Governo locale

Filtri attivi

La Regione e l'Umbria....

Marsilio 2019

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
I saggi raccolti nei due volumi che compongono quest'opera ricostruiscono le vicende politico-istituzionali ed economico-sociali dei primi cinquant'anni della Regione, quelli che hanno visto il sorgere e il dispiegarsi dell'attività del nuovo ente e l'Umbria passare dalla prevalenza della mezzadria alla modernizzazione. Il libro analizza il sistema economico e sociale attraverso i mutamenti nell'assetto agricolo, industriale e del settore terziario nel suo complesso, con particolare attenzione al sistema imprenditoriale e della ricerca, attraverso l'analisi del quadro demografico, della trasformazione delle famiglie e della rappresentanza femminile. «Uno sforzo considerevole, affrontato con la consapevolezza che l'Umbria, come le altre Regioni della penisola, sta attraversando un periodo di recessione; da più parti si levano voci, anche autorevoli, secondo le quali il modello di sviluppo e di benessere sperimentato non è più valido e non è più in grado di affrontare le sfide del futuro. La crisi senza fine che dal 2008 va avanti, e che sembra aver colpito più duramente l'Umbria che il resto del Centro Italia, può essere superata solo rilanciando le risorse della cultura, le attività turistiche e il terziario presenti nella regione, ripotenziando opportunamente la base produttiva industriale, nella consapevolezza che ciascun territorio, portatore di proprie peculiarità, dovrà essere protagonista della ripresa».

La Regione e l'Umbria....

Marsilio 2019

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
I saggi raccolti nei due volumi che compongono quest'opera ricostruiscono le vicende politico-istituzionali ed economico-sociali dei primi cinquant'anni della Regione, quelli che hanno visto il sorgere e il dispiegarsi dell'attività del nuovo ente e l'Umbria passare dalla prevalenza della mezzadria alla modernizzazione. Il libro prende in esame il sistema politico locale e il succedersi delle dinamiche elettorali, ricostruendo l'evoluzione dell'insieme delle classi dirigenti regionali. Le dinamiche istituzionali sono poste in relazione ai mutamenti statutari dell'ente Regione, mentre la programmazione regionale viene analizzata in relazione alla riorganizzazione dello Stato sociale e alle politiche europee. «Tra luci e ombre, dunque, si guarda al passato, perché dall'ormai cinquantennale storia istituzionale dell'autonomia regionale si possano ricavare stimoli e indicazioni per andare avanti, con i dovuti aggiornamenti e le necessarie correzioni, nel perseguimento di ulteriori traguardi».

Merit system. Il funzionamento...

Beato Giuseppe
Castelvecchi

Disponibile in 3 giorni

17,50 €
Quali sono le caratteristiche reali di funzionamento dell'Amministrazione federale statunitense? Molti in Italia affermano che le modifiche legislative prodottesi nella nostra pubblica amministrazione negli ultimi 25 anni sono ispirate al modello U.S.A. Questa ricerca dimostra, invece, che la realtà dell'Amministrazione federale è completamente diversa dallo storytelling comunemente accreditato. Questo lavoro è stato presentato nel corso di un convegno promosso dall'Associazione Nuova Etica Pubblica con la partecipazione del presidente dell'ANAC Raffaele Cantone, dell'ex-Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, dell'ex Capo di gabinetto del Presidente Ciampi Paolo De Ioanna, del Consigliere della Corte dei Conti Eugenio Schlitzer, del Consigliere di Stato Carlo Deodato e dell'esperta di valutazione delle politiche pubbliche Nicoletta Stame, ricevendo unanimi lusinghieri riscontri.

Governare Milano nel nuovo millennio

Andreotti
Il Mulino 2019

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Come molte altre città europee, Milano può essere studiata su scala cittadina, metropolitana, regionale e macro-regionale. Da qualsiasi punto di vista la si osservi, è al centro di un'importante area economica e sembra vivere un nuovo rinascimento. Che cosa accade oggi a Milano? In che misura le forme della governance urbana incidono sulle trasformazioni della città e dei servizi alla popolazione? Questo volume vuole essere un contributo utile per capire come sono stati gestiti alcuni dei cambiamenti che hanno segnato la città nella transizione al nuovo millennio. Gli studiosi che vi hanno contribuito si interrogano su quali attori pubblici e privati, attraverso quali strumenti, con quali continuità e discontinuità abbiano operato, e soprattutto sul tipo di relazioni che si sono sviluppate all'interno di diversi ambiti: sicurezza, assistenza sociale, pianificazione urbanistica, servizi di pubblica utilità, fino a settori economici particolarmente rappresentativi del contesto milanese, come la moda e l'economia della collaborazione. È così possibile ricostruire sia dinamiche di sviluppo che hanno attraversato Milano e sono tipiche delle città europee, sia dinamiche specifiche legate alla storia e alle caratteristiche della città. Per questa via, si sottopone a verifica empirica l'idea della debolezza o della forza della capacità di governo e del suo cambiamento nel tempo, evidenziando una rinnovata capacità di guida e direzione.

Salvatore Puglisi. Il Sindaco di...

Puglisi Salvatore Ferruccio
Armando Siciliano Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
«Questo libro è nato dalla volontà di pubblicare almeno uno dei manoscritti di mio cugino Salvatore Puglisi, insegnante di Scuola Elementare e sindaco di Francavilla Sicilia per diversi lustri, uomo politico di rilievo della Valle dell'Alcantara. Altra volontà è stata quella di recuperare e mettere insieme, sistemare e pubblicare le relazioni formulate dalle persone che avevano partecipato all'incontro organizzato nella Sala Consiliare "Falcone e Borsellino" il 30 gennaio 2016 per commemorare la sua figura umana, professionale e politica. Pertanto, tra i vari scritti di mio cugino da abbinare con tale raccolta, ho ritenuto di scegliere quello avente maggiore affinità e attinenza con le suddette relazioni, e cioè il manoscritto avente per titolo "170 anni di vita amministrativa" del Comune di Francavilla. A proposito dei suoi scritti, rimasti inediti, faccio presente che, qualche mese dopo la sua morte, mi ero preso l'impegno di pubblicare alcune delle sue opere descrittive, rimaste sotto forma di appunti o di bozza, riuscendo solo nel corso di questi ultimi tre anni a dedicarmi con maggiore assiduità ai 170 anni di vita amministrativa, divenuti poi, come si vedrà, "centonovanta".» (dall'Introduzione di Salvatore Ferruccio Puglisi)

Malatempora. Roma ai tempi di...

Amenta Daniela
All Around

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Le disavventure di chi abita all'ombra del Campidoglio pentastellato tra autobus quasi sempre fuori uso, frigoriferi nei cassonnetti dell'immondizia, gaffe storiche e tweet che naufragano nella giungla dei congiuntivi. Un affresco surreale della Caput (Im)mundi che annega sotto il primo acquazzone, che chiude le fontanelle dopo aver prosciugato il lago di Bracciano, che annuncia in pompa magna la tessera Atac gratuita per gli anziani, ovvero un provvedimento già in voga ai tempi della Gens Iulia. Aspettando che Raggi Laser ci consegni almeno il circo, visto che il pane è finito da un bel po'. Prefazione di Concita De Gregorio.

Popolo chi? Classi popolari,...

Bertuzzi Niccolò
Ediesse 2019

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Il libro presenta e analizza i risultati di una ricerca condotta fra ottobre 2017 e ottobre 2018 nelle periferie di quattro città italiane: Milano, Firenze, Roma e Cosenza. Attraverso 60 interviste in profondità, il gruppo di ricerca - composto da accademici e accademiche, attivisti e attiviste - ha cercato di portare alla luce tre grandi questioni: le condizioni sociali dei quartieri popolari, il rapporto delle persone intervistate con la politica (sia quella istituzionale sia la partecipazione dal basso) e il rapporto con i media e l'informazione. La ricerca ha voluto in primo luogo chiedere alle cosiddette «classi popolari», di cui spesso politici e partiti pretendono di essere portavoce, di prendere parola sulle esigenze, speranze e difficoltà della loro vita quotidiana. In secondo luogo si è cercato di capire quali rappresentazioni diffuse ci siano della politica e delle classi di rigenti. Ciò che è emerso traccia uno scenario molto più complesso di quello dipinto nelle narrazioni mainstream, difficilmente riconducibile alle etichette di «populismo», «razzismo» o «euroscetticismo» e che ci costringe a ripensare le categorie analitiche con le quali interpretiamo i fenomeni contemporanei. La ricerca è stata ideata e condotta dal Cantiere delle Idee, rete nazionale di ricercatori e attivisti. Insieme ai tre curatori, sono autori del volume Francesco Campolongo, Riccardo Emilio Chesta, Lorenzo Cini, Michele Sorice, Valeria Tarditi, Tommaso Vitale, Davide Vittori.

Differenza Emilia. Teoria e...

BraDypUS 2019

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Questo volume completa il percorso di ricerca storica e public history realizzato dal progetto Madri della res publica, promosso dal Centro documentazione donna di Modena in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, in occasione del 70° anniversario del primo voto delle italiane. L'obiettivo è stato quello di rendere visibile la profonda novità dell'ingresso delle donne nella sfera pubblica in quanto elette nei Consigli comunali. Le attività realizzate dal progetto (mostra land art, seminari e ricerca storica) hanno messo in luce sia la storia collettiva che le storie personali delle prime amministratrici locali, aprendo nuovi interrogativi e originali piste di indagine in relazione all'identità della Regione Emilia-Romagna.

W le regioni? Radiografia comparata...

Caporossi Paola
Rubbettino 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Sulle Regioni va avanti da tempo un dibattito che vede contrapposti, da un lato, i sostenitori della loro abolizione integrale, e, dall'altro, i fautori di una loro maggiore autonomia funzionale e finanziaria. È una contrapposizione semplicistica, che manca di un presupposto fondamentale: conoscere la macchina amministrativa regionale e il suo rendimento, diversissimo da un capo all'altro dell'Italia. La distanza tra Nord e Sud non è, purtroppo, un luogo comune, così come non lo è quella tra Regioni ricche e povere, con le prime che non sempre, però, sono le più virtuose. Su quelle distanze la differenziazione statutaria vigente tra le Regioni italiane non pare essere decisiva: quelle con Rating qualitativo migliore, infatti, non sono risultate le Province Autonome di Trento e di Bolzano, né la Valle D'Aosta, ma la Lombardia e la Toscana. Per evitare l'ennesimo avvio improvvisato e approssimativo di cambiamento istituzionale, stavolta sulle Regioni, occorre fermarsi e tracciare una loro radiografia completa e comparata, non tanto sulle politiche intraprese, quanto sulla capacità di bilancio, di go-vernance, di gestione del personale, di qualità dei servizi erogati, di integrità degli appalti. È quanto fa questo studio, attraverso il Rating Pubblico della performance, legalità e trasparenza.

Fascisti di provincia. Una storia...

Papini Massimo
Affinità Elettive Edizioni 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Per la prima volta si può leggere una storia politica del fascismo nell'anconetano, una narrazione complessiva, dalle origini alla sconfitta finale. Una realtà provinciale forse ai margini della storia nazionale, ma significativa per comprendere la capillarità di un regime totalitario. In sostanza l'immagine di un movimento che nasce antisistema, che si trasforma in partito e poi in regime a tutela del sistema. I protagonisti locali si contendono i posti di comando tra ambizioni personali e fanatismo ideologico. Nel contorno spiccano margini di dialettica, come nel rapporto con la chiesa, con la cultura e perfino nella pratica razzista, tutti comunque riconducibili a un controllo centralizzato delle idee. Il paradosso conclusivo è che anche dopo la liberazione il fascismo non muore del tutto. Il caso del prefetto Pièche, voluto dagli Inglesi, getta un'ombra sulla stessa rinascita democratica.

Il meglio è passato. Trent'anni di...

Iozzia Giovanni
Algra 2019

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Trent'anni di politica catanese raccontati grazie a testimonianze, documenti, articoli, libri, verbali, delibere, oltre alla conoscenza diretta di fatti e personaggi. Una ricostruzione meticolosa e obiettiva, necessaria in una città condannata alla "damnatio memoria", per conoscere, attraverso una rigorosa sequenza cronologica, quel che è realmente accaduto e cercare di capire perché Catania, nonostante i tentativi, al di là delle apparenze, sia rimasta fortemente e caparbiamente ferma alla Prima Repubblica.

4382. 10 anni e più da sindaco

Guzzetti Lorenzo
StreetLib 2019

Disponibile in 3 giorni

14,99 €
La storia di un ragazzo come tanti che ha la fortuna a 24 anni di diventare sindaco del suo paese, Uboldo, una comunità di 11.000 abitanti a pochi chilometri da Milano. Una storia di amore, amicizia, politica, dieci anni di Italia raccontati con gli occhi di un sindaco e un ragazzo che diventa uomo dentro alle istituzioni.

Rapporto Ca' Foscari sui comuni...

Castelvecchi 2019

Disponibile in 3 giorni

39,00 €
La grande crisi finanziaria che si è abbattuta pesantemente sui comuni italiani ha prodotto una contrazione dell'autonomia finanziaria e la riduzione brutale delle risorse, oltre ad aver imposto la natura emergenziale delle scelte del decisore. Nel particolare, i servizi sociali e gli investimenti, due funzioni fondamentali dei comuni, sono state duramente colpite. L'autonomia tributaria è stata piegata a obiettivi impropri e fortemente ridotta nei suoi spazi, con esiti distributivi casuali e la crescita abnorme di meccanismi di compensazione che cristallizzano le scelte del passato. Il Rapporto Ca' Foscari 2018 fornisce informazioni analitiche sui comuni italiani utilizzando come chiave di lettura la criticità finanziaria, indagata sotto il profilo quantitativo e qualitativo. Questo studio aiuta a comprendere il fondamento della decisione di bilancio come processo politico di composizione di interessi conflittuali, come momento della democrazia cognitiva e come luogo della separazione tra società e mercato.

Diego Novelli e il cinema

Dividi Fabrizio
Piazza D. 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
La vita e la carriera politica di Diego Novelli, sindaco di Torino dal 1975 al 1985, sono state caratterizzate dal suo rapporto con il cinema. Dai primi film visti da bambino al cinema Eliseo alle collaborazioni con Ettore Scola; dalla nascita del Cinema Giovani, poi Torino Film Festival, alla tragedia del cinema Statuto. Questa è la storia di un "primo cittadino" che ha saputo farsi rispettare a prescindere dal credo politico, e che comprese prima di molti altri quanto il cinema potesse essere veicolo di un messaggio sociale, non solo artistico; una biografia insolita attraverso la chiave di una passione in parte nascosta, finalmente rivelata.

I principi del buongoverno. La...

Mancinelli Valeria
Piemme 2019

Disponibile in libreria  
POLITICA

16,90 €
Pochi conoscevano Valeria Mancinelli prima del 2018. E tanti si sono meravigliati quando la City Mayors Foundation l'ha insignita del titolo di miglior sindaco del mondo. Certo non i suoi concittadini di Ancona, che l'hanno vista risollevare dalla crisi il capoluogo marchigiano con determinazione e creatività. Un buon sindaco preferisce la soddisfazione del lavoro quotidiano alle luci dei riflettori, il coinvolgimento dei cittadini alle passerelle in televisione, lo sguardo di lungo termine al consenso immediato. Un buon sindaco non ha ricette segrete e non inscena trucchi da prestigiatore: sta con i piedi nella terra melmosa e fertile della realtà. E, in questa sorta di perenne emergenza, amministrare la realtà di una città italiana è uno dei compiti più difficili che si possano immaginare. Viviamo in un Paese che rende rivoluzionari, o eretici, proprio i principi più semplici: dire che servono persone competenti per fare bene le cose, per esempio; o che, prima o poi, bisogna assumersi la responsabilità di decidere. Il libro di Valeria Mancinelli, scritto con il suo assessore alla cultura Paolo Marasca, non è solo il racconto dell'avventura amministrativa che ha fatto di Ancona un modello per tutti, ma anche un inno alla pratica della politica, contro le fissazioni e le ossessioni ideologiche di chi parla e critica ma non ha mai il coraggio di agire davvero. Perché in tempi di cambiamento continuo e impetuoso, occuparsi della cosa pubblica è come condurre una nave in tempesta, negli abissi che separano politica e realtà.

Indipendenza

Sturniolo Luigi
Nulla Die 2019

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
«Nominare è atto politico. Ogni idea di trasformazione sociale crea le proprie parole. Intorno alle parole fondamentali si costruisce un pensiero. Le azioni si collocano dentro un orizzonte di senso e questo è descritto attraverso un lessico che le racconta. Il conflitto, modalità ineludibile attraverso la quale si afferma un mondo che emerge oltre l'esistente, si inscrive in un corso politico nuovo a partire da parole nuove.» E indipendenza è parola nuova. Nuova e diversa da autonomia.

La storia di Riposto 3. Le vicende...

Giannetto Mario
Carthago 2019

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
Scegliere la storia per il Prof. Mario Giannetto, esperto conoscitore del territorio ripostese, è significato vivere e far rivivere luoghi, fatti e persone; donando giusta memoria ai protagonisti degli sviluppi economici e commerciali e degli avvicendamenti politici che hanno reso di fondamentale importanza la gloriosa cittadina portuale, dal 1578 ad oggi.

Perfida Albione! Come l'Inghilterra...

Sana Emanuele
Edizioni Sì 2019

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Tra il novembre 1934 e il dicembre 1935 l'élite inglese maturò la cinica decisione di distruggere la nascente potenza italiana con una guerra preventiva. Tra Roma e Londra divampò così uno scontro senza esclusione di colpi per l'egemonia nel Mediterraneo, che sfociò infine in un conflitto armato nell'ambito della Seconda guerra mondiale. Il fattore chiave per comprendere questi avvenimenti è la posizione geostrategica della penisola italiana, la "quasi isola" che come tale è una minaccia diretta all'egemonia britannica sui mari. La classe dirigente inglese aveva sempre considerato il Regno d'Italia come un'entità da utilizzarsi nell'ambito della politica dell'equilibrio tra le grandi potenze europee, e utile nell'ambito del contenimento della Russia. Per Londra era intollerabile che l'Italia assurgesse al rango di potenza mondiale: bisognava costringerla alla capitolazione, dopo aver distrutto la sua potenza navale, sfruttando le numerose connivenze garantite dai legami massonici, dall'ambiguità della Monarchia Sabauda e del Vaticano e dell'opposizione interna al regime fascista...

L'influencer. La strategia...

Princivalli Giulia
Alba Edizioni

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Luca Zaia, presidente di una regione politicamente periferica come il Veneto, è riuscito a far sentire la sua voce e a imporre all'interno dell'agenda politica nazionale la "questione veneta", grazie al suo peso all'interno della Lega ma anche grazie all'enorme consenso che ha costruito nella sua regione, sia per la sua capacità di leadership che per le sue qualità comunicative. Nella comunicazione per l'autonomia del Veneto, in particolare, ha costruito una narrazione coinvolgendo tutto il popolo veneto e dipingendolo come onesto, lavoratore, virtuoso; gli ha poi contrapposto dei "nemici", cioè Roma e il Sud Italia, inefficienti e corrotti, che opprimono il Veneto e lo spogliano di tutte le risorse. Siamo di fronte a un neopopulismo dallo stile garbato e di grande efficacia che sfrutta al massimo le potenzialità dei social media.

Franco Rusticali. Il sindaco con la...

Grafikamente 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Il volume, pubblicato a quasi quattro anni dalla scomparsa del dott. Rusticali, è stato curato da Mauro Bacciocchi, per tanti anni al suo fianco in Giunta a Forlì, in qualità di assessore. Bacciocchi ha raccolto tantissime testimonianze di persone che hanno percorso tratti di strada insieme a Rusticali, nell'ambito delle relazioni famigliari, della politica, delle istituzioni territoriali e della sanità, che fu per Rusticali, ancor prima che una professione, una vocazione vera e propria, che lo ha visto cardiologo eccellente e primario presso l'Ospedale di Forlì dal 1981 al 2005. Ne emerge il ritratto di una persona di grande spessore e umanità, a cui vanno riconosciuti i meriti dell'avvio degli ultimi grandi progetti di sviluppo della città di Forlì.

Trasformazioni urbane. Le città...

Nesti Giorgia
Carocci 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Il concetto di smart city è diventato estremamente popolare negli ultimi anni e molteplici sono state le strategie intelligenti sperimentate nelle città europee e italiane. Ma che cosa significa diventare una città intelligente? Quali opportunità offre questo approccio e quali sono i rischi ad esso collegati? Il volume propone una lettura approfondita dell'idea di città intelligente e del paradigma di governance locale che ne deriva. Attraverso l'analisi empirica di alcuni casi studio italiani ed europei ritenuti di successo, il libro ricostruisce come l'approccio smart abbia funzionato e stia funzionando nelle città in cui è stato adottato, quali limiti esso riscontri e quali aspetti vadano tenuti in considerazione per renderlo davvero innovativo in termini di miglioramento dei servizi offerti ed efficace in termini di partecipazione dei cittadini.

Kurban. Il sacrificio

Rama Edi
Rubbettino 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Una riflessione autobiografica-politica sugli undici anni che hanno visto Edi Rama sindaco di Tirana. Un testo scritto all'indomani della sua bruciante sconfitta per il rinnovo del mandato e all'avvio della campagna elettorale che lo ha portato ad essere primo ministro. Un racconto dell'Albania contemporanea da un particolare e privilegiato punto d'osservazione. Memoriale, proclama, strumento di lotta, manifesto politico, analisi storico-antropologica, questo libro è anche un "manuale di cittadinanza albanese post-comunista". Un testo chiave per meglio comprendere i fermenti di un Paese cerniera tra le spinte europeiste e le attrazioni islamiche, tra arcaicità e modernizzazione. Una lettura utile a comprendere l'importanza di buone relazioni politiche, diplomatiche ed economiche tra Italia e Albania. Prefazione di Daria Bignardi.

Il dilemma del riordino. Unioni e...

Bolgherini Silvia
Il Mulino 2018

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Le unioni e fusioni di comuni sono strumenti di riordino territoriale utilizzati in molti paesi, Italia compresa. Soprattutto in anni di crisi e di austerity, l'aumento delle dimensioni degli enti locali (e la diminuzione del loro numero) sembra aver evidenziato un'inconciliabilità: quella tra la capacità di tali enti di fornire efficacemente i servizi fondamentali ai cittadini, e i principi di democrazia locale e prossimità. Il volume tenta di spiegare come, per superare questo dilemma, sia opportuno considerare una serie di variabili e fattori che danno conto della complessità e della multidimensionalità del riordino territoriale. Policy-makers e amministratori nazionali e locali possono trarre conoscenze e spunti pratici dall'analisi proposta nel volume e dall'individuazione di alcune dimensioni analitiche e indicatori, utilizzabili sia come strumenti descrittivi e valutativi, sia come criteri guida al momento di affrontare decisioni di riordino che coinvolgono unioni e fusioni municipali.

Roma, polvere di stelle. La...

Berdini Paolo
Edizioni Alegre 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
"Onestà, onestà", è il grido dei consiglieri nell'aula Giulio Cesare il 7 luglio 2016 nel momento in cui si insedia la giunta Raggi. Una vittoria elettorale schiacciante che raccoglie il sentimento di condanna verso i due schieramenti che, in sostanziale continuità, hanno distrutto il governo pubblico della città. Paolo Berdini accetta di fare l'assessore, ma l'esperimento di rottura con il passato dura due mesi. Il "cerchio magico" del sindaco prima costringe alle dimissioni il capo di gabinetto Raineri e l'assessore al bilancio Minenna, poi mette le mani sulle municipalizzate. Infine scavalca in più occasioni le proposte dell'assessore all'urbanistica, dalla questione Olimpiadi al programma "Un tetto per tutti", fino all'epilogo dell'accordo sullo stadio della Roma a Tor di Valle, la più grande speculazione urbanistica della storia moderna. Decisioni in cui emerge il ruolo opaco di alcune figure (...). In questo libro Berdini fa un bilancio in prima persona della sua esperienza dentro la giunta Raggi, analizzando a fondo i mali di una città che non regge, i cui guasti scoperchiati dall'inchiesta "Mondo di mezzo" hanno radici profonde. Una città cresciuta troppo e male sotto il dominio della proprietà fondiaria, senza regole di governo delle trasformazioni urbane, in cui le periferie sprofondano e l'emergenza abitativa viene affrontata solo con sgomberi disumani. La speranza della giunta Raggi è fallita perché l'impreparazione dei suoi dirigenti ha permesso il sostanziale ritorno dell'influenza dei poteri che governano da trent'anni la città. La totale assenza di cultura alternativa ha impedito ai Cinque stelle di trovare i necessari anticorpi. Compito di chi ha a cuore Roma sarà quello di tentare di costruire su basi culturali più robuste il tentativo di salvare la capitale dal declino.

Il Piemonte oltre la crisi

Bargero Cristina
Interlinea 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Presentazione di Sergio Chiamparino. Postfazione di Bruno Babando. Com'è cambiato il Piemonte in questi anni? Questa è la domanda che si pone l'autrice nella sua duplice veste di ricercatrice e di parlamentare eletta nel territorio piemontese. La crisi che, a partire dal 2008, ha colpito le economie più avanzate ha lasciato un segno profondo anche in questa regione, che, probabilmente, ha faticato più di altre a riconvertire il proprio tessuto economico e manifatturiero e a trovare una sua vocazione. Ma il Piemonte, nonostante le sue debolezze strutturali, ha in sé elementi di resilienza, connessi alla sua antica tradizione industriale, a una vivacità imprenditoriale ancora presente e a una forte propensione all'innovazione. L'analisi socio-economica del territorio e gli interventi di alcuni attori privilegiati della regione sono la chiave di lettura con cui viene costruito il filo logico di questo libro, con un'attenzione alle politiche messe in campo dal legislatore nazionale nella XVII legislatura, per guardare al futuro con il coraggio di osare.

Né smart né open, intanto città....

Caporossi Paola
Rubbettino 2018

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

18,00 €
La macchina amministrativa pubblica non funziona ed è un freno per lo sviluppo del Paese. Ma perché cambi non servono le continue critiche: per quanto malandata, quella macchina consente di aprire scuole, ospedali, tribunali, autostrade, ogni mattina e per tutti. Non servono neppure le grandi riforme, perché buone norme già esistono. Né servono nuove sanzioni per le inadempienze, che sono previste da tempo. Per riparare e innovare la macchina pubblica serve rendere conveniente il cambiamento, con un sistema di incentivi e disincentivi. Il primo incentivo è di tipo finanziario: i Comuni, le Regioni e tutte le PA devono ricevere risorse in base al merito, misurato su trasparenza e performance, per cui chi fa meglio, deve avere più soldi dallo Stato. Il secondo incentivo è di tipo reputazionale: la comparazione innesca una sana competizione tra i Comuni, con un ritorno di consenso e di fiducia dei cittadini verso gli amministratori più virtuosi. Per incentivare, però, serve prima valutare e per valutare serve prima conoscere: ad oggi, invece, nessuno ha la diagnosi completa degli oltre 8.000 Comuni e di tutte le altre PA. E non per mancanza di trasparenza: i dati pubblicati oggi sono molti, ma spesso incompleti, non aggiornati e disomogenei. Il rating pubblico è uno strumento concreto che permette di elaborare le informazioni disponibili e di tradurle in un indice sintetico immediatamente comprensibile per i cittadini: maggiore è il rating, migliore è la performance del Comune. La principale innovatività del rating pubblico sta nell'adottare il punto di vista degli stakeholder delle PA, e in particolare dei cittadini, che sono non solo utenti, ma anche "azionisti", tramite il prelievo fiscale. Hanno, pertanto, il diritto di conoscere non solo "quanto" spende il loro Comune, ma anche "come" e "per cosa". Per questo, il decreto trasparenza del 2013, modificato nel 2016, riconosce ai cittadini un ruolo di monitoraggio diffuso sull'utilizzo delle risorse pubbliche, da affiancare a quello di Anac. Trasparenza e performance devono diventare non più adempimenti burocratici, ma il fulcro su cui dirigenti e assessori devono essere valutati all'esterno. Questa è la città davvero open e smart: una città che funziona per il bene di tutti. Prefazione di Giovanni Vetritto.

La provincia è sagra. Resistenza...

Dal Buono Enrico
Historica Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
C'erano una volta le feste dell'Unità e dell'Amicizia. C'erano una volta il PCI e la DC. C'erano una volta le ideologie e la Guerra Fredda. Ora, di freddo, sono rimasti gli affettati. Ripiegati sul nostro stomaco, stiamo vivendo un ellenismo del tortello. Dall'epica all'ortica, il canto del cigno della provincia è un grande rutto. Le sagre, spesso nate o rinate negli anni '90, sono feste di partito senza partito. Alle elezioni vincerebbe la Pro Loco. Scomparsi falci e martelli e scudi crociati, sono rimasti i maccheroni. Avanzi di storia. Niente slogan, niente tag. Serate disconnesse della maggioranza rumorosa. Ci si stringe attorno alla minestra. Gli ingredienti cambiano di paese in paese, di chilometro in chilometro in chilometro. Che c'importa del Quirinale, di Palazzo Chigi, del Vaticano? Noi abbiamo il macellaio. Lo statuto del partito è diventato una ricetta.

Il governo della città complessa....

Armondi Simonetta
Guerini e Associati 2018

Disponibile in libreria  
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

16,00 €
Come si guarda e si interpreta oggi la città di fronte ai suoi problemi di gestione tecnica e amministrativa? In un tempo di incertezza politica, di frammentazione istituzionale e di dispersione urbana, sempre più le amministrazioni pubbliche sono chiamate a confrontarsi con molte questioni di management che riguardano le città in relazione a temi socio-economici, di mobilità e di abitabilità urbana. Il volume, promosso dalla Fondazione Dioguardi ed esito delle attività di un gruppo di ricerca del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani e del Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano, indaga diversi aspetti dei problemi e delle sfide della gestione urbana e rappresenta un'occasione per sviluppare un ragionamento sulle competenze che gli enti locali dispiegano nelle politiche urbane; al tempo stesso emerge dall'indagine la necessità di sviluppare nuovi percorsi formativi di urban management, ancora inediti in ambito europeo e internazionale, finalizzali a ripensare la città, in risposta ai dilemmi transcalari posti dallo spazio urbano contemporaneo: dal degrado delle periferie, alla sostenibilità sociale e ambientale, ai nuovi stili di vita. Premessa di Alessandro Balducci, Introduzione di Gianfranco Dioguardi.

Irredimibile Sicilia? L'isola e il...

Fonte Fabrizio
Solfanelli 2018

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
È veramente irredimibile la Sicilia? Ultima tra le regioni europee in termini di sviluppo socio-economico, ma prima per il numero dei suoi abitanti che ogni anno sono costretti a partire per andare a trovare "fortuna" altrove. Un Terra, la Sicilia, che sembra non saper uscire dal pantano in cui si trova e che la vede stabilmente galleggiare, senza mai brillare, tra le pieghe della storia. Non a caso è la Terra di Pirandello, con tutti i suoi inspiegabili e misteriosi paradossi. Ricca all'inverosimile di un patrimonio architettonico, naturalistico, paesaggistico ed archeologico tra i pochi al mondo, dovrebbe poter, tranquillamente, vivere della sua bellezza e della sua storia ultra millenaria. L'Isola si dimena, invece, perennemente in un perfido gioco fatto di luci e di ombre, dando più che l'impressione di non essere assolutamente capace di risollevarsi. Eppure nel 1946 la concessione, da parte del governo nazionale, dell'Autonomia speciale (al fine di rintuzzare i fremiti indipendentisti) aveva posto in essere le condizioni per cambiare, una volta per tutte, le sorti della Sicilia e dei siciliani.

Potere e partecipazione....

Di Liso Saverio
la meridiana 2018

Disponibile in 3 giorni

15,50 €
Il rapporto tra potere e popolo, governanti e governati, amministrazione e cittadino è profondamente cambiato rispetto al passato, perché la società non è più chiusa in se stessa, ma appare aperta ad affrontare qualsiasi questione in maniera attiva, perciò anche l'amministrazione pubblica deve organizzarsi in modo tale da divenire un'amministrazione dedita all'ascolto delle proposte e del sano confronto. È in questo contesto che la partecipazione dei cittadini sostanzia ed estende la democrazia che si svela in una nuova forma che è la democrazia partecipativa, diversa da quella rappresentativa, perché supera il modello della delega, ma non alternativa, e da quella diretta, in quanto i cittadini non assumono da soli e direttamente decisioni. Si parla dunque di "amministrazione condivisa", definizione, questa, che indica il sistema secondo il quale tra amministrazione e cittadini dovrebbe esistere un rapporto di assoluta collaborazione, affinché tutto proceda per il meglio, nell'amministrazione della "cosa pubblica". L'efficacia del rapporto di collaborazione è data dalla reciprocità e dalla fiducia delle parti, cittadino da una parte, amministrazione pubblica dall'altra, in un contesto in cui il cittadino non è più destinatario passivo dell'azione pubblica, ma risorsa umana ricca di competenze, capacità, esperienze delle quali l'amministrazione pubblica deve far tesoro per governare al meglio il territorio e la stessa comunità. Questo nuovo rapporto tra amministratore e amministrato richiede non solo fiducia, ma anche un comune senso di responsabilità e soprattutto un nuovo modo di partecipare, con assiduità e frequenza, ai processi decisionali che legano l'individuo alla comunità di appartenenza e legittimano l'affermarsi di una sovranità maggiormente partecipata. Il paradosso della democrazia partecipativa consiste però esattamente in questo: ambisce a includere tutti, ma in pratica riesce a coinvolgere solo qualcuno, spesso solo una piccolissima parte della popolazione interessata. Attraverso il racconto di una breve esperienza locale di amministrazione e governo del territorio, questo libro dimostra come il rapporto tra potere e partecipazione realizzi, da una parte, una democrazia aperta, matura e impenetrabile a spinte reazionarie e, dall'altra, un'amministrazione del territorio più chiara, più partecipata e più coesa, che diventa più forte e quindi più incidente sulla vita dei cittadini ai fini dell'assunzione di decisioni condivise.

I sindaci di Napoli dal dopoguerra...

Volpe Enrico
Cuzzolin 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Napoli è sempre stata presente nella storia della politica italiana con numerose eccellenze e personaggi di grande prestigio come Enrico De Nicola, Giovanni Leone, Tommaso Leonetti, Francesco De Sanctis, Giorgio Napolitano. Dal dopoguerra a oggi come hanno agito, cosa hanno fatto i politici per la città di Napoli? Una ricerca sulla conoscenza e sull'operato dei Sindaci di Napoli in questo periodo, un contributo chiaro ed esaustivo degli avvenimenti storici e politici e delle vicissitudini della città dal 1945 a oggi.

Concorso segretari comunali e...

Narducci Fiorenzo
Maggioli Editore 2018

Disponibile in libreria  
CONCORSI VARI

98,00 €
Il Ministero dell'Interno è stato autorizzato con D.P.C.M. 24 aprile 2018 ad avviare le procedure concorsuali per 224 segretari comunali e provinciali e a procedere alle relative assunzioni. La figura del Segretario comunale e provinciale è centrale nell'organizzazione degli enti locali, rappresentando primaria figura di riferimento con funzione direzionale unica di vertice apicale a prescindere dalle dimensioni demografiche dell'ente. La rilevanza e delicatezza istituzionale del ruolo svolto e le conseguenti competenze professionali che deve possedere chi si accinge a svolgerlo implicano la necessità di una formazione specifica incentrata, al contempo, su solide fondamenta giuridiche e significative capacità manageriali, su elementi di esperienza operativa e sull'apertura a nuovi orizzonti professionali, che laGuida Normativa ha da sempre unito e sviluppato in linea con il pensiero del suo Fondatore e Direttore Fiorenzo Narducci, Segretario generale emerito. Le dieci aree tematiche in cui si sviluppano le 67 parti che compongono la Guida Normativa, anche nell'Edizione Speciale "Guida per la preparazione al concorso", testimoniano sia la completezza della trattazione sia il grado di approfondimento garantito nelle diverse materie trattate dai più prestigiosi Autori nel campo delle autonomie locali, in grado quindi di fornire un contributo unico per coloro che si accingono a sostenere il concorso. Delle molte funzioni che complessivamente costituiscono le competenze attribuite ai Comuni ed agli stessi richieste dalla popolazione sono illustrate nell'opera, compiutamente, le regole giuridiche, gli strumenti finanziari che ne sostengono l'esercizio, l'organizzazione che consente di attuarle, assicurando al candidato la conoscenza profonda di ogni attività che lo impegnerà come Segretario comunale nel suo ruolo al vertice dell'ente locale e consentendogli di partecipare al concorso con una preparazione completa. La Guida Normativa costituisce dal 1987 il punto di riferimento imprescindibile per gli enti locali, ed ha indirizzato e supportato con certezza di riferimenti generazioni di operatori, dirigenti ed amministratori locali. La Direzione, gli Autori e l'Editore sono lieti di presentare questa Edizione Speciale predisposta appositamente per chi si accinge a sostenere il concorso per ricoprire il prestigioso ruolo di Segretario comunale, confidando che, con l'apporto fornito, i nuovi Segretari potranno superare con sicurezza il concorso e continuare a svolgere le funzioni di primario riferimento organizzativo delle istituzioni locali più direttamente chiamate a corrispondere ai bisogni dei cittadini e delle comunità amministrate.

Bronzi, santi e rifugiati. Il caso...

Zavaglia Pietro Domenico
Castelvecchi 2018

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Nel 1998 una nave con a bordo circa trecento profughi sbarca a Riace, paese della Calabria noto per il ritrovamento dei celebri Bronzi. Un gruppo di volontari del posto, tra cui Domenico Lucano, improvvisa una prima accoglienza. In un luogo spopolato dall'emigrazione, avviato a divenire un "paese fantasma", giungono dal mare centinaia di persone senza una casa. Anni dopo il gruppo di volontari è riunito in un'associazione culturale, Lucano è stato eletto sindaco di Riace e le case disabitate sono destinate a ospitare i rifugiati. La storia del paese morente rinato grazie alla presenza dei migranti diventa un caso mediatico. Ma com'è stato possibile che un piccolo comune sia assurto a simbolo internazionale di accoglienza? Tra banconote col volto di Che Guevara e strade intitolate a vittime di mafia, politiche nazionali e criticità locali si intrecciano sullo sfondo di fatti storici e leggendari. Un'analisi delle strategie politico culturali che hanno reso Riace il "paese dell'accoglienza".

Bruno Benelli. Sindaco dei Giovani....

Moderna (Ravenna) 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
A cinquant'anni dalla morte prematura di Bruno Benelli, sindaco di Ravenna negli anni Sessanta, colleghi amministratori, amici e compagni di partito ne rievocano la figura di uomo e di politico. Ne scaturisce il ritratto di una persona competente, colta, umana e capace di intercettare, come solo i grandi sanno fare, le sollecitazioni dei tempi e della storia. A lui si deve la realizzazione di opere di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio ravennate che hanno contribuito a definirne l'identità fino ai giorni nostri.

La Sicilia, il regionalismo e la...

Fonte Fabrizio
Eclettica 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
"«Un galantuomo della vecchia destra», con queste parole Maurizio Barbato sulle pagine de La Repubblica definiva Dino Grammatico e credo che ricalchino perfettamente, seppur in maniera estremamente sintetica, la sua persona. Un'attività politica e culturale lunghissima (dalla fine degli anni '40 del secolo scorso fino, sostanzialmente, alla sua scomparsa avvenuta nel febbraio 2007) da cui ancora oggi, non solo per fare memoria, possiamo attingere a piene mani, ma soprattutto per sottolineare la «lungimiranza visionaria», sia dell'uomo che del politico, in termini di idee. Ammesso che sia possibile, in qualche modo, scindere le due figure." (L'autore)

Provincia Italia. Dal flop della...

Volpi Andrea
Eclettica 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La legge Delrio ne ha modificato l'assetto e il sistema d'elezione in attesa della loro abolizione; il referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 ne ha sancito la sopravvivenza. È il bizzarro destino delle Province, enti di secondo livello utilissime per il territorio e la tenuta del sistema degli enti locali, ma considerate dalla politica negli ultimi anni una sorta di Cenerentola delle Istituzioni. Questo libro cerca di mettere ordine in questa complicata materia a quattro anni dall'entrata in vigore della Delrio e a due anni dalla bocciatura della riforma costituzionale Boschi. Il volume parte dai punti di criticità della legge Delrio e dai suoi aspetti invece validi per tracciare un bilancio della sua applicazione concreta nella vita degli enti locali e in particolare di Province e Città Metropolitane, oggetto di taglio di fondi e impoverimento di competenze, delineando una proposta concreta di riordino e rilancio.

Spirito libero. Un giornalismo...

Gessi Sergio
Faust Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
In questo volume di Sergio Gessi (giornalista professionista e docente universitario) sono raccolti articoli, commenti, interviste che affrontano diverse questioni di interesse generale: dal tramonto delle ideologie alla rivoluzione digitale, dall'Islam alle migrazioni. Ma sullo sfondo o al centro c'è quasi sempre Ferrara. Un luogo dell'anima, si direbbe, ma anche l'archetipo della città mutevole, che si lascia amare ma non possedere. Che sorprende, scuote, tradisce. Godibili, oltre che attendibili, sono le pagine dedicate all'ascesa e caduta degli dei locali, da Roberto Soffritti a Dario Franceschini. Le inchieste sono documentate e le interviste non compiacenti, pure su questioni controverse come il tesoro del Pci o il vitalizio dei parlamentari (dove peraltro si racconta una verità diversa da quelle convenzionali). Incisive le pagine dedicate alla Chiesa estense e in particolare le dieci domande, rimaste senza risposta, al vescovo Luigi Negri.

Management strategico nelle...

Bernhart Josef
Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
La monografia scientifica "Management strategico nelle amministrazioni pubbliche locali" presenta concetti ed esperienze di 'gestione strategica delle amministrazioni pubbliche' in prospettiva transfrontaliera sviluppate negli ultimi tre decenni. Particolare attenzione è data al collegamento tra 'gestione strategica delle istituzioni pubbliche' e 'sviluppo territoriale', soprattutto in ottica di 'sviluppo sostenibile', allo snodo tra 'management' e 'leadership politica', alle 'logiche partecipate' con gli 'stakeholder' della 'governance locale', ad un approccio gestionale interdisciplinare di 'brand management territoriale'. Ad un'esposizione sistematica dei concetti di gestione e 'pianificazione strategica' in ambito pubblico si affiancano esperienze sviluppate nell'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino con il coordinamento scientifico dell'autore. L'orientamento alla ricerca applicata rende il libro "Management strategico nelle amministrazioni pubbliche locali" adatto sia per il mondo accademico che per i professionisti.

Destini incrociati nel Novecento...

Bozzini Federico
Cierre Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Dalla Resistenza a Tangentopoli, un'indagine storica a più voci sull'azione politica e amministrativa di sei protagonisti del gruppo dirigente democristiano veronese (Renato Gozzi, Agostino Montagnoli, Giorgio Zanotto, Gianfranco De Bosio, Gambattista Rossi, Enzo Erminero) attivi in diverse e successive stagioni, l'uno diverso dall'altro, ma uniti da un sentire comune che per mezzo secolo accomuna i loro "destini incrociati" e li identifica con quello della città. Nato negli anni novanta da una discussione con un "grande vecchio" della sinistra italiana, Vittorio Foa, nel momento in cui i grandi partiti di massa del secondo dopoguerra erano tutti scomparsi, travolti da una crisi senza precedenti, questo volume - oggi riproposto con una nuova prefazione di G.P. Romagnani - nasce dall'esigenza di comprendere le ragioni di una così lunga durata dell'universo democristiano e illumina le origini del modello veneto di sviluppo, prima del repentino crollo che avrebbe consegnato il Nordest al partito delle "identità locali" o al "partito degli affari". Una base di partenza per riflettere sulla crisi della democrazia rappresentativa e sull'involuzione del ceto politico.

Riace, una storia italiana

Sasso Chiara
EGA-Edizioni Gruppo Abele 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Riace e il suo sindaco, Domenico Lucano, sono un tutt'uno. Sono il simbolo di un'Italia per bene, solidale, impegnata contro l'esclusione, il razzismo e le mafie. Il simbolo di un miracolo possibile, quello di un'integrazione pacifica tra autoctoni e migranti, capace di realizzare un rilancio sociale ed economico. Un simbolo in controtendenza nell'Italia di Salvini e dei predicatori di odio, nell'Italia degli sprechi, della corruzione, della convivenza con le mafie, dell'egoismo localistico, del rifiuto del diverso. In questo contesto è intervenuto come un fulmine l'arresto di Lucano. Non per essersi arricchito o per avere sfruttato la sua carica, ma per il reato di solidarietà: per avere accolto e sostenuto i migranti anche forzando le regole. Un arresto che ha provocato la reazione spontanea di centinaia di migliaia di persone di ogni estrazione, per ribadire che l'esperienza di Riace deve continuare. A quell'esperienza, dalla nascita alle ultime vicende, è dedicato il libro di Chiara Sasso, che ne è stata da sempre partecipe.

Maestri per la città. Sindaci...

Tipheret 2018

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
Il volume indaga su i sindaci massoni nell'Ottocento, prima parte di un progetto che arriva ai nostri giorni. Centocinquanta "cittadini militanti" per usare un'espressione di Paolo Pansa riferita al sindaco Lando Conti, da Bolzano a Taormina, nelle grandi come nelle piccole comunità. Un patrimonio di idee e di realizzazioni veramente straordinario, dove ognuno di questi sindaci ha portato una parte cospicua di sé riuscendo spesso a concretizzare i sogni della propria vita: la gente di talento è la risorsa più grande di una nazione dal conte di Cavour a Gabriele Albertini, da Giuseppe Zanardelli a Francesco Angelini. Un viaggio verso la libertà attuata da amministratori locali noti o meno noti, dai tre sindaci della capitale con circa tre milioni di persone a piccoli comuni con poche anime, ma tutti sindaci operosi, onesti e liberi sotto ogni profilo. E questi sindaci, insieme a tanti altri, hanno fatto brillare le loro luci, a maggior ragione nel contesto politico attuale dove spesso più marce sono le mele e meno i cittadini italiani pretendono dal cesto.

Provincia di Brescia. Motore...

Zane Marcello
Bams Photo 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Un volume che descrive le tante competenze in capo alla Provincia, partendo dalla storia che ha visto assegnare inizialmente a questo Ente una molteplicità di funzioni poi man mano ridotte, sino ad arrivare alla situazione attuale che vede l'organismo in oggetto privato dei fondi necessari ed indispensabili per ottemperare a quanto di sua competenza. Il tutto con una grafica piacevole ed un servizio iconografico di livello.

Mimì Capatosta. Mimmo Lucano e il...

Barillà Tiziana
Fandango Libri 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Primavera 2016, la prestigiosa rivista americana Fortune, come di consueto, pubblica la lista dei 50 World Greatest Leaders, gli uomini e le donne più influenti al mondo. Insieme a papa Bergoglio, Angela Merkel, Aung San suu Kyi, Obama e Bono Vox, al quarantesimo posto c'è lui, Mimmo Lucano. Il sindaco di un piccolissimo comune calabrese, Riace. È l'unico italiano nella lista. All'estremo Sud d'Italia, ai piedi dell'Aspromonte, in piena Locride, c'è il sindaco migliore del mondo. Lui la chiama "utopia della normalità". Iniziata nel 1998 con il primo sbarco di curdi a Riace, da quando è sindaco, il suo comune ha ospitato più di 6000 migranti che hanno ripopolato la sua piccola cittadina. Un quarto dei suoi concittadini non sono nati in Calabria: arrivano dall'Afghanistan, dal Senegal, dal Mali, hanno rischiato la vita attraversando il Mediterraneo e a Riace hanno trovato una casa. C'è chi fa da traduttore e da mediatore culturale, chi si prende cura dei fiori e delle piante del centro storico, chi fa la raccolta differenziata con un carretto trainato da due asine, chi sta ripristinando una valle abbandonata per farne un allevamento per animali e chi si prende cura della pulizia della spiaggia di Riace marina. Un modello, quello di Riace, che è stato esportato in altri comuni della Locride e che nell'epoca in cui si alzano muri, si ripristinano frontiere e si chiudono gli accessi, appare non solo come una speranza per un futuro migliore, ma come una reale alternativa economica a un sistema che si è ormai mostrato in tutto il suo fallimento. Attraverso incontri, viaggi e la condivisione di un'appartenenza non solo territoriale, Tiziana Barillà ci consegna un ritratto esclusivo del sindaco migliore del mondo, un uomo schivo, che non ama le luci della ribalta ma che si racconta liberamente in questo libro.

La città ribelle

De Magistris Luigi
Chiarelettere

Disponibile in 3 giorni  
POLITICA

15,00 €

Scripta volant. Politica ed...

Locoratolo Sergio
Guida 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Con i suoi editoriali, Sergio indica un punto di vista, un'inquadratura dalla quale osservare i fatti. Ed è sempre un'inquadratura nitida, originale. E in più con una scrittura mai banale, sempre incisiva, lontana dai compiaciuti barocchismi di tanti intellettuali che si cimentano nell'arte del commento." (dalla prefazione di Enzo d'Errico)

Leopoldo Lucchi, «Gigi». Il...

Urbini Elide
Il Ponte Vecchio 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Scrivono gli autori nella loro nota di premessa: «Il contributo che Leopoldo Gigi Lucchi - il partigiano, l'uomo politico, l'amministratore - ha dato alla propria comunità, nei decenni che lo hanno visto protagonista nella vita politica cesenate, si coglie nei progressi che la città ha conosciuto, divenendo in quegli anni pienamente partecipe della crescita complessiva della Romagna. Questa consapevolezza ci ha stimolato a cercare di consegnare ai Cesenati una conoscenza dettagliata e documentata della vita di un politico che ha saputo essere anche il sindaco di tutti. In ciò è stato guidato dall'interesse generale e dalla ispirazione unitaria che lo ha accompagnato fin dal tempo della Resistenza. Oggi che la politica è spesso colpita da giudizi negativi sulla stessa moralità dei protagonisti, ci piace sottolineare la rettitudine dell'uomo: consapevole di questa sua nettezza morale, dopo trent'anni di Consiglio Comunale, quindici dei quali come sindaco, Gigi soleva dire con tranquillo orgoglio: «Esco povero così come sono entrato». Nel ripercorrere la vita di Leopoldo Lucchi, abbiamo inevitabilmente ricostruito anche la storia politica e amministrativa della città.

Interventi intraprendenti....

Galli Stefano Bruno
Biblion 2017

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
«Ci sono occasioni fortunate in cui il luogo di un incontro svela già il suo significato. Accade solo nelle relazioni privilegiate, come senz'altro è stata ed è quella di chi scrive con Stefano Bruno Galli. Ho conosciuto Stefano a Domaso, limite estremo del lago di Como, in una domenica grigiastra e piovosa, sublime come sanno essere solo alcune domeniche lacustri, lasciatevelo dire da un comasco. Eravamo lì per celebrare Gianfranco Miglio, qualche anno fa, nel ventre della sua terra, per dire qualcosa di "migliano" nel nostro tempo. No, Miglio non è una reliquia, magari un medicinale autoassolutorio per l'anima, da somministrare a piccole dosi, per consolarsi del federalismo che doveva essere, e non è stato. No, Miglio è un'urgenza, Miglio vive qui e ora, perché qui e ora lo Stato più depredatore e burocratico d'Occidente sta finendo di massacrare le sue (residue) enclavi produttive e quelli tra i suoi cittadini che osano (sempre meno) tentare di intraprendere. Ecco, credo sia stato questo il segreto del nostro incontro, la condivisione immediata, dell'urgenza di Miglio. L'urgenza del federalismo». (dalla prefazione di G. Sallusti)

La politica in Toscana da Dante a...

Garfagnini G. C.
Polistampa 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il testo racchiude gli atti del convegno ospitato nel 2014 dall'Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento a Firenze, offre una riflessione sulle forme e sulle istituzioni della politica fiorentina nel lungo arco cronologico che va dall'età di Dante a quella di Guicciardini, periodo di transizione tra il Comune e il Principato.

La spallata. Il referendum...

Rubinato Simonetta
Lunargento 2017

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Per il Veneto è l'ultima occasione di cambiare sul serio. Lavoro, scuola, territorio: come ridare ai veneti la responsabilità di progettare il loro futuro.