Filosofia occidentale del Medioevo e del Rinascimento: dal 500 al 1600

Active filters

Il disprezzo del mondo

Erasmo da Rotterdam
La Vita Felice

Disponibile in libreria

16,50 €
Durante gli anni di vita in convento, grazie ai quali Erasmo accrebbe la sua istruzione, perse, però, a poco a poco, l'affezione per la vita monastica. Nel carteggio di quel periodo non vi è traccia di argomenti religiosi e vi è insofferenza per i suoi superiori, che non comprendono e frenano la sua passione per la poesia. Nella sua prima opera, tuttavia, una Lettera sul disprezzo del mondo (De contemptu mundi), scritta intorno al 1489, egli loda la vita solitaria dei monaci come mezzo per realizzare l'ideale umanistico della formazione di uno spirito eletto, pur non giungendo mai a esaltare il ritiro conventuale quale espressione di una compiuta vita cristiana.

La filosofia dei moderni

Paganini Gianni
Carocci

Disponibile in libreria in 3 giorni

29,00 €
Anche a distanza di secoli, la modernità - dalla fine del Rinascimento a Kant - non è tramontata, se non altro perché le idee, i programmi di ricerca, le realizzazioni cui essa ha dato inizio sono ancora attive e operanti nel nostro mondo contemporaneo. I capitoli di questo libro, affidati ciascuno a uno specialista del tema, non ambiscono all'ennesima sintesi unitaria, ma insistono piuttosto sull'intreccio dei percorsi che caratterizzarono il pensiero dei moderni. Perciò, pur senza rinunciare alla categoria dell'individualità, i singoli pensatori sono immersi nei contesti, nelle tradizioni e nei problemi del loro tempo. I grandi temi, i protagonisti e i loro interlocutori vengono così considerati da angolature o in connessioni originali. In questo modo, si vede come le filosofie giocarono su campi del sapere anche diversi, dalle scienze alla storia, dal pensiero giuridico-politico alla religione. Ne risulta un quadro più ricco e vario perché i filosofi moderni non solo diedero risposte nuove, ma sovente impostarono i problemi con i quali ancora oggi ci misuriamo.

Apologia di Galileo

Campanella Tommaso
La Vita Felice

Non disponibile

13,50 €
Uno dei testi chiave del moderno dibattito sulla libertà della ricerca scientifica è stato messo a punto tra la fine del 1615 e l'inizio del 1616, nel pieno della polemica sul sistema eliocentrico copernicano, ma vide la luce soltanto qualche anno dopo, nel 1622, a Francoforte, quando Campanella era ancora in carcere a Napoli. In quest'opera l'autore sostiene la compatibilità tra le tradizionali verità cristiane e le nuove scoperte realizzate da Galileo.

L'ontologia della materia. Giordano...

Oliva Luca
Storia e Letteratura

Disponibile in libreria in 3 giorni

32,00 €
Per mezzo di un'analisi dettagliata e coerente che ad oggi manca, 'L'ontologia della materia' ricostruisce le pisignificative interpretazioni della filosofia di Giordano Bruno (in particolare del 'De la causa, principio et uno') nella contemporaneit Abbracciando un periodo di circa due secoli, a partire dal Bruno di Schelling del 1802, attraverso il positivismo italiano e Dilthey, l'autore traccia il percorso bruniano che sfocia ai giorni nostri in una molteplicitdi campi, dalla cosmologia alla logica, dalla storia alla semiotica.

Introduzione allo studio di...

Gilson Étienne
Marietti

Disponibile in libreria

25,00 €
La riflessione e il mondo di uno dei maggiori pensatori del medioevo cristiano - qui ripercorsi in un testo divenuto classico e adottato nelle universititaliane - restano per ogni epoca punti imprescindibili di riferimento. La vita e la ricerca di sant'Agostino seguono il filo di un travaglio e di un'appassionata indagine che consente ancora oggi all'uomo occidentale di confrontarsi con gli aspetti essenziali e decisivi della vita e con le aspirazioni profonde che tentano di avvicinare il mistero indicibile di Dio.

Da Roberto Grossatesta a Jonathan...

Corbini Amos
ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Quando nel XIII secolo gli Analitici secondi di Aristotele divennero noti nella cultura universitaria di lingua latina, i commentatori si trovarono ad affrontarne tutte le sfide: cioè a chiarire cosa è la scientia, la forma più alta e certa di sapere, come essa si esprima nella forma più perfetta di sillogismo, la dimostrazione, e ad esaminare tutte le sue complesse esigenze logiche e metodologiche. Le riflessioni di Roberto Grossatesta, Simone di Faversham, Egidio Romano nel XIII secolo, e di Giovanni Buridano nel XIV presentano però anche un sorprendente gioco di assonanze (e divergenze) con interpretazioni contemporanee del pensiero aristotelico. In questo libro Mario Mignucci, Richard McKirahan, Michael Ferejohn, Jonathan Barnes e altri studiosi incrociano con le loro considerazioni i percorsi degli autori medievali: si dispiega così davanti a noi una polifonia di voci in dialogo, sebbene a distanza di secoli, sui caratteri dei nessi predicativi tipici delle premesse del sillogismo dimostrativo.

Il pensiero medievale. I grandi...

Chiurco Carlo
QuiEdit

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,00 €
I mille anni che separano la fine del sistema politico del mondo antico dall'età delle grandi scoperte geografiche sono una delle più ardite e originali creazioni della civiltà occidentale. Teologia, filosofia, etica, estetica si innalzano a vette di complessità inaudite nel segno del continuo confronto con l'eredità del mondo antico da un lato, e la certezza indubitabile per la fede costituita dalla verità rivelata dall'altro.

Der «Livre de Sidrac»: die quelle...

Waffner Petra
Vita e Pensiero

Disponibile in libreria in 5 giorni

28,00 €
Frutto di un intenso lavoro di ricerca, questo libro si sofferma sugli aspetti della tradizione e ricezione del manoscritto Livre de Sidrac, noto anche con il titolo "Livre de la fontaine de toutes sciences", un'opera filosofica anonima scritta tra il 1270 e il 1300 in francese antico, enormemente popolare nel XVI secolo.

Minima mediaevalia. Saggi di...

Imbach Ruedi
Aracne

Non disponibile

21,00 €
«Superare il presente, ma con gli occhi rivolti al passato». Questa nota formula di Antonio Gramsci compendia efficacemente il significato sotteso ai dieci saggi raccolti nel volume. Il titolo Minima mediaevalia allude sì al carattere necessariamente non sistematico della forma saggistica prescelta, ma soprattutto a quel residuo inesauribile che, nell'arco di una ricerca pluridecennale, consente all'autore di rinvenire nel pensiero medievale riflessioni gravide di futuro.

Da Montaigne a Montaigne

Lévi Strauss Claude
Cortina Raffaello

Disponibile in libreria

11,00 €
Le due conferenze inedite riunite in questo libro danno testimonianza della parola pubblica del picelebre antropologo francese e ci consentono di valutare il posto che il pensiero di Montaigne occupa nel percorso intellettuale di Li-Strauss, offrendo una visione nuova dell'opera dell'antropologo. Nel 1937 Li-Strauss a Parigi e tiene una conferenza stupefacente: collocandosi sotto l'egida di Montaigne, proclama il carattere rivoluzionario dell'antropologia. Ma questa conferenza importante anche per un altro motivo: attesta l'esistenza, finora sconosciuta, di un momento diffusionista nella riflessione del grande studioso. Nel 1992, in uno dei suoi ultimi interventi pubblici, Li-Strauss torna a parlare della sua ammirazione per Montaigne e ci lascia intravvedere l'aspetto che, ai suoi occhi, connette Montaigne a Rousseau.

Dio, universo, uomo. Studi e...

Sturlese Rita
Scuola Normale Superiore

Disponibile in libreria

30,00 €
Rita Sturlese stata una delle piimportanti studiose della filosofia del Rinascimento italiano ed europeo, e in modo particolare della figura, dell'opera e della fortuna di Giordano Bruno. Questo volume raccoglie i suoi contributi pisignificativi a una originale interpretazione della nova filosofia, mettendo a fuoco anche i momenti di svolta e di trasformazione di una ricerca durata una vita. Punti di riferimento della bibliografia su Bruno, la Scuola Normale Superiore e l'Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento li ripropongono, per la prima volta in forma organica, all'attenzione dei lettori e soprattutto delle giovani generazioni di studiosi.

Nel tempio di Mnemosine. L'arte...

Matteoli Marco
Scuola Normale Superiore

Disponibile in libreria in 3 giorni

28,00 €
Bizzarro pretesto retorico o potente dispositivo concettuale? L'ars memoriae di Giordano Bruno, caratterizzata da un uso creativo dell'immaginazione e da un linguaggio esplosivo, stata al centro di un vivace dibattito critico. In questo volume, Matteoli propone una ricostruzione inedita del rapporto che la mnemotecnica bruniana intrattiene con la tradizione classica, le regulae medievali e i primi trattati a stampa. Gli esiti di questo lavoro, vasto e accurato, sono sorprendenti: lo scopo ultimo dell'arte della memoria di Bruno far sche il lettore incarni i principi fondamentali della nolana filosofia, divenendo cosprotagonista di un pensare per immagini che coincide con l'operare di una natura infinitamente viva. Il risultato una concezione rivoluzionaria della dignitas hominis.

Giordano Bruno. Cenni popolari sul...

Rubagotti Angelo
Alcheringa

Non disponibile

9,50 €
"Verrà un giorno che l'uomo si sveglierà dall'oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo... l'uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo." "Io penso a un universo infinito. Stimo infatti cosa indegna della infinita potenza divina che, potendo creare oltre a questo mondo un altro e altri ancora, infiniti, ne avesse prodotto uno solo, finito. Così io ho parlato di infiniti mondi particolari simili alla Terra."

La scienza e i segreti della natura...

Verardi Donato
Firenze University Press

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,90 €
Il volume è dedicato al tema degli 'occulti segreti della natura' nella magia naturale di Giovan Battista Della Porta (1535-1615). L'argomento è studiato in relazione sia ai dibattiti interni all'aristotelismo napoletano del XVI secolo, sia alle proposte della tradizione magica rinascimentale. Il libro affronta anche il problema della stregoneria, fenomeno non prettamente filosofico, ma storicamente connesso alla lotta che Della Porta conduce contro ogni forma di spiegazione superstiziosa dei segreti naturali, compresi quelli più scabrosi.

Sull'onnipotenza divina

Damiani Pier
La Vita Felice

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,50 €
Composta attorno al 1067, la lettera Sull'onnipotenza divina di Pier Damiani si apre con una questione posta da Desiderio, abate di Montecassino: «Sebbene Dio possa ogni cosa, non può restituire la verginità a colei che l'ha perduta. Egli ha certamente il potere di liberarla dalla pena, ma non può ridarle la corona della verginità che ha perduto». Il problema, che Pier Damiani riprendeva dalla lettera XXII di san Gerolamo, è solo in apparenza ozioso: il monaco ravennate ne fa un'autentica questione filosofica, un "esperimento mentale" che solleva domande cruciali sulla natura del tempo e sul rapporto tra necessità e contingenza, leggi divine e principi logici, natura divina e natura umana. Il volume, a cura di Roberto Limonta, presenta la traduzione del De divina omnipotentia con note e testo latino a fronte. La prefazione di Mariateresa Fumagalli Beonio Brocchieri e il saggio introduttivo di Roberto Limonta ricostruiscono la lunga durata della questione posta da Pier Damiani, dai dibattiti teologici dei secoli medievali sino alle sue fortune nella filosofia, teologia e letteratura contemporanea.

De consolatione

Cardano Girolamo
Olschki

Disponibile in libreria in 3 giorni

35,00 €
Nel "De consolatione" (1542 e 1544) Cardano rilegge in modo originale il genere classico della "consolazione". Attraverso un dispositivo argomentativo che intreccia filosofia, medicina e erudizione umanistica, il testo traccia le linee di un'arte necessaria all'individuo, perché possa proteggersi dalle avversità della vita civile e dalle angosce di un'esistenza precaria. Radicato nell'ambiente milanese ma orientato verso l'orizzonte europeo, Cardano offre una testimonianza delle tensioni che attraversano l'epoca ancora segnata dal progetto erasmiano.

La filosofia della natura nel De...

Cremonesi Luca
Gilgamesh Edizioni

Non disponibile

7,00 €
Il saggio di Cremonesi scaturisce dal convegno (Verona, 2000), coordinato dal prof. Enrico Peruzzi, dedicato alla figura del filosofo mantovano Pietro Pomponazzi (16 settembre 1462 - 18 maggio 1525) e al suo trattato "De incantationibus", pubblicato postumo nel 1556 a causa del veto dell'Inquisizione, nel quale si sostiene che non esistono accadimenti miracolosi, ma solo eventi naturali per i quali non sia stata ancora trovata una spiegazione. Emerge l'immagine di un Pomponazzi "che ha iniziato veramente la filosofia della Rinascenza" (per usare le parole del filosofo positivista Roberto Ardigò, anch'egli mantovano), dell'umanista che per primo adottò il metodo del "dubbio filosofico", l'approccio conoscitivo che diverrà segno distintivo di grandi pensatori come Galileo, Bruno, Cartesio, e che condurrà alla nascita della moderna epistemologia.

Il Dio dei geometri. Quattro dialoghi

Bruno Giordano
Di Renzo Editore

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
L'incontro di Giordano Bruno con il matematico salernitano Fabrizio Mordente avvenne nel 1585, durante il secondo soggiorno parigino del filosofo, reduce dall'esperienza inglese. È una vicenda interessante e, finora, inspiegabilmente trascurata, nonostante la scoperta dei nuovi dialoghi e di documenti inediti abbia contribuito a chiarirla. Prima d'ora, non era mai stata pubblicata una traduzione completa dei quattro dialoghi composti da Bruno nell'occasione: Mordente, Il compasso di Mordente, L'idiota trionfante e L'interpretazione del sogno. Pur trattandosi di scritti in larga parte di argomento matematico, essi ci consentono di illuminare aspetti importanti della personalità e del pensiero del Nolano, mettendo in evidenza quelle qualità morali e intellettuali che caratterizzarono il comportamento del filosofo in tutte le più importanti vicende della sua tormentata esistenza. La lettura dei dialoghi ci offre inoltre lo spunto per affrontare la questione epistemologica dell'approccio bruniano alla conoscenza.