Governo locale

Filtri attivi

Palermo tra emergenza e progetto....

Abbonato Luciano
Rubbettino

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Dopo un decennio d'inesorabile declino che porta il Comune sull'orlo del dissesto finanziario e la città in una grave condizione di crisi economica e sociale, Palermo vive tra il 2012 e il 2016 una nuova rinascita. La crisi ha origine e si sviluppa come diretta conseguenza di un modello di rapporto centro-periferia che si impone a livello nazionale nella fase di assestamento politico post Tangentopoli a partire dalla seconda metà degli anni '90. Un nuovo modello che, spezzato il binomio autonomia-responsabilità, riconduce i sindaci a una pura logica di appartenenza e di dipendenza finanziaria dal centro. Palermo: da caso emblematico di questa nuova occupazione della res publica a storia di riscatto, grazie all'azione di ricostruzione ancora una volta guidata dal sindaco della "primavera" (1987-1990) Leoluca Orlando. Il superamento della crisi finanziaria del Comune e delle sue aziende avviene attraverso una significativa opera di razionalizzazione delle partecipate e uno straordinario recupero di produttività in tutte le principali attività comunali. Da questa fase prende l'avvio il rilancio della città, nel 2018 Capitale italiana della cultura, che anche grazie al riconoscimento UNESCO, a Manifesta 12 e a una ritrovata vitalità, attraversa di fatto una nuova primavera. Prefazione di Marco Vitale e postfazione di Leoluca Orlando.

Merit system. Il funzionamento...

Beato Giuseppe
Castelvecchi

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
Quali sono le caratteristiche reali di funzionamento dell'Amministrazione federale statunitense? Molti in Italia affermano che le modifiche legislative prodottesi nella nostra pubblica amministrazione negli ultimi 25 anni sono ispirate al modello U.S.A. Questa ricerca dimostra, invece, che la realtà dell'Amministrazione federale è completamente diversa dallo storytelling comunemente accreditato. Questo lavoro è stato presentato nel corso di un convegno promosso dall'Associazione Nuova Etica Pubblica con la partecipazione del presidente dell'ANAC Raffaele Cantone, dell'ex-Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, dell'ex Capo di gabinetto del Presidente Ciampi Paolo De Ioanna, del Consigliere della Corte dei Conti Eugenio Schlitzer, del Consigliere di Stato Carlo Deodato e dell'esperta di valutazione delle politiche pubbliche Nicoletta Stame, ricevendo unanimi lusinghieri riscontri.

Governare Milano nel nuovo millennio

Andreotti
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Come molte altre città europee, Milano può essere studiata su scala cittadina, metropolitana, regionale e macro-regionale. Da qualsiasi punto di vista la si osservi, è al centro di un'importante area economica e sembra vivere un nuovo rinascimento. Che cosa accade oggi a Milano? In che misura le forme della governance urbana incidono sulle trasformazioni della città e dei servizi alla popolazione? Questo volume vuole essere un contributo utile per capire come sono stati gestiti alcuni dei cambiamenti che hanno segnato la città nella transizione al nuovo millennio. Gli studiosi che vi hanno contribuito si interrogano su quali attori pubblici e privati, attraverso quali strumenti, con quali continuità e discontinuità abbiano operato, e soprattutto sul tipo di relazioni che si sono sviluppate all'interno di diversi ambiti: sicurezza, assistenza sociale, pianificazione urbanistica, servizi di pubblica utilità, fino a settori economici particolarmente rappresentativi del contesto milanese, come la moda e l'economia della collaborazione. È così possibile ricostruire sia dinamiche di sviluppo che hanno attraversato Milano e sono tipiche delle città europee, sia dinamiche specifiche legate alla storia e alle caratteristiche della città. Per questa via, si sottopone a verifica empirica l'idea della debolezza o della forza della capacità di governo e del suo cambiamento nel tempo, evidenziando una rinnovata capacità di guida e direzione.

Trasformazioni urbane. Le città...

Nesti Giorgia
Carocci 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Il concetto di smart city è diventato estremamente popolare negli ultimi anni e molteplici sono state le strategie intelligenti sperimentate nelle città europee e italiane. Ma che cosa significa diventare una città intelligente? Quali opportunità offre questo approccio e quali sono i rischi ad esso collegati? Il volume propone una lettura approfondita dell'idea di città intelligente e del paradigma di governance locale che ne deriva. Attraverso l'analisi empirica di alcuni casi studio italiani ed europei ritenuti di successo, il libro ricostruisce come l'approccio smart abbia funzionato e stia funzionando nelle città in cui è stato adottato, quali limiti esso riscontri e quali aspetti vadano tenuti in considerazione per renderlo davvero innovativo in termini di miglioramento dei servizi offerti ed efficace in termini di partecipazione dei cittadini.

Kurban. Il sacrificio

Rama Edi
Rubbettino 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Una riflessione autobiografica-politica sugli undici anni che hanno visto Edi Rama sindaco di Tirana. Un testo scritto all'indomani della sua bruciante sconfitta per il rinnovo del mandato e all'avvio della campagna elettorale che lo ha portato ad essere primo ministro. Un racconto dell'Albania contemporanea da un particolare e privilegiato punto d'osservazione. Memoriale, proclama, strumento di lotta, manifesto politico, analisi storico-antropologica, questo libro è anche un "manuale di cittadinanza albanese post-comunista". Un testo chiave per meglio comprendere i fermenti di un Paese cerniera tra le spinte europeiste e le attrazioni islamiche, tra arcaicità e modernizzazione. Una lettura utile a comprendere l'importanza di buone relazioni politiche, diplomatiche ed economiche tra Italia e Albania. Prefazione di Daria Bignardi.

Roma, polvere di stelle. La...

Berdini Paolo
Edizioni Alegre 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
"Onestà, onestà", è il grido dei consiglieri nell'aula Giulio Cesare il 7 luglio 2016 nel momento in cui si insedia la giunta Raggi. Una vittoria elettorale schiacciante che raccoglie il sentimento di condanna verso i due schieramenti che, in sostanziale continuità, hanno distrutto il governo pubblico della città. Paolo Berdini accetta di fare l'assessore, ma l'esperimento di rottura con il passato dura due mesi. Il "cerchio magico" del sindaco prima costringe alle dimissioni il capo di gabinetto Raineri e l'assessore al bilancio Minenna, poi mette le mani sulle municipalizzate. Infine scavalca in più occasioni le proposte dell'assessore all'urbanistica, dalla questione Olimpiadi al programma "Un tetto per tutti", fino all'epilogo dell'accordo sullo stadio della Roma a Tor di Valle, la più grande speculazione urbanistica della storia moderna. Decisioni in cui emerge il ruolo opaco di alcune figure (...). In questo libro Berdini fa un bilancio in prima persona della sua esperienza dentro la giunta Raggi, analizzando a fondo i mali di una città che non regge, i cui guasti scoperchiati dall'inchiesta "Mondo di mezzo" hanno radici profonde. Una città cresciuta troppo e male sotto il dominio della proprietà fondiaria, senza regole di governo delle trasformazioni urbane, in cui le periferie sprofondano e l'emergenza abitativa viene affrontata solo con sgomberi disumani. La speranza della giunta Raggi è fallita perché l'impreparazione dei suoi dirigenti ha permesso il sostanziale ritorno dell'influenza dei poteri che governano da trent'anni la città. La totale assenza di cultura alternativa ha impedito ai Cinque stelle di trovare i necessari anticorpi. Compito di chi ha a cuore Roma sarà quello di tentare di costruire su basi culturali più robuste il tentativo di salvare la capitale dal declino.

Il Piemonte oltre la crisi

Bargero Cristina
Interlinea 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Presentazione di Sergio Chiamparino. Postfazione di Bruno Babando. Com'è cambiato il Piemonte in questi anni? Questa è la domanda che si pone l'autrice nella sua duplice veste di ricercatrice e di parlamentare eletta nel territorio piemontese. La crisi che, a partire dal 2008, ha colpito le economie più avanzate ha lasciato un segno profondo anche in questa regione, che, probabilmente, ha faticato più di altre a riconvertire il proprio tessuto economico e manifatturiero e a trovare una sua vocazione. Ma il Piemonte, nonostante le sue debolezze strutturali, ha in sé elementi di resilienza, connessi alla sua antica tradizione industriale, a una vivacità imprenditoriale ancora presente e a una forte propensione all'innovazione. L'analisi socio-economica del territorio e gli interventi di alcuni attori privilegiati della regione sono la chiave di lettura con cui viene costruito il filo logico di questo libro, con un'attenzione alle politiche messe in campo dal legislatore nazionale nella XVII legislatura, per guardare al futuro con il coraggio di osare.

Né smart né open, intanto città....

Caporossi Paola
Rubbettino 2018

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

18,00 €
La macchina amministrativa pubblica non funziona ed è un freno per lo sviluppo del Paese. Ma perché cambi non servono le continue critiche: per quanto malandata, quella macchina consente di aprire scuole, ospedali, tribunali, autostrade, ogni mattina e per tutti. Non servono neppure le grandi riforme, perché buone norme già esistono. Né servono nuove sanzioni per le inadempienze, che sono previste da tempo. Per riparare e innovare la macchina pubblica serve rendere conveniente il cambiamento, con un sistema di incentivi e disincentivi. Il primo incentivo è di tipo finanziario: i Comuni, le Regioni e tutte le PA devono ricevere risorse in base al merito, misurato su trasparenza e performance, per cui chi fa meglio, deve avere più soldi dallo Stato. Il secondo incentivo è di tipo reputazionale: la comparazione innesca una sana competizione tra i Comuni, con un ritorno di consenso e di fiducia dei cittadini verso gli amministratori più virtuosi. Per incentivare, però, serve prima valutare e per valutare serve prima conoscere: ad oggi, invece, nessuno ha la diagnosi completa degli oltre 8.000 Comuni e di tutte le altre PA. E non per mancanza di trasparenza: i dati pubblicati oggi sono molti, ma spesso incompleti, non aggiornati e disomogenei. Il rating pubblico è uno strumento concreto che permette di elaborare le informazioni disponibili e di tradurle in un indice sintetico immediatamente comprensibile per i cittadini: maggiore è il rating, migliore è la performance del Comune. La principale innovatività del rating pubblico sta nell'adottare il punto di vista degli stakeholder delle PA, e in particolare dei cittadini, che sono non solo utenti, ma anche "azionisti", tramite il prelievo fiscale. Hanno, pertanto, il diritto di conoscere non solo "quanto" spende il loro Comune, ma anche "come" e "per cosa". Per questo, il decreto trasparenza del 2013, modificato nel 2016, riconosce ai cittadini un ruolo di monitoraggio diffuso sull'utilizzo delle risorse pubbliche, da affiancare a quello di Anac. Trasparenza e performance devono diventare non più adempimenti burocratici, ma il fulcro su cui dirigenti e assessori devono essere valutati all'esterno. Questa è la città davvero open e smart: una città che funziona per il bene di tutti. Prefazione di Giovanni Vetritto.

Uomini e boschi. Il bosco e le aree...

De Nardo Alfonso
CLEAN 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Dopo secoli di sovrappopolamento della montagna meridionale e di diboscamenti forsennati le foreste sono tornate da tempo a espandersi stabilmente sui versanti, anche se in condizioni prevalenti di abbandono e inselvatichimento provocate da fattori riconducibili principalmente alle difficili condizioni orografiche, al costo della manodopera, alla complessità del quadro normativo e vincolistico nazionale e regionale, alla scarsa organizzazione della filiera e alle variazioni del mercato. All'abbandono e all'inselvatichimento del bosco va contrapposto un uso corretto della risorsa forestale esercitato come forma essenziale di manutenzione continua e programmata del territorio, nel rispetto delle indicazioni normative e delle direttive tecniche fornite dalla pianificazione idrogeologica di bacino e dalla pianificazione delle utilizzazioni boschive. Tuttavia la cultura e la politica di settore stentano ancora a comprendere appieno valenza e implicazioni delle trasformazioni epocali che hanno riguardato negli ultimi decenni il patrimonio forestale e l'economia montana. Prendendo le mosse dall'analisi del complesso rapporto generatosi nel tempo tra le popolazioni della montagna meridionale e il bosco, l'autore indaga sull'evoluzione dell'approccio scientifico e legislativo alla problematica forestale, sostenendo la necessità di un uso consapevole del territorio montano e dei boschi, che coniughi l'interesse imprenditoriale al prelievo e alla trasformazione delle risorse rinnovabili con la necessità di conservare e migliorare la copertura vegetazionale come fattore insostituibile di stabilità idrogeologica ed elemento primario di valorizzazione dell'ambiente e del paesaggio.

Il governo della città complessa....

Armondi Simonetta
Guerini e Associati 2018

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

16,00 €
Come si guarda e si interpreta oggi la città di fronte ai suoi problemi di gestione tecnica e amministrativa? In un tempo di incertezza politica, di frammentazione istituzionale e di dispersione urbana, sempre più le amministrazioni pubbliche sono chiamate a confrontarsi con molte questioni di management che riguardano le città in relazione a temi socio-economici, di mobilità e di abitabilità urbana. Il volume, promosso dalla Fondazione Dioguardi ed esito delle attività di un gruppo di ricerca del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani e del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano, indaga diversi aspetti dei problemi e delle sfide della gestione urbana e rappresenta un'occasione per sviluppare un ragionamento sulle competenze che gli enti locali dispiegano nelle politiche urbane; al tempo stesso emerge dall'indagine la necessità di sviluppare nuovi percorsi formativi di urban management, ancora inediti in ambito europeo e internazionale, finalizzali a ripensare la città, in risposta ai dilemmi transcalari posti dallo spazio urbano contemporaneo: dal degrado delle periferie, alla sostenibilità sociale e ambientale, ai nuovi stili di vita. Premessa di Alessandro Balducci, Introduzione di Gianfranco Dioguardi.

Irredimibile Sicilia? L'isola e il...

Fonte Fabrizio
Solfanelli 2018

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
È veramente irredimibile la Sicilia? Ultima tra le regioni europee in termini di sviluppo socio-economico, ma prima per il numero dei suoi abitanti che ogni anno sono costretti a partire per andare a trovare "fortuna" altrove. Un Terra, la Sicilia, che sembra non saper uscire dal pantano in cui si trova e che la vede stabilmente galleggiare, senza mai brillare, tra le pieghe della storia. Non a caso è la Terra di Pirandello, con tutti i suoi inspiegabili e misteriosi paradossi. Ricca all'inverosimile di un patrimonio architettonico, naturalistico, paesaggistico ed archeologico tra i pochi al mondo, dovrebbe poter, tranquillamente, vivere della sua bellezza e della sua storia ultra millenaria. L'Isola si dimena, invece, perennemente in un perfido gioco fatto di luci e di ombre, dando più che l'impressione di non essere assolutamente capace di risollevarsi. Eppure nel 1946 la concessione, da parte del governo nazionale, dell'Autonomia speciale (al fine di rintuzzare i fremiti indipendentisti) aveva posto in essere le condizioni per cambiare, una volta per tutte, le sorti della Sicilia e dei siciliani.

Potere e partecipazione....

Di Liso Saverio
la meridiana 2018

Disponibile in 3 giorni

15,50 €
Il rapporto tra potere e popolo, governanti e governati, amministrazione e cittadino è profondamente cambiato rispetto al passato, perché la società non è più chiusa in se stessa, ma appare aperta ad affrontare qualsiasi questione in maniera attiva, perciò anche l'amministrazione pubblica deve organizzarsi in modo tale da divenire un'amministrazione dedita all'ascolto delle proposte e del sano confronto. È in questo contesto che la partecipazione dei cittadini sostanzia ed estende la democrazia che si svela in una nuova forma che è la democrazia partecipativa, diversa da quella rappresentativa, perché supera il modello della delega, ma non alternativa, e da quella diretta, in quanto i cittadini non assumono da soli e direttamente decisioni. Si parla dunque di "amministrazione condivisa", definizione, questa, che indica il sistema secondo il quale tra amministrazione e cittadini dovrebbe esistere un rapporto di assoluta collaborazione, affinché tutto proceda per il meglio, nell'amministrazione della "cosa pubblica". L'efficacia del rapporto di collaborazione è data dalla reciprocità e dalla fiducia delle parti, cittadino da una parte, amministrazione pubblica dall'altra, in un contesto in cui il cittadino non è più destinatario passivo dell'azione pubblica, ma risorsa umana ricca di competenze, capacità, esperienze delle quali l'amministrazione pubblica deve far tesoro per governare al meglio il territorio e la stessa comunità. Questo nuovo rapporto tra amministratore e amministrato richiede non solo fiducia, ma anche un comune senso di responsabilità e soprattutto un nuovo modo di partecipare, con assiduità e frequenza, ai processi decisionali che legano l'individuo alla comunità di appartenenza e legittimano l'affermarsi di una sovranità maggiormente partecipata. Il paradosso della democrazia partecipativa consiste però esattamente in questo: ambisce a includere tutti, ma in pratica riesce a coinvolgere solo qualcuno, spesso solo una piccolissima parte della popolazione interessata. Attraverso il racconto di una breve esperienza locale di amministrazione e governo del territorio, questo libro dimostra come il rapporto tra potere e partecipazione realizzi, da una parte, una democrazia aperta, matura e impenetrabile a spinte reazionarie e, dall'altra, un'amministrazione del territorio più chiara, più partecipata e più coesa, che diventa più forte e quindi più incidente sulla vita dei cittadini ai fini dell'assunzione di decisioni condivise.

Primo, cittadino. Perché l'Italia...

Ricci Matteo
Baldini + Castoldi 2018

Disponibile in 3 giorni  
POLITICA

17,00 €
Da sempre nell'immaginario collettivo, di grandi e bambini, il sindaco è il politico a cui si fa riferimento per tutto, quello chiamato a risolvere ogni problema della comunità in cui viviamo. Ormai sono passati 25 anni da quando, nel giugno 1993, fu istituita l'elezione diretta del sindaco, che da allora è il vero raccordo fra l'elettorato e il governo centrale, colui che cerca di mediare tra le forze opposte per il bene della sua città. Il proprio sindaco lo si ama o lo si odia, ma in ogni caso su di lui si può misurare concretamente la distanza fra le promesse e le cose fatte. E di certo quella del sindaco incarna la vera gavetta della politica, quella del mettersi al servizio degli altri. In questo saggio, sorta di diario personale, uno dei sindaci più amati d'Italia (secondo il monitoraggio di Index Research che ogni anno stila la classifica dei 38 sindaci più apprezzati), spiega perché la figura del primo cittadino avrà un'importanza sempre maggiore, restituendo alla gente la fiducia nella politica in un momento in cui invece sembra sempre più forte il desiderio di disimpegno, se non addirittura di vero e proprio rifiuto. Attraverso la sua esperienza sul campo e il confronto con altri undici «colleghi» di diversa estrazione politica e geografica (da Albertini a Rutelli, da De Magistris a Bassolino e Pizzarotti, per dirne solo alcuni) Matteo Ricci scrive un resoconto caldo e partecipato della sua Pesaro e dell'Italia degli ultimi cinque anni. E spiega come quella del sindaco è l'istituzione democratica fondamentale per far tornare la passione politica ai cittadini, partendo dai più giovani. Con contributi di: Gabriele Albertini, Antonio Bassolino, Giuseppe Covre, Antonio Decaro, Luigi De Magistris, Adriana Poli Bortone, Leoluca Orlando, Federico Pizzarotti, Andrea Romizi, Francesco Rutelli, Marta Vincenzi.

Piccoli comuni e centri storici

Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

18,00 €
Il commento contiene un'analisi delle norme della legge 6 ottobre 2017, n. 158 - Misure per il sostegno e la valorizzazione dei Piccoli Comuni, nonché disposizioni per la riqualificazione ed il recupero dei centri storici dei medesimi Comuni.

Concorso segretari comunali e...

Narducci Fiorenzo
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONCORSI VARI

98,00 €
Il Ministero dell'Interno è stato autorizzato con D.P.C.M. 24 aprile 2018 ad avviare le procedure concorsuali per 224 segretari comunali e provinciali e a procedere alle relative assunzioni. La figura del Segretario comunale e provinciale è centrale nell'organizzazione degli enti locali, rappresentando primaria figura di riferimento con funzione direzionale unica di vertice apicale a prescindere dalle dimensioni demografiche dell'ente. La rilevanza e delicatezza istituzionale del ruolo svolto e le conseguenti competenze professionali che deve possedere chi si accinge a svolgerlo implicano la necessità di una formazione specifica incentrata, al contempo, su solide fondamenta giuridiche e significative capacità manageriali, su elementi di esperienza operativa e sull'apertura a nuovi orizzonti professionali, che laGuida Normativa ha da sempre unito e sviluppato in linea con il pensiero del suo Fondatore e Direttore Fiorenzo Narducci, Segretario generale emerito. Le dieci aree tematiche in cui si sviluppano le 67 parti che compongono la Guida Normativa, anche nell'Edizione Speciale "Guida per la preparazione al concorso", testimoniano sia la completezza della trattazione sia il grado di approfondimento garantito nelle diverse materie trattate dai più prestigiosi Autori nel campo delle autonomie locali, in grado quindi di fornire un contributo unico per coloro che si accingono a sostenere il concorso. Delle molte funzioni che complessivamente costituiscono le competenze attribuite ai Comuni ed agli stessi richieste dalla popolazione sono illustrate nell'opera, compiutamente, le regole giuridiche, gli strumenti finanziari che ne sostengono l'esercizio, l'organizzazione che consente di attuarle, assicurando al candidato la conoscenza profonda di ogni attività che lo impegnerà come Segretario comunale nel suo ruolo al vertice dell'ente locale e consentendogli di partecipare al concorso con una preparazione completa. La Guida Normativa costituisce dal 1987 il punto di riferimento imprescindibile per gli enti locali, ed ha indirizzato e supportato con certezza di riferimenti generazioni di operatori, dirigenti ed amministratori locali. La Direzione, gli Autori e l'Editore sono lieti di presentare questa Edizione Speciale predisposta appositamente per chi si accinge a sostenere il concorso per ricoprire il prestigioso ruolo di Segretario comunale, confidando che, con l'apporto fornito, i nuovi Segretari potranno superare con sicurezza il concorso e continuare a svolgere le funzioni di primario riferimento organizzativo delle istituzioni locali più direttamente chiamate a corrispondere ai bisogni dei cittadini e delle comunità amministrate.

Bronzi, santi e rifugiati. Il caso...

Zavaglia Pietro Domenico
Castelvecchi 2018

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Nel 1998 una nave con a bordo circa trecento profughi sbarca a Riace, paese della Calabria noto per il ritrovamento dei celebri Bronzi. Un gruppo di volontari del posto, tra cui Domenico Lucano, improvvisa una prima accoglienza. In un luogo spopolato dall'emigrazione, avviato a divenire un "paese fantasma", giungono dal mare centinaia di persone senza una casa. Anni dopo il gruppo di volontari è riunito in un'associazione culturale, Lucano è stato eletto sindaco di Riace e le case disabitate sono destinate a ospitare i rifugiati. La storia del paese morente rinato grazie alla presenza dei migranti diventa un caso mediatico. Ma com'è stato possibile che un piccolo comune sia assurto a simbolo internazionale di accoglienza? Tra banconote col volto di Che Guevara e strade intitolate a vittime di mafia, politiche nazionali e criticità locali si intrecciano sullo sfondo di fatti storici e leggendari. Un'analisi delle strategie politico culturali che hanno reso Riace il "paese dell'accoglienza".

Bruno Benelli. Sindaco dei Giovani....

Moderna (Ravenna) 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
A cinquant'anni dalla morte prematura di Bruno Benelli, sindaco di Ravenna negli anni Sessanta, colleghi amministratori, amici e compagni di partito ne rievocano la figura di uomo e di politico. Ne scaturisce il ritratto di una persona competente, colta, umana e capace di intercettare, come solo i grandi sanno fare, le sollecitazioni dei tempi e della storia. A lui si deve la realizzazione di opere di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio ravennate che hanno contribuito a definirne l'identità fino ai giorni nostri.

La Sicilia, il regionalismo e la...

Fonte Fabrizio
Eclettica 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
"«Un galantuomo della vecchia destra», con queste parole Maurizio Barbato sulle pagine de La Repubblica definiva Dino Grammatico e credo che ricalchino perfettamente, seppur in maniera estremamente sintetica, la sua persona. Un'attività politica e culturale lunghissima (dalla fine degli anni '40 del secolo scorso fino, sostanzialmente, alla sua scomparsa avvenuta nel febbraio 2007) da cui ancora oggi, non solo per fare memoria, possiamo attingere a piene mani, ma soprattutto per sottolineare la «lungimiranza visionaria», sia dell'uomo che del politico, in termini di idee. Ammesso che sia possibile, in qualche modo, scindere le due figure." (L'autore)

Provincia Italia. Dal flop della...

Volpi Andrea
Eclettica 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La legge Delrio ne ha modificato l'assetto e il sistema d'elezione in attesa della loro abolizione; il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 ne ha sancito la sopravvivenza. È il bizzarro destino delle Province, enti di secondo livello utilissime per il territorio e la tenuta del sistema degli enti locali, ma considerate dalla politica negli ultimi anni una sorta di Cenerentola delle Istituzioni. Questo libro cerca di mettere ordine in questa complicata materia a quattro anni dall'entrata in vigore della Delrio e a due anni dalla bocciatura della riforma costituzionale Boschi. Il volume parte dai punti di criticità della legge Delrio e dai suoi aspetti invece validi per tracciare un bilancio della sua applicazione concreta nella vita degli enti locali e in particolare di Province e Città Metropolitane, oggetto di taglio di fondi e impoverimento di competenze, delineando una proposta concreta di riordino e rilancio.

Spirito libero. Un giornalismo...

Gessi Sergio
Faust Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
In questo volume di Sergio Gessi (giornalista professionista e docente universitario) sono raccolti articoli, commenti, interviste che affrontano diverse questioni di interesse generale: dal tramonto delle ideologie alla rivoluzione digitale, dall'Islam alle migrazioni. Ma sullo sfondo o al centro c'è quasi sempre Ferrara. Un luogo dell'anima, si direbbe, ma anche l'archetipo della città mutevole, che si lascia amare ma non possedere. Che sorprende, scuote, tradisce. Godibili, oltre che attendibili, sono le pagine dedicate all'ascesa e caduta degli dei locali, da Roberto Soffritti a Dario Franceschini. Le inchieste sono documentate e le interviste non compiacenti, pure su questioni controverse come il tesoro del Pci o il vitalizio dei parlamentari (dove peraltro si racconta una verità diversa da quelle convenzionali). Incisive le pagine dedicate alla Chiesa estense e in particolare le dieci domande, rimaste senza risposta, al vescovo Luigi Negri.

Management strategico nelle...

Bernhart Josef
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
La monografia scientifica "Management strategico nelle amministrazioni pubbliche locali" presenta concetti ed esperienze di 'gestione strategica delle amministrazioni pubbliche' in prospettiva transfrontaliera sviluppate negli ultimi tre decenni. Particolare attenzione è data al collegamento tra 'gestione strategica delle istituzioni pubbliche' e 'sviluppo territoriale', soprattutto in ottica di 'sviluppo sostenibile', allo snodo tra 'management' e 'leadership politica', alle 'logiche partecipate' con gli 'stakeholder' della 'governance locale', ad un approccio gestionale interdisciplinare di 'brand management territoriale'. Ad un'esposizione sistematica dei concetti di gestione e 'pianificazione strategica' in ambito pubblico si affiancano esperienze sviluppate nell'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino con il coordinamento scientifico dell'autore. L'orientamento alla ricerca applicata rende il libro "Management strategico nelle amministrazioni pubbliche locali" adatto sia per il mondo accademico che per i professionisti.

Destini incrociati nel Novecento...

Bozzini Federico
Cierre Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Dalla Resistenza a Tangentopoli, un'indagine storica a più voci sull'azione politica e amministrativa di sei protagonisti del gruppo dirigente democristiano veronese (Renato Gozzi, Agostino Montagnoli, Giorgio Zanotto, Gianfranco De Bosio, Gambattista Rossi, Enzo Erminero) attivi in diverse e successive stagioni, l'uno diverso dall'altro, ma uniti da un sentire comune che per mezzo secolo accomuna i loro "destini incrociati" e li identifica con quello della città. Nato negli anni novanta da una discussione con un "grande vecchio" della sinistra italiana, Vittorio Foa, nel momento in cui i grandi partiti di massa del secondo dopoguerra erano tutti scomparsi, travolti da una crisi senza precedenti, questo volume - oggi riproposto con una nuova prefazione di G.P. Romagnani - nasce dall'esigenza di comprendere le ragioni di una così lunga durata dell'universo democristiano e illumina le origini del modello veneto di sviluppo, prima del repentino crollo che avrebbe consegnato il Nordest al partito delle "identità locali" o al "partito degli affari". Una base di partenza per riflettere sulla crisi della democrazia rappresentativa e sull'involuzione del ceto politico.

Il consigliere comunale. Poteri,...

Camarda Lorenzo
Key Editore 2018

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

17,00 €
In passato il cursus honorum iniziava con la carica di consigliere comunale: una funzione che obbliga a rapportarsi con i problemi concreti della città e che spazia, a trecentosessanta gradi, su tutta la politica del territorio e dei servizi dell'ente civico. Attività esplorata dal manuale "Il consigliere comunale" che si articola in due parti: la prima focalizza l'attenzione sul consigliere nella sua individualità; la seconda si sofferma sul consigliere all'interno dell'organo collegiale. Sotto il primo profilo viene evidenziato lo status del consigliere con tutti i diritti , i doveri e le prerogative che accompagnano il consigliere nell'esercizio del suo mandato. Sotto il secondo profilo vengono analizzate le funzioni di indirizzo e di controllo che caratterizzano il Consiglio. Infine vengono analizzate tutte le cause di scioglimento del Consiglio che anticipatamente mettono fine alla vita dell'assemblea consiliare e del consigliere. Sotto traccia, il manuale, nato dalla pratica, mette in evidenza il delicato rapporto tra sfera politica e sfera burocratica che sono legate tra loro dal principio di distinzione-integrazione, stante il concatenamento di atti condivisi.

Riace, una storia italiana

Sasso Chiara
EGA-Edizioni Gruppo Abele 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Riace e il suo sindaco, Domenico Lucano, sono un tutt'uno. Sono il simbolo di un'Italia per bene, solidale, impegnata contro l'esclusione, il razzismo e le mafie. Il simbolo di un miracolo possibile, quello di un'integrazione pacifica tra autoctoni e migranti, capace di realizzare un rilancio sociale ed economico. Un simbolo in controtendenza nell'Italia di Salvini e dei predicatori di odio, nell'Italia degli sprechi, della corruzione, della convivenza con le mafie, dell'egoismo localistico, del rifiuto del diverso. In questo contesto è intervenuto come un fulmine l'arresto di Lucano. Non per essersi arricchito o per avere sfruttato la sua carica, ma per il reato di solidarietà: per avere accolto e sostenuto i migranti anche forzando le regole. Un arresto che ha provocato la reazione spontanea di centinaia di migliaia di persone di ogni estrazione, per ribadire che l'esperienza di Riace deve continuare. A quell'esperienza, dalla nascita alle ultime vicende, è dedicato il libro di Chiara Sasso, che ne è stata da sempre partecipe.

Maestri per la città. Sindaci...

Tipheret 2018

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
Il volume indaga su i sindaci massoni nell'Ottocento, prima parte di un progetto che arriva ai nostri giorni. Centocinquanta "cittadini militanti" per usare un'espressione di Paolo Pansa riferita al sindaco Lando Conti, da Bolzano a Taormina, nelle grandi come nelle piccole comunità. Un patrimonio di idee e di realizzazioni veramente straordinario, dove ognuno di questi sindaci ha portato una parte cospicua di sé riuscendo spesso a concretizzare i sogni della propria vita: la gente di talento è la risorsa più grande di una nazione dal conte di Cavour a Gabriele Albertini, da Giuseppe Zanardelli a Francesco Angelini. Un viaggio verso la libertà attuata da amministratori locali noti o meno noti, dai tre sindaci della capitale con circa tre milioni di persone a piccoli comuni con poche anime, ma tutti sindaci operosi, onesti e liberi sotto ogni profilo. E questi sindaci, insieme a tanti altri, hanno fatto brillare le loro luci, a maggior ragione nel contesto politico attuale dove spesso più marce sono le mele e meno i cittadini italiani pretendono dal cesto.

Il sindaco di Nofi. Diario intimo...

Di Vito Aldo
A&M 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Prendendo a prestito l'acronimo usato da Domenico Rea per definire la sua città di origine, Nocera Inferiore, Aldo Di Vito in questo libro parla del passato come forma di ricordo di una Nofi precedente allo sviluppo edilizio, una Nofi con le cotoniere, i mulini, i pastifici, ricca di attività industriali, rifacendosi proprio all'epoca delle storie di Rea, dal dopoguerra in poi: la giovinezza, l'attività professionale per finire alla esperienza di sindaco. Un'opera che punta agli aspetti cruciali della storia di Nocera Inferiore, come gli anni Ottanta, il terremoto, Marcello Torre, Giorgio Barbarulo. Prefazine di Isaia Sales e presentazione di Manlio Torquato.

Provincia di Brescia. Motore...

Zane Marcello
Bams Photo 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Un volume che descrive le tante competenze in capo alla Provincia, partendo dalla storia che ha visto assegnare inizialmente a questo Ente una molteplicità di funzioni poi man mano ridotte, sino ad arrivare alla situazione attuale che vede l'organismo in oggetto privato dei fondi necessari ed indispensabili per ottemperare a quanto di sua competenza. Il tutto con una grafica piacevole ed un servizio iconografico di livello.

Mimì Capatosta. Mimmo Lucano e il...

Barillà Tiziana
Fandango Libri 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Primavera 2016, la prestigiosa rivista americana Fortune, come di consueto, pubblica la lista dei 50 World Greatest Leaders, gli uomini e le donne più influenti al mondo. Insieme a papa Bergoglio, Angela Merkel, Aung San suu Kyi, Obama e Bono Vox, al quarantesimo posto c'è lui, Mimmo Lucano. Il sindaco di un piccolissimo comune calabrese, Riace. È l'unico italiano nella lista. All'estremo Sud d'Italia, ai piedi dell'Aspromonte, in piena Locride, c'è il sindaco migliore del mondo. Lui la chiama "utopia della normalità". Iniziata nel 1998 con il primo sbarco di curdi a Riace, da quando è sindaco, il suo comune ha ospitato più di 6000 migranti che hanno ripopolato la sua piccola cittadina. Un quarto dei suoi concittadini non sono nati in Calabria: arrivano dall'Afghanistan, dal Senegal, dal Mali, hanno rischiato la vita attraversando il Mediterraneo e a Riace hanno trovato una casa. C'è chi fa da traduttore e da mediatore culturale, chi si prende cura dei fiori e delle piante del centro storico, chi fa la raccolta differenziata con un carretto trainato da due asine, chi sta ripristinando una valle abbandonata per farne un allevamento per animali e chi si prende cura della pulizia della spiaggia di Riace marina. Un modello, quello di Riace, che è stato esportato in altri comuni della Locride e che nell'epoca in cui si alzano muri, si ripristinano frontiere e si chiudono gli accessi, appare non solo come una speranza per un futuro migliore, ma come una reale alternativa economica a un sistema che si è ormai mostrato in tutto il suo fallimento. Attraverso incontri, viaggi e la condivisione di un'appartenenza non solo territoriale, Tiziana Barillà ci consegna un ritratto esclusivo del sindaco migliore del mondo, un uomo schivo, che non ama le luci della ribalta ma che si racconta liberamente in questo libro.

La città ribelle

De Magistris Luigi
Chiarelettere

Disponibile in 3 giorni  
POLITICA

15,00 €

Leopoldo Lucchi, «Gigi». Il...

Urbini Elide
Il Ponte Vecchio 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Scrivono gli autori nella loro nota di premessa: «Il contributo che Leopoldo Gigi Lucchi - il partigiano, l'uomo politico, l'amministratore - ha dato alla propria comunità, nei decenni che lo hanno visto protagonista nella vita politica cesenate, si coglie nei progressi che la città ha conosciuto, divenendo in quegli anni pienamente partecipe della crescita complessiva della Romagna. Questa consapevolezza ci ha stimolato a cercare di consegnare ai Cesenati una conoscenza dettagliata e documentata della vita di un politico che ha saputo essere anche il sindaco di tutti. In ciò è stato guidato dall'interesse generale e dalla ispirazione unitaria che lo ha accompagnato fin dal tempo della Resistenza. Oggi che la politica è spesso colpita da giudizi negativi sulla stessa moralità dei protagonisti, ci piace sottolineare la rettitudine dell'uomo: consapevole di questa sua nettezza morale, dopo trent'anni di Consiglio Comunale, quindici dei quali come sindaco, Gigi soleva dire con tranquillo orgoglio: «Esco povero così come sono entrato». Nel ripercorrere la vita di Leopoldo Lucchi, abbiamo inevitabilmente ricostruito anche la storia politica e amministrativa della città.

Interventi intraprendenti....

Galli Stefano Bruno
Biblion 2017

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
«Ci sono occasioni fortunate in cui il luogo di un incontro svela già il suo significato. Accade solo nelle relazioni privilegiate, come senz'altro è stata ed è quella di chi scrive con Stefano Bruno Galli. Ho conosciuto Stefano a Domaso, limite estremo del lago di Como, in una domenica grigiastra e piovosa, sublime come sanno essere solo alcune domeniche lacustri, lasciatevelo dire da un comasco. Eravamo lì per celebrare Gianfranco Miglio, qualche anno fa, nel ventre della sua terra, per dire qualcosa di "migliano" nel nostro tempo. No, Miglio non è una reliquia, magari un medicinale autoassolutorio per l'anima, da somministrare a piccole dosi, per consolarsi del federalismo che doveva essere, e non è stato. No, Miglio è un'urgenza, Miglio vive qui e ora, perché qui e ora lo Stato più depredatore e burocratico d'Occidente sta finendo di massacrare le sue (residue) enclavi produttive e quelli tra i suoi cittadini che osano (sempre meno) tentare di intraprendere. Ecco, credo sia stato questo il segreto del nostro incontro, la condivisione immediata, dell'urgenza di Miglio. L'urgenza del federalismo». (dalla prefazione di G. Sallusti)

La politica in Toscana da Dante a...

Garfagnini G. C.
Polistampa 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il testo racchiude gli atti del convegno ospitato nel 2014 dall'Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento a Firenze, offre una riflessione sulle forme e sulle istituzioni della politica fiorentina nel lungo arco cronologico che va dall'età di Dante a quella di Guicciardini, periodo di transizione tra il Comune e il Principato.

La spallata. Il referendum...

Rubinato Simonetta
Lunargento 2017

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Per il Veneto è l'ultima occasione di cambiare sul serio. Lavoro, scuola, territorio: come ridare ai veneti la responsabilità di progettare il loro futuro.

Il governo del territorio e le...

Moro Sergio
Giappichelli 2017

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
"«La necessità di definire un assetto dei rapporti giuridici che assicurasse la pacifica coesistenza degli interessi della collettività e di quelli individuali implicanti l'utilizzo di beni immobili è sempre stata preoccupazione di ogni sistema sociale nei vari contesti storici». In questa prospettiva si inquadra il presente studio che si propone di ricostruire la vexata quesito del rapporto fra il potere pubblico di governo del territorio e la proprietà privata. Si tratta, come riconosciuto dalla dottrina, di un nodo problematico, di un problema centrale o, in altri termini, di una questione avente un peso determinante da indagare alla luce dell'evoluzione normativa e giurisprudenziale. La ricerca sottende l'esistenza di un profondo legame fra la realtà storico-sociale e il diritto per cui l'evoluzione del primo elemento si riflette sul secondo o, se si vuole, il secondo si adegua - anche per mezzo dell'elaborazione giurisprudenziale - al primo. Corollario di tale impostazione è che la scienza giuridica ha ad oggetto non solo le regole del sistema, ma anche gli interessi ad esse sottesi ferma rimanendo, comunque, l'ontologica differenza fra detta scienza e quella sociologica nonché la non adesione al cd. diritto libero. Ancora attuale il monito di una (non recente) sentenza della Corte costituzionale: «non [si] può non tenere in debito contro [...] l'interpretazione giurisprudenziale che conferisce al precetto legislativo il suo effettivo valore nella vita giuridica, se è vero, che le norme sono non quali appaiono proposte in astratto, ma quali sono applicate nella quotidiana opera del giudice, intesa a renderle concrete ed efficaci»." (dalla Premessa)

#Torre sindaco. Storia dell'uomo...

Pollastri Marcello
Papero Editore 2017

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Domenica 11 giugno 2017 a Piacenza gli elettori sono stati chiamati a scegliere chi avrebbe guidato la città per i cinque anni successivi. La candidata del centrodestra Patrizia Barbieri o il candidato del centrosinistra Paolo Rizzi? Oppure sarebbe stata la volta buona per il Movimento 5 Stelle con Andrea Pugni? E ancora: avevano speranze gli indipendenti Massimo Trespidi, Luigi Rabuffi e Sandra Ponzini? Mentre ancora la competizione era in corso, però, c'era chi aveva già vinto: Stefano Torre, il candidato bionico. Che si presentava forte solo del suo stile sopra le righe e delle sue idee all'apparenza stravaganti: realizzare un vulcano a Borgoforte e rendere navigabile il centro della città, realizzare un vinodotto a servizio dei privati e distribuire gratuitamente il Viagra, dichiarare guerra a Parma e addirittura vietare la morte. In realtà dietro ogni provocazione c'era una critica dura e puntuale alla politica vera, quella delle promesse non mantenute e del distacco dai cittadini. Così Torre diventava un mito, invitato alla "Zanzara" da Giuseppe Cruciani e a Rai3, raccontato con passione da Andrea Scanzi sul "Fatto Quotidiano" e tanto altro ancora.

Montagne di valore. Una ricerca sul...

Marcantoni M.
Franco Angeli 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Lo svantaggio territoriale di cui soffrono le aree montane del Paese rispetto a quelle pianeggianti è stato per decenni il presupposto necessitante di politiche pubbliche a carattere meramente assistenziale. Oggi, tuttavia, nei territori montani si va affermando con forza la convinzione che al riconoscimento della loro intrinseca diversità debbano corrispondere non tanto nuove forme di assistenza, quanto piuttosto policy differenziate, orientate sia a relativizzarne gli svantaggi, che a valorizzarne le specificità. Il lavoro di ricerca che tsm e Censis hanno realizzato parte da questi presupposti e si esercita nel tentativo di misurare la "qualità sociale" presente nei territori montani italiani. È infatti opinione diffusa che uno degli elementi distintivi che caratterizzano le aree montane più sviluppate del Paese sia identificabile nel livello di "qualità sociale" di cui esse dispongono. Una qualità che ha a che vedere con il capitale umano, con il capitale sociale, con il basso livello di devianza e il rispecchiamento della popolazione nelle istituzioni locali più prossime. Si tratta di punti di forza che nelle aree montane vengono dati per scontati, ma che andrebbero riconosciuti, misurati, veicolati all'esterno e valorizzati come elementi di "ricchezza territoriale". Nel complesso, denotano tutti una ricchezza e un'alterità che possono tradursi in attrattività verso l'esterno, che possono determinare le condizioni di realizzabilità di progetti insediativi, che possono favorire percorsi di sviluppo locale agevolati dalla rapidità con cui può essere organizzato il consenso.

Città intelligenti, città di...

Nesti G.
Carocci 2016

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Le smart city sono la nuova frontiera dell'innovazione urbana, un'innovazione che si basa su almeno quattro elementi fondamentali: l'uso delle nuove tecnologie, l'impegno per la sostenibilità ambientale, l'attenzione alla qualità della vita delle persone, la partecipazione di tutti gli stakeholder - in particolare i cittadini e le cittadine - ai processi di definizione, progettazione e implementazione delle politiche e dei servizi locali. Tuttavia, nonostante la forte enfasi posta sull'importanza dell'inclusione nella governance delle città intelligenti, un orientamento alla prospettiva di genere appare quasi del tutto assente nel dibattito pubblico e accademico. Quale impatto ha ciò sulla complessiva tenuta del modello delle smart city? È davvero possibile creare una città intelligente senza realmente promuovere le pari opportunità di tutte le cittadine e i cittadini? Attraverso l'analisi della letteratura, delle posizioni delle principali organizzazioni internazionali e dell'Unione europea, la presentazione di casi studio italiani ed esteri, il volume propone alcuni strumenti per la governance delle smart city che connettono intelligenza urbana, promozione delle pari opportunità e riduzione delle diseguaglianze di genere, al fine di rendere effettiva la partecipazione di tutte le persone ai processi di innovazione locale.

Moglie. Con e-book

Sasso Cinzia
UTET 2016

Disponibile in 3 giorni  
POLITICA

14,00 €
Che cosa accade a una giornalista affermata, fiera della sua libertà e ostinata nel mantenere la propria autonomia, quando decide di abbandonare il lavoro della sua vita per diventare una moglie? E non una moglie qualunque, ma la "first sciura": la moglie del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia. Alternando fatti quotidiani a incontri e viaggi straordinari, Cinzia Sasso ripercorre, sullo sfondo della Milano "arancione" degli ultimi anni, la storia della sua scelta. In modo spesso sorprendente, ci mostra come essere una moglie a tempo pieno possa rivelarsi molto gratificante, anche o forse soprattutto per una persona che ha sempre creduto nella sua autosufficienza, nella sua indipendenza, nella sua libertà. Con leggerezza, semplicità, ironia, ma anche sensibile e sofferta consapevolezza, si interroga sulle dinamiche di coppia, sui ruoli femminili e maschili nella società contemporanea, sulla ricerca della felicità e sul senso più profondo dell'amore. Questo ritratto, intimo ed esemplare al contempo, è anche il racconto di una generazione fortunata, quella a cui l'autrice appartiene, che ha potuto sognare e realizzare i propri sogni. "Moglie" è soprattutto il racconto di una donna alla continua scoperta di se stessa, che non teme le proprie contraddizioni e sperimenta la bellezza del passare dall'io al noi. Un "noi tra due uguali", che imparano a condividere tutto, tanto da mettersi al servizio dell'altro. Prefazione di Natalia Aspesi.

Il sindaco contadino. Rocco...

Lamantea Antonio
Manni 2016

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Questo libro, conclusivo di un percorso storico e critico sul meridionalismo, delinea la figura di Rocco Scotellaro uomo, politico, poeta. Emerge l'intellettuale meridionale di grande respiro che, da un Sud dimenticato dal potere, dialoga con la cultura militante: Calvino, Sciascia, Saba, Vittorini, Pavese. L'analisi del riscatto e della redenzione del mondo contadino convive dolorosamente con al celebrazione di una mitologia e di una civiltà in via di sparizione.

Un povero sindaco di provincia....

Bergamaschi Pierangelo
Il Ponte Vecchio 2016

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
Caro lettore, ora penserai: un altro libro, la solita storia di problemi e lamentele di chi amministra o ha amministrato la "cosa" pubblica. No, questa volta, sarà il racconto di una esperienza positiva e indimenticabile. Così apre la sua "memoria" Pierangelo Bergamaschi, sindaco di Civitella di Romagna tra il 2009 e il 2013, che qui ripercorre alcune delle tappe più significative della sua esperienza, scegliendo una via originale: non le battaglie politiche, gli scontri inevitabili tra le fazioni, i dibattiti in consiglio comunale e in seno al partito, bensì le emozioni sue e degli altri, gli incontri tra persone, gli impegni di un amministratore proteso al bene di tutti, il suo personale processo di scoperte e di crescita umana. Non a caso può dire che le vicende evocate hanno segnato la sua vita, affinato il suo carattere, arricchito la sua visione del mondo.

Felice Trabacchi. Vita civile e...

Molinaroli Mauro
Scritture 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Felice Trabacchi è stato più di un sindaco per la sua città. Uomo della resistenza, avvocato, comunista fin dall'adolescenza trascorsa nei quartieri popolari di Piacenza, egli ha incarnato l'ideale della politica come mezzo per il progresso e il miglioramento della vita di una comunità. Il libro ne ripercorre il cammino politico e civile attraverso una sequenza di giornate storiche: la lotta partigiana nelle file della cosiddetta "banda Piccoli" e la Liberazione; la militanza sindacale e politica nel dopoguerra; l'elezione a Sindaco di Piacenza nel 1975 - il primo a capo di una maggioranza di sinistra (PCI, PSI); l'elezione a deputato e il lavoro romano con un occhio alla sua città; il confronto serrato con la magistratura piacentina negli anni Ottanta. Infine gli amici, la parola schietta e passionale, l'esemplare onestà politica e intellettuale. Ancora oggi, a più di trentacinque anni dalla fine del suo mandato di Sindaco e a quasi dieci dalla scomparsa, Felice Trabacchi rappresenta il caso insolito di un Sindaco amato anche da chi non l'ha conosciuto.

Manuale di governo del territorio

Police A.
Giappichelli 2016

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
Il manuale intende costituire una traccia per gli studenti di corsi di laurea a matrice non giuridica (architettura, ingegneria, agraria, geologia, ecc.) che hanno tuttavia esigenza di accostarsi allo studio del diritto amministrativo, urbanistico, dell'ambiente, dei beni culturali e del paesaggio. Nella consapevolezza che una pur sintetica illustrazione delle singole discipline necessiterebbe di spazi ben più ampi, incompatibili rispetto ai curricula accademici interessati, i curatori ritengono comunque utile la pubblicazione di un testo guida che offra uno spaccato ragionato degli elementi fondanti di questi contesti. Da qui, anche la scelta, da parte dei redattori, di un'esposizione più discorsiva che persegua un duplice obiettivo: il primo, la trasmissione di elementi utili all'acquisizione di un metodo che consenta allo studioso di impadronirsi di strumenti di approfondimento di tematiche a rilevanza scientifico-culturale e professionale, essenziali, dunque, anche per il futuro esercizio di attività lavorative; il secondo, la comunicazione del pensiero fondante in base al quale il diritto non costituisce un quid pluris al quale il professionista è costretto a piegare il libero esercizio della propria capacità creativa, quanto una regola necessaria di libertà, di civile convivenza e di sviluppo condiviso, volta a permeare l'idea o il progetto sin dal concepimento.

Laboratori per il benessere e lo...

Bortoletto Nico
Homeless Book 2016

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Lo sviluppo locale di una comunità e di un territorio non si realizza solo per effetto della acquisizione e della concentrazione delle risorse economiche per sostenere e alimentare un macro sistema di Welfare, ma anche e soprattutto per ampliare le possibilità per una comunità di accedere a più diffuse opportunità di Wellbeing. Al centro ci sta, quindi, il "sentirsi bene" della persona, che amplia e potenzia le sue relazioni, intensifica la sua comunicazione con la comunità in cui si riconosce, orienta e in un certo senso adatta e specializza le sue abilità che gli consentono di partecipare ai sistemi strumentali della vita sociale, che vanno dalla produzione di beni e servizi alla produzione di loisir. Diviene di conseguenza centrale una nozione di "sviluppo locale" in cui i sistemi di relazioni intersoggettive, la reciprocità delle prestazioni incentrate sui bisogni e non sullo scambio, la conoscenza acquisita attraverso i percorsi della istruzione e della formazione, la comunicazione mediata non solo dai beni strumentali ma anche da simboli e riti, divengono fattori essenziali di empowerment delle dinamiche della inclusione e della integrazione sociale.

Altri tempi. La vita di Francesco...

Re Daniela
Biblion 2016

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Un uomo che ha messo a servizio del suo paese, Basiglio, tutta la sua passione e il suo impegno nel difficile periodo del secondo dopoguerra: questo è stato Francesco Re, amministratore comunale e vicesindaco di Basilio dal 1956 al 1970. Attraverso i ricordi personali e di coloro che lo hanno conosciuto e amato, Daniela Re ricostruisce la vicenda umana, civile e politica del padre Francesco, dalle sue umili origini fino agli anni dell'impegno politico: un mandato in cui Re ha sempre cercato di fare propri gli ingenti bisogni dell'intera comunità, che faticosamente cercava di rialzarsi dai duri anni di privazione conseguenti alla seconda guerra mondiale. "Questo libro (...) tratteggia nelle sue pagine le tessere di un mosaico. Vi sono le tessere personali che delineano il ritratto di una persona nel tempo e le tessere impersonali e collettive che ci restituiscono lo sfondo storico e sociale di un'epoca. L'epicentro è la comunità di Basiglio e, a sua volta, la storia di Basiglio si intreccia con la storia del Paese all'indomani della fine della seconda guerra mondiale. All'indomani della Liberazione." (dalla Premessa di Salvatore Veca)

Selezionare i presidenti. Le...

De Luca M.
Epoké (Novi Ligure) 2016

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Negli ultimi anni le primarie italiane sono diventate un modello distintivo e una prassi consolidata del sistema partitico sia a livello nazionale che locale. In questa dinamica, le elezioni primarie per la scelta dei candidati alla presidenza della regione, hanno assunto un ruolo sempre più significativo. Selezionare i Presidenti affronta il tema delle primarie regionali del centrosinistra e del Movimento 5 Stelle attraverso l'analisi dei dati raccolti da Candidate and Leader Selection, Standing Group della Società Italiana di Scienza Politica. Il testo esplora diversi casi e analizza le caratteristiche politiche e le regole, focalizzando l'attenzione su variabili come la partecipazione, la competitività, il rendimento del candidato selezionato e, più in generale, sull'impatto delle primarie. L'obiettivo è quello di offrire al lettore la possibilità di valutare in chiave comparata i diversi casi analizzati garantendo una coerenza interna e un'omogeneità nella forma e nello stile.

La direzione apicale degli Enti...

Granara D.
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

9,00 €
Il presente volume raccoglie gli atti del Convegno "La Direzione apicale degli Enti Locali, una figura professionale da salvaguardare: il Segretario Comunale", svoltosi a Genova il 24 ottobre 2014, su iniziativa della Sezione Regionale Unione Nazionale Segretari Comunali e Provinciali della Liguria, in collaborazione con ANCI Liguria. Il Segretario Comunale e Provinciale (nonché delle nove Città Metropolitane e di Roma Capitale) costituisce, fin dall'unificazione italiana, una figura di riferimento essenziale per la correttezza dell'azione amministrativa degli Enti Locali, ossia per la sua conformità alle leggi e ai principi di imparzialità e buon andamento. La messa in discussione del Segretario, fino addirittura a prevederne l'abolizione, mina in radice questi principi, la cui osservanza è, invece, condizione imprescindibile per ristabilire la fiducia nelle istituzioni e superare la crisi economica e sociale. Siffatta non auspicabile prospettiva riduttiva o abolitoria denota una vera e propria contraddizione dell'ennesimo (inutile) progetto di riforma della pubblica amministrazione, all'esame del Parlamento, che, da un lato, si pone l'obiettivo di semplificare e rendere più efficiente l'agire amministrativo e, dall'altro, colpisce proprio coloro che, con una visione complessiva e sistematica, dispongono delle competenze tecniche per concretamente raggiungerlo. E ciò proprio negli Enti pubblici più numerosi e dotati di più estese e diffuse funzioni.