Diritto e procedura penale

Active filters

2019. Un anno di sentenze. Diritto...

Giappichelli

Non disponibile

29,00 €
La Raccolta "2019: un anno di sentenze" rientra tra progetti culturali dell'Associazione no profit "Scuola Giuridica Salernitana", presieduta dall'Avv. Fabio Coppola e finalizzata alla creazione di una community di giuristi che condividono la mission di diffondere la cultura della legalit contribuendo al dibattito, alla produzione scientifica e al processo di ammodernamento e di formazione della futura classe dirigente e professionale. Nel perseguimento della propria mission, uno dei principali obiettivi della "Scuola Giuridica Salernitana" stato quello di ridare valore e significato alle parole, in particolare quelle condensate nelle motivazioni dei provvedimenti giurisdizionali, troppo spesso bypassate attraverso il miope ricorso al copia-incolla della massima giurisprudenziale, che non sempre riesce a svelare le peculiarit(e la profondit del ragionamento giuridico da cui viene estrapolata. nata cosl'idea di restituire vigore all'argomentazione giuridica delle sentenze, raccogliendone i passaggi pisignificativi in una Raccolta, aggiornata anno dopo anno, in modo da offrire agli studiosi, operatori e professionisti il corredo della giurisprudenza pirecente e rilevante in ambito civile, penale e amministrativo.

4 codici. Civile, procedura civile,...

Alpa Guido
Neldiritto Editore

Non disponibile

40,00 €
L'opera è aggiornata a: Corte Cost. 26 gennaio 2017, n. 21 (G.U. 1° febbraio 2017, n. 5) - Illegittimità costituzionale dell'art. 197 bis, co. 3 e 6, c.p.p.; D.Lgs. 19 gennaio 2017, n. 7 - Modifiche e riordino delle norme di diritto internazionale privato perla regolamentazione delle unioni civili; D.Lgs. 19 gennaio 2017, n. 6 - Modificazioni ed integrazioni normative in materia penale perii necessario coordinamento con la disciplina delle unioni civili; D.Lgs. 19 gennaio 2017, n. 5 - Adeguamento delle disposizioni dell'ordinamento dello stato civile in materia di iscrizioni, trascrizioni e annotazioni, nonché modificazioni ed integrazioni normative perla regolamentazione delle unioni civili; D.Lgs. 19 gennaio 2017, n. 3 - Attuazione della direttiva 2014/104/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 novembre 2014, relativa a determinate norme che regolano le azioni per il risarcimento del danno ai sensi del diritto nazionale per violazioni delle disposizioni del diritto della concorrenza degli Stati membri e dell'Unione europea; D.L. 30 dicembre 2016, n. 244 - Milleproroghe; D.Lgs. 29 dicembre 2016, n. 253 - Attuazione della direttiva 2014/66/UE sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti, lavoratori specializzati, lavoratori in formazione di Paesi terzi nell'ambito di trasferimenti intra-societarì; Corte cost. 21 dicembre 2016, n. 286 - In materia di attribuzione ai figli del cognome materno; L. 11 dicembre 2016, n. 236 - Modifiche al codice penale e alla 1.1 ° aprile 1999, n. 91, in materia di traffico di organi destinati al trapianto, nonché alla 1.26 giugno 1967, n. 458, in materia di trapianto del rene tra persone viventi; L. 11 dicembre 2016, n. 232 - Legge di Stabilità 2017.

Abrogatio. Lineamenti della...

Trapani Mario
Giappichelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
La communis opinio secondo cui l'abrogazione non eliminerebbe la norma dal sistema, revocandone ex nunc la validità, ma avrebbe semplicemente l'effetto di delimitarne cronologicamente l'ambito di applicabilità ai soli fatti pregressi confonde due piani di indagine: quello della "abrogazione" e quello della "irretroattività" della norma; confusione determinata dalla non chiara percezione della differenza tra le due accezioni in cui può essere assunto il termine "ambito temporale di validità" di una norma giuridica. La "norma giuridica" ha infatti una duplice "dimensione temporale": una "esterna" e un'altra "interna". La prima, quella "esterna", attiene, propriamente, all'arco temporale di "esistenza" di una norma all'interno di un certo sistema normativo, in quanto "appartenente" ad esso; appartenenza, e dunque "applicabilità", che dura fino al momento in cui interviene uno dei "fatti abrogativi" previsti in via generale e astratta dall'art. 15 preleggi, la cui verificazione integra la "condizione di cessazione di esistenza" di qualunque norma. L'altra "dimensione temporale" della norma, quella "interna", attiene viceversa all'arco temporale nel quale si deve verificare (o essersi verificata) la situazione di fatto riconducibile sotto la fattispecie da essa ipotizzata. Così intesa, la dimensione temporale della norma attiene dunque, propriamente, alla "retroattività" o "irretroattività" della "qualificazione" da essa operata in funzione dell'applicazione del tipo di disciplina ivi previsto.

Abuso del diritto e rilevanza...

Bruni Francesco
Aracne

Non disponibile

24,00 €
La trattazione ha l'obiettivo di indagare l'utilizzo che si è fatto dell'abuso del diritto nell'ordinamento comunitario e in quello nazionale. La ricerca muove da uno studio sulle origini storiche del concetto di abuso, approfondendone la razionalizzazione ad opera dei civilisti francesi e tedeschi di inizio Novecento e il suo recepimento da parte della dottrina e della giurisprudenza italiane, per considerare, in seguito, gli orientamenti volti a estenderne l'applicabilità ad altri settori. L'analisi volge, poi, ad esaminare le potenzialità applicative del concetto antiabusivo nella materia tributaria, mettendone in risalto analogie e differenze rispetto agli strumenti antielusivi di emanazione legislativa. In particolare si sofferma sugli orientamenti giurisprudenziali che ne hanno determinato la trasformazione in norma giuridica di genesi pretoria.

Abuso di gestione e responsabilità...

De Angelis Paolo
Ipsoa

Non disponibile

22,00 €
Il volume esamina, partendo dalla riforma dei reati societari, il tema della gestione dell'impresa societaria e quello della valutazione delle condotte degli amministratori alla luce della norma sull'infedeltà patrimoniale. L'art. 2634 c.c. delinea nell'ordinamento penale una fattispecie incentrata sulla tutela del patrimonio sociale contro le aggressioni da parte degli organi di gestione che si trovano in conflitto di interessi con la società. Oltre al tema dell'infedeltà patrimoniale, la norma regola altresì la gestione nei gruppi societari e il fenomeno dei c.d. vantaggi compensativi. Attraverso l'analisi degli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali e la costante comparazione tra disciplina civilistica e norma penale, l'autore affronta le principali problematiche interpretative ed applicative, fornendo una risposta alle molteplici questioni che si pongono nella pratica quotidiana di ogni compagine sociale: quali condotte espongono l'amministratore a conseguenze penali? Quali sono gli atti infragruppo consentiti e quali quelli vietati? Che rapporti intercorrono tra il reato di infedeltà, quello di appropriazione indebita e, in caso di fallimento, quello di bancarotta? Lo scopo è quello di indicare all'operatore pratico i metodi per distinguere, sul piano teorico prima ancora che su quello applicativo, l'attività consentita da quella vietata sulla base dei criteri seguiti dalla giurisprudenza ed accreditati dalla dottrina.

ACTA. Quattro codici e leggi...

Lybra

Non disponibile

39,00 €
L'opera realizza un esaustivo piano espositivo della normativa costituente i quattro rami fondamentali della materia giuridica: il diritto civile, il diritto penale, il diritto processuale civile ed il diritto processuale penale. Le norme codicistiche di c

Alterazioni emotive e colpevolezza

Dova Massimiliano
Giappichelli

Non disponibile

26,00 €
Dove va il diritto penale, quali sono i suoi itinerari attuali e le sue prevedibili prospettive di sviluppo? Ipertrofia e diritto penale minimo, affermazione simbolica di valori ed efficienza utilitaristica, garantismo individuale e funzionalizzazione politico-criminale nella lotta alle forme di criminalità sistemica, personalismo ed esigenze collettive, sono soltanto alcune delle grandi alternative che l'attuale diritto penale della transizione si trova, oggi più di ieri, a dover affrontare e bilanciare. Senza contare il riproporsi delle tematiche fondamentali relative ai presupposti soggettivi della responsabilità penale, di cui appare necessario un ripensamento in una prospettiva integrata tra dogmatica e scienze empirico-sociali. Gli itinerari della prassi divergono peraltro sempre più da quelli della dogmatica, prospettando un diritto penale "reale" che non è più neppure pallida eco del diritto penale iscritto nei principi e nella legge. Anche su questa frattura occorre interrogarsi, per analizzarne le cause e prospettarne i rimedi. La collana intende raccogliere studi che, nella consapevolezza di questa necessaria ricerca di nuove identità del diritto penale, si propongano percorsi realistici di analisi, aperti anche ad approcci interdisciplinari. In questo unitario intendimento di fondo, la sezione Monografie accoglie quei contributi che guardano alla trama degli itinerari del diritto penale con un più largo giro d'orizzonte e dunque - forse - con una maggiore distanza prospettica verso il passato e verso il futuro, mentre la sezione Saggi accoglie lavori che si concentrano, con dimensioni necessariamente contenute, su momenti attuali o incroci particolari degli itinerari penalistici, per cogliere le loro più significative spezzature, curvature e angolazioni, nelle quali trova espressione il ricorrente trascorrere del "penale".

Amministrazione giudiziaria e...

Di Legami Rosario
Pisa University Press

Non disponibile

12,00 €
Il volume offre una concreta prospettiva dei poteri della Amministrazione Giudiziaria, così come modellati dal nuovo Codice Antimafia, ed affronta gli aspetti collegati alla gestione dei sequestri e delle confische, risolvendo molteplici dubbi interpretativi, anche alla luce dei primi importanti interventi giurisprudenziali. Il testo approfondisce sia la parte inerente la tutela dei diritti dei terzi, disciplinata ex novo dal d.lgs. n. 159/2011, sia la recentissima Legge 228/2012 (legge di stabilità 2013) sottolineandone gli elementi positivi e scandendone al contempo le numerose criticità, anche all'interno della cornice comunitaria entro la quale la materia dei sequestri antimafia opera. Si tratta, nell'insieme, di un vademecum utile sia per gli operatori del settore, sia per i professionisti che si avvicinano alla materia dei sequestri e delle confische, sia per le banche e le aziende che, quali terzi creditori, entrano in contatto con i soggetti attinti dalle misure di prevenzione.

Analisi critica dei delitti contro...

Bertolino Marta
Giappichelli

Non disponibile

22,00 €
Tra gli argomenti trattati: Tutela dell'amministrazione della giustizia; Le principali condotte di omissione nei delitti contro l'attività giudiziaria; Ancora per una tutela strumentale e prodromica del processo: falsi reati e false incolpazioni; La tutela della funzione giurisdizionale nel processo: dal rifiuto di uffici legalmente dovuti alle condotte di falso e di frode processuale; Premialità e non punibilità: interessi a confronto; Le infedeltà processuali del patrocinatore e del consulente tecnico; La tutela penale dei provvedimenti del giudice penale; La difesa arbitraria delle proprie ragioni.

Analisi di esplosioni e incendi....

Piccinini
EPC

Disponibile in libreria in 3 giorni

25,00 €
Il volume raccoglie la sintesi di attività peritali svolte per la Magistratura (PM, GIP o Corte d'Appello) le cui vicende giudiziarie sono ormai concluse da tempo, ma che per le loro peculiarità possono essere d'interesse generale o comunque rappresentative di una casistica incidentale. I casi presentati sono stati trattati in modo assai differente: con estrema sintesi o, al contrario, in modo piuttosto dettagliato, offrendo una minuziosa ricostruzione della dinamica incidentale. Questi esempi illustrano come all'epoca dell'indagine si fosse riusciti, applicando correttamente i fondamenti dell'ingegneria forense, non solo ad ottenere un quadro coerente di tutti gli elementi tecnici e delle testimonianze agli Atti, ma anche a individuare quelle che potrebbero definirsi le "impronte digitali" di un preciso atto criminale. Poiché la scelta dei casi è stata ristretta alle deflagrazioni, sia nell'ambito industriale che civile, quindi agli incendi e agli avvelenamenti da ossido di carbonio, si è estratto dalle singole perizie la parte comune e la si è riportata in forma organica in testa alle diverse sezioni del volume, non solo per evitare inutili ripetizioni, ma soprattutto per fornire una base teorica dei fenomeni trattati non sempre facilmente reperibile nella letteratura corrente.

Annali di diritto penale moderno....

Ruffo M. A.
47,00 €
Gli Annali di diritto penale moderno affrontano, tra i tanti attuali, due temi particolarmente rilevanti per la societc.d. civile: il divorzio e il diritto penale minimo. Il divorzio pucostituire un'ipotesi di mobbing, poichproduce uno sconvolgimento delle abitudini di vita, infatti, l'irreversibile venir meno del godimento del rapporto personale con gli stretti congiunti integra sicuramente una specie di danno c.d. esistenziale. La perdita del rapporto familiare crea un danno, che configurabile nello sconvolgimento ed alterazione permanente dell'equilibrio del soggetto, che vittima del divorzio e, quindi, diventa un mobbizzato. L'attuale sistema sanzionatorio penale obbliga a ridiscutere la centralite la esclusivitdella stessa pena detentiva: la riforma penitenziaria ha, infatti, introdotto una molteplicitdi misure alternative alla detenzione, in un percorso di progressiva riduzione della connotazione detentiva della sanzione penale.

Annali di diritto penale moderno....

Ruffo M. A.
85,00 €
Il problema dell'individuazione dei fondamentali valori di riferimento del diritto penale ha un contenuto identico al problema della difesa dei diritti dell'uomo, infatti, sebbene si tratti di una dimensione spesso trascurata dalla legislazione e dalla prassi giurisprudenziale, qualsiasi sistema penale si trova, per definizione, in un rapporto di tensione con i diritti dell'uomo. La tutela di questi indica la misura del giusto contemperamento tra le due fondamentali funzioni del diritto penale: da un lato, quella del controllo di comportamenti connotati da dannositsociale e, dall'altro, quella del controllo del potere statuale che, in via preventiva ed in via repressiva, procede contro tali condotte socialmente dannose.

Anticorruzione negli enti locali

Olivieri Luigi
Maggioli Editore

Non disponibile

24,00 €
La legge 190/2012, cosiddetta "anticorruzione", introduce nella pubblica amministrazione nuovi strumenti per combattere i fenomeni corruttivi, oltre a modificare in parte le norme del codice penale relative alla materia. Si tratta di una serie di innovazioni, alcune delle quali significative, come l'onere di redigere una pianificazione di azioni volte a scongiurare i rischi di corruzione, o la previsione della figura obbligatoria del responsabile della prevenzione della corruzione, che negli enti locali coincide col segretario comunale, salvo motivata decisione diversa. La norma ha un notevole impatto sull'organizzazione degli enti e, in una certa misura, anche sui rapporti di lavoro. Le misure anticorruzione prevedono, ad esempio, l'articolazione di sistemi di rotazione della dirigenza e del personale, nei servizi qualificati come a maggior rischio. Il che impone sistemi di gestione pisofisticati e complessi, oltre al necessario rilancio della formazione e dell'aggiornamento professionale. In pi occorrerrivedere anche in buona parte gli strumenti operativi: la legge 190/2012 insiste particolarmente sul concetto della total disclosure, dell'amministrazione "aperta", incidendo in modo significativo anche sulla legge 241/1990, allo scopo di rendere trasparente e conoscibile in ogni sua fase l'azione amministrativa. La norma, dunque, chiama gli enti ad una significativa e rilevante revisione dei propri strumenti di programmazione, gestione e controllo.

Anticorruzione, trasparenza,...

Palumbo Pietro Alessio
Halley

Non disponibile

30,00 €
Il taglio dell'opera pratico e teorico permette un utilizzo sempre satisfattivo ad ogni livello di approfondimento ci si appronti al suo interno. Accanto agli aspetti normativi, pone attenzione agli aspetti organizzativo-aziendali, sociologici e psico-sociali del fenomeno della corruzione e su come tale fenomeno abbia tale pregnanza e status nel nostro Paese. Nel corso dell'opera saranno dunque illustrate le criticità e le lacune del sistema anticorruttivo italiano attraverso metafore di immediato impatto e riportati gli studi statistici della Corte dei Conti, ponendosi a paragone con le politiche (vittoriose) anticorruzione e di trasparenza pubblica degli altri Paesi. Si passerà ad una analisi sviscerata, con la bussola ANAC e la lanterna della giurisprudenza recentissima, degli aspetti definitori sul piano giuridico, ponendo concentrazione interpretativa sulla metrica redazionale adottata dal Legislatore della Legge n. 190/2012 e da quello del D.Lgs. n. 97/2016. Chiude un utilissimo "Quesitario" ideato come punto di partenza per qualsivoglia approfondimento si desideri.

Antiriciclaggio e commercialisti....

Miceli Giuseppe
Maggioli Editore

Non disponibile

19,00 €
Il testo esamina la disciplina antiriciclaggio e gli adempimenti a cui sono chiamati i commercialisti, a seguito delle Linee Guida emanate dal CNDCEC. Cosa fare, con che tempi, come volgere la segnalazione di operazioni sospette, come effettuare la adeguata verifica della clientela, quali sanzioni si rischiano ecc... La praticità dell'opera è accentuata dalla presenza della modulistica per gli adempimenti, riportata anche in formato digitale per la personalizzazione e la stampa.

Antiriciclaggio e professionisti

Razzante Ranieri
Maggioli Editore

Non disponibile

24,00 €
Il fenomeno del riciclaggio oggi una delle piaghe che picolpisce il sistema paese e la nostra economia. La normativa antiriciclaggio analizzata in questo volume va quindi recepita non solo come mero obbligo di legge - dal quale comunque il professionista non puprescindere - ma anche come opportunite pratica sociale che attraverso un'adeguata conoscenza delle fonti, dei principi generali, degli adempimenti cardine di adeguata verifica, registrazione e segnalazione di operazioni sospette, agevoli ogni operatore nel proprio lavoro quotidiano. Con questo manuale ci si posti l'obiettivo di analizzare le disposizioni sull'antiriciclaggio in modo sinottico e operativo, offrendo ai professionisti un contributo concreto per facilitare la comprensione degli elementi alla radice del reato di riciclaggio e degli oneri previsti dalla vigente normativa, con una particolare attenzione agli orientamenti forniti dall'Autoritdi vigilanza e dalla Guardia di Finanza.

Antiriciclaggio e professionisti

Razzante Ranieri
Maggioli Editore

Disponibile in libreria

24,00 €
La normativa antiriciclaggio è stata recentemente modificata dalla V Direttiva europea (Direttiva UE 2018/843), recepita in Italia dal D.Lgs. 4 ottobre 2019, n. 125. Il legislatore nazionale è intervenuto anche con il Decreto fiscale 2020 a fissare nuovi limiti al contante, con aggiornamento delle sanzioni in caso di violazione delle soglie. In questa edizione, l'Autore presenta le novità più rilevanti in materia, indirizzate ai professionisti, in modo schematico e operativo. Sono presenti altresì modelli di estratti di verbali di contestazione elevati contro alcuni professionisti, per violazioni degli obblighi di adeguata verifica, conservazione e segnalazione di operazioni sospette, con relative ipotesi di risposta e difesa. Il testo è corredato da utili rimandi alle Regole tecniche emanate dagli Ordini professionali nel corso del 2019 (e in vigore dal 1° gennaio 2020 per i commercialisti), nonché agli orientamenti della Guardia di Finanza.