Economia dello sviluppo

Filtri attivi

Mezzogiorno in progress? Non siamo...

Corvino A. (cur.); Coppola F. S. (cur.)
Rubbettino 2020

Disp. in libreria

29,00 €
Il Mezzogiorno cantiere in progress? Un cantiere s ma cantiere nazionale, europeo e mediterraneo. Il Mezzogiorno, la grande scommessa della nazione, deve tornare a crescere e ritrovare lo spirito di un'azione corale che ridia senso e direzione allo sviluppo dell'intero Paese. Tocca al Mezzogiorno, mettendo anche in discussione i suoi equilibri ed i suoi strumenti di programmazione e di governance, decidere del suo futuro. Lo Stato deve fare la sua parte. Per intero. Sul versante delle nuove frontiere dell'innovazione, della dotazione infrastrutturale, logistica e degli investimenti produttivi. Le scelte devono spingere il Mezzogiorno verso il centro delle relazioni internazionali e non bloccarlo ai margini del Mediterraneo. Ma la volonte la capacitdel Mezzogiorno, il suo orgoglio, sono dei must irrinunciabili.

Red mirror. Il nostro futuro si...

Pieranni Simone
Laterza 2020

Disp. in libreria

14,00 €
Questo libro prefigura il nostro futuro prossimo. Quello quotidiano delle nostre case, delle cittin cui abitiamo, fino ai nuovi e pervasivi usi che faremo degli smartphone. Ma questo futuro sta giaccadendo in Cina: intelligenza artificiale, veicoli a guida autonoma, tecnologie green, smart city, riconoscimento facciale... L chi progetta il nostro mondo di domani giall'opera.

La terra del futuro. Il Brasile,...

Trapassi Lorenzo
Luiss University Press 2020

Disp. in libreria

16,50 €
Ci sono un prima e un poi nel recente sviluppo del Brasile. Prima, un Paese dal retaggio coloniale, governato dalle dittature militari e semplice esportatore di materie prime; poi, un mercato attivissimo per gli investimenti esteri, protagonista di summit internazionali e organizzatore di grandi manifestazioni sportive. Il presente del Brasile quello di un gigante economico in piena espansione, con un ruolo di spicco all'interno dello scacchiere geopolitico sudamericano e cruciale per la questione climatica, con il 40% delle foreste tropicali mondiali presenti sul suo territorio e il pialto tasso di biodiversital mondo. Lorenzo Trapassi ricostruisce le tappe dell'ascesa brasiliana, dalla nuova spinta economica alle misure di contrasto alla disuguaglianza sociale, analizzando le politiche dei presidenti Cardoso e Lula, tracciando il disegno di un Paese dinamico e in continua trasformazione, ieri gigante addormentato, oggi terra del futuro.

Il marketing territoriale....

Guido Gianluigi; Pino Giovanni
Il Mulino 2019

Disp. in libreria

40,00 €
Il benessere delle comunità nazionali deriva sempre più dalle interazioni tra Sistemi Territoriali Locali (STL) di medie dimensioni (città, distretti, regioni), che ne costituiscono il tessuto economico, sociale e ambientale. Il marketing territoriale è un approccio finalizzato a indurre i fruitori di questi STL - residenti, turisti, imprese locali o esterne - a collaborare al loro sviluppo sostenibile. Il presente volume, diviso in due parti, propone un metodo originale e integrato per predisporre strategie di successo basate sulla piena conoscenza dei STL. La prima parte presenta un modello di pianificazione di marketing territoriale in quattro fasi: la prima relativa agli elementi fondamentali della strategia (ambito, soggetto, risorse, e oggetto strategici); la seconda all'analisi interna dei STL; la terza al confronto tra STL concorrenti; la quarta al controllo degli esiti delle strategie di sviluppo locale adottate. Nella seconda parte del volume, il modello è applicato al caso dei STL salentini in modo che ogni singola fase della pianificazione è presentata con l'ausilio di dati reali e di tutti i comandi dei software utilizzati nelle analisi (SPSS, Excel, ATLAS.ti, UClnet, FuzzyTECH) volte a definire i confini dei STL, la loro vocazione, il network dominante, le aree strategiche d'affari, il confronto tra identità e percezione dell'offerta, le strategie di adattamento conseguenti e, infine, il grado di sviluppo realizzato.

Il risveglio del Mezzogiorno. Nuove...

Coco G. (cur.); Lepore A. (cur.)
Laterza 2018

Disp. in libreria

18,00 €
Dal 2008 al 2014 il Mezzogiorno ha subito le conseguenze di una recessione senza precedenti nella recente storia d'Italia, che ha evidenziato i limiti differenziali della sua struttura economica e delle politiche attuate in passato. Questo volume racconta l'evoluzione del divario Nord-Sud, in particolare nell'unico periodo di convergenza durante il 'miracolo economico' e negli ultimi decenni, per analizzare le cause della situazione odierna e trarne alcuni insegnamenti fondamentali per le strategie del futuro. Negli ultimi anni il Mezzogiorno ha ripreso a crescere, anche più del resto del Paese, e segnali di ottimismo emergono dal suo tessuto produttivo. La nuova visione delle politiche per il Mezzogiorno è basata su una piena assunzione di responsabilità da parte dello Stato sulla questione meridionale e su un'impostazione pragmatica, imperniata sui fattori di sviluppo, impresa e lavoro. L'approccio innovativo, descritto in dettaglio nel volume, ha prodotto frutti importanti. È dunque necessario mantenere una rotta costante e imprimere una spinta sempre più forte, nella prossima esperienza di governo, per rimuovere definitivamente i fattori di svantaggio e costruire una prospettiva duratura di sviluppo e occupazione produttiva nel Mezzogiorno. Prefazione di Claudio De Vincenti.

Lo sviluppo è libertà. Perché non...

Sen Amartya K.
Mondadori 2020

In libreria in 10 giorni

11,00 €
Lo sviluppo, sostiene Amartya Sen, premio Nobel 1998 per l'economia, deve essere inteso come un processo di espansione delle libertà reali di cui godono gli esseri umani, nella sfera privata come in quella sociale e politica. Di conseguenza la sfida dello sviluppo consiste nell'eliminare i vari tipi di "illibertà", tra cui la fame e la miseria, la tirannia, l'intolleranza e la repressione, l'analfabetismo, la mancanza di assistenza sanitaria e di tutela ambientale, la libertà di espressione, che limitano all'individuo, uomo o donna, l'opportunità e la capacità di agire secondo ragione e di costruire la vita che preferisce. Per provare la sua tesi Sen non attinge solo alla scienza economica ma delinea anche una mappa di esempi tratti dalla storia.

Ripartire dall'Africa. Esperienze e...

Mezzetti P. (cur.); Ceschi S. (cur.)
Donzelli 2019

In libreria in 10 giorni

25,00 €
Ripensare a un mondo caratterizzato da forme di co-sviluppo costruttive e condivise tra Nord e Sud del mondo è ancora possibile? Il volume si propone di rivisitare in chiave critica il nesso tra migrazione e sviluppo, in un periodo storico in cui le politiche pubbliche di cooperazione, sviluppo e integrazione appaiono in una fase di stallo, se non di regressione. In che modo quell'insieme di relazioni di scambio e di connessioni tra aree diverse del globo generate dalle migrazioni e animate da diversi soggetti pubblici e privati possono essere rilanciate nel mutato panorama contemporaneo? I contributi raccolti nel volume offrono spunti di riflessione sulle realtà africane, sulle politiche e le pratiche degli attori implicati e sulla recente esperienza quinquennale di co-sviluppo realizzata in Burkina Faso, seguita dal CeSPI, e a cui hanno partecipato fondazioni bancarie, Ong e associazioni della diaspora. La strada da seguire è duplice. Da una parte incrementare le azioni di cooperazione e interscambio dando voce e riconoscimento ai diversi attori, incluse le popolazioni non migranti, e promuovendo un'integrazione a largo spettro che coinvolga l'Africa e anche l'Italia. Dall'altra, ripensare il rapporto con i migranti e capire che costituiscono un fattore vitale del nostro futuro sociale, politico e culturale, che sono un'occasione per progettare e perseguire un nuovo patto sociale tra cittadini già inclusi e cittadini ancora da includere; e, in questo senso, che sono loro l'opportunità da cui ripartire per costruire relazioni interne e internazionali più integrate, giuste e solidali.

Sviluppo rurale e povertà in Africa...

Pallotti A. (cur.); Tornimbeni C. (cur.); Zamponi M. (cur.)
Rubbettino 2016

In libreria in 10 giorni

16,00 €
Dopo l'elaborazione dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Agenda 2030), il rapporto tra povertà, sicurezza alimentare e le questioni politiche dello sviluppo agricolo e rurale viene identificato in questo volume come il nesso mancante tra la crescita economica di molti Paesi africani e la mancata riduzione dei tassi di povertà nel continente. Il volume approfondisce alcuni studi di caso in Africa australe, dove le trasformazioni del mondo rurale hanno un impatto centrale nella ridefinizione degli assetti politici e, quindi, nella sostenibilità dei processi di sviluppo e di democratizzazione.

Grande mondo, piccolo pianeta. La...

Rockström Johan
Edizioni Ambiente 2015

In libreria in 10 giorni

25,00 €
"L'abbondanza entro i confini planetari richiede una profonda trasformazione della mentalità. Non crescita senza limiti, e nemmeno limiti alla crescita, ma crescita entro i limiti." (Johan Rockström e Mattias Klum). È tempo di voltare pagina. Siamo nell'Antropocene, un'epoca in cui le azioni di sette miliardi di persone rischiano di destabilizzare i sistemi naturali della Terra, con conseguenze a cascata sulle società umane. Scienza, immagini e racconto si intrecciano in "Grande mondo, piccolo pianeta", che illustra le scoperte più recenti sulla necessità, la possibilità e le opportunità offerte da un nuovo paradigma di sviluppo, l'abbondanza nell'ambito dei confini planetari. Johan Rockström e Mattias Klum respingono infatti l'idea che la crescita economica e lo sviluppo umano debbano avvenire a spese dell'ambiente. Al contrario, abbiamo un'opportunità straordinaria per entrare in un "Antropocene buono". Quello che serve è una trasformazione radicale dei modi di pensare. Dobbiamo proteggere le bellezze rimaste sulla Terra, usando la sostenibilità globale per liberare l'innovazione e aumentare la resilienza: è questo il fulcro del nuovo modo di pensare alla crescita entro i limiti della Terra.

Pasquale Saraceno e l'unità...

Giovagnoli A. (cur.); Persico A. A. (cur.)
Rubbettino 2013

In libreria in 10 giorni

19,00 €
Seguendo una scansione biografica, il volume ripercorre l'esperienza umana e professionale di Pasquale Saraceno. I diversi saggi mostrano la genesi e la successiva elaborazione del progetto storico di unificazione economica italiana da lui perseguito, contestualizzando l'azione dell'economista all'interno della storia politico-economica del paese. Ne scaturisce un percorso unitario, che dalla formazione universitaria alla Bocconi, attraverso l'esperienza dell'IRI e il contatto con l'ambiente del Movimento Laureati e dell'Università Cattolica, porta all'impegno meridionalista perseguito tenacemente da Saraceno nel secondo dopoguerra. Preparazione professionale, valori ed ideali maturati negli anni giovanili trovano così espressione nei diversi momenti, messi a fuoco dai vari saggi del volume, che hanno caratterizzato l'impegno civile di Saraceno: i Piani di primo aiuto, la Svimez, la partecipazione alla Commissione Economica dell'Assemblea Costituente, lo Schema Vanoni, la programmazione economica, l'impegno per un centro-sinistra riformatore, la battaglia per rilanciare il Mezzogiorno dopo la crisi degli anni Settanta.

La follia dell'Occidente. Come...

Moyo Dambisa
Rizzoli 2011

In libreria in 10 giorni

19,00 €
Prostrato dalla crisi finanziaria, minato da politiche sconsiderate, afflitto da una popolazione sempre più anziana e impreparata, gravato da un debito pubblico esorbitante, il vecchio Occidente vacilla sull'orlo di un abisso. L'altra metà del mondo, invece, guidata da un manipolo di Paesi intraprendenti, ricchi di forza lavoro e di liquidità, sta spezzando la sua antica egemonia e punta a strappargli il primato economico, e non solo. La Cina, in apparenza inarrestabile, infrange ogni record di produttività, spianando la strada alla Russia, all'India, al Brasile, alla Corea del Sud. È troppo tardi per reagire? Dambisa Moyo, economista acuta e controcorrente, ci spiega in questo libro le ragioni del nostro declino annunciato: dalla crisi dei mutui alla lotta globale per le risorse, dalla "bomba a orologeria" dei sistemi pensionistici alla grande sfida dello sviluppo tecnologico, dall'irresponsabilità delle banche alla compiacenza dei governi. Ci attendono tempi difficili e scelte sofferte - sostiene Moyo - ma forse non tutto è perduto. Nonostante i clamorosi errori dell'America e dell'Europa, è ancora possibile rimboccarsi le maniche e scommettere sull'intraprendenza, la determinazione, l'inventiva e la capacità di reagire che hanno sempre consentito all'Occidente di uscire vincitore dalle sfide più dure.

Lezioni di economia dello sviluppo

Volpi Franco
Franco Angeli 2007

In libreria in 10 giorni

31,00 €
L'economia dello sviluppo, nata come settore specialistico della disciplina economica negli anni del dopoguerra, ha avuto sin dall'inizio come oggetto privilegiato i paesi sottosviluppati, le loro caratteristiche, i fattori e le politiche che ne avrebbero consentito la trasformazione strutturale e la crescita del reddito. Che cosa si debba intendere per sviluppo, quali siano le cause del sottosviluppo, come quello che veniva chiamato "terzo mondo" sia andato cambiando e diversificando nella seconda metà del '900 è l'argomento della prima parte di queste lezioni. La trattazione avrà come temi: l'accumulazione del capitale, la crescita demografica, il progresso tecnico, la dotazione di capitale umano, il commercio internazionale, la distribuzione del reddito, e per ciascuno di essi ci si chiederà quali limiti o incentivi diverse istituzioni rappresentino per il loro operare nel senso di una crescita della produzione e di un aumento del benessere. L'ultimo capitolo si propone di trarre da quanto visto in precedenza qualche conclusione sul rapporto tra sviluppo economico e mutamento istituzionale e sul ruolo che in questi processi dovrebbe avere lo Stato.

Sviluppo locale. Un progetto per...

Trigilia Carlo
Laterza 2006

In libreria in 10 giorni

10,00 €
La crescente apertura delle economie nazionali e l'indebolimento degli Stati mettono a repentaglio le attività produttive e la coesione sociale. La nostra economia è stretta in una morsa, presa tra la concorrenza dei paesi in via di sviluppo sui settori tradizionali e di quelli avanzati sulle produzioni più innovative. Questo libro propone come soluzione possibile lo sviluppo locale, cioè la costruzione di una collaborazione tra soggetti istituzionali e privati strutturata nel territorio, per costruire le condizioni dell'innovazione e garantire al tempo stesso la protezione sociale.

La sostenibilità dello sviluppo...

Borghesi Simone
Carocci 2005

In libreria in 10 giorni

22,40 €
Quale rapporto corre tra i processi di globalizzazione dei mercati e i problemi di uno sviluppo sostenibile, dalle questioni del deterioramento ambientale a quelle dell'approvvigionamento energetico, ai nessi che legano sistemi economici, salute, disuguaglianze e povertà? Rifuggendo le astratte contrapposizioni tra fautori e avversari della globalizzazione, il volume propone una ricostruzione rigorosa di questi fenomeni e delle loro complesse interdipendenze, con l'obiettivo di presentare concetti, categorie, strumenti d'analisi delle scienze economiche, oltre i tecnicismi disciplinari, nella loro effettiva capacità di sollecitare una comprensione critica del mondo contemporaneo.

Foggia sostenibile. Istituzioni...

Rienzo M. G. (cur.)
Donzelli 2004

In libreria in 10 giorni

18,00 €
L'obiettivo del progetti di Maria Gabriella Rienzo è quello di individuare l'esistenza in Capitanata di elementi che avrebbero potuto determinare un processo di sviluppo economico diverso, assicurando benessere e ricchezza alle popolazioni e all'ambiente,

Bioeconomia. Verso un'altra...

Georgescu-Roegen Nicholas; Bonaiuti M. (cur.)
Bollati Boringhieri 2020

In libreria in 3 giorni

28,00 €
Il volume raccoglie i contributi di Georgescu Roegen Nicholas nell'ambito della bioeconomia, ma soprattutto, cerca di offrire alla teoria bioeconomica un carattere di maggior sistematicit integrandola con gli sviluppi pisignificativi che si sono avuti in tempi recenti in particolare nella biologia e nella teoria dei sistemi complessi. Il volume vuole inoltre recuperare lo spirito originale che animava la teoria bioeconomica.

Natura Spa. La terra al posto del Pil

Bologna Gianfranco
Mondadori Bruno 2020

In libreria in 3 giorni

15,00 €
L'economia ha sempre ragionato sulla natura del valore, ma non sul valore della natura. Non abbiamo attribuito un valore ai sistemi idrici, alla rigenerazione del suolo, alla composizione chimica dell'atmosfera, alla ricchezza della biodiversit alla fotosintesi (e questi sono soltanto esempi). Cosle nostre societraggiungono livelli di deficit nei confronti dei sistemi naturali ben superiori al deficit economico legato alla crisi. Questo libro spiega che possiamo, che dobbiamo, cambiare rotta. Rimettendo al centro il valore del patrimonio ecologico, per costruire un mondo sostenibile, equilibrato e vicino alla natura.

Oltre il capitalismo. Un viaggio...

Corneo Giacomo
Rosenberg & Sellier 2020

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Finalmente in italiano questa rassegna analitica dei sistemi economici alternativi al capitalismo avanzato, quanto mai attuale e urgente di fronte alle crisi finanziarie, alla crescente disoccupazione e all'inesorabile allargarsi delle diseguaglianze. Dialogando con la figlia indignata di fronte alle ingiustizie socio-economiche, l'autore la conduce in un tour delle possibili alternative al capitalismo, dalla Repubblica platonica al comunismo anarchico, dal socialismo azionario alla pianificazione di stampo sovietico, affrontando temi quali proprietprivata, mercato, cooperazione, welfare state, reddito universale... Approccio disincantato e non dogmatico, linguaggio accattivante e adatto al grande pubblico, impianto scientifico solido quanto raffinato, fanno di questo testo una lettura godibile, indispensabile per orientarsi in una delle questioni cruciali del nostro tempo: un'altra organizzazione della produzione e del consumo davvero possibile?

Africa, impresa possibile. Sfide e...

Vinci Alessandro
Paesi Edizioni 2020

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Oltre il Mediterraneo, i flussi migratori incontrollati e la guerra in Libia, c'un'altra Africa a cui guardare. Un continente con una popolazione giovanissima, per il 70% al di sotto dei trent'anni, ricco di risorse naturali e potenzialiteconomiche ancora in larga parte inesplorate, in cui in atto una rivoluzione imprenditoriale travolgente. Questo libro fotografa in maniera chiara l'epocale momento storico dell'Africa, focalizzando l'obiettivo su quei Paesi da cui proviene oltre il 60% dei migranti che sbarcano lungo le nostre coste: Eritrea, Nigeria, Gambia, Mali, Sudan, Costa d'Avorio, Somalia, Guinea e Senegal. Dalle testimonianze e dai racconti di imprenditori e politici italiani e di rappresentanti istituzionali africani emergono i tratti di una stagione di risveglio che, per rischia di tagliare fuori l'Europa, troppo impegnata a dividersi sulla complessa gestione dei migranti e incapace di tenere il passo di competitor pipragmatici come la Cina. Non tutto comunque perduto, e Paesi come l'Italia - ponte levatoio naturale tra le due sponde del Mare Nostrum - possono ancora dire la loro.

Urgenza europea. Riscoprire l'idea...

Di Ciommo Mario
San Paolo Edizioni 2020

In libreria in 3 giorni

18,00 €
L'Europa travolta dal coronavirus dinanzi a una crisi che viene definita "senza precedenti-. Effettivamente senza precedenti questa pandemia che ha costretto per settimane al lockdown pidi quattro miliardi di persone in tutto il mondo. Non sono, per senza precedenti le difficoltche la Ue sta incontrando nell'affrontare l'ennesima crisi degli ultimi dieci-quindici anni: difficoltdi ricomporre a livello europeo i divergenti interessi nazionali, di adeguare il proprio strumentario alle sfide che ha dinanzi, di essere solidale. Del resto, almeno dal 2014 che si parla di Unione Europea in "crisi esistenziale-. In questa sede si prova a riflettere su alcune delle scelte politiche pisignificative che hanno causato tale crisi, per provare a individuarne ragioni e responsabilit Il volume offre un punto di vista forte sulla questione, sostenendo che troppo si indugiato sul ricondurre la crisi politica della Ue alla minaccia populista e sovranista. Lettura che ha alimentato una sottovalutazione della dimensione "esistenziale" della crisi europea e delle responsabilitdi un europeismo divenuto incapace di mettere in discussione lo status quo. Con questo lavoro si propone un'analisi che spazia oltre le ultime due legislature europee e, attraverso il confronto con personalitdel calibro di Giuliano Amato, Angelo Bagnasco e Suor Alessandra Smerilli, si avanza una proposta di metodo: solo un dibattito sulle ragioni dello stare assieme in Europa pualimentare un nuovo europeismo e, cos rilanciare il progetto di integrazione.

Democrazia e crescita. Una proposta...

Leonetti Gianfranco; Triulzi Umberto
Eurilink 2020

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Si può uscire dalla trappola del debito ricostituendo un rinnovato rapporto tra finanza ed economia reale? è questa la domanda a cui cercano di rispondere i due autori con una proposta di ripresa della crescita dell'economia italiana, costruita anche sul concorso e la partecipazione finanziaria di più operatori pubblici e privati. Una proposta che ha l'intento di ridare centralità al ruolo innovatore dello Stato e di recuperare un dialogo tra economia e finanza da tempo interrotto al fine di evitare che l'elevato debito pubblico italiano sposti definitivamente la sovranità dal popolo ai mercati. Se questi sono gli obiettivi, nessuno, singoli cittadini, operatori finanziari, imprese, istituzioni pubbliche e private, può sentirsi escluso da questa sfida, per riprendere a crescere, per la costruzione di un nuovo rapporto tra capitale e lavoro e per la riduzione del debito pubblico.

Percorsi di sociologia economica

Barbera F. (cur.); Pais I. (cur.)
EGEA 2020

In libreria in 3 giorni

28,00 €
Il manuale offre agli studenti una prospettiva integrata sulla sociologia economica, del lavoro e dello sviluppo contemporanea in grado di collegare le problematiche empiriche all'insegnamento teorico e alle questioni metodologiche di base. Il volume si articola in tre parti - metodi, teorie, ricerca empirica - presentate da specifiche introduzioni: la prima intende socializzare all'importanza dei metodi e delle tecniche di ricerca, mostrando che la sociologia economica risponde in modo scientifico a domande teoricamente rilevanti; la seconda illustra la rilevanza degli schemi concettuali e delle teorie, radicati nei classici ma rilevanti e operativi anche attualmente; la terza, infine, si focalizza su alcune problematiche tipiche della disciplina, dal mondo dell'impresa, al mercato del lavoro, al rapporto con la finanza, alle dinamiche di sviluppo locale e ai modelli di welfare. Gli autori, nel solco delle impostazioni tradizionali della sociologia economica - partendo dall'analisi istituzionale e delle reti sociali fino agli approcci pimicro - illustrano compiutamente come la sociologia economica sia un insieme di approcci che analizza l'influenza di fattori, meccanismi e dimensioni non economiche (sociali, politiche, culturali) sull'economia.

La nuova rivoluzione delle...

Brynjolfsson Erik; McAfee Andrew
Feltrinelli 2019

In libreria in 3 giorni

12,00 €
La rivoluzione industriale ha dato luogo alla più rapida e ripida crescita (di popolazione, di reddito, di produttività) della storia. In due secoli ha cambiato il volto del pianeta e la vita degli uomini, portando ricchezza e nuove possibilità, ma anche sfruttamento, inquinamento, impoverimento e distruzione di molti stili di vita tradizionali. In questo libro, gli economisti del MIT Brynjolfsson e McAfee sostengono che è arrivato il momento per una nuova rivoluzione, che questa volta non meccanizzerà il lavoro manuale, ma quello mentale. Mentre le macchine che si guidano da sole di Google macinano migliaia di chilometri per le strade della California e in ogni tasca c'è quello che dieci anni fa sarebbe stato un supercomputer, si comincia a intravedere dove può portare la convergenza digitale di hardware sempre più veloci e meno costosi e software sempre più sofisticati e adattabili: a un mondo in cui, semplicemente, molti lavori di concetto non esisteranno più, perché saranno svolti dai computer; in cui avremo accesso a un'abbondanza mai vista prima di tecnologie che ci aiuteranno in ogni ambito della nostra vita; in cui molto del nostro modello economico, e modo di vivere, sarà antico, superato, distrutto. Lavorando a partire da decenni di ricerca originale, Brynjolfsson e McAfee mostrano come siamo ormai arrivati al punto di svolta, e soprattutto offrono molte idee per affrontare questo cambiamento epocale, senza rimanere schiacciati dalla sua velocità e ampiezza.

Critica alla cooperazione...

Marcenò Serena
Mimesis 2019

In libreria in 3 giorni

16,00 €
In uno scenario globale in cui si dà per scontato che rischi e pericoli vadano oltre le nostre possibilità di controllo, la resilienza entra in gioco, come una sorta di codice di condotta, per responsabilizzare stati fragili e individui vulnerabili, facendo leva sulle loro capacità di adattamento e di assorbimento del danno. L'adattamento è una delle virtù cardinali del neoliberalismo e costituisce il nucleo concettuale della significazione politica della resilienza. Gli individui devono far fronte ai mutamenti che derivano da un sistema in continua trasformazione, nel quale agiscono senza alcuna rete di protezione, esercitando una logica adattiva che forgia le loro soggettività e le declina secondo gradi diversi di flessibilità. La resilienza è diventata oggi il tratto saliente delle politiche di cooperazione allo sviluppo, nelle quali le forme di abbandono, prodotte dallo smantellamento dei sistemi di welfare e dalla smobilitazione degli organismi internazionali, vengono narrate come strategie di empowerment e di auto-responsabilizzazione.

L'Impero di Cindia. Cina, India e...

Rampini Federico
Mondadori 2019

In libreria in 3 giorni

12,50 €
Sono tre miliardi e mezzo. Sono più giovani di noi, lavorano più di noi, studiano più di noi. Hanno schiere di premi Nobel. Guadagnano stipendi con uno zero in meno dei nostri. Hanno arsenali nucleari ed eserciti di poveri. È "Cindia": Cina e India, il dragone e l'elefante. Cindia non indica solo l'aggregato delle due nazioni più popolose del pianeta: è il nuovo centro del mondo, dove si decide il futuro dell'umanità. Più di metà della popolazione mondiale è concentrata in quest'area, ed è la metà che cresce. Cresce sia demograficamente che economicamente. Oggi vi è però fra Cina e India una differenza radicale che ne fa due modelli alternativi. L'india è la più vasta democrazia esistente al mondo, un esempio di pluralismo e di tolleranza unico per quelle dimensioni. La Cina è il più imponente modello di Stato autoritario, funzionale e modernizzatore. Federico Rampini racconta questo enorme impero nascente e cerca di rispondere a una delle domande chiave del nostro futuro: vincerà la ricetta cinese, quella indiana, o un misto fra le due? E con quali conseguenze per il resto del mondo?

Terre marginali. Agricoltura come...

Caponetti Francesco
Quodlibet 2019

In libreria in 3 giorni

16,50 €
È possibile elaborare per il Terzo Mondo un modello di sviluppo agricolo che sia fruttuosamente applicabile anche al Primo Mondo? Forse sì. E potremmo magari scoprire, in questo "modello comune", un'alternativa all'agricoltura intensiva guidata da criteri gestionali di tipo produttivistico. Il libro intende raccontare le economie del settore agroindustriale non dal punto di vista dei grandi centri di potere, bensì dalla specola delle "terre marginali". Questo sguardo nuovo nasce sul campo, dalle esperienze vissute dall'autore nelle periferie del mondo, tra colpi di Stato e attentati, in contesti culturalmente e religiosamente estremi. E nasce in particolare dalla costruzione di un progetto imprenditoriale - ben presto divenuto un esempio di sviluppo sociale - in una delle aree dell'Africa subsahariana in cui nascono le migrazioni. L'occhio di Caponetti è quello, umile e colto, di chi nella terra è nato e nella terra cerca un punto di partenza per lo sviluppo socioeconomico, sia locale che globale, ma lo sguardo che lo anima non arretra di fronte ai problemi materiali: dalla denuncia dei finanziamenti pubblici "a pioggia", ovvero di tipo assistenziale, al problema del copyright sulle sementi, dalla miopia della cultura occidentale, che produce "asset" che invecchiano inutilizzati, al feticcio del "green business", criticato anche da Gilles Clément in "L'Alternativa ambiente". Alla chiara denuncia delle colture industriali intensive, figlie della modernità occidentale, si affiancano però abbozzi di modelli alternativi, che possono costituire nuove opportunità di crescita. E l'autore arriva a proporre, come possibile vettore di cambiamento, una visione umanistica basata sull'inversione della rotta fin qui seguita, e dunque sulla concretizzazione, per le popolazioni che migrano da contesti difficili, della possibilità di contribuire al loro sviluppo nei territori d'origine.

Quattro modelli di futuro. C'è vita...

Frase Peter
Ist. Enciclopedia Italiana 2019

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Oggi l'uomo si trova di fronte a un futuro quanto mai incerto e dalle tinte fosche. Tutti ci chiediamo: cosa succederà? Peter Frase risponde a questa domanda con un libro radicale, profondo e visionario, una lettura illuminante e allo stesso tempo un gesto politico in grado di tracciare un percorso. Automazione, scarsità di risorse, lavoro, disuguaglianze; in un tour vorticoso attraverso fantascienza, teoria sociale e nuove tecnologie, Frase propone quattro possibili modelli, alla ricerca della giusta misura tra promesse di benessere possibile e la paura della barbarie, sociale ed economica, in cui potremmo cadere.

Morire di aiuti. I fallimenti delle...

Accetturo Antonio; De Blasio Guido
IBL Libri 2019

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Cosa sappiamo dell'efficacia delle politiche per lo sviluppo del Mezzogiorno? Hanno raggiunto gli obiettivi che si proponevano? Ci sono stati degli effetti collaterali negativi? Negli ultimi venticinque anni il progresso della scienza economica e la disponibilità di nuovi dati hanno consentito di passare da una generica aspettativa alla misurazione rigorosa degli effetti degli aiuti al Meridione. Siamo ora in grado di verificare, con metodologie statistiche rigorose, se i trasferimenti monetari abbiano effettivamente contribuito a sollevare le sorti del Sud. Quello che emerge dalla lettura di questo libro è che l'evidenza a favore di tali interventi è scarsa, ed è più deludente di quella desumibile da politiche simili messe in atto negli altri Paesi. Come scrive Nicola Rossi nella sua prefazione, «il pamphlet di Accetturo e de Blasio è, per certi versi e giustamente, financo impietoso nel segnalare l'inefficacia delle politiche di sviluppo territoriale. Non uno degli strumenti messi in campo dalla politica regionale dell'ultimo quarto di secolo viene in qualche senso e in qualche misura risparmiato dal lavoro puntuale dei due economisti».

Fare sviluppo. Welfare e politiche...

Benini Romano
Eurilink 2019

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Far funzionare il mercato del lavoro è un presupposto affinché il sistema italiano possa riprendere a creare posti di lavoro. Per questo motivo è necessario rimettere al centro il tema delle infrastrutture umane e tecnologiche e delle politiche attive, che vedono l'Italia in forte ritardo rispetto alla media europea. In questo modo diventa possibile definire interventi in grado di collegare le misure sociali, gli interventi per la formazione e gli strumenti per la promozione dello sviluppo e del lavoro. Servono quindi riforme e politiche in grado di fare sistema, tenendo conto della necessaria valorizzazione dell'economia locale e della governance tra Stato e regioni, rimettendo l'investimento sulla persona al centro delle politiche per lo sviluppo e limitando il rischio di nuove forme di assistenzialismo. Il testo nasce da un confronto con i principali interlocutori e attori del mercato del lavoro italiano e costituisce, al tempo stesso, un approfondimento per una nuova stagione di politiche del lavoro e una proposta da sottoporre ai decisori dell'economia e della politica. Prefazione di Vincenzo Scotti Saggio in appendice di Sebastiano Fadda.

Orizzonti selvaggi. Capire la paura...

Calenda Carlo
Feltrinelli 2018

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Molte certezze che hanno accompagnato le ultime generazioni si sono sgretolate. In Occidente il passato recente è diventato sinonimo di sconfitta, il futuro di paura e il presente di ingiustizia. La ragione non sta solo nella velocità delle trasformazioni tecnologiche ed economiche, che per la prima volta ha superato la capacità della società di adattarvisi. La responsabilità è in gran parte della classe dirigente che, arrendendosi davanti alla rapidità del cambiamento, ha rinunciato a governarlo, rompendo così la relazione di fiducia con i cittadini. La tecnica ha sostituito la politica e travolto il pensiero, la cultura, l'identità e infine l'uomo. Per questo le forze populiste e sovraniste, che hanno ridato diritto di cittadinanza alle paure diffuse, vincono le elezioni e mettono in discussione i principi della democrazia liberale. La sfida per i progressisti non è esorcizzare la paura con gli slogan, ma comprenderla e affrontarla mettendo in campo un progetto per una democrazia che abbia l'obiettivo di tutelare i diritti e le libertà e di potenziare l'uomo e la società, anche attraverso l'azione di uno Stato capace di proteggere gli sconfitti e gestire le trasformazioni. Perché quella che è iniziata è una battaglia per la democrazia, e i progressisti la stanno perdendo per mancanza di visione, progetti e iniziativa politica. La Storia è tornata in Occidente. è un ritorno che spaventa, ma che al contempo può spingere nuovamente le persone a impegnarsi. Questo libro ricostruisce le ragioni della caduta dell'Occidente, analizza la consistenza delle paure globali e propone una visione e un progetto per affrontarle. Immergersi nelle inquietudini e definire i contorni dei nostri orizzonti selvaggi è il primo passo per ricostruire un pensiero politico credibile, capace di coinvolgere e mobilitare i cittadini. Perché "la paura ci accompagna sempre. In qualunque epoca, in qualsiasi mare. Capirla e dominarla è lo spirito del progresso. E il progresso è lo spirito dell'uomo".

Coscienza di luogo e sviluppo...

Ferreri Fabrizio
Maimone 2018

In libreria in 3 giorni

22,00 €
In epoca di globalizzazione imperante, è sempre più forte la spinta contraria a "ritornare al territorio", a riappropriarsi in forme uniche e differenziate dei luoghi riscoprendone l'identità peculiare. Questa tensione volta al recupero, alla custodia e alla valorizzazione delle specificità dei diversi territori promossa da un insieme molteplice e variegato di forze sociali, attori economici, operatori culturali, amministrazioni, comuni cittadini e gruppi informali, configura un modello di sviluppo "dal basso" centrato sulla comunità, sulla sua capacità di esprimere profondi legami di senso in rapporto al territorio nel quale essa è insediata. Attraverso l'analisi condotta su Sambuca di Sicilia, Borgo più bello d'Italia nel 2016 e oggi interessato da significativi processi evolutivi, si intende affermare l'importanza del concetto di "coscienza di luogo" quale componente fondamentale per determinare lo stato di salute dei luoghi, e dunque la capacità dei diversi territori di avviare e mantenere percorsi di crescita endogena, qualitativa e auto-sostenibile.

America 2030. Sviluppo,...

Sachs Jeffrey D.
Luiss University Press 2018

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Gli Stati Uniti d'America, considerati la prima nazione al mondo per tutto il Novecento e oltre, sembrano attraversare da anni un declino sempre più evidente. Il terreno su cui è stato costruito il celebre sogno americano non sembra più così solido. Problemi tanto diversi tra loro quanto gravi, come la crescente disuguaglianza, il cambiamento climatico, i costi sanitari sempre più alti e le profonde divisioni di ceto e di razza minacciano la tenuta sociale del Paese che Donald Trump promette di "rendere di nuovo grande". Se economisti, sociologi e politologi hanno analizzato più volte la situazione, cercando le loro cause, oggi Jeffrey Sachs, tra i maggiori economisti al mondo, va invece alla ricerca delle traiettorie future, cercando di delineare percorsi ed esiti che possano guidare gli States, e il mondo occidentale, fuori dal pantano in cui si sono ritrovati. America 2030 è insieme il ragionato piano d'azione e l'accorato manifesto a sostegno dello sviluppo sostenibile, uno sviluppo, cioè, che si concentri su economia, società e ambiente, elementi chiave troppo spesso trascurati in favore della crescita indiscriminata. Un atteggiamento miope che, secondo Sachs, ha finito per mettere a rischio le possibilità stesse di crescita.

Crescita economica e coesione...

Trigilia Carlo
Firenze University Press 2017

In libreria in 3 giorni

8,90 €
La Collana "Lezioni e Letture" della Facoltà di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" dell'Università di Firenze, nata nel 2010 per raccogliere le Lezioni inaugurali dell'anno accademico e le Letture "Cesare Alfieri", è proseguita e prosegue come collana dell'omonima Scuola. La Scuola di Scienze Politiche "Cesare Alfieri", del resto, è erede diretta della Facoltà, della sua peculiare e consolidata offerta formativa, nonché della sua tradizione quanto mai illustre nel panorama universitario nazionale ed internazionale. Si tratta, appunto, della tradizione risalente addirittura a quella Scuola di Scienze Sociali, fondata a Firenze nel lontano 1875, che costituisce il più antico istituto italiano, ed uno dei più antichi in Europa, nel settore dell'insegnamento delle scienze politiche e sociali...

Sulla ricchezza. Se l'Italia non...

Briatore Flavio; Abbate Carmelo
Sperling & Kupfer 2017

In libreria in 3 giorni

17,90 €
La versione di Briatore sulla ricchezza e su come l'Italia può riscattarsi da inefficienze e arretratezza accendere il dibattito nazionale.

Introduzione critica ai temi dello...

Lopresto Felice
Edizioni Efesto 2017

In libreria in 3 giorni

12,50 €
Il sistema economico genera disuguaglianze, determina agiatezza per pochi e povertà per tanti. La spinta dell'egoismo favorisce l'accumulo di denaro. Il desiderio di diventare ricchi e senza fatica spiega le scorciatoie prese per evitare "il sudore del volto". La crisi economica, risultato dell'avidità, ha creato milioni di disoccupati, privato le famiglie di una casa, infranto i sogni. L'economia fatta di numeri e grafici ha messo all'angolo l'essere umano. L'economia deve creare ricchezza per l'intera collettività in una logica inclusiva. La condivisione delle risorse produce una società più giusta e favorisce la promozione dell'uomo. In questo lavoro l'autore individua alcune piste di riflessione coraggiose e originali, necessarie per inclinare il terreno di gioco a favore delle realtà poste ai margini, perché chi soffre bussa e bisogna aprirgli. L'analisi è meticolosa e incalzate. Emerge la consapevolezza che ogni traguardo è frutto di fatica e convinzione, bisogna non arrendersi e affrontare il territorio insidioso dell'economia con fiducia e speranza.

Lo sviluppo nel XXI secolo....

Ianni V. (cur.)
Carocci 2017

In libreria in 3 giorni

15,50 €
Perché ripensare lo sviluppo? Perché impegnarsi nel ridefinire, qui ed ora, il profilo del mutamento che vorremmo, della società migliore cui aspiriamo? È da tali domande che scaturisce la riflessione confluita nel volume. I saggi che lo compongono - opera di studiosi ed esperti afferenti a università e organizzazioni nazionali e internazionali -tracciano un quadro delle trasformazioni che in questo xxi secolo stanno modificando le concezioni e le pratiche dello sviluppo. In un mondo divenuto più complesso e opaco, la consapevolezza dell'insostenibilità del cammino finora seguito, così come degli effetti in termini di povertà, esclusione e diseguaglianza, opera come spinta potente a riformulare temi, problemi e strategie, nella convinzione che non ci sono risposte one size fits ali e che l'approccio "voi avete dei problemi, noi le soluzioni" ha rappresentato un ostacolo, da sempre e in ogni contesto, per la comprensione e l'azione. L'adozione dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, il 25 settembre 2015, da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, è una significativa dimostrazione di quanto la stessa comunità internazionale avverta oggi l'esigenza di un profondo cambiamento della visione e delle pratiche di sviluppo e di cooperazione allo sviluppo.

Lo sviluppo. Promessa, problema,...

Ferrarotti Franco
Solfanelli 2017

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Per le società odierne, tecnicamente progredite, lo sviluppo economico è un mito, una sfida e nello stesso tempo il marchio distintivo che ad esse assegna il posto nella graduatoria delle nazioni civili. Ma è una distinzione illusoria. Il prodotto interno lordo e il reddito medio procapite sono certamente importanti per determinare il livello raggiunto da un Paese. Ma non sono sufficienti a farcene comprendere la qualità della vita. Lo sviluppo economico non è direttamente proporzionale al progresso civile. Un Paese tecnicamente ed economicamente progredito può andare incontro a regressioni paurose, di cui nel secolo scorso si hanno avuto esempi inaspettati e tragici. Non si tratta di criticare il consumismo. Esercizio che riesce molto bene a chi abbia già consumato. Più chiaramente: lo sviluppo è un valore strumentale. Non è fine a se stesso e non va confuso con la pura e semplice espansione.

Crisi o declino? Riflessioni sul...

Bernardini Sandro
Mondadori Università 2016

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Le dimensioni e il perdurare dell'attuale crisi impongono una radicale riconsiderazione del modello di sviluppo occidentale. Il XXI secolo sembra subire una "tempesta perfetta": da una parte le contrazioni della morale e dell'istruzione minano le qualità del cittadino; dall'altra l'espansione dello sviluppo ne esaspera l'incedere verso un sempre maggiore inquinamento ambientale, una sempre più esasperata divisione tra Paesi ricchi e Paesi poveri, un aumento della ricchezza per i già ricchi e nuove e più radicali povertà. L'esito è una spirale perversa il cui punto di equilibrio mette in gioco scenari a cui non eravamo preparati né avevamo previsto: immigrazione e cultura del rifiuto, malnutrizione e obesità, rifiuto/incapacità di vedere il nostro Mondo in pessime condizioni. Sembra una sfida quasi improba, che l'intelligenza degli uomini, tuttavia, se vorrà, saprà raccogliere e, come al solito, vincere.

Innovazione. Con e-book. Con...

Vicari Salvio
EGEA 2016

In libreria in 3 giorni

10,90 €
Come arrivano le nuove idee sul mercato? Pixel, la risposta a ogni esigenza di sapere. In omaggio online: contenuti integrativi e versione digitale del testo.

Circular economy. Dallo spreco al...

Lacy Peter
EGEA 2016

In libreria in 3 giorni

35,00 €
Un dato è incontrovertibile: le risorse della Terra sono limitate. Se le pratiche attuali continueranno, il forte incremento demografico, abbinato al boom della domanda di beni e servizi, le sfrutterà fino al punto di rottura. A peggiorare le cose, l'attuale modello di crescita lineare considera l'impatto dello spreco come una questione che "qualcun altro" dovrà risolvere - e nel frattempo la capacità del pianeta di assorbire e smaltire i rifiuti diminuisce ogni anno. È evidente che bisogna fare qualcosa. Non si tratta soltanto di reinserire nel ciclo produttivo gli sprechi intesi nel senso tradizionale di rifiuti, ma anche di porre rimedio all'enorme sottoutilizzazione di risorse naturali, prodotti e materiali. Si tratta di fare piazza pulita del concetto stesso di "scarti" e di riconoscere che ogni cosa ha un valore. In questa direzione, "Circular economy" propone strategie 'disruptive', in grado di dare un contributo sia al pianeta, sia ai profitti. Gli autori individuano cinque nuovi modelli di business che promuovono la crescita circolare, e identificano le tecnologie e le capacità richieste per trasformarli in vantaggio competitivo.

Solo la crisi ci può salvare. Basta...

Ermani Paolo
Il Punto d'Incontro 2016

In libreria in 3 giorni

12,90 €
Siamo noi i principali artefici del nostro destino, oppure le scelte che ci riguardano dovranno sempre essere delegate ad altri? Un'analisi appassionata di come l'attuale declino economico, sociale e religioso rappresenti di fatto l'imperdibile occasione per riscoprire noi stessi, il rapporto con gli altri e l'armonia con il nostro habitat. L'individuo è l'agente primario del radicale mutamento degli stili di vita che coinvolgerà comunità più ampie e il vero cambiamento è sempre e soltanto quello che sorge dalle nostre coscienze: mediante la passione e la conoscenza, si propaga fino a rendere possibile una trasformazione della realtà. Il nuovo modello sociale destinato ad affermarsi nei prossimi anni nascerà dall'alleanza fra il settore agricolo, la società civile, la microimprenditorialità locale e la finanza etica, per giungere all'affermazione di una realtà socioeconomica fondata sui beni non monetari.

La mente ben fatta. Individuo e...

Tola Alessio
Arkadia 2016

In libreria in 3 giorni

15,00 €
"In questa 'conversazione' i due autori sollevano una serie di problematiche generali sul mondo contemporaneo entrando nel vivo di quelle 'culture forti', radicate nei secoli, che non sono state scalfite dalla modernità. Per troppo tempo si è pensato che l'industrializzazione forzata del Mezzogiorno fosse la chiave per agganciare il progresso, ed è stata calata in queste società potenzialmente chiuse, un modello nuovo senza alcuna preparazione dell'habitat che avrebbe dovuto accoglierla. Il salto nella modernità, come spiegano gli autori non è però riuscito, con il risultato che il 'contro' salto all'indietro sta ora facendo sentire effetti politici drammatici. Oggi è avvenuto che sulla spinta della rivoluzione tecnologica il mercato ha perso ogni fisicità, si è dematerializzato, generando una situazione di continuità territoriale che non ha più bisogno di sussidi, ma di menti che l'organizzino. Su questo punto cruciale che esprime la 'struttura profonda' di un volume che ha il merito di saper 'guardare oltre' per gettare uno sguardo sullo stato della società globale." (Paolo Savona)

Cultura e sviluppo locale. Verso il...

Sacco P. L. (cur.); Ferilli G. (cur.); Tavano Blessi G. (cur.)
Il Mulino 2015

In libreria in 3 giorni

26,00 €
Mentre in ambito internazionale la cultura assume un ruolo centrale nei processi di sviluppo delle economie, in Italia si continua a fare soprattutto riferimento al tempo libero, al turismo culturale e al suo indotto. Se si guarda alla relazione tra economia, società e territorio quale sistema complesso in grado di generare crescita e sviluppo, diventa invece evidente come, nelle società post-industriali, la competizione avvenga sempre più tra sistemi territoriali in grado di promuovere lo sviluppo organico di cultura immateriale e di cultura materiale. Il libro propone un modello innovativo nel quale la cultura produce sviluppo agendo sui comportamenti dei residenti del sistema locale, stimolandone l'apertura mentale, le capacità di apprendimento e quindi la propensione a produrre e recepire l'innovazione.

Il fenomeno fondamentale dello...

Schumpeter Joseph A.
Il Mulino 2015

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Il volume raccoglie due capitoli tratti dalla prima edizione della "Teoria dello sviluppo economico": la principale tra le opere di Schumpeter, nonché una delle più rilevanti del pensiero economico del Novecento. Pubblicata nel 1911, l'opera conobbe una se

Al di là dell'offerta e della...

Röpke Wilhelm
Rubbettino 2015

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Pubblicato per la prima volta in Svizzera nel 1958 con il titolo "Jenseits von Angebot und Nachfrage" e in italiano nel 1965 da Edizioni di "Via Aperta" di Varese, "Al di là dell'offerta e della domanda. Verso una economia umana" è considerato il testament

Le dinamiche dello sviluppo locale....

Luzi Michela
Mimesis 2015

In libreria in 3 giorni

18,00 €
In un mondo sempre più interconnesso è diventata centrale e strategica la dimensione locale dello sviluppo. Le politiche territoriali rappresentano le cornici programmatiche, grazie alle quali si promuovono e si valorizzano le realtà locali che risultano essere intrinsecamente complesse, poiché al loro interno interagiscono attori e portatori di interessi a volte confliggenti o contrastanti. Dare vita a modelli di sviluppo e a forme di cooperazione tra i soggetti, pubblici e privati, non è impresa facile né il successo è scontato. Un ruolo fondamentale è ricoperto dalle istituzioni pubbliche, le quali, attraverso un approccio culturale totalmente nuovo e un sapiente governo degli strumenti della programmazione, unito alla capacità di creare capitale sociale, possono rappresentare la chiave di volta per enfatizzare le vocazionalità di sviluppo dei singoli territori. Occuparsi delle politiche dello sviluppo locale è l'occasione per analizzare la società con i suoi protagonisti, le sue trasformazioni, i suoi cambiamenti, le diverse sensibilità culturali e le sue attitudini a farsi fautrice e protagonista del futuro.

L'Abruzzo, l'Europa e la crescita....

Mauro Giuseppe
Carabba 2015

In libreria in 3 giorni

22,00 €
Introduzione di Antonio De Frenza. Il volume affronta i temi dell'evoluzione economica dell'Abruzzo e del processo di unificazione europea. In esso sono raccolti numerosi articoli e saggi scritti in un lungo arco di tempo. La loro lettura offre interessant

Acciuffare la luna. Comunità locali...

Esposito Salvatore
Edizioni Iod 2015

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Le Comunità Locali Sostenibili sono certo buone pratiche. Eppure celano una forza teorica e simbolica che va svelata proprio nell'universale sostenibilità e replicabilità che le caratterizza. La cifra dell'inedito è in questa mappa di economie della reciprocità e di governace partecipata. A partire dalla Campania, si rende possibile una nuova idea di terra felix per tutte e per tutti. Una strategie di rinascita e sovranità locale "come dice con grande lucidità nella sua introduzione Serge Latouche" Non consiste nel costruire e nel preservare un'oasi nel deserto del mercato mondiale ma nel moltiplicare le esperienze di riterritorializzazione e nell'estendere progressivamente la rete degli organismi sani per fare indietreggiare il deserto o renderlo fecondo. È questa la nuova luna, la nuova Costituzione materiale e simbolica, il desiderio di buona vita da acciuffare.

La grande fuga. Salute, ricchezza e...

Deaton Angus
Il Mulino 2015

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Così come "La grande fuga", famoso film del 1963, racconta l'evasione di un gruppo di soldati da un campo di prigionia della Seconda guerra mondiale, questo libro evoca la fuga dalla deprivazione e dalla morte precoce come costante nella storia dell'umanità. Le azioni che, una generazione dopo l'altra, sono state intraprese per rendere l'esistenza meno dura hanno tuttavia prodotto un incessante oscillare tra progresso e disuguaglianza. Avremo mai un progresso senza disuguaglianza? Non si parla qui solo di denaro, ma anche di salute, di felicità, e della possibilità di vivere abbastanza a lungo per godere delle opportunità della vita.

Una società senza progetto. La...

Morelli Gabriele
Kimerik 2014

In libreria in 3 giorni

14,80 €
"Questo libro è una testimonianza di coerenza umana e professionale, dove l'urgenza del cambiamento si scontra con un consolidato sistema economico e sociale non ancora incline a recepirlo convintamente, ma è soprattutto un fortissimo richiamo alle responsabilità delle classi politiche e dirigenti, che non sono state all'altezza di accompagnare il nostro Paese nel necessario processo di modernizzazione, precondizione ineludibile per competere in un mondo globalizzato e in rapidissima evoluzione. Attraverso il racconto di sei microstorie vissute e 'combattute' personalmente, Morelli mette a disposizione altrettante esperienze concrete che delineano con chiarezza le vere sfide, anche culturali, che abbiamo di fronte e alle quali nessuno può sottrarsi, dove cambiamento, miglioramento e innovazione non devono essere solamente slogan, ma consolidate pratiche quotidiane."

Brazil. Diario dall'altro mondo

Donelli Matteo
Wingsbert House 2014

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Una crescita che avanza. Un mercato che nel giro di pochi anni varrà come quello cinese e russo. Le esportazioni passate in poco tempo da 13 a 100 miliardi. Un paese che si sta arricchendo a ritmi vertiginosi: uno dei migliori mercati, solo per fare un esempio, per le penne MontBlanc e gli elicotteri privati. Un mercato succulento e ambitissimo dalle aziende italiane: sono ben duecentocinquanta i marchi imprenditoriali nostri che vi operano, in settori-chiave come la produzione di automobili, la moda, le scarpe, i mobili. Stiamo parlando - naturalmente - del Brasile. Il Paese del momento, quello sotto i riflettori di tutto il mondo grazie ai Campionati 2014 di calcio e le prossime Olimpiadi del 2016. Ma anche il Paese delle grandi contraddizioni. La povertà tutt'altro che sconfitta, nonostante le politiche sociali del ex presidente Lula. La violenza endemica di una società drammaticamente spaccata fra i privilegiati e i senza futuro. La corruzione. La prostituzione. I problemi ambientali.

Contro gli specialisti. La...

Da Empoli Giuliano
Marsilio 2013

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Pensavamo che il progresso camminasse sulle gambe di professionisti sempre più specializzati. Ma la crisi ha rivelato i limiti di una cultura astratta e compartimentata che non è più in grado di dare risposta ad alcuna delle grandi questioni che interrogano l'uomo contemporaneo: dai dilemmi della scienza al governo dell'economia, dalla sostenibilità ambientale alla rivoluzione digitale. In questo libro, Giuliano da Empoli non si limita a tracciare un ritratto impietoso di quelli che Ortega y Gasset chiamava gli "ignoranti istruiti": racconta anche l'ascesa di una generazione di scienziati, di imprenditori e di artisti che sta facendo saltare le frontiere tra le diverse discipline per adottare un approccio più complesso alle sfide del nostro tempo. "La realtà - scrive da Empoli - contraddice il piagnisteo degli accademici in lutto per il declino della cultura umanistica. Certo, è possibile che alcune polverose facoltà universitarie abbiano raggiunto lo stadio del coma irreversibile. Ma un nuovo umanesimo sta facendo la sua comparsa in ambiti inediti e sorprendenti".

Manifesto per la rinascita di una...

Bush Vannevar
Bollati Boringhieri 2013

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Nel novembre 1944, nel pieno della guerra, il Presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt pose al proprio consigliere scientifico, Vannevar Bush, una domanda cruciale: in che modo potremo, a guerra conclusa, sfruttare al meglio lo sforzo che stiamo sostenendo nella ricerca scientifica a scopo bellico e tradurlo in benessere per la nazione? Questo libro è la risposta scritta da Bush e rappresenta di fatto un programma politico e culturale per la ripresa economica, civile e sociale di una nazióne uscita da quindici anni di disastrosa crisi economica e cinque di guerra massacrante. In 70 pagine, chiare e secche, Vannevar Bush sottolinea i vantaggi economici e le ricadute positive della ricerca scientifica, chiedendo di finanziare la ricerca fondamentale, di selezionare le future generazioni di scienziati unicamente sulla base del merito e di diversificare la ricerca il più possibile. Una lezione ancora straordinariamente attuale, anche per un paese complicato e problematico come il nostro.