Aspetti legali dell'informatica

Active filters

Microglossario interdisciplinare...

Nacci Giovanni
Epokè (Novi Ligure)

Non disponibile

12,00 €
La genesi di una Teoria Generale per l'Intelligence delle Fonti Aperte fondata su prassi concretamente interdisciplinari ha richiesto - come era lecito aspettarsi - lo sviluppo di un proprio linguaggio disciplinare (o microlingua) più approfondito, maggiormente espressivo, più ampio di quello offerto dagli Intelligence Studies convenzionali. Il Microglossario descrive gli elementi costitutivi di questa microlingua, ne approfondisce le origini, ne delinea l'evoluzione semantica, evidenzia i prestiti epistemologici ottenuti dalle altre discipline e sottolinea le differenze con il lessico convenzionale degli studi di intelligence. Con i suoi 73 lemmi il Microglossario interfaccia il dominio disciplinare della Teoria Generale con quello dell'Intelligence lato sensu e con i domini delle altre discipline. Uno strumento fondamentale per costruire quelle prassi di "interdisciplinarità attuata" che sono l'unico, vero motore dell'innovazione disciplinare, nell'OSINT così come in ogni altra forma di Intelligence presente e futura.

E-detective. L'informatica...

Contaldo Alfonso
PM edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

27,04 €
La rivoluzione digitale è ormai un processo irreversibile, professionisti e cittadini operano quotidianamente integrati in ambienti digitali, per attività giuridiche, economiche e sociali. Dunque ormai, non si può prescindere dal possedere conoscenze informatiche. Il volume si prefigge di coadiuvare, in una visione lineare e fruibile a tutti, lo sviluppo di approfondimenti sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione digitale con una progressione verso l'analisi degli aspetti tecnici dell'informatica forense. L'individuazione e la gestione della prova informatica, le differenti tipologie di cybercrime e computer crime, il deep e dark web, la social network analysis così come le criptovalute e gli strumenti di investigazione di live forensics, post mortem forensics e mobile forensics, sono solo alcuni dei temi trattati dagli autori. Prefazione di Donato Antonio Limone.

Open source intelligence...

Nacci Giovanni
Epoké (Novi Ligure)

Non disponibile

18,72 €
Secondo volume della "trilogia dei layer" in cui prende forma l'obiettivo di costruire un vero e proprio paradigma di intelligence non più di fonti semplicemente "aperte" bensì "originarie" (Unaffected Source Intelligence).

Open source, software libero e...

Piana Carlo
Ledizioni

Non disponibile

16,00 €
Questo libro ci presenta una visione d'insieme sul mondo dell'openness, dal software open source ai servizi cloud, passando per le licenze Creative Commons e gli open data. Tra i primi ad averne fatto l'oggetto principale della propria attività scientifica e professionale, per la prima volta nel panorama italiano l'autore ci offre un quadro sistematico di come realizzare l'apertura e la condivisione di beni intellettuali che altrimenti rimarrebbero riservati. Un fenomeno che, da marginale, è divenuto centrale in vari contesti. L'opera si presenta al lettore in modo chiaro ma non banale. L'autore affronta temi complessi con stile lineare e comprensibile anche ai digiuni di diritto, ma conservando un necessario rigore scientifico, fornendo gli elementi per una teoria generale per la creazione e la promozione di beni intellettuali comuni, o commons. Un approccio rivoluzionario a questa branca del diritto, che capovolge l'uso di strumenti ben noti come il copyright e le licenze, richiedeva l'intervento di un giurista fuori dagli schemi e anticonformista come Piana. Prefazione di Roberto di Cosmo. Postfazione di Simone Aliprandi.

Profili di informatica giuridica....

Ciacci Gianluigi
CEDAM

Non disponibile

29,00 €
Negli ultimi anni la trasformazione degli oggetti che quotidianamente utilizziamo in potenti dispositivi digitali ha reso la società diversa, nuova, ricca di opportunità ma anche di rischi legati all'uso delle tecnologie. Questo libro, che raccoglie le lezioni tenute dagli autori nell'ambito dei loro corsi di informatica giuridica presso l'università Luiss "Guido Carli" di Roma, parla, dunque, di tecnologia e diritto, cercando di dare un contributo a questo processo di consapevolezza, di acquisizione della cultura del digitale da parte del giurista; percorso oggi irrinunciabile per gli studenti che stanno costruendo il loro futuro all'interno delle classiche professioni legali.

Diritti e libertà in Internet

Frosini T. E.
Mondadori Education

Disponibile in libreria in 3 giorni

36,00 €
Quale è stato l'impatto di Internet sulle libertà e sui diritti umani? La rete è spesso descritta come un nuovo, grande spazio di libertà. Al contempo, però, le nuove tecnologie possono prestare il fianco a minacce inedite per i diritti degli individui e delle formazioni sociali. È allora fondamentale interrogarsi se davvero l'avvento della società digitale si sia tradotto in un ampliamento di quel catalogo di diritti e libertà che le costituzioni e le carte internazionali dei diritti umani riconoscono ormai da lunga data. A questo interrogativo il volume prova a rispondere emancipandosi da una visione retorica di Internet, in cui controllo equivale a censura, e facendo proprio un approccio critico che mette a confronto le opportunità emergenti dalle nuove tecnologie con le criticità determinate dalle caratteristiche di Internet, un mezzo straordinario in grado di rivoluzionare la vita dei cittadini e il concetto stesso di appartenenza a uno stato, ma al contempo «da maneggiare con cura».

La legge e la rete. Dieci anni (e...

Cammarata M.
Monti & Ambrosini

Non disponibile

30,00 €
Questo libro raccoglie una selezione di articoli pubblicati su InterLex (la rivista telematica punto di riferimento per gli operatori del diritto delle tecnologie) nel corso degli anni, in materia di società dell'informazione, proprietà intellettuale e tut

Sicurezza e anonimato in rete....

Maggipinto A.
Nyberg

Non disponibile

14,00 €
Il presente volume, aggiornato alla recente normativa recante misure urgenti per il contrasto del terrorismo internazionale (d.l. 144/2005, convertito con Legge 31 luglio 2005 n. 155), vuole dare un primo contributo ad un tema poco dibattuto nel nostro paese, ma che in altri, come gli Stati Uniti, impegna molte energie intellettuali e politiche. L'obiettivo è quello di fornire le basi per ulteriori e future discussioni che possano portare ad una visione, quanto più condivisa possibile, del diritto all'oblio e alla riservatezza in Internet: un diritto, per così dire, alla "libertà digitale".

Open source intelligence...

Nacci Giovanni
Epokè (Novi Ligure)

Non disponibile

18,00 €
Open Source Intelligence Abstraction Layer è probabilmente il primo tentativo italiano di formalizzazione del corpus di conoscenze sulle quali si fonda - o sarebbe corretto si fondasse - l'Intelligence delle Fonti Aperte (OSINT). Troppo spesso l'OSINT è considerata alla stregua di una mera tecnica (o tecnologia) destinata alla realizzazione, attraverso la rete Internet, di prodotti mediatici e di reporting. L'OSINT invece può (e deve) essere una disciplina analitica nel senso pieno del termine, dotata di un proprio sistema di teorie, metodi, sistemi e prassi che come tale merita di trovare una più precisa collocazione all'interno degli intelligence studies. La speranza è che la comunità di intelligence italiana voglia e riesca ad avviare un ampio confronto su questi argomenti, coinvolgendo tutte le discipline che dimostrino di poter contribuire alla definizione di una Teoria Generale dell'Intelligence delle Fonti Aperte coerente e condivisa.

Codice diritto d'autore per il...

Irace Ernesto
Eurispes

Non disponibile

25,00 €
In una epoca che si caratterizza sempre più per la specialità degli interventi volti a rappresentare ovvero a regolare la realtà all'interno della quale operiamo, un codice del diritto d'autore - compendio della normativa vigente in materia di editoria "on line" - costituisce un utile strumento di specializzazione senza che ciò ne limiti il potenziale bacino di utenza. Esso rappresenta uno dei primi interventi scientifici nella normativa di settore e vuole essere utile mezzo di consultazione per gli 'addetti ai lavori' e, allo stesso tempo, di implementazione e di arricchimento culturale in relazione ad una realtà della comunicazione che fa parte di quella 'rete' cui tutti siamo connessi e dalla quale nessuno può prescindere.

Fenomeno hacking

Barresi Francesco
Iris 4

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,50 €
Terzo millennio, inversione dei legami... il mondo reale dipende sempre più dal virtuale, soprattutto ricchezza e potere viaggiano su binari digitali. È sufficiente un terminale collegato alla rete-banca et voilà, come per magia nascono i soldi. Quanto a furto, scambio d'identità, con la sottrazione di informazioni dai database si può non esistere più... e da oltre trent'anni in tale confine si nutre il fenomeno-hacking divenuto filosofia di vita. Ecco allora Michele Nigretti e Francesco Barresi, autori di Fenomeno hacking, sostenere che l'hacker perde oggi l'accezione negativa che lo ha da sempre contraddistinto, smettere dunque di essere criminale informatico per indossare i panni di esperto-web a garantire accesso, utilizzo di software e informazioni. Grazie dunque all'esperienza pluridecennale nel campo dei crimini informatici Nigretti espone il tema con chiarezza e solerzia di particolari persino attraverso un interessante caso di hacking ai danni della Polizia Penitenziaria. Seppure la normativa in materia sia tuttora lacunosa e incompleta, visto che le azioni di protesta pacifica svolte attraverso i nuovi media vengono ancora oggi punite come atti lucrosi, senza tenere conto della valenza positiva del messaggio diffuso dai moderni pirati della rete. Saggio che intende perciò evidenziare passione, genialità, e anche utilità degli hacker per non chiamarli esclusivamente criminali.

Diritto e internet. Aspetti di...

Megale Maria
Mondadori Università

Non disponibile

13,50 €
Il volume analizza la relazione tra diritto e informatica, affrontando alcune questioni di grande rilevanza sotto il profilo sociale, politico e giuridico: il problema della sicurezza collettiva, dove il ricorso a strumenti tecnologici quali la biometria o le intercettazioni nasce dall'esigenza di far fronte a pericoli incombenti, incerti e pervasivi (ad esempio il terrorismo); la protezione dei dati personali (privacy), dove la necessità di sicurezza spesso interferisce con la protezione della sfera soggettiva; l'imporsi di figure ed agenzie specializzate, cioè l'affermarsi di nuove figure e soggetti professionali finalizzati alla raccolta dei dati, e frequentemente di ibrida natura giuridica; una visione antropologica di natura mercatoria, per la quale il controllo dei dati personali origina una standardizzazione delle soggettività ridotte a mere utenze; infine l'esigenza di una totale ridefinizione del problema del potere, che si configura sempre più come un confuso e progressivo sovrapporsi di molteplici dimensioni politico-giuridiche.

Linee guida per la marcatura dei...

Giovannini M. P.
EPAP

Non disponibile

72,00 €
Le presenti Linee guida forniscono le informazioni necessarie a consentire l'applicazione degli standard per la marcatura in XML degli atti normativi e per la loro univoca identificazione tramite URI, secondo le versioni aggiornate degli standard nazionali emanati con le circolari AIPA 6 novembre 2001, n. 35 "Assegnazione dei nomi uniformi ai documenti giuridici." e 22 aprile 2002 n. 40 "Formato per la rappresentazione elettronica dei provvedimenti normativi tramite il linguaggio di marcatura XML". Tali standard sono comunemente denominati "standard Normeinrete" o "standard NIR" dal nome del progetto da cui hanno avuto origine. Gli standard Normeinrete, concepiti al fine di rendere trasparente e accessibile la produzione e la pubblicazione dei testi normativi, sono alla base della tecnologia che ha permesso di realizzare attraverso la cooperazione applicativa la prima base documentale normativa nazionale pubblica. La diffusione degli standard Normeinrete rappresenta una delle prime iniziative di interesse nazionale di applicazione del paradigma dell'open data, infatti l'utilizzo di tali standard permette la produzione di documenti normativi a carattere nazionale e locali fruibile in modalità gratuita, rapida e trasparente, da parte sia di altre istituzioni che di privati.