. Paesaggio dell'immaginario

Gearon Eamonn
Odoya 2014

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Il Sahara rappresenta come nessun altro luogo la quintessenza dell'isolamento. Paesaggio ispiratore di infiniti miti e racconti, questa terra selvaggia è punteggiata di oasi e carovane di cammelli che avanzano lentamente attraverso un mare di ondeggianti dune battute dai venti. Più esteso deserto del mondo, il Sahara parte dal Nilo per arrivare, attraverso l'Egitto e il Sudan, alla costa atlantica dal Marocco e alla Mauritania; allungandosi dalla catena dell'Atlante alla frangia del Sahel. Più estesa degli Stati Uniti, questa regione conta non più di tre milioni di persone: africani e arabi, berberi e beduini, tuareg e tebu. Questa originale guida esplora storia e cultura di questa zona che pochissimi veramente conoscono. Abitato fin dalla Preistoria, dall'antichità a oggi il Sahara fu conquistato dall'Armata dei Cinquantamila di Cambise; terreno di caccia agli elefanti per Annibale; scenario di battaglia per Giulio Cesare; terreno di esplorazione per Bartolomeo Diaz e Vasco de Gama, e di conquista per Alessandro il Grande, gli eserciti dell'Islam, Napoleone... e Rommel. Il Sahara è da sempre terra di miti e di misteri: dalle balene fossili del Deserto Bianco all'arrivo dei dromedari nel Grande Deserto Sabbioso; dai carri degli dei alle motociclette dei colonialisti. Nonché fonte d'ispirazione per artisti, scrittori e registi: dall'antica arte rupestre a Matisse e di Klee; da Ibn Battuta a Paul Bowles; dalla Legione Straniera francese a Guerre stellari.

Il Corno d'Africa. Eritrea,...

Guglielmo Matteo
Il Mulino 2013

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Proteso tra due continenti, a cavallo fra oceano Indiano e mar Rosso, il Corno d'Africa è strategico per gli equilibri geopolitici del Medio Oriente e dell'intero scacchiere africano. Per questi motivi tutta l'area è divenuta oggetto di forti rivalità tra le potenze internazionali e culla di crescenti violenze, dal periodo coloniale alla guerra fredda, dalla battaglia contro il terrorismo alla nuova pirateria. Il libro illustra i principali snodi storici e politici che hanno scandito le vicende di una regione perennemente martoriata da conflitti, carestie e guerre civili, in cui si svela il volto più crudo della politica globale.

Il deserto negli occhi

Kane Annour Ibrahim
nuovadimensione 2013

In libreria in 3 giorni

14,50 €
Una storia vera, la vita di Kane Annour Ibrahim, tuareg del deserto: dall'infanzia tra scuola e nomadismo al lavoro come guida turistica; dalla fuga dal Niger, sospettato di appoggiare i ribelli, all'accoglienza in Friuli Venezia Giulia, a Pordenone, "capitale" dei tuareg d'Italia. Una vicenda emozionante, il racconto di un deserto vivo, intenso e di un uomo fiero e coraggioso.

Madre nera. L'Africa nera e il...

Davidson Basil
Res Gestae 2013

In libreria in 3 giorni

20,00 €
Gli studi di Basil Davidson hanno contribuito in modo determinante all'evoluzione della storiografia africana moderna, denunciando l'influenza dei pregiudizi coloniali nella rappresentazione europea dell'Africa antica e rifondando lo studio della materia su basi strettamente archeologiche e documentarie. Basil Davidson ha viaggiato a lungo in Africa, "percorrendo sentieri non battuti, facendo domande e raccogliendo tutta la saggezza", come da lui stesso affermato, alternando inchieste a opere storiche. "L'Africa nera e il commercio degli schiavi" è una delle sue opere principali, presto divenuto un classico per la sua capacità di sfatare molti luoghi comuni e fornire un quadro appassionato di una delle pagine più cupe della storia dello sfruttamento europeo e americano ai danni degli africani.

La guerra italiana per la Libia....

Labanca Nicola
Il Mulino 2012

In libreria in 3 giorni

24,00 €
Per guerra di Libia si intende in genere il 1911-12, la campagna per la "Quarta sponda" dell'Italia giolittiana contro la Turchia. Ma alla fine del 1912 gli italiani controllavano solo qualche città della costa libica: la guerra non era finita. Per avere il controllo della Libia gli italiani impiegarono vent'anni, dal 1911 al 1931. Da regolare il conflitto divenne irregolare, fatto di guerriglia e controguerriglia; da guerra all'esercito turco divenne lotta contro la resistenza anticoloniale e guerra ai civili. L'Italia fascista finì per organizzare una serie di campi di concentramento, in cui rinchiuse metà della popolazione della Libia orientale. Labanca racconta questa guerra anche sporca che l'Italia ha preferito dimenticare. Conoscerla aiuta a capire anche la storia della Libia contemporanea, dall'indipendenza al regime di Gheddafi: il quale della polemica sulle responsabilità italiane fece uno dei pilastri della sua politica.

Breve storia dell'Africa

Coquery Vidrovitch Catherine
Il Mulino 2012

In libreria in 3 giorni

14,00 €
L'Africa sub-sahariana è la culla dell'umanità ma della sua storia conosciamo più che altro dei grandi luoghi comuni, che rimandano l'immagine esclusiva di un continente subalterno, condannato all'arretratezza. Dalla preistoria alla colonizzazione, alla di

L'Angola indipendente

Ercolessi M. Cristina
Carocci 2011

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Dopo una lunga lotta di liberazione armata, l'Angola diventa indipendente nel 1975 sotto la guida del Movimento popolare per la liberazione dell'Angola, che da vita a un regime marxista-leninista. Ma fin da subito il paese precipita in una feroce guerra civile - una delle più lunghe e cruente dell'Africa - che durerà sino al 2002. L'Angola del post-conflitto si presenta come uno dei grandi paesi emergenti del continente, corteggiata da vecchie e nuove potenze internazionali per le sue ricchezze e le potenzialità dei suoi mercati.

Boeri... all'attacco. I Commando...

Saint-Loup
Ritter 2010

In libreria in 3 giorni

26,00 €
I Boeri, contadini capaci di vivere in modo primitivo, cavalieri infaticabili protagonisti dei più grandi raids a cavallo di tutta la storia, tiratori infallibili. I Boeri, un popolo che ha scolpito la sua storia con il fucile in mano. L'autore raggruppa in questo libro, romanzo ma anche libro di storia, i differenti conflitti che per quasi un secolo hanno visto impegnati questo popolo.

Dubat. Gli Arditi somali all'alba...

Alpozzi Alberto
Eclettica 2020

In libreria in 5 giorni

20,00 €
I dubat, bande armate di confine, furono un corpo militare coloniale d'ite formato dai migliori uomini dei clan somali di tradizione guerriera. Ammirati e temuti per le loro imprese al fianco dell'Italia segnarono la storia della Somalia. Vennero istituiti nel 1924 dal Quadrumviro Cesare Maria de Vecchi, governatore della Somalia italiana, per proteggere gli incerti confini dalle razzie abissine e per sequestrare le armi da fuoco che rendevano instabili e insicuri i protettorati nel nord. dubat narrando l'epopea che portper la prima volta alla pace e all'unificazione di genti e territori conosciuti oggi come Somalia, un tempo divisi tra clan rivali in costante lotta per la supremazia. Attraverso la voce dei protagonisti ci ritroviamo a vivere nella pilontana colonia italiana seguendo in diretta le operazioni militari. A parlare sono i telegrammi, le relazioni militari e ministeriali, i diari personali, le lettere private e i giornalisti dell'epoca. Centinaia di immagini fotografi che inedite completano il quadro storico minuziosamente ricostruito giorno per giorno.

Un ponte lungo quattro secoli. Il...

Mistretta Giuseppe
Gangemi 2013

In libreria in 5 giorni

15,00 €
C'è un ponte ideale che unisce l'Angola e l'Italia. Lo sanno le persone che per interesse, passione personale o per lavoro si sono trovate o si trovano tuttora a percorrerlo. Situazioni casuali, o scelte strategiche lungimiranti, o entrambe le cose, hanno avvicinato nei secoli i due territori ed i due popoli, nonostante la geografia non aiuti. Queste pagine sono un racconto di fatti, personaggi, e accadimenti, ora seri e ora bizzarri, sui quali si è costruito, mattone dopo mattone, il ponte ideale, ma formidabilmente resistente, che unisce Roma e Luanda, ed i popoli dell'Angola e dell'Italia. Prefazione di Franco Frattini.

In Algeria. Immagini dello...

Bourdieu Pierre
Carocci 2012

In libreria in 5 giorni

37,00 €
Pensate per essere un supporto di ricerca senza alcuna velleità estetica, le immagini fotografiche presentate per la prima volta in Italia da questo libro sono scattate in Algeria durante la guerra di indipendenza (1954-1962). L'autore - il giovane Pierre Bourdieu - viene catapultato nel paese maghrebino per svolgere il servizio militare e qui decide di trattenersi sotto l'impulso di un faustiano desiderio di conoscenza. Sperimenta così un caleidoscopio di strumenti di inchiesta e realizza centinaia di foto che nel libro sono accompagnate da lunghi estratti degli scritti di argomento algerino di Bourdieu, alcuni mai tradotti prima. Se il cuore di queste fotografie è certamente lo sradicamento inferto dalla politica coloniale, attorno, tuttavia, emerge il tema dello spazio di possibilità aperto dalla rivoluzione, che sembra incrinare alcuni rapporti di dominio tanto tra algerini e francesi, quanto all'interno della stessa società tradizionale araba: uomini e donne, padri e figli, giovani e vecchi. L'Algeria di Bourdieu, però, parla anche di noi e suggerisce un gioco di specchi con ciò che l'intero Occidente è oggi, con la sua identità, costruita storicamente in opposizione all'Altro orientale, all"'indigeno", al "selvaggio" africano, al "musulmano". Forse è proprio questa identità, oggi, a dover essere riconsiderata. Le periferie stanno diventando centro e il centro è incapace di governare la transizione.

Colonia e postcolonia come spazi...

Carocci 2011

In libreria in 5 giorni

37,00 €
Colonia e postcolonia sono spazi simbolici e identitari in continuo movimento. Come le memorie e le appartenenze, i confini coloniali, rappresentati come rigidi e inamovibili tanto da predeterminare la mappa territoriale degli Stati postcoloniali, sono in realtà attraversati da risorse e persone che li rendono porosi, flessibili, negoziabili. Il volume presenta una serie di letture trasversali sulle appartenenze multiple nella regione del Corno d'Africa e sui molteplici attraversamenti che derivano, oggi come ieri, dai movimenti diasporici e transnazionali ai loro margini.

L'ultima colonia italiana in Africa

De Bernardis Valentino
Bonanno 2007

In libreria in 5 giorni

15,00 €
L'avventura coloniale italiana in Etiopia ha rappresentato l'ultimo capitolo della colonizzazione europea in Africa. La conquista dei territori del Corno fu condotta dal governo italiano con largo impiego non solamente di tutti i mezzi che la tecnologia militare di allora offriva, ma anche con l'uso di armi non convenzionali, senza che la comunità internazionale facesse alcun serio tentativo per fermare i massacri in corso. Questo comportamento può essere spiegato con ciò che viene definito "razzismo omologato", cioè un razzismo collaudato e accettato da buona parte dell'allora comunità internazionale che vedeva la distinzione tra bianchi e non bianchi.

Africa: la storia ritrovata. Dalle...

Calchi Novati Giampaolo; Valsecchi Pierluigi
Carocci 2020

Non disponibile

26,90 €
L'immagine dell'Africa che ha prevalso a lungo è quella di un continente senza storia, o con una storia che è solo il riflesso di quella di altri. Un'idea che ha contagiato in qualche misura anche gli stessi africani. L'equivoco nasce da una sopravvalutazione delle vicende del rapporto fra Africa ed Europa che, dopo una partenza su basi di sostanziale parità, è evoluto nel senso di un crescente dislivello nel corso dell'età moderna, attraverso il trauma della tratta negriera, fino a dare luogo a una relazione completamente squilibrata. Questo volume vuole porre nella sua giusta prospettiva il capitolo dell'incontro/scontro con l'Europa, offrendo una lettura complessiva della storia dell'Africa.

Il crollo di un paradiso terrestre...

Fataki Bowole
Europa Edizioni 2020

Non disponibile

13,90 €
Bowole Fataki ripercorre in maniera lucida la triste storia della sua nazione, il Congo ex Zaire, partendo dalla stabile e fiorente situazione sotto l'egemonia del Belgio, quando il Paese era una colonia organizzata e florida, passando per l'indipendenza raggiunta nel 1960, arrivando alla dittatura di Mobutu Sese Seko, che si pose a capo del Movimento Popolare della Rivoluzione.

Dopo lo Stato. Storia e...

Ciabarri Luca
Franco Angeli 2020

Non disponibile

33,00 €
Cosa succede in una societquando le istituzioni e le strutture statali collassano su se stesse? Attraverso quali modi si possono aprire spazi di ricomposizione nel disordine politico e sociale e attraverso quali processi di adattamento e creazione una popolazione fa fronte a prolungate situazioni di crisi? Il libro affronta queste tematiche analizzando il caso della Somalia e del neo Stato del Somaliland. Lontano da clichche enfatizzano la lotta tra clan, i warlords, il terrorismo islamico o la tragedia umanitaria hanno generalmente rappresentato la crisi somala come un'immensa zona di caos e disordine, l'autore intende offrire un "micropanorama" dal quale partire per analizzare quei processi e quelle dinamiche che hanno condotto alla formazione di un nuovo ordine politico e sociale all'interno del Somaliland. Frutto di un lungo periodo di ricerca sul campo, lo studio, prendendo le mosse da un'etnografia di una citt- Borama - riflette un paesaggio sociale contemporaneo prodottosi all'incrocio tra guerra, collasso istituzionale, interventi esterni e rinnovamento politico.

Genealogia dell'alterità. L'Africa...

De Rosa Francesca
Iniziative Editoriali 2020

Non disponibile

19,00 €
La diffusione di immagini di corpi neri nel discorso visuale del Portogallo coloniale dimostra come la razzializzazione dei corpi degli abitanti delle ex colonie fosse un importante strumento dell'egemonia coloniale. Fotografie, manifesti di propaganda, cartoline, illustrazioni di giornali e documentari, in cui si traduce la pratica dell'uomo bianco di fotografare, filmare e immortalare il corpo colonizzato, sono la testimonianza di un'estetica costruita su uno sguardo di dominazione le cui implicazioni sono presenti ancora oggi nelle eredità e nelle produzioni di sguardi. Si tratta certamente di un tema dibattuto e analizzato nel campo della finzione, ma con un'analisi ancora poco consolidata nel campo documentaristico. Pertanto il presente lavoro si concentra sullo studio delle rappresentazioni del soggetto colonizzato attraverso l'analisi di documentari cinematografici portoghesi, di tematica coloniale, realizzati tra il 1926 e il 1950, durante la dittatura dell'Estado Novo.

Suez. La costruzione del canale...

De Angelis Pompeo
Kion 2019

Non disponibile

16,00 €
La storia della costruzione del Canale di Suez: fatti e retroscena, contatti diplomatici, accordi, contrasti, conflitti armati, lavori, macchine e tutto quanto avvenne fino all'apertura nel 1869.

Quanto l'Europa deve restituire...

Marchi M. (cur.); Caforio P. S. (cur.)
Il Campano 2019

Non disponibile

13,00 €
Gli autori, dopo aver tracciato un quadro aggiornato e particolareggiato, da un punto di vista economico, storico e culturale dell'Africa nel colonialismo, nel neo-colonialismo e nei rapporti attuali con l'Europa, abbozzano una sorta di "Processo di Norimberga" dei misfatti europei nei secoli, arrivando a "tirare le somme" di quanto l'Europa deve restituire al continente nero. Una cifra enorme, ma realistica, fondata e perfino prudente, quantificata in oltre 70.000 miliardi di euro: se gli africani ottenessero questo risarcimento (è questa la "parola chiave" del libro), avrebbero diritto almeno a 70.000 euro ognuno, uomo, donna, bambino, vecchio. La vita cambierebbe per tutti, per gli africani per primi, ma anche per gli europei e per un mondo che ha fatto finora dell'ingiustizia e della sopraffazione la sua linea guida. La tratta degli schiavi, la colonizzazione storica, lo scambio ineguale di merci a prezzi fissati dagli europei, i genocidi di interi popoli inermi o resistenti, fino all'emigrazione forzata, un vero espianto degli organismi migliori (più giovani e forti) dal tessuto sociale africano: sono questi i principali crimini che vanno risarciti all'Africa, un continente ricchissimo di risorse umane e naturali che è stato ridotto nell'estrema povertà dall'aggressione europea e dal neoliberismo, recentemente dall'indebitamento e dalla militarizzazione. Un libro per chi vuole reagire all'ondata razzista e xenofoba montante con la ragione e moltissime ragioni.

El faraón Akhenatón entre la...

Lovelli Giampiero
Libellula Edizioni 2018

Non disponibile

18,00 €
Questo libro, dedicato ad Akhenaton, il faraone che più si presta a contrastanti interpretazioni, desidera essere un lavoro esemplare che indaga sulla relazione esistente fra storia e fantasticherie, fra scienza e inventiva. Desidera pure prospettare un metodo di analisi e di critica che è nella maniera più assoluta indispensabile nell'epoca presente per far fronte alla proliferazione di fonti nelle quali il certo e il sicuro si confondono in modo inestricabile con l'immaginario e il falso. Solamente l'abilità di distinguere riesce a preservare la cultura moderna dal grande errore di agire sulla base di fonti che non danno garanzie di serietà, eppure nella condizione di dar vita a mostri.

Globalizzazione e conflitti. Un...

Sawandji João Josefino António
Aracne 2018

Non disponibile

18,00 €
L'opera consiste in uno studio incentrato sull'Africa subsahariana e sul fenomeno della globalizzazione che l'ha interessata. A partire da un dettagliato excursus storico, inizia quindi un viaggio nella storia africana che, cominciando dagli albori e attraversando varie epoche come quella coloniale, arriva fino all'urbanesimo e all'attualità, tra conflitti, guerre e catastrofi. Il lettore avrà l'opportunità di approfondire molte questioni che ancora oggi sono poco conosciute dal grande pubblico, trovandosi stimolato a riflettere non solo su quanto accaduto nel passato, ma anche e soprattutto su quanto il mondo occidentale sia profondamente implicato nell'attuale condizione dell'Africa subsahariana.

Guerra ed emergenza nei paesi in...

Kiba Tshimba Clara
Universitalia 2018

Non disponibile

14,00 €
Prima che arrivassero gli europei, nell'Africa subsahariana si erano sviluppate delle entità statuali, ma assai diverse rispetto al modello dello Stato moderno europeo. Di questo, però, i conquistatori sapevano poco o nulla. Fino all'Ottocento, a causa delle malattie e di altri pericoli, essi si erano limitati a stabilire degli insediamenti costieri, trattando con intermediari per il traffico degli schiavi e altre attività commerciali. Con l'Ottocento si ebbe la storia avventurosa delle esplorazioni geografiche, preludio alla spartizione territoriale fra le potenze europee. Ma anche in questa fase gli europei non si preoccuparono di capire a fondo le realtà politiche, sociali e culturali che avevano di fronte, spesso complesse e frutto di una evoluzione plurisecolare. Le società africane tradizionali avevano raggiunto in alcuni casi un buon livello di centralizzazione del potere, costituendosi in regni o principati. Il più delle volte, tuttavia, sussisteva un alto grado di decentramento, fino alla condizione delle società completamente "acefale", cioè accomunate da determinati tratti, relazioni e consuetudini.

I pellegrinaggi dalle mille...

Martellozzo Franco
Bertato Ars et Religio 2017

Non disponibile

17,00 €
"Lo chef de terre, l'officiante della tradizione tradizionale, si siede accanto a me e mi confida che per lui quest'incontro riveste un'importanza capitale. Mi dice che bisogna unirsi se si vogliono aiutare le nuove generazioni alla deriva: 'solamente uniti possiamo salvare il paese dal'inevitabile decadenza'."

Marembo

Rugamba Dorcy
Casagrande 2016

Non disponibile

13,00 €
Sono passati oltre vent'anni dal genocidio ruandese, ma il breve libro di Dorcy Rugamba ci appare oggi come una delle più autentiche testimonianze di ciò che è realmente accaduto. Non vi si trovano ricostruzioni storiche, analisi politiche o sociologiche, ma più semplicemente la vita di una famiglia, quella dell'autore, sterminata la mattina del 7 aprile 1994. Rugamba si chiede: "Come si può cogliere tutta la dimensione di un evento che ha spazzato via più di un milione di persone e nel quale la morte di mio fratello, per quanto atroce possa essere stata, è solo un aneddoto?". Attraverso la storia sua e dei suoi familiari - il padre Cyprien, umanista ruandese, la madre Marembo, bellissima e fiera, i fratelli e sorelle, e poi il teatro, la conversione all'Islam, esperienza "unica, orgasmica" della preghiera - Rugamba ci offre uno splendido racconto di vita, una meditazione di rara forza sulla famiglia, la cultura, la tradizione, la spiritualità e, di riflesso, un antidoto alle "pulsioni di morte" che continuano a dominare la nostra epoca. Questa prima edizione italiana di "Marembo" è stata condotta su una versione del testo rielaborata e tuttora inedita anche nell'originale francese.

Eritrea, avanguardia di un'Africa...

Bovo Filippo
Anteo (Cavriago) 2015

Non disponibile

17,00 €
Dell'Eritrea, di questo giovane e promettente paese, caratterizzato da una storia tanto gloriosa quanto antica, si parla sempre poco, troppo poco. "Eritrea - Avanguardia di un'Africa nuova" cerca proprio di colmare questa lacuna, raccontandoci le innumerev