Classi sociali

Filtri attivi

Élites. Le illusioni della democrazia

Mosca Gaetano; Pareto Vilfredo; Michels Robert; Vitelli L. (cur.)
GOG - 2019

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Un'antologia di scritti di quattro grandi pensatori del primo Novecento, sul tema - consunto e annacquato dalla retorica democratica - delle élites e dei rapporti tra governanti e governati. Di stringente attualità, i testi riuniti in questo libro saggiano i primi interrogativi sorti intorno al ruolo delle élites nelle società di ogni tempo. Dalle prime tesi di Mosca sulla classe politica e la minoranza organizzata fino alle critiche di Gramsci nei confronti della composizione del partito in Michels, passando per la teoria della circolazione delle élites di Pareto.

La barriera e il livello. Studio sociologico...

Goblot Edmond; Pirone F. (cur.)
Mimesis - 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Cosa delimita e separa le classi sociali? Cosa tiene insieme una classe sociale? Nelle società moderne i confini tra le classi sono attraversabili e i criteri di classificazione non sono formalmente definiti. Né la ricchezza, né la professione sono sufficienti a delineare l'appartenenza o meno a una classe. Opera invece un processo di distinzione che consente alla classe superiore di legittimare la sua posizione dominante. Per Goblot la logica che consente la demarcazione di classe riguarda la moda, la morale, la formazione scolastica e il gusto estetico: è qui che si forma il senso pratico che, da una parte, sostiene la "barriera" che divide le classi e, dall'altra, produce il "livello" che accomuna sullo stesso piano quelli che appartengono alla classe. Con questo studio sulla borghesia francese moderna Goblot teorizza che le divisioni di classe sono definite, più che da condizioni strutturali, da gerarchie simboliche che rimandano a specifiche logiche di formazione dei giudizi di valore.

Industria 4.0 più liberi o più sfruttati?...

Gaddi Matteo
Edizioni Punto Rosso - 2019

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
"L'inchiesta della Fiom di Milano e della Fondazione Claudio Sabattini nasce con l'obiettivo di capire in che modo la cosiddetta quarta rivoluzione industriale stia cambiando l'organizzazione del lavoro, gli orari, la professionalità, la salute delle lavoratrici e dei lavoratori. Per fare questo, abbiamo intervistato delegati sindacali e lavoratori di un campione di aziende metalmeccaniche particolarmente significative della provincia di Milano, appartenenti ai settori dell'ICT, del manifatturiero e dell'impiantistica. (...) è fondamentale ripartire dalla condizione dei lavoratori, perché quest'ultima è stata occultata per tanti anni, e tale mancanza ha generato sia l'oscuramento politico del lavoro che il peggioramento concreto delle condizioni di chi lavora, non trovando più un'adeguata attenzione da parte dell'opinione pubblica. La condizione del lavoro e il punto di vista dei lavoratori sono decisivi per battersi per la stessa difesa del posto di lavoro e anche per un'ipotesi di sviluppo diversa". (Dalla prefazione di Roberta Turi, Segretaria Generale Fiom-Cgil Milano)

Storia intima dei ceti medi. Una capitale e una...

Asquer Enrica
Laterza - 2011

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Enrica Asquer compie un viaggio storico ed etnografico dentro le case dei ceti medi italiani anni Sessanta, alla scoperta delle memorie e dei valori, dei vezzi e dei gusti di chi ha costruito, nel bene e nel male, il volto del Paese all'ombra del miracolo economico. Una storia orale, intima e minuta, che si intreccia con la più ampia vicenda dell'Italia repubblicana, toccando una delle corde profonde della sua storia culturale. Principali beneficiari di un'Italia dai crescenti consumi privati e dalla certo più debole etica pubblica, i ceti medi urbani sono stati protagonisti ed emblemi di quel profondo rivolgimento sociale e culturale che ha segnato l'Italia contemporanea. Da Milano, capitale del miracolo, e da Cagliari, lembo estremo e imprevisto di una periferia affascinata dallo sviluppo, questo libro ricostruisce il profilo di un aggregato sociale sfuggente ma cruciale, raccogliendo le sue voci e interrogando le sue memorie. Quella che emerge è una parte d'Italia in bilico tra innovazione e conservazione, tra piccole virtù private e indifferenza al bene comune. Un'Italia che diventa più moderna nei gesti e nelle abitudini quotidiane, negli spazi e nei tempi delle sue giornate, ma che non supera alcuni suoi tabù, nella vita familiare, nella relazione tra i generi, nel rapporto con la sfera pubblica.

La teoria della classe agiata. Studio economico...

Veblen Thorstein
Einaudi - 2007

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
A cent'anni dalla sua uscita, "La teoria della classe agiata" di Veblen conserva una notevole importanza. Il libro si presenta come un trattato economico classico, dove le questioni tradizionali (consumo, produzione, distribuzione del reddito) sono subordinate al tema della crescita industriale della nazione: via via che l'industria si specializza e aumenta la ricchezza complessiva, aumentano coloro che possono vivere senza lavorare. E costoro, mantenendo gente che a sua volta non lavora, immobilizzano risorse che potrebbero essere impiegate nel processo industriale. Applicando un modello di ricostruzione storica "a ritroso", l'autore mette in luce il carattere retrogrado delle società moderne, indicando diversi esempi di sopravvivenza barbarica presenti nella grande aristocrazia americana. All'origine di ogni forma di proprietà c'è il desiderio di emulare la ricchezza altrui; case, vestiti, servitù soddisfano innanzitutto il bisogno di considerazione sociale di chi li possiede, ciò che incrina la fiducia nella competizione sociale ed economica. Stabilita la tesi della cumulabilità dell'emulazione, Veblen la applica ai meccanismi di distribuzione della ricchezza, dimostrando che, invece di migliorare la situazione delle classi povere, "la lotta degli egoismi" e la rivalità tra ricchi accrescono la concentrazione di ricchezza e potere in quelle privilegiate.

Diversità sociale e sostenibilità. Una...

Chiapparino F. (cur.)
Il Mulino - 2011

Disponibile in 5 giorni

26,00 €
Quali forme ha assunto storicamente la diversità sociale? E per quali tra di esse si è posto un problema di sostenibilità? In quali casi, da elemento di conflitto, può trasformarsi in fattore di arricchimento del tessuto sociale e di crescita, anche economica? Frutto della quinquennale partecipazione ad un network di ricerca europeo, il volume riunisce una serie di interventi che tentano di dare alcune prime risposte a simili, non semplici interrogativi Nella prima parte si affronta la questione della diversità (sociale in quanta distinta da quella biologica, la biodiversilà) in una prospettiva storica di lungo periodo, tra medioevo ed età contemporanea; mentre la seconda parte si concentra sulla dimensione urbana, focalizzando vari casi in cui la diversità e la sua gestione si sono manifestate nel tessuto sociale, insediativo e architettonico di città italiane ed europee nella prima età moderna e durante il processo di industrializzazione. Due saggi sono dedicati al fenomeno della imprenditorialità dei migranti nell'attuale quadro dell'economia italiana, analizzando uno degli aspetti per cui i processi migratori - la principale manifestazione del "diverso" nelle società europee - sono più concretamente in bilico tra conflitto e integrazione. Una molteplicità di approcci disciplinari, che dalla storia economica e sociale e da quella dell'architettura spaziano fino all'analisi sociologica e statistico-economica.

Le origini della cavalleria medievale

Giambonino Luca
Youcanprint - 2019

Non disponibile

10,00 €
"Le origini della cavalleria medievale" è un'opera completa che analizza sotto ogni punto di vista, utilizzando le migliori fonti storiche disponibili e citate nella bibliografia essenziale, il problema delle origini della cavalleria medievale europea, spostandosi dagli usi dell'Italia a quelli della Francia e della Germania dei secoli IX-XV. Ogni aspetto viene trattato, dall'etica agli usi e ai costumi ai riti, ponendo una stretta connessione fra il movimento delle Paci e Tregue di Dio del secolo X e la nascita della cavalleria così come noi l'abbiamo conosciuta nei libri di storia.

Nazismo e classe operaia 1933-1993

Bologna Sergio
ShaKe - 2018

Non disponibile

12,00 €
In questo breve ma chiarissimo testo, Sergio Bologna ci racconta il ruolo della classe operaia negli anni prima e dopo la presa nazista del potere. Nell'analizzare le condizioni di vita operaie e gli eventi più cruciali del periodo - a partire dal massacro operaio di Berlino del 1929 fino alla storia delle bande giovanili di strada antinaziste e alle incursioni delle SA nelle birrerie operaie delle periferie - in anni che furono in realtà di guerra civile strisciante, Sergio Bologna smonta il tradizionale giudizio degli storici, secondo i quali la classe operaia e il proletariato tedesco si sarebbero piegati davanti a Hitler senza opporre resistenza. Un giudizio sostanzialmente ingiusto, che non rispetta minimamente la realtà. La lotta antifascista è stata un obiettivo reale e concreto perseguito, seppur con i pochi mezzi a loro disposizione, da parte delle organizzazioni operaie tedesche. Contro di esse, il nazismo svilupperà diverse e articolate strategie di tipo "entrista" per separare gli interessi di classe, dividere le coscienze e in definitiva lacerare il tessuto operaio.

Il borghese fa il mondo. Quindici accoppiamenti...

De Cristofaro F. (cur.); Viscardi M. (cur.)
Donzelli - 2017

Non disponibile

35,00 €
Secondo alcuni il mondo è una biblioteca; ma se persino le stelle fisse, fisse non sono, allora una biblioteca non sarà un luogo ordinato quanto piuttosto un tentativo, una possibilità, una sfida all'ordine. Il borghese fa il mondo davanti ai suoi libri, ma i suoi libri lo guardano, lo impensieriscono e lo provocano fino ad annientarlo. Questo libro, scaturito dal lavoro che l'Opificio di letteratura reale di Francesco de Cristofaro e Giovanni Maffei ha condotto negli ultimi anni, studia l'immaginario della borghesia attraverso un ampio corpus di opere, giudiziosamente accoppiate, suddivise in tre "movimenti" (il borghese / fa / il mondo) e infine indagate con spirito libero: per esempio, la solitudine di Robinson si rispecchia in quella di Gesualdo, Maigret e Sherlock Holmes pipano in compagnia, la silhouette di Tristram Shandy è risucchiata dal sottosuolo di Dostoevskij, Barry Lyndon duella con i duellanti di Conrad, il borghese gentiluomo si pavoneggia al fianco di Totò-Sciosciammocca. Ancora, i villeggianti goldoniani conversano con il commesso viaggiatore Willy Loman; e il farmacista Homais, già segreto beniamino di Flaubert, flirta mostruosamente con Homer Simpson. Note introduttive di Emanuele Canzaniello.

Il popolo della sabbia

De Rita Giuseppe; Bottos G. (cur.); Danna R. (cur.); Mesini L. (cur.)
Castelvecchi - 2017

Non disponibile

5,00 €

I commissariamenti nel settore culturale...

Ferri Paolo
Editoriale Scientifica - 2016

Non disponibile

14,00 €
Questo libro analizza come vengono nominati i commissari straordinari. E perché. Cosa fanno durante il loro mandato e le ragioni per cui, solitamente, il commissariamento non stimola cambiamenti virtuosi. Questo libro raccoglie, confronta e analizza criticamente le interpretazioni dei protagonisti di quattro casi: in aree archeologiche e teatri lirici. Perché studiare i commissariamenti significa indagare un fenomeno tutto italiano, che arricchisce allo stesso tempo il dibattito internazionale su fragilità e forze della Pubblica Amministrazione. Perché studiare i commissariamenti rappresenta un viaggio nello "straordinario" che può dirci molto su ciò che orienta l'"ordinario". Se ne consiglia la lettura a chiunque si chieda cosa succede quando il Ministro di turno si affida al solito commissario. Se ne sconsiglia la lettura a quanti sono convinti che l'annuncio dell'intervento sia, finalmente, il momento della svolta.

La classe operaia italiana. Con uno scritto...

Amendola Giorgio
goWare - 2016

Non disponibile

11,99 €
Uscito nel 1968 e oggi introvabile, "La classe operaia italiana" di Giorgio Amendola, è, come scrive Giulio Sapelli, un punto di riferimento per chiunque voglia capire la storia del nostro paese e del movimento operaio. La tesi di Amendola partiva da una semplice constatazione: la maggioranza degli operai italiani lavorava in aziende piccole e medie e solo una minoranza nelle grandi fabbriche. Da ciò discendeva una conclusione politica: occorreva ribaltare tutta la linea allora prevalente nei tre grandi sindacati italiani e anche nei partiti della sinistra. Amendola scriveva da capo politico e con un fine politico, avanzando una tesi dirompente che lo isolò all'interno del PCI e che andò dimenticata nella successiva stagione dell'autunno caldo e del terrorismo. Insieme a questo saggio presentiamo l'intervento di Amendola del 1979 sull'atteggiamento della classe operaia torinese nei confronti del terrorismo. Sulla lezione della FIAT pubblichiamo anche un saggio coevo di Giulio Sapelli: "Grande impresa, comportamenti sociali e sindacato: il caso FIAT". Una lettura anche di educazione civica.

Che cosa è il Terzo Stato?

Sieyès Emmanuel J.
Gwynplaine - 2016

Non disponibile

13,00 €
Vi sono libri che hanno contribuito a rovesciare tiranni e regimi e "Che cosa è il Terzo Stato?" dell'abate Sieyès fu uno di questi. Questo violentissimo ed efficace pamphlet costituì il "detonatore" teorico dello scoppio della Rivoluzione Francese imponendosi come manifesto politico delle rivendicazioni della borghesia rivoluzionaria contro i privilegi nobiliari e l'assolutismo di Ancien Régime. Pubblicato anonimo all'inizio del fatidico '89, circolò di mano in mano con una fortuna crescente, trovandosi al centro delle discussioni nei caffè e nei club politici di Parigi e diffondendosi in breve ovunque, in Francia e in Europa. Definito da Tocqueville "un vero e proprio grido di guerra", "Che cosa è il Terzo Stato?" mise in discussione con un'implacabile requisitoria l'intero ordinamento sociale e politico del Regno di Francia, suggerendone il radicale azzeramento e invitando les citoyens a prendere nelle proprie mani le redini della cosa pubblica.

Il puzzle dei ceti medi

Bellini Andrea
Firenze University Press - 2015

Non disponibile

24,90 €
Quella dei ceti medi è una questione che nell'ultimo decennio ha registrato una ripresa di interesse nell'opinione pubblica, soprattutto alla luce delle problematiche connesse con la transizione a un capitalismo flessibile e con l'avvento della crisi. Nel dibattito scientifico, essa è presente sin dagli albori della sociologia moderna come un fenomeno difficile da inquadrare dal punto di vista teorico e ancor più da indagare empiricamente. A partire da queste premesse, il volume offre una rilettura in chiave critica di autori e contributi classici e contemporanei, incentrando l'analisi sul ruolo svolto dagli stessi ceti medi nell'ambito dei processi di cambiamento e cercando di far emergere le inter-connessioni tra le dimensioni di struttura, identità e azione.

Il libro degli snob

Duca di Bedford
Elliot - 2015

Non disponibile

12,50 €
Erede di una delle più antiche ed eccentriche famiglie inglesi, il tredicesimo duca di Bedford ha potuto osservare tra le mura domestiche vizi e virtù degli aristocratici d'Inghilterra. Nessuno meglio di lui poteva quindi compilare questa dettagliata e utile guida per ogni aspirante snob: un imperdibile compendio dello snobismo contemporaneo e internazionale. Una scrupolosa raccolta dei dati più attuali su quel mondo, basala sulla sua esperienza diretta e sui numerosi e divertenti aneddoti di famiglia. Il duca rivela ai lettori i segreti per aprirsi un varco tra le più alte sfere della società: come nominare le persone con la giusta intonazione, come diventare intimi di gente che non ne vuole sapere niente di te, come cenare a sbafo e guadagnarsi, cosa assai più rilevante, il favore dei domestici e, soprattutto, come sistemarsi sul mercato matrimoniale...

Saggio sulle classi sociali

Sylos Labini Paolo
Laterza - 2015

Non disponibile

14,00 €
"Qual era lo scopo di Sylos Labini nel distinguere diverse classi sociali? Era uno scopo politico: capire come le persone si sarebbero comportate politicamente, non tanto nel voto, quanto nella costruzione di una società moderna". (Innocenzo Cipolletta) Con due scritti di Innocenzo Cipolletta e Ilvo Diamanti.

La rinascita del ceto medio

Prandstraller Gian Paolo
Franco Angeli - 2013

Non disponibile

19,00 €
La presentazione della prima edizione di questo volume conteneva un invito al lettore a riconoscersi nel ceto medio e ad avere fiducia nello sviluppo di questa forza, nonostante l'evidente incomprensione in cui essa era tenuta in Italia. Ora, a distanza di circa due anni, si è manifestato un fenomeno nuovo che sovrasta largamente il nostro ambito nazionale: lo sviluppo di un ceto medio coraggioso e rampante in quasi tutti i paesi che hanno accettato l'opzione postindustriale. Ciò trasferisce la tematica del ceto medio a una prospettiva planetaria e cambia, per così dire, lo scenario in cui si muove questa formazione. La nuova edizione ha come presupposto proprio lo sviluppo di un ceto medio mondiale, e le conseguenze che tale fenomeno assume anche sulle formazioni sociali intermedie del vecchio mondo. Di qui la necessità di considerare le iniziative che tutto ciò suggerisce in termini strutturali e culturali. Il testo comprende una nota finale in favore di quella nozione sempre più evanescente che è l'ottimismo, come spinta interiore e prassi di vita; considerando quest'ultimo una caratteristica esistenziale indispensabile nel nostro tempo per tutti coloro che appartengano a una società capace di affrontare la nuova economia - nella quale saranno presto presenti molti competitori ansiosi di affermarsi e, naturalmente, di prevalere.

La classe non è acqua

Caprarica Antonio
Sperling & Kupfer - 2012

Non disponibile

10,50 €
Un'incontenibile passione per i cavalli e i cani, una vena di follia nei cromosomi, un patrimonio famigliare che include diverse migliaia di ettari di terra e alcuni manieri, un corso di studi a Eton. Ecco le prerogative dell'aristocrazia terriera, una classe sopravvissuta solo in Gran Bretagna, che continua a dominare le fantasie e le aspirazioni non soltanto dei connazionali ma anche di milioni di italiani appassionati di matrimoni reali e bisticci di Corte. Nell'isola d'Oltremanica, una schiera di milleduecento famiglie di sangue blu possiede un terzo del territorio, più o meno l'equivalente dell'Italia del Nord. Benché spogliata da Tony Blair del diritto ereditario di sedere nella Camera dei Lord, la nobiltà non ha perso né il suo fascino né le sue ricchezze, né l'eccentricità, che consegna figure memorabili alla storia universale della dissipazione. E anche se le meno facoltose delle landed families, per poter mantenere le loro magioni, hanno dovuto trasformarle in bed & breakfast, l'immagine del gentiluomo di campagna che vive, con decine di servitori, in un castello circondato da boschi non è affatto tramontata. Chi sono e come vivono i discendenti di quei duchi, marchesi e conti i cui nomi sono disseminati nelle pagine più importanti della storia inglese? Antonio Caprarica li ha seguiti nei loro uffici nella City, nei club più esclusivi, nei secolari appuntamenti delle corse dei cavalli ad Ascot e della caccia alla volpe a Badminton...

Due miliardi di salariati. La nostra classe nel...

Davoli Piermaria
Lotta Comunista - 2012

Non disponibile

20,00 €
Due eventi statistici hanno marcato l'inizio del secondo decennio del nuovo secolo: la popolazione mondiale ha raggiunto i 7 miliardi e la quota di quella urbana ha superato il 50%. Mentre il Vecchio Mondo ha via via esaurito la spinta demografica, in esso è proseguita e poi si è di fatto conclusa l'urbanizzazione. Nel contempo altre regioni del mondo, Asia in testa, sono entrate in una trasformazione che ha ormai raggiunto tutta la faccia della Terra. Aumento della popolazione urbana vuol dire aumento delle classi sociali tipiche del capitalismo nella fase imperialistica. Dietro queste cifre sta la crescita del numero delle fabbriche e degli stabilimenti, dei connessi servizi, dei sistemi di trasporto, della produzione e distribuzione dell'energia, e tutto quanto di altro vi è strettamente legato. Classi sociali a loro volta vogliono dire proletariato, conflitto di classe, occasioni per la formazione materialistica della coscienza. Non dovrebbe ormai essere lontano il traguardo dei due miliardi di salariati nel mondo. Eccolo, il mercato mondiale della forza-lavoro. Eccola, la forza numerica della nostra classe.

Il dominio e l'arte della resistenza. I...

Scott James C.
Elèuthera - 2012

Non disponibile

15,00 €
"Quando passa il gran signore, il saggio villico fa un profondo inchino e silenziosamente scoreggia". Questo proverbio etiope, citato in apertura del libro, dà una prima beffarda idea di cosa Scott intenda per quei "verbali segreti" che legge dietro la sto

Il libro degli snob

Duca di Bedford
Castelvecchi - 2012

Non disponibile

15,00 €
Nato in una delle più aristocratiche famiglie inglesi, il tredicesimo duca di Bedford ha avuto la possibilità di osservare da vicino i punti deboli dei suoi "pari" e di sperimentare di persona i piacevolissimi vantaggi di essere uno snob. Nessuno meglio di

Forme dell'abitare. Un'analisi sociologica...

Ciampi Marina
Rubbettino - 2011

Non disponibile

19,00 €
Lo studio sulle forme dell'abitare parte dal presupposto che tra il corpo e lo spazio vi sia una relazione di coappartenenza e si attivi una comunicazione che diviene fortemente significativa nella casa, luogo dell'identità e della memoria, dell'esperienza personale e intersoggettiva. L'autrice analizza i modelli abitativi che accompagnano la borghesia in ascesa dell'Ottocento e quella avanzata del Novecento; essi, infatti, restituiscono fedelmente e processualmente il "volto" dell'individuo e della classe sociale di appartenenza. Nella casa del borghese si collocano e si cristallizzano i valori in cui egli si identifica e che caratterizzano la sua vita privata e pubblica: razionalità, ordine, solidità familiare, relazione con Alter, definizione dei ruoli e condivisione dello status. Quello della casa è un bisogno individuale e collettivo che mobilita e contiene dinamiche fisiche, psichiche, antropologiche, sociali e culturali: l'abitazione garantisce - a livello simbolico e materiale - la "fissità" necessaria ad allontanare il senso di spaesamento e sradicamento che caratterizza l'individuo-flâneur contemporaneo.

Uno sguardo sul dominio borghese. Un breve...

Piro Pietro
La Zisa - 2011

Non disponibile

9,90 €
Partendo da riflessioni sulla società contemporanea, questo breve saggio analizza con lucidità le caratteristiche della borghesia, gruppo sociale complesso e cangiante protagonista indiscusso della storia degli ultimi secoli. Visioni, bisogni, miti, stili

La borghesia nell'ascesa egemonica del mondo

Ciccia Giosuè S.
Pragmata - 2011

Non disponibile

14,00 €
Una vigorosa analisi del fenomeno dell'ascesa della borghesia, partendo dai suoi presupposti storici, la nascita e lo sviluppo nei secoli, dall'età antica, passando per il Medio Evo per giungere sino ai nostri giorni. Uno studio dettagliato sull'influenza della società borghese nell'economia, nell'arte, nella scienza, nella cultura e nella conduzione politica.

Educazione e formazione a Roma. Storia, testi,...

Frasca Rosella
Dedalo - 2011

Non disponibile

23,00 €
Chi, e in base a quali criteri, definiva a Roma i limiti di ciò che era lecito e ciò che non lo era? A che età era consentito strizzare l'occhio a Venere? Quali erano le regole che guidavano i rapporti amicali, sessuali, amorosi? Come ci si doveva comporta

Proletari della borghesia. I piccoli...

Maida Bruno
Carocci - 2009

Non disponibile

15,10 €
Il libro racconta la storia dei piccoli commercianti nell'Italia unitaria. Una storia trascurata, sulla base del doppio pregiudizio che la modernizzazione li avrebbe cancellati dal panorama economico e che comunque i loro comportamenti risultavano segnati da una sorta di impronta genetica che li avrebbe resi incapaci di innovazione e stabilmente rivolti a politiche conservatrici quando non autoritarie. Le vicende di questi "proletari della borghesia" individuano al contrario i caratteri e le contraddizioni di una parte significativa dello sviluppo dell'economia e della società italiane, da una parte frenato dall'intreccio fra interessi di categoria e contrattazione del consenso politico; dall'altra segnato da una presenza costante e radicata di una piccola distribuzione che ha dato un segno inequivocabile alle forme e alle trasformazioni dei consumi in Italia.

Ceto medio. Perché e come occuparsene. Una...

Bagnasco A. (cur.)
Il Mulino - 2008

Non disponibile

29,00 €
Nella discussione pubblica e nelle prese di posizione politiche è ormai diventata di uso comune l'espressione "malessere del ceto medio". Una parte corposa della nostra società, immaginata in passato come ben assestata, si direbbe entrata in una condizione di disagio e di crisi. Tramontata la vecchia dicotomia borghesia-classe operaia, questa condizione critica è diventata cruciale per le dinamiche della stratificazione e del cambiamento sociale. Ormai numericamente preponderante, il ceto medio non è un insieme informe e passivo, che in qualche modo si accoda ad altri. Proprio qui, anzi, possono nascere pesanti ostacoli, oppure risorse importanti, per la costruzione di una società capace di sviluppo ed equità. E qui si gioca la possibilità di una democrazia sana, o possono maturare minacciose derive reazionarie, come già altre volte in passato. In questo volume, che mette un punto fermo al dibattito e nel contempo inaugura un filone di ricerche, il ceto medio italiano è considerato sotto diversi aspetti: stili di vita, modelli di consumo, abitudini alimentari, condizioni abitative.

Le élites locali nella provincia d'Egitto di...

Bussi Silvia
Cisalpino - 2008

Non disponibile

25,00 €
L'Egitto romano è una realtà assai sfaccettata, complessa e per molti aspetti contraddittoria, oggetto quindi di innumerevoli studi e di teorie interpretative contrastanti. L'analisi condotta in queste pagine è focalizzata sulle élites locali: chi furono gli Egiziani grecizzati che riuscirono a emergere e a segnalarsi in questa provincia.

Il denaro fa la felicità?

Becchetti Leonardo
Laterza - 2007

Non disponibile

10,00 €
Perché nigeriani e messicani risultano essere in media più felici degli europei e degli americani, nonostante siano indiscutibilmente più poveri? Perché l'aumento del benessere economico in una società va di pari passo con una vita di relazione sempre meno soddisfacente? Esiste una branca della ricerca sociale che si occupa di rispondere a questo genere di domande: gli 'studi sulla felicità' analizzano e quantificano il grado di soddisfazione degli individui in relazione a un folto numero di variabili socioeconomiche quali, ad esempio, il livello di reddito e l'occupazione. Le ricerche in questa materia sono oggi in grado di supportare le istituzioni internazionali e le classi dirigenti nella formulazione di obiettivi socioeconomici completi e soddisfacenti, che suscitino il pieno consenso dei cittadini. Questo volume illustra, sulla base dei dati più aggiornati, le principali leggi che regolano il rapporto tra felicità e ricchezza e analizza problemi e paradossi del nesso tra reddito e soddisfazione di vita, l'effetto dell'inflazione, della disoccupazione e della rivoluzione del modello d'impresa contemporaneo sul tasso di felicità di una nazione, il rapporto della felicità con il mercato e il capitale sociale.

La società di tutti. Multiculturalismo e...

Bevilacqua E. (cur.); De Nardis P. (cur.)
Booklet Milano - 2007

Non disponibile

18,00 €
Anche se oggi appare più semplice identificarsi in uno stile di vita e in un genere sessuale, l'emergere della flessibilità della disoccupazione strutturale e della resistenza alla globalizzazione mantengono vivo il bisogno di continuare a far riferimento alle divisioni di classe. Il volume raccoglie le più significative riflessioni di studiosi di area italiana e angloamericana (J. Rifkin, A. Sen, J. Goldthorpe) su questo tema, rivelandosi strumento utile per comprendere i nuovi significati che va assumendo una parola ormai classica del vocabolario sociologico, solo apparentemente resa desueta dai mutamenti degli ultimi decenni.

Che fine ha fatto la lotta di classe?

Holloway John
Manifestolibri - 2007

Non disponibile

15,00 €
"Se vogliamo cambiare la società, dobbiamo pensarla come qualcosa creata dalle persone e che le persone stesse possono cambiare". E cambiarla è necessario, perché "la lotta di classe non è mai stata tanto crudele e violenta come lo è oggigiorno". Questo vo

I nuovi ceti popolari. Chi ha preso il posto...

Magatti Mauro
Feltrinelli - 2006

Non disponibile

18,00 €
Come vivono, in cosa si riconoscono, di quali valori sono portatori quegli italiani che hanno ereditato la collocazione sociale della vecchia classe operaia senza conservarne la forte identità di gruppo. I nuovi ceti popolari sono fluidi, diversificati, invisibili allo scenario politico. Basato su una ricerca empirica, il libro offre una fotografia e un'analisi interpretativa di una parte fondamentale e numericamente maggioritaria dell'Italia di oggi.

La politica sociale del Terzo Reich

Mason Timothy W.
Mondadori Bruno - 2006

Non disponibile

12,00 €
Il libro rappresenta un contributo all'approfondimento dei rapporti sociali e delle relazioni tra le classi sotto il nazismo, dimostrando la capacità di chiamare in causa non solo i dati della storia sociale, ma i rapporti più complessi con la politica interna ed estera della Germania nazista. Il mutamento della condizione della classe operaia e la politica del regime nazista nei suoi confronti costituiscono l'asse interpretativo a sostegno dell'opera, che non trascura i meccanismi messi in atto dal regime per bloccare la lotta operaia. Nella sua analisi, l'autore tende a superare i limiti del legame della classe operaia alle sue istituzioni, ravvisando l'essenza delle classi subalterne nella loro lotta contro la classe dirigente.

Il dominio è l'arte della resistenza. I...

Scott James C.
Elèuthera - 2006

Non disponibile

18,00 €
"Quando passa il gran signore, il saggio villico fa un profondo inchino e silenziosamente scoreggia". Questo proverbio etiope, citato in apertura del libro, dà una prima ironica idea di cosa Scott intenda per "verbali segreti", ovvero i comportamenti e le

L'operaio

Jünger Ernst
Guanda - 2004

Non disponibile

20,00 €
Apparso in Germania nel 1932, "L'operaio" è uno dei testi più discussi e profetici di Junger. Un saggio politico di grande energia e straordinaria lucidità, in cui la figura dell'operaio assurge a dimensione mitica come intreprete supremo del mondo moderno

La politica sociale del III Reich

Mason Timothy W.
Mondadori Bruno - 2003

Non disponibile

22,50 €
Il libro rappresenta un contributo all'approfondimento dei rapporti sociali e delle relazioni tra le classi sotto il nazismo, dimostrando la capacità di chiamare in causa non solo i dati della storia sociale, ma i rapporti più complessi con la politica interna ed estera della Germania nazista. Il mutamento della condizione della classe operaia e la politica del regime nazista nei suoi confronti costituiscono l'asse interpretativo a sostegno dell'intera opera, che non trascura i meccanismi messi in atto dal regime per bloccare la lotta operaia. Nella sua analisi, l'autore tende a superare i limiti del legame della classe operaia alle sue istituzioni, ravvisando l'essenza delle classi subalterne nella loro lotta contro la classe dirigente.

Le classi in una società senza classi

Bevilacqua E. (cur.); De Nardis P. (cur.)
Meltemi - 2001

Non disponibile

16,53 €
Anche se oggi appare più semplice identificarsi in uno stile di vita e in un genere sessuale, l'emergere della flessibilità della disoccupazione strutturale e della resistenza alla globalizzazione mantengono vivo il bisogno di continuare a far riferimento

Le classi in una società senza classi

Bevilacqua E. (cur.); De Nardis P. (cur.)
Booklet Milano - 2001

Non disponibile

15,00 €
Anche se oggi appare più semplice identificarsi in uno stile di vita e in un genere sessuale, l'emergere della flessibilità della disoccupazione strutturale e della resistenza alla globalizzazione mantengono vivo il bisogno di continuare a far riferimento alle divisioni di classe. Il volume raccoglie le più significative riflessioni di studiosi di area italiana e angloamericana (J. Rifkin, A. Sen, J. Goldthorpe) su questo tema, rivelandosi strumento utile per comprendere i nuovi significati che va assumendo una parola ormai classica del vocabolario sociologico, solo apparentemente resa desueta dai mutamenti degli ultimi decenni.

Classi sociali e stratificazione

Crompton Rosemary
Il Mulino - 1999

Non disponibile

15,49 €
Possiamo ancora parlare di classi sociali? L'autrice di questo libro ritiene che le classi debbano rimanere una categoria analitica fondamentale benché, rispetto al passato, esse vadano ripensate e ridefinite alla luce delle problematiche concernenti il genere e l'appartenenza etnica. Passando criticamente in rassegna i diversi approcci teorici e metodologici alla questione, l'autrice esplora i nessi fra problemi sociali concreti, dibattito politico e riflessione sociologica. Il volume fornisce una messa a punto completa e aggiornata sul tema controverso ma ineludibile delle classi e della stratificazione sociale.

Classi e reti sociali. Risorse e strategie...

Bianco M. Luisa
Il Mulino - 1996

Non disponibile

15,49 €
Adottando il punto di vista dell'individualismo metodologico, nei primi due capitoli si mostra come la riproduzione "normale" della società avvenga attraverso l'agire dei soggetti sociali. Discusse criticamente le soluzioni neoweberiane ai problemi della riproduzione sociale, si riconsiderano i principali approcci teorici della stratificazione, nonché i modelli di struttura sociale elaborati nell'ultimo decennio in Italia. Vengono quindi analizzati alcuni gruppi sociali in espansione nella società contemporanea. Dopo aver mostrato che l'importanza delle reti sociali e delle risorse in esse incorporate è intrinseca al funzionamento della società, il volume si chiude con l'indicazione del percorso verso una teoria relazionale della mobilità.