Aron Raymond

Aron Raymond

L'oppio degli intellettuali

Aron Raymond
Lindau 2017

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Classico del pensiero liberale contemporaneo, a cavallo tra il pamphlet e il saggio di sociologia culturale, questo libro rappresenta forse la più penetrante critica agli intellettuali occidentali di sinistra che sia mai stata scritta. Raymond Aron da un lato ricostruisce gli argomenti di cui una certa intellighenzia si è nutrita nella sua polemica contro la «democrazia capitalista» e ne mostra tutti i punti deboli; dall'altro analizza le cause di questo atteggiamento mediante un esame delle diverse figure di intellettuale e delle funzioni sociali da esse soddisfatte, offrendo una spiegazione delle ragioni che spingono uomini intelligenti ad adottare idee stupide. Nelle prime due parti del libro, l'autore prende di petto soprattutto i «miti» politici (sinistra, rivoluzione, proletariato) e quella forma di idolatria della storia attraverso cui i maîtres à penser «progressisti» (Jean-Paul Sartre, Albert Camus, Maurice Merleau-Ponty...) hanno giustificato il totalitarismo sovietico e i suoi crimini. L'ultima parte è dedicata a una riflessione, sempre di grande attualità, sul ruolo degli intellettuali e sul rapporto tra questi e la politica.

Saggio sulla destra il...

Aron Raymond
Historica Edizioni 2018

Non disponibile

18,00 €
Raymond Aron offre in questo studio, pubblicato nel 1957, una analisi del complesso rapporto tra destra e modernità. Studiando la destra nelle sue diverse espressioni politico-culturali (reazionaria, liberale, conservatrice, rivoluzionaria) lo studioso francese si chiede sino a che punto esse siano compatibili con un'epoca storica segnata dall'affermarsi su larga scala della democrazia, dall'industrialismo e dalla crisi delle ideologie. Convinto che la democrazia, per meglio funzionare, debba saper conciliare la libertà individuale con l'ordine sociale, l'innovazione economica con il rispetto per il passato e la memoria storica, la proprietà privata con la giustizia sociale, l'uguaglianza delle opportunità con la valorizzazione dei talenti, Aron dedica una particolare attenzione alla tradizione e alle trasformazioni del conservatorismo. Ciò che egli sembra auspicare è una destra realista e pragmatica, razionale e modernizzatrice, nemica del fanatismo ideologico e dell'utopia, come tale sottratta al culto sterile del passato e capace finalmente di misurarsi con le sfide poste dal mondo moderno. Una lezione anche per l'oggi?

La lotta di classe

Aron Raymond
Pgreco 2016

Non disponibile

19,00 €
In che misura lo sviluppo delle forze produttive, sotto qualsiasi regime, acuisce la lotta di classe? E in che modo si modifica al coscienza di classe in relazione alla crescita economica? A queste domande risponde Raymond Aron, una delle personalità più affascinanti e controverse del XX secolo, nel libro che prosegue e amplia l'indagine iniziata con "La società industriale", dedicata all'analisi dei due modelli economico-politici dominanti dell'epoca: quello sovietico e quello occidentale. Tocqueville e Marx rimangono i punti di riferimento mediante i quali Aron giunge al tema centrale della questione: la contraddizione per cui le società industriali, mentre promuovono l'uguaglianza politica dei cittadini, nello stesso tempo organizzano la gerarchia dei consumatori e dei produttori, determinando l'ineguaglianza sociale.

Libertà e uguaglianza. L'ultima...

Aron Raymond
EDB 2015

Non disponibile

8,50 €
L'ultima lezione che Raymond Aron tenne al Collège de France il 4 aprile 1978 - qui proposta per la prima volta in italiano - lascia trasparire l'inquietudine civica che è stata la molla del pensiero e dell'azione del filosofo francese. La rappresentazione del liberalismo e della democrazia è dominata dall'idea formale di una "procedura", sia essa quella del mercato o della garanzia dei diritti, valida in sé e in grado di produrre i suoi effetti indipendentemente dalle disposizioni degli associati o dei cittadini. L'azione che può e deve essere valutata secondo le virtù cardinali - più o meno coraggiosa, giusta, prudente - non trova praticamente posto, perché l'unica virtù richiesta è quella di applicare le regole che daranno soddisfazione a interessi e garantiranno tutele. In un contesto sociale che sembra aver fatto una scelta senza riserve per la libertà a scapito della verità, Aron interroga la "crisi morale delle democrazie liberali". L'inquietudine che le tormenta può tradursi nelle condotte più irragionevoli. Segno che esse non possono rassegnarsi all'assenza di un bene comune ampiamente condiviso, pur rinunciando a una comune verità.

Il destino delle nazioni,...

Aron Raymond
Rubbettino 2013

Non disponibile

18,00 €
Allorché l'Europa sperimenta la crisi della sua "costruzione" comune e della scienza o dell'opinione che è giunta a orientarla e a legittimarla, ci si interroga nuovamente sulla natura delle associazioni umane e sull'avvenire dei popoli europei. Raymond Aron ha accompagnato l'esperienza novecentesca dell'Europa pensando le idee che hanno trovato in essa asilo e il suo destino sempre sospeso all'alba della storia universale. I saggi raccolti in questo volume illustrano le perduranti lezioni di quella riflessione. Aron discute la natura e l'avvenire delle nazioni - fatto fondamentale della politica europea situandosi nell'elemento dell'azione, ma anche in un orizzonte più vasto in cui la figura spirituale e la matrice politica del Vecchio Continente sono considerate congiuntamente e nel loro significato universale. Lucida testimonianza di un grande pensatore, questa antologia restituisce l'esercizio di responsabilità nella Città di un "buon europeo" e la riflessione imparziale di un classico che non ha smesso di educare tanto il cittadino quanto l'uomo. Pensare l'idea europea, la sua fedeltà storica e il suo compito presente significa ancora pensarla politicamente. Comprendere la vita in comune degli uomini significa ancora meditare la sua fragile architettura, la sottile arte politica che essa richiede, la dialettica che continua a percorrerla tra l'esperienza delle nazioni e la questione della vera unità umana. Prefazione di Alessandro Campi.

Dialogo

Aron Raymond
Eupolis 2012

Non disponibile

8,00 €
in questo libro, Raymond Aron e Michel Foucault si confrontano su alcune questioni fondamentali delle scienze sociali: la nascita e i caratteri della sociologia, le continuità e le discontinuità nella storia, il ruolo e l'obiettivo dello studioso nell'anal

L'oppio degli intellettuali

Aron Raymond
Lindau 2008

Non disponibile

28,00 €
In questo suo saggio, Aron ricostruisce gli argomenti - si pensi soprattutto ai miti politici di "rivoluzione", "proletariato" e "sinistra") - di cui certa intellighenzia si è nutrita nella sua polemica contro la "democrazia capitalista" e ne mostra tutti i punti deboli. Attraverso un esame delle diverse figure e dei ruoli sociali assunti dagli intellettuali fornisce inoltre una spiegazione sociologica delle ragioni che spingono uomini intelligenti a sostenere idee stupide.

La rivoluzione introvabile....

Aron Raymond
Rubbettino 2008

Non disponibile

15,00 €
Il libro desacralizza l'evento della rivolta studentesca del 1968, riducendone l'aura mitica e andando invece a studiare approfonditamente le dinamiche che lo caratterizzano. Secondo Aron la rivoluzione non è in realtà tale, ma è solo un delirio, uno psico

Lezioni sulla storia

Aron Raymond
Il Mulino 1997

Non disponibile

33,57 €
I due corsi che costituiscono il volume sono intitolati rispettivamente "Dallo storicismo tedesco alla filosofia analitica della storia" e "L'edificazione del mondo storico". Nel primo Aron integra la propria riflessione teorica, che faceva riferimento alla sociologia tedesca, con l'apporto della filosofia analitica anglosassone. Il secondo corso prosegue il primo dibattendo gli assunti dell'individualismo metodologico, il problema del rapporto tra azione individuale e "insiemi" e compiendo un'analisi della costruzione del mondo storico a partire dall'esperienza vissuta degli individui e dalla vita quotidiana.

Clausewitz

Aron Raymond
Il Mulino 1991

Non disponibile

10,33 €