Diritto e procedura penale

Filtri attivi

Codice penale 2016 non commentato....

Basacchi Arduino
Kollesis Editrice 2020

Disponibilità immediata

12,00 €
Anche questa edizione si caratterizza per il formato A5 e il carattere ad alta leggibilità. Inalterata la struttura grafico-testuale, ideata per una consultazione più agevole e veloce e per evidenziare aspetti salienti come le abrogazioni, gli emendamenti, gli interventi giurisprudenziali. Le note di modifica, sostituzione, incostituzionalità sono enumerate e riportate in calce agli articoli di pertinenza. Dopo il corpus del codice penale seguono le disposizioni di attuazione e sulla legge in generale, la Costituzione italiana e l'indice analitico-alfabetico per la ricerca veloce delle disposizioni partendo da singoli lemmi o istituti. Il testo del codice, privo di commento né appesantito da interpretazioni e opinioni, può essere utilmente consultato durante le prove di esame per avvocatura, magistratura, docenza, università, concorsi. Si tratta di uno strumento agile, per operatori giuridici, professionisti, tirocinanti; un ideale complemento a manuali e compendi per la preparazione a esami e concorsi, per la partecipazione a corsi di aggiornamento, formazione, master. Sempre aggiornato ai recenti mutamenti legislativi, tra cui l'introduzione del reato di omicidio stradale.

Diritto penale. Parte generale

Fiandaca Giovanni; Musco Enzo
Zanichelli 2020

Disponibilità immediata

73,00 €
Questo manuale, nel proporre una trattazione completa della parte generale del diritto penale, da un lato informa sugli orientamenti di fondo dell'attuale dibattito penalistico e, dall'altro, fa propria la tendenza a scomporre l'analisi del reato in tanti capitoli «autonomi», quanti sono i principali modelli criminosi: e cioè, commissivo doloso, commissivo colposo, omissivo proprio (doloso e colposo) e omissivo improprio (doloso e colposo). Da qui il tentativo di compendiare, e mettere a punto, i risultati cui sfocia la costruzione c.d. separata dei fondamentali tipi di illecito penale, nella convinzione che i tempi siano ormai maturi per trasformare in acquisizioni non solo degli studenti, ma anche degli operatori in genere, i meno caduchi esiti di un processo evolutivo che vede impegnata la dottrina penalistica europea da circa un quarantennio. La scelta di premettere esemplificazioni «casistiche» all'analisi dei più importanti istituti obbedisce ad esigenze di efficacia didattica e mira a soddisfare la necessità - sempre più avvertita specie dagli studenti - di rendere meglio comprensibile il nesso tra elaborazione teorica e prassi applicativa. Il volume, in questa ottava edizione, tiene conto delle innovazioni normative che sono intervenute nel corso degli ultimi anni (in tema di riserva di codice, esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, estinzione del reato per condotte riparatorie, introduzione della REMS, ecc.). Gli autori si sono preoccupati, nel contempo, di procedere a ulteriori approfondimenti e integrazioni in una duplice direzione: per un verso, arricchendo la trattazione dei temi classici della parte generale anche con l'aggiunta di riferimenti alla giurisprudenza costituzionale e ordinaria; per altro verso, concedendo maggiore spazio ad argomenti che hanno assunto crescente importanza nella prassi applicativa degli ultimi anni. Nell'un caso e nell'altro, con l'obiettivo di favorire i confronti tra teoria e prassi, rendere più chiara l'esposizione e agevolare l'apprendimento. Le aggiunte e le integrazioni hanno inevitabilmente comportato una crescita quantitativa del volume. Anche per ovviare al rischio di un appesantimento della lettura, si è introdotto un doppio carattere grafico: più grande per le parti considerate essenziali, più piccolo per gli approfondimenti. Nella prospettiva di un progressivo completamento della trattazione della materia si inscrive, inoltre, il capitolo introduttivo dedicato a una sintetica ricostruzione delle più significative fasi di sviluppo del diritto penale moderno, dall'Illuminismo ai nostri giorni.

Codice di diritto penitenziario. La...

Di Rosa G. (cur.); Varraso G. (cur.)
La Tribuna 2020

Disponibilità immediata

45,00 €
L'opera contiene tutta la legislazione rilevante nel settore del diritto penitenziario, ed un'imponente scelta di circolari provenienti dal Ministero di Giustizia e dal Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, che rivestono peculiare importanza per gli operatori in quanto forniscono istruzioni e interpretazioni fondamentali per l'applicazione concreta della normativa. In particolare, vengono pubblicati: il testo unico dell'ordinamento penitenziario; le norme rilevanti in materia contenute nel Codice penale e nel Codice di procedura penale; la legislazione relativa ad argomenti fra i quali Amnistia e indulto; Banca dati del DNA; Depenalizzazione; Esecuzione domiciliare delle pene detentive; Lavori socialmente utili; Lavoro per i detenuti; Minorenni; Polizia penitenziaria; Servizi sociali; Sospensione condizionata dell'esecuzione della pena detentiva; Spese di giustizia; Soggetti tossicodipendenti, alcooldipendenti e affetti da AIDS.

Codice penale e leggi complementari

Alibrandi L. (cur.)
La Tribuna 2020

Disponibilità immediata

15,00 €
L'opera è aggiornata con: la L. 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di bilancio 2020); la L. 19 dicembre 2019, n. 157, di conversione, con modificazioni, del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124 (Decreto fiscale); la L. 8 agosto 2019, n. 77 (Legge sicurezza bis) di conversione, con modificazioni, del D.L. 14 giugno 2019, n. 53.

Codice penale e di procedura penale...

Alibrandi L. (cur.); Corso P. (cur.)
La Tribuna 2020

Disponibilità immediata

30,00 €
L'opera è aggiornata con: il D.L. 30 dicembre 2019, n. 161, nuove norme sulle intercettazioni; la L. 19 dicembre 2019, n. 157, di conversione, con modificazioni, del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124 (Decreto fiscale), che introduce nuove norme sui reati tributari; la L. 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di bilancio 2020); il D.L. 30 dicembre 2019, n. 162 (Decreto milleproroghe).

I quattro codici e leggi...

Franchi Luigi; Feroci Virgilio; Ferrari Santo; Ferrari G. (cur.)
Hoepli 2020

Disponibilità immediata

64,90 €
Edizione aggiornata con le nuove disposizioni di legge e le sentenze della Corte costituzionale. Codice civile e codice di procedura civile D.L. 3 set. 2019, n. 101: Disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali L. 8 ago. 2019, n. 81: Conversione del D.L. 28 giu. 2019, n. 59, recante misure urgenti in materia di sostegno del settore del cinema e audiovisivo L. 28 giu. 2019, n. 58: Conversione del D.L. 30 apr. 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica L. 14 giu. 2019, n. 55: Conversione del D.L. 18 apr. 2019, n. 32, recante disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici D.Lgs.10 mag. 2019, n. 49: Attuazione della direttiva 2017/828 per quanto riguarda l'incoraggiamento dell'impegno a lungo termine degli azionisti L. 3 mag. 2019, n. 37: Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge Europea 2018 L. 12 apr. 2019, n. 31: Disposizioni in materia di azione di classe. Codice penale e codice di procedura penale D.L. 21 set. 2019, n. 104: Disposizioni urgenti per la riorganizzazione dei Ministeri per i beni e le attività culturali, delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, dello sviluppo economico L. 8 ago. 2019, n. 77: Conversione del D.L. 14 giu. 2019, n. 53, recante disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica L. 19 lug. 2019, n. 69: Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere D. L. 14 giu. 2019, n. 53: Disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica L. 21 mag. 2019, n. 43: Modifica all'articolo 416-ter del codice penale in materia di voto di scambio politico-mafioso L. 3 mag. 2019, n. 39: Ratifica ed esecuzione della Convenzione del Consiglio d'Europa sulla manipolazione di competizioni sportive, fatta a Magglingen il 18 settembre 2014 L. 3 mag. 2019, n. 37: Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2018 L. 26 apr. 2019, n. 36: Modifiche al codice penale e altre disposizioni in materia di legittima difesa L. 12 apr. 2019, n. 33: Inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell'ergastolo.

Codice penale e di procedura penale...

Alibrandi L. (cur.); Corso P. (cur.)
La Tribuna 2020

Disponibilità immediata

40,00 €
L'opera è aggiornata con: il D.L. 30 dicembre 2019, n. 161, nuove norme sulle intercettazioni; la L. 19 dicembre 2019, n. 157, di conversione, con modificazioni, del D.L. 26 ottobre 2019, n. 124 (Decreto fiscale), che introduce nuove norme sui reati tributari; la L. 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di bilancio 2020); il D.L. 30 dicembre 2019, n. 162 (Decreto milleproroghe).

La legge anticorruzione 9 gennaio...

Del Tufo M. (cur.)
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

43,00 €
Il volume "La legge anticorruzione 9 gennaio 2019, n. 3", a cura di Mariavaleria Del Tufo, raccoglie una serie di contributi che presentano per aree tematiche, ma con una scrupolosa attenzione alle singole disposizioni, la legge 9 gennaio 2019, n. 3 - Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici - dando anche conto delle recentissime modifiche apportate con legge 28 giugno 2019, n. 58, che ha convertito il decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi (c.d. "decreto-crescita"). Gli autori - avvocati, magistrati, professori, ricercatori - hanno illustrato la legge nelle sue singole disposizioni, facendo chiarezza sulle modifiche introdotte, sulla loro portata, sulle conseguenze pratiche che esse comportano e mettendo in luce le peculiarità e le criticità della nuova disciplina.

La nuova legittima difesa

Conz Andrea; Levita Luigi
Dike Giuridica Editrice 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Il volume analizza, con completezza argomentativa e immediata operatività, le disposizioni introdotte dalla Legge n. 36 del 26 aprile 2019 (in GU n. 102 del 3 maggio 2019), la quale - dopo ampia discussione politica - innova non solo l'istituto della legittima difesa, ma interviene su plurimi aspetti di diritto civile e penale: regolamenta gli aspetti risarcitori, inasprisce la risposta sanzionatoria per molti reati di allarme sociale, crea una corsia privilegiata per i processi penali e per il patrocinio statale. Gli Autori (docenti universitari, magistrati, avvocati, funzionari pubblici), avvalendosi della loro notevole esperienza sul campo e sulla scorta dell'approfondita analisi dei lavori parlamentari e dei testi normativi, hanno elaborato un corposo quadro ricostruttivo delle molteplici innovazioni di questa ampia riforma, dando conto del paradigma sistematico di ciascun istituto e delle ricadute applicative. Il Quadro di Confronto, posto a chiusura di ciascun paragrafo, agevola la fruibilità dei contenuti da parte del lettore, il quale è inevitabilmente chiamato, nell'immediatezza, a una delicata opera interpretativa di raffronto fra le disposizioni abrogate e quelle di nuovo conio.

Profili penali della colpa stradale

Pistilli Nicola
CEDAM 2019

Disponibilità immediata

26,00 €
L'Opera affronta le principali tematiche concernenti il reato colposo nella circolazione stradale.

Diritto penale. Parte speciale....

Pulitanò D. (cur.)
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

40,00 €
Questo manuale a più mani, intitolato alla tutela penale della persona, si ricollega idealmente al manuale di parte generale dell'autore di queste pagine. Intende dare conto del modo complessivo in cui l'ordinamento penale cerca di rispondere a problemi di tutela della persona. Più precisamente: problemi di tutela di diritti della persona. Il titolo XII del Libro II del codice penale (delitti contro la persona) ne è l'oggetto principale, non l'unico.

Riparazioni. Riparare il dolore e i...

Coppola De Vanna Anna; De Vanna Ilaria
Radici Future 2019

Disponibilità immediata

14,00 €
Riparare diventa una sorta di imperativo morale regolativo dei rapporti nei micro e nei macrosistemi. Come esseri umani, prima ancora che come cittadini o operatori nei più diversi settori del vivere collettivo, ristabilire la giustizia e coltivarla, deve riguardarci, in quanto essa costituisce un diritto inalienabile dentro, ma soprattutto fuori dagli schemi processuali. Nella riparazione si prospetta la compresenza di due protagonisti, il danneggiatore e il danneggiato, l'autore del reato e la vittima di quel reato, legati drammaticamente ai tempi e ai luoghi dell'evento/danno, cementati nei rispettivi ruoli e nelle specifiche posizioni. Sentirsi ristorati è l'esito finale di questa esperienza che riorienta al diritto alla bellezza, quale diritto inalienabile, accanto al diritto alla tregua e, in quanto tale, da coltivare a partire dall'infanzia. La zona che si esplora è caratterizzata da una profonda tensione etica, perché riconosce il valore di una giustizia che ripara, che risana, che ristora, che rigenera, che ripristina equilibri relazionali e comunitari attuali e futuri.

La nuova cooperazione giudiziaria...

Marchetti M. R. (cur.); Selvaggi E. (cur.); Barrocu G. (cur.)
CEDAM 2019

Disponibilità immediata

60,00 €
Il rinnovato interesse del legislatore per il settore della cooperazione giudiziaria in materia penale ha portato a una serie di modifiche della normativa vigente sia sotto il profilo dell'inserimento di nuovi istituti nel tessuto normativo nazionale, sia sotto quello della novazione di quelli già esistenti che necessitavano di un adeguamento alle esigenze emerse nel corso degli anni.Di tale opportuna modernizzazione, da cui sono derivate sostanziose modifiche, anche strutturali, si è reso necessario valutare attentamente la portata pure con riferimento alla compatibilità con le ordinarie regole processuali. E d'altra parte - considerata l'evoluzione degli strumenti sovranazionali non solo di matrice europea - l'esigenza di un aggiornamento della normativa nazionale risultava non più rinviabile e proprio per questo che il legislatore ha colto l'occasione per tentare la razionalizzazione e lo snellimento della disciplina esistente in tale settore così da renderla maggiormente efficiente. Il volume effettua un'accurata analisi volta a verificare la reale portata dell'attuale normativa anche al fine di valutare se la "nuova" cooperazione giudiziaria disegnata dal nostro legislatore e da quello sovranazionale, possa effettivamente raggiungere lo scopo al quale è stata preordinata.

I procedimenti speciali

Esposito Gabriele; Di Tullio Antonio; Laudonia Alfonso
Maggioli Editore 2019

Disponibilità immediata

28,00 €

La nuova legittima difesa dopo la...

Sirotti Gaudenzi Enrico; Paolini Cristina
Revelino 2019

Disponibilità immediata

20,00 €
Questo volume, con una pratica tabella di raffronto tra vecchia e nuova normativa, vuole mettere in luce le principali problematiche correlate alla scriminante della legittima difesa che sono sempre state al centro di numerosi dibattiti e oggetto di analisi da parte della dottrina e della giurisprudenza. Oltre a questa principale tematica, viene esaminato il concetto di proporzionalità tra offesa e difesa, così come concepito a seguito delle riforme che hanno interessato la legittima difesa, soffermandosi sull'eccesso colposo e sulla legittima difesa in ambito domiciliare. Gli autori, inoltre, offrono un'analisi delle principali riforme apportate nel corso degli anni e delle conseguenze che queste hanno apportato sull'applicazione della scriminante.

Codice penale, codice di procedura...

Terracciano U. (cur.)
Maggioli Editore 2019

Disponibilità immediata

68,00 €
La normativa riportata è compendiata da puntuali commenti operativi, tabelle con utili riferimenti procedurali per l'applicazione delle sanzioni, giurisprudenza e note di rimando alla legislazione collegata. Il lettore può così rapidamente ricercare la norma utile alle proprie esigenze e immediatamente individuare le misure procedurali applicabili. Il riporta un'ampia casistica giurisprudenziale che consente di contestualizzare le norme con riferimento alla concreta applicazione che ne viene fatta in sede giurisdizionale. Sezioni dell'opera: - penale - di procedura penale - TULPS - Regolamento di esecuzione TULPS - Leggi complementari di pubblica sicurezza.

Il principio di legalità

Poerio Pasquale
La Rondine Edizioni 2019

Disponibilità immediata

14,90 €
Il giovane penalista Pasquale Poerio presenta un volume di diritto penale, dal titolo "Il principio di legalità", nel quale tenta in modo chiaro e brillante di illustrare determinati elementi del complesso sistema penale italiano. Il testo nasce come risposta ad una forte passione dell'autore per la materia, il quale si pone l'obiettivo di individuare una norma regolatrice del sistema penale, sempre tenendo in considerazione il principio fondamentale della giustizia "Ius ars boni et aequi". L'autore procede analizzando il principio di legalità in generale, per poi esaminare i suoi sottoprincipi: la riserva di legge, la tassatività e la irretroattività. In tal modo l'autore vuole offrire uno spunto di riflessione su queste tematiche, con il proposito di interpretare in modo originale alcuni concetti cardine del campo giuridico, ponendosi delle domande e provando a darsi delle risposte, e soprattutto utilizzando una semplicità terminologica che permette di destinare la lettura sia agli esperti del settore, sia agli studenti universitari che si accingono per la prima volta allo studio della materia.

Codice penale e di procedura penale...

Bricchetti R. (cur.)
Il Sole 24 Ore 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
Il codice contiene gli articolati dei Codice penale e di procedura penale oltre ad un'accurata selezione di leggi complementari. La pubblicazione si completa con un indice cronologico e da un dettagliato indice analitico ed alfabetico. Utilissimo per affrontare esami e concorsi, risulta indispensabile in udienza per il professionista e per il magistrato. Aggiornato con la L. 9 gennaio 2019.

La legittima difesa. Aggiornamento...

Bevere Paola
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Il volume analizza, alla luce della riforma 2019, l'interpretazione dottrinale e giurisprudenziale dell'istituto, nonché i temi connessi alla sua applicazione. In particolare il tema della proporzionalità tra offesa e difesa ha dato vita ad un ampio dibattito politico sulla peculiare ipotesi di legittima difesa c.d domiciliare. L'opera di Paola Bevere ripercorre, con un taglio teorico pratico rivolto ad operatori (togati e non) del diritto penale, le origini storiche e la nascita dell'istituto giuridico della legittima difesa in Italia, nella sua evoluzione e involuzione, dal 1930 ad oggi. La legittima difesa descrive quindi le motivazioni della riforma nonché la novella articolo per articolo; valutando consensi e dissensi in ordine agli sviluppi applicativi di una legge che vuole ampliare la presunzione di proporzione, introdurre la presunzione di legittima difesa speciale e ridurre al minimo l'intervento giudiziario.

La nuova legittima difesa. Commento...

Marino Raffaele; Castelletti Paola
Edizioni Giuridiche Simone 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
La riforma della legittima difesa muove dall'esigenza di assicurare che il soggetto aggredito nel proprio domicilio sia immune da responsabilità penale: la novella mette mano sia all'art. 52 c.p. - estendendo l'area della legittima difesa domiciliare come causa di giustificazione del fatto (piano dell'antigiuridicità del fatto) - sia all'art. 55 c.p. - incidendo sulla disciplina dell'eccesso nelle cause di giustificazione (piano della colpevolezza del fatto, antigiuridico in ragione del superamento dei limiti della scriminante) e dando vita in particolare a un'ipotesi in cui l'eccesso colposo nella legittima difesa domiciliare non è colpevole perché scusato in ragione delle particolari circostanze. In altre parole vengono profilati più ampi margini per considerare lecito il fatto commesso e considerare non colpevole o non rimproverabile il fatto stesso, quando i limiti della legittima difesa sono stati superati e il fatto è illecito. Se e quando non potrà invocare la causa di giustificazione, l'aggredito nel domicilio potrà comunque invocare la non colpevolezza per il fatto illecito, commesso pur eccedendo colposamente i limiti della causa di giustificazione. Per garantire l'impunità a chi si difende nel domicilio, il legislatore ha esteso l'ambito di applicazione della legittima difesa da un lato, rafforzando la presunzione di proporzione tra difesa e offesa, di cui al c.2; dall'altro lato, nel nuovo c.4 introducendo un'inedita presunzione di legittima difesa (cioè di tutti i requisiti della scriminante, compresa la necessità della difesa).

Il diritto negato. Alle origini...

Paradisi Roberto
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

17,00 €
L'autore, partendo dalla prospettiva di Antigone che rivendica diritti innati contro la legge dello Stato, invoca il ritorno al diritto naturale alla difesa spiegando, anche ad un pubblico generalista, che oggi non esiste il "diritto di difendersi". L'opera di Roberto Paradisi, avvocato e assistente di filosofia del diritto, ripercorre in modo divulgativo l'anima di un istituto antico. Da Platone fino a Locke, la legittima difesa è stata riconosciuta quale diritto naturale preesistente allo Stato. L'attuale codice Rocco, di impostazione fascista, sovverte la tradizione occidentale e inquadra la legittima difesa come concessione. L'atto difensivo diventa così atto illecito, con l'aggredito sottoposto automaticamente ad indagini, salvo la sua non punibilità nei casi previsti dall'art. 52 del codice. La riforma del Governo Conte, pur incoraggiante secondo Paradisi che la analizza soffermandosi sulla difesa domiciliare e sul "grave turbamento", non ripristina ancora il diritto negato.

Manuale di diritto penale. Parte...

D'Agnese Nicola
Rogiosi 2019

Disponibilità immediata

72,00 €
Il presente manuale mira ad offrire a studenti e docenti un quadro il più possibile esaustivo della disciplina del Diritto penale, attraverso in particolare l'approfondimento dei suoi istituti fondamentali quali: il principio di legalità; il principio di materialità; il principio di offensività; il principio di causalità. La novità rispetto ai testi universitari tradizionali sta nell'approccio teorico-pratico a tali principi - tanto che si potrebbe parlare di "manuale operativo" - e alle categorie fondamentali che permeano il Diritto penale, attraverso l'approfondimento delle questioni più dibattute nella giurisprudenza. La trattazione si apre con uno spazio introduttivo sulla natura giuridica dell'istituto, che prende le mosse dal referente normativo, percorre il dibattito sviluppatosi in seno alla dottrina e si conclude con l'esame della vexata quaestio giurisprudenziale che ha dato vita concreta all'istituto medesimo. L'opera si presenta come un'autentica bussola per lo studente, con il fine di orientarlo nei processi dinamici sempre più convulsi di questa affascinante branca dell'ordinamento giuridico.

La nuova disciplina della legittima...

Sarno Manuel
Pacini Giuridica 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Questo manuale intende offrire una prospettiva di riflessione "a caldo" in ordine alla novella della legittima difesa, con il contributo necessario di una rivisitazione dell'istituto nella sua struttura tradizionale e in quella modificata già nel 2006 ragionata alla luce di dottrina e giurisprudenza per meglio stagliarne similitudini e differenze. Per una visione a 360° dell'argomento, una sezione è dedicata ai progetti di riforma nello specifico settore della legittima difesa elaborati dalle Commissioni di Studio Ministeriali, istituite con il più ampio orizzonte di un aggiornamento dell'intero codice penale. In uno strumento pratico di studio non poteva mancare un'area destinata a prassi di intervento difensivo nell'ovvia considerazione che una fase procedimentale andrà pur sempre affrontata nei casi di possibile lecita autotutela o di eccesso colposo. L'auspicio è di fornire ai lettori spunti utili di approfondimento di una novità legislativa con cui - piaccia o meno - ci si si dovrà confrontare.

Diritto penale

Pulitanò Domenico
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

53,00 €
«Studiare il diritto penale è ben più che imparare i contenuti di un manuale. Il manuale è uno strumento, non l'oggetto della conoscenza da acquisire. È un genere letterario la cui funzione eminentemente didattica non offusca, e caso mai accentua, esigenze di rigore concettuale, chiarezza espositiva e completezza informativa. Scrivere e riscrivere un manuale è uno stimolo a studiare e a riflettere. Mette di fronte a limiti di conoscenza e di elaborazione di chi scrive, e anche della cultura dell'epoca. Qualsiasi scienza (non solo la così problematica scienza giuridica) procede pedetemtpim, mette piede su terreni nuovi ed incerti, avanza per prova ed errore. Un manuale di diritto penale deve offrire un'informazione di base sull'ordinamento oggetto di studio: nel nostro caso, il diritto penale italiano vigente, nel suo contingente assetto qui ed ora. Ma non può limitarsi a questo. Gli ordinamenti giuridici sono risposte storicamente contingenti a problemi di disciplina. Per comprendere il senso delle risposte è necessario partire dai problemi. Ho ritenuto opportuno presentare (ovviamente a grandi linee) l'ordinamento penale italiano nel suo complicato trasformarsi dal codice Rocco ad oggi, con attenzione ai problemi posti dall'esperienza applicativa e dalla attuale situazione spirituale. I precetti penali riguardano tutti. Delitti, processi, risposte al delitto sono aspetti (ahimè) significativi della società in cui viviamo. Il diritto penale interessa tutti, non solo gli operatori professionali del mondo penalistico. Qualsiasi operatore giuridico compie valutazioni di liceità o illiceità, nel ruolo di consulente o di decisore. Il diritto penale non è una materia semplice. Il suo studio chiede attenzione, forse un impegno faticoso; presuppone il livello di cultura (non solo giuridica) che dovrebbe avere un buon studente universitario già introdotto nel mondo e nel linguaggio del diritto. Per tentare di rendere appetibile questo studio, con l'impegno ch'esso richiede, non v'è altra strada che mostrare, l'importanza delle sfide poste dai problemi dei delitti e delle pene, del proibire e punire. Sono problemi che riguardano la vita e la convivenza di tutti noi.» (Dalla Prefazione)

Codice penale operativo. Annotato...

Ciafardini L. (cur.); Formisano M. (cur.); Martino V. (cur.)
Edizioni Giuridiche Simone 2019

Disponibilità immediata

87,00 €
L'incessante susseguirsi di interventi novellatori sul corpus normativo codicistico ha imposto l'aggiornamento del codice penale operativo, che in questa nuova edizione tiene conto delle modifiche introdotte da un Legislatore apparso, come di sovente accaduto negli ultimi anni, poco attento alle ricadute delle scelte normative su un ordinamento penale già caratterizzato da un forte deficit di sistematicità. Il volume appena licenziato fornisce una lettura organica delle modifiche legislative, tra le quali spiccano: la riforma della legittima difesa (L. 26 aprile 2019, n. 36); le misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato, cd. legge spazzacorrotti (L. 9 gennaio 2019, n. 3); le disposizioni in materia di protezione internazionale, immigrazione e sicurezza pubblica (D.L. 4 ottobre 2018, n. 113 conv. in L. 1° dicembre 2018, n. 132). L'opera mantiene intatto lo scrupoloso percorso logico-sistematico di commento in calce ad ogni norma, ricostruendo i singoli istituti nel quadro dei profili operativi di più frequente rilevanza pratica, alla luce degli arresti giurisprudenziali più significativi e delle opinioni dottrinarie più qualificate. Per il gradimento registrato tra gli utilizzatori, doveroso è apparso il mantenimento del corredo d'istituti processuali richiamati per ogni disposizione di parte speciale. Anche per la feconda e insostituibile collaborazione della redazione, il lavoro, ricco di note e richiami intertestuali, si completa con un corredo di indici sistematico, analitico e cronologico.

Manuale di diritto penale. Parte...

Garofoli Roberto
Neldiritto Editore 2019

Disponibilità immediata

120,00 €
Mai come nel 2019, pure in assenza di interventi legislativi di sistema, il diritto sanzionatorio è stato attraversato da cambiamenti così profondi, dovuti principalmente a rilevantissimi interventi delle Corti. La necessità di tenerne conto ha indotto l'autore a non limitarsi ad un mero aggiornamento, per quanto ricco e diffuso come avvenuto nelle precedenti edizioni, ma ad un ripensamento complessivo dell'opera e di moltissime sue parti. La XVI edizione del Manuale superiore di Penale si presenta, pertanto, come un volume in gran parte nuovo. Sono stati infatti quasi integralmente riscritti, e prima ancora riorganizzati, numerosi capitoli del volume - tra i quali quelli relativi ai rapporti tra diritto penale e fonti sovranazionali (rivisti anche tenendo conto dei numerosi arresti delle Corti italiane e sovranazionali del 2019 in tema di 'nemo tenetur se detegere', retroattività favorevole, irretroattività sfavorevole, ne bis in idem), all'offensività, al concorso di reati, al concorso apparente di norme e al concorso di persone così come moltissimi paragrafi, tra cui quelli relativi alla legittima difesa (la cui disciplina è stata modificata con L. 26 aprile 2019, n. 36), all'agente provocatore e all'infiltrato (attesa, peraltro, la necessità di tener conto delle novità introdotte dalla L. 9 gennaio 2019, n. 3, c.d. Spazzacorrotti), al rilievo penale dell'attività medica, alla causalità della colpa, all'aberratio e ai suoi rapporti con la preterintenzione, alla continuazione, alla cooperazione colposa, al concorso nel reato proprio, ai rapporti tra concorso esterno in mafia e patto elettorale (L. 21 maggio 2019, n. 43). Particolare spazio è dedicato ai Principi del diritto penale, con trattazioni nuove o riviste per quelli di prevedibilità, proporzionalità ed individualizzazione della pena, 'nemo tenetur se detegere'. Nel condurre l'analisi è stato seguito, in questa edizione con ancor più rigore, un metodo che renda l'opera utile tanto a chi si approccia a questa affascinante branca senza ancora una preparazione adeguata quanto a chi necessita di uno strumento di formazione avanzata o di aggiornamento anche professionale; nell'esame di pressocché tutti i temi del diritto penale l'autore prende le mosse, quindi, dalla disciplina e dalla sua ratio, procedendo, solo in un momento successivo, all'esaustiva illustrazione delle questioni al centro del dibattito dottrinale più evoluto e recente, all'indicazione dei collegamenti con istituti e principi apparentemente diversi e distanti, all'esposizione delle più significative posizioni giurisprudenziali.

Abrogatio. Lineamenti della...

Trapani Mario
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
La communis opinio secondo cui l'abrogazione non eliminerebbe la norma dal sistema, revocandone ex nunc la validità, ma avrebbe semplicemente l'effetto di delimitarne cronologicamente l'ambito di applicabilità ai soli fatti pregressi confonde due piani di indagine: quello della "abrogazione" e quello della "irretroattività" della norma; confusione determinata dalla non chiara percezione della differenza tra le due accezioni in cui può essere assunto il termine "ambito temporale di validità" di una norma giuridica. La "norma giuridica" ha infatti una duplice "dimensione temporale": una "esterna" e un'altra "interna". La prima, quella "esterna", attiene, propriamente, all'arco temporale di "esistenza" di una norma all'interno di un certo sistema normativo, in quanto "appartenente" ad esso; appartenenza, e dunque "applicabilità", che dura fino al momento in cui interviene uno dei "fatti abrogativi" previsti in via generale e astratta dall'art. 15 preleggi, la cui verificazione integra la "condizione di cessazione di esistenza" di qualunque norma. L'altra "dimensione temporale" della norma, quella "interna", attiene viceversa all'arco temporale nel quale si deve verificare (o essersi verificata) la situazione di fatto riconducibile sotto la fattispecie da essa ipotizzata. Così intesa, la dimensione temporale della norma attiene dunque, propriamente, alla "retroattività" o "irretroattività" della "qualificazione" da essa operata in funzione dell'applicazione del tipo di disciplina ivi previsto.

Codice penale e leggi...

Ferrari G. (cur.)
Hoepli 2019

Disponibilità immediata

13,90 €
Con le più recenti pronunce della Corte Costituzionale e i principali nuovi provvedimenti di cui si è tenuto conto: D.L. 14 giu. 2019, n. 53: Disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica; L. 21 mag. 2019, n. 43: Modifica all'articolo 416-ter del codice penale in materia di voto di scambio politico-mafioso; L. 26 apr. 2019, n. 36: Modifiche al codice penale e altre disposizioni in materia di legittima difesa.

Codice dei casi penali sostanziali...

De Gioia Valerio
La Tribuna 2019

Disponibilità immediata

35,00 €
I Codici dei casi sostanziali e processuali inaugurano una nuova tipologia di codici annotati con la giurisprudenza di legittimità, costituzionale e sovranazionale. La novità risiede nella ricca annotazione delle sole questioni più dibattute, rilevanti e recenti - ossia quelle altamente probabili in sede di esame di Stato e più frequentemente considerate nella pratica di tutti i giorni - per effetto della rimassimazione delle sentenze risolutive (non solo rese dalla Corte di Cassazione a Sezioni Unite, ma anche quelle delle sezioni semplici); per questo motivo il Codice riporta solo le norme (sostanziali, processuali e di legislazione speciale) - aggiornate alla legge 19 luglio 2019, n. 69 (c.d. Codice Rosso) -, cui sono correlate le anzidette questioni. Le massime, precedute da dettagliati sommari con voci e sottovoci, sono organizzate nell'ordine logico seguito dalle sentenze selezionate. Una particolare cura, infine, è stata osservata nella redazione dell'indice analitico.

Analisi di esplosioni e incendi....

Piccinini Norberto
EPC 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Il volume raccoglie la sintesi di attività peritali svolte per la Magistratura (PM, GIP o Corte d'Appello) le cui vicende giudiziarie sono ormai concluse da tempo, ma che per le loro peculiarità possono essere d'interesse generale o comunque rappresentative di una casistica incidentale. I casi presentati sono stati trattati in modo assai differente: con estrema sintesi o, al contrario, in modo piuttosto dettagliato, offrendo una minuziosa ricostruzione della dinamica incidentale. Questi esempi illustrano come all'epoca dell'indagine si fosse riusciti, applicando correttamente i fondamenti dell'ingegneria forense, non solo ad ottenere un quadro coerente di tutti gli elementi tecnici e delle testimonianze agli Atti, ma anche a individuare quelle che potrebbero definirsi le "impronte digitali" di un preciso atto criminale. Poiché la scelta dei casi è stata ristretta alle deflagrazioni, sia nell'ambito industriale che civile, quindi agli incendi e agli avvelenamenti da ossido di carbonio, si è estratto dalle singole perizie la parte comune e la si è riportata in forma organica in testa alle diverse sezioni del volume, non solo per evitare inutili ripetizioni, ma soprattutto per fornire una base teorica dei fenomeni trattati non sempre facilmente reperibile nella letteratura corrente.

Diritto penale. Parte speciale....

Mantovani Ferrando
CEDAM 2019

Disponibilità immediata

52,00 €
"La «parte speciale» del nostro «diritto penale» comprende, innanzitutto, la trattazione dei «delitti contro la persona», dei «delitti contro il patrimonio» e dei «delitti contro la pubblica amministrazione». Tale raggruppamento, se non è conforme a precisi criteri classificatori, risponde nondimeno a profonde esigenze didattiche, data la particolare significatività di «campione» dei suddetti delitti, sotto diversi profili (per frequenza statistica, rilevanza pratica, importanza dommatica, struttura ontologica, fattispecie generali, ecc.), e la conseguente imprescindibilità nell'insegnamento della parte speciale del diritto penale. E ciò perché i delitti contro la persona sono i «delitti naturali» per eccellenza, «costanti» del diritto penale, previsti a tutela di «beni-fine» (in funzione dei quali è predisposta la tutela degli altri «beni-mezzo») ed esposti, forse mai come nelle attuali contraddizioni della nostra contraddittoria epoca, a sempre nuove forme di aggressione; onde la loro «centralità» nel «personalismo» del nostro ordinamento penale. Perché i delitti contro il patrimonio, per la loro stretta rispondenza a sottostanti tipologie ontologiche di aggressione, si presentano tra i più formativi per l'apprendimento del metodo dell'analisi dei singoli reati, costituendo pertanto un irrinunciabile strumento didattico. Perché i delitti contro la pubblica amministrazione, oltre a presentare una progressiva espansione parallelamente ai processi di «socializzazione» e «pubblicizzazione» nell'ambito del moderno «Stato sociale», costituiscono un eloquente indice del livello di moralità del potere politico e burocratico e di un'intera società e condizionano la percezione sociale del «prestigio» del sistema giuridico, inscindibilmente legata anche al grado di fiducia dei cittadini nell'integrità morale dei pubblici poteri. Per altre categorie di reati, a cominciare dalla «nebulosa» dei delitti contro lo Stato, è auspicabile nel comune interesse che essi tornino a dormire quei più tranquilli sonni, applicativi, dommatici e didattici, propri delle epoche di più pacifica coesistenza sociale." (dalla presentazione)

Codice penale esplicato. Spiegato...

Edizioni Giuridiche Simone 2019

Disponibilità immediata

42,00 €
Questa XXIII edizione del Codice Penale Esplicato ha mantenuto inalterata la formula di «esplicazione» per consentire, contestualmente allo studio manualistico, un immediato e costante confronto con le norme codicistiche. Il lavoro, infatti, con l'ausilio degli apparati di commento, si pone l'obiettivo di avvicinare gli studenti universitari al testo normativo nonché di risolvere i dubbi di operatori e cultori del diritto, fornendo gli strumenti necessari per fare il punto sugli istituti del diritto penale attraverso un'analisi della giurisprudenza più recente e della dottrina più significativa. Tra gli accorgimenti metodologici e tipografici segnaliamo: l'uso di caratteri chiari e leggibili per una lettura più scorrevole del testo; opportune definizioni che agevolano la comprensione dell'articolo; un ricco corredo di note esplicative a completamento dell'analisi del testo normativo, cui si aggiungono gli istituti sostanziali e processuali relativi alle singole figure criminose, puntualmente aggiornati alle più recenti novità normative; essenziali collegamenti ed opportuni rinvii alle definizioni, agli altri articoli, nonché puntuali riferimenti alle leggi speciali riportate in Appendice; tavole introduttive e riquadri di approfondimento (riportati su fondo grigio) per individuare la ratio di ogni singola disposizione; un'appendice con una mirata selezione di norme complementari corredate da una breve introduzione e da un essenziale glossario. Questa nuova edizione è aggiornata, fra l'altro, alla riforma della legittima difesa, approvata definitivamente in data 28 marzo 2019, ai correttivi strutturali e sanzionatori al sistema dei reati contro la pubblica amministrazione ed alle relative pene accessorie, nonché alla riforma della prescrizione del reato (L.9-1-2019, n. 3, cd. Legge spazzacorrotti), e alla reintroduzione della cd. «mendicità molesta» ed agli ulteriori correttivi codicistici dovuti al cd. Decreto sicurezza (D.L.4-10-2018, n. 113, conv. in L.1-12-2018, n. 132). Punto di forza del lavoro è costituito dall'indice analitico-alfabetico che accanto ad un puntuale indice cronologico agevolano la ricerca e la comprensione delle norme.

Quattro codici. Civile e di...

Bartolini F. (cur.); Alibrandi L. (cur.); Corso P. (cur.)
La Tribuna 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Questa nuova edizione comprende le più recenti novità normative, fra le quali segnaliamo: la L. 8 agosto 2019, n. 77 (Legge sicurezza bis) di conversione, con modificazioni, del D.L. 14 giugno 2019, n. 53; la L. 19 luglio 2019, n. 69 (cd. Codice Rosso) recante disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere; la L. 26 aprile 2019, n. 36, nuove norme in materia di legittima difesa; il D.L.vo 12 aprile 2019, n. 31, che introduce nel Codice di procedura civile le nuove norme sulla class action, a decorrere dal 19 aprile 2020.

Codice penale e di procedura...

Marino R. (cur.); Petrucci R. (cur.)
Edizioni Giuridiche Simone 2019

Disponibilità immediata

24,00 €
Questa edizione dei Codici penale e di procedura penale con una significativa selezione di leggi complementari si rivolge a quanti per motivi di studio o per motivi professionali (avvocati, magistrati, forze di polizia e operatori del diritto a vario titolo) abbiano la necessità di consultare dei codici aggiornati in un formato pratico e maneggevole. Per quanto riguarda la normativa complementare questa è stata ulteriormente arricchita con l'inserimento di nuove voci quali: archivio impronte genetiche (DNA), armi, cooperazione internazionale, operazioni sotto copertura, passaporto, polizia di Stato, pubblica sicurezza, riciclaggio, stalking che accanto alle tradizionali collaboratori e testimoni di giustizia, contrabbando, mafia, ordine pubblico, stranieri, stupefacenti, terrorismo permette una panoramica completa della più applicata normativa processualpenalistica.

Codice penale e di procedura...

Marino R. (cur.); Petrucci R. (cur.)
Edizioni Giuridiche Simone 2019

Disponibilità immediata

38,00 €
Compendiare in un unico volume la legislazione penale e quella processualpenalistica è sforzo di notevolissima complessità e difficoltà. Nell'era di internet e della digitalizzazione affidare poi alla carta stampata un tale compito, ha il sapore di una operazione tanto retrò quanto effimera. Eppure quanto più assistiamo ad una frammentazione delle leggi e al sorgere di un diritto dell'ultima ora, che spesso risponde a bisogni ed esigenze non corrispondenti alla realtà, ma solo alla necessità di raccogliere il consenso dell'elettorato, tanto più riemerge forte la necessità di procedere ad un'opera di sistematizzazione delle norme, anche al fine di procedere ad una ricostruzione sul piano storico-sistematico di questo frammentario e variegato corpo normativo. In particolare, tra le novità normative si segnalano: la L. 21 maggio 2019, n. 43 che ha previsto una nuova configurazione del cd. voto di scambio con un inasprimento della pena; la L. 26 aprile 2019, n. 36 di riforma della legittima difesa; la L. 12 aprile 2019, n. 33 che prevede l'applicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con l'ergastolo nonché la L. 9 gennaio 2019, n. 3 per il contrasto dei reati contro la P.A. e in materia di prescrizione. Tra le norme complementari che arricchiscono e caratterizzano il volume vi sono poi dei veri e propri sottosistemi codicistici, quali ad esempio quelle in materia di immigrazione, di violazione finanziarie e tributarie, privacy, ordinamento penitenziario, mafia e misure di prevenzione, edilizia e urbanistica. Una particolare attenzione è stata dedicata alla normativa internazionale cui sono dedicate le appendici relative alla corte penale internazionale, al mandato di arresto e ordine di protezione europeo, alla normativa europea, nonché al processo telematico e alle nuove forme di notificazione.

Il diritto penale totale. Punire...

Sgubbi Filippo
Il Mulino 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Il diritto penale «totale» è invocato in ogni situazione come intervento salvifico e, soprattutto, quale preteso rimedio -politicamente e mediaticamente remunerativo - a vari mali sociali. Una simile espansione del sistema penale comporta il sacrificio dei principi fondamentali di garanzia, con l'aiuto del vigente clima di populismo e giustizialismo. Il diritto penale totale è senza legge: all'opera di definizione dell'illecito partecipano fonti non solo normative o giurisprudenziali, ma anche di natura sociale e perfino legata a formule algoritmiche. Emergono nuovi paradigmi punitivi quali discriminazione, minoranza, vittime del passato, vittime del futuro. È senza verità: la verità assoluta su cui si costruisce una norma penale condivisa dai consociati è sostituita da tante verità relative che danno origine a sistemi penali differenziati, accentuando così le divisioni sociali e i connessi conflitti. Prescinde dalla colpa individuale: una sanzione è meritata non tanto per ciò che il soggetto ha fatto colpevolmente, quanto piuttosto per ciò che il soggetto è, per origini e storia, per il suo ruolo nella società, per la sua pericolosità sociale. Da qui, il binomio puro/impuro che oggi ha sostituito il binomio innocente/colpevole. In una simile situazione, lo sviluppo dell'attività di normazione privata (protocolli, linee guida, modelli organizzativi, codici di condotta) può essere una soluzione per cercare di recuperare il valore di civiltà dei principi basilari di responsabilità colpevole individuale e di certezza del diritto. Prefazione di Tullio Padovani. Postfazione di Gaetano Insolera.

La gestione del rischio e i sistemi...

Parrotta A. (cur.)
Pacini Giuridica 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Il presente volume affronta - in modo multidisciplinare - il delicato tema della prevenzione dal reato "231" mediante organizzazione, per il tramite della corretta gestione ed analisi del rischio. I contributi rassegnati nell'opera traggono spunto dal recente seminario, condotto dal curatore del presente saggio, dal titolo "La gestione del rischio e gli strumenti di prevenzione del reato" tenutosi presso la Scuola Allievi Carabinieri di Torino al quale hanno partecipato, quali Relatori, taluni autori dei saggi contenuti nel volume, appartenenti ad estrazioni professionali differenti e, per l'effetto, con ottiche prospettiche ontologicamente diverse. Questo volume si distingue, quindi, per il suo approccio pragmatico e concreto, aderente alle esigenze degli operatori del settore presso istituzioni pubbliche ed enti privati, fruibile da professionisti chiamati a confrontarsi con le procedure interne sì dai poterle rendere compliance al sistema attuale. Punto di partenza è l'art. 2, lett. r) del d. lgs. 9 aprile 2008 n. 81 (tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro) che definisce "pericolo" la "proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni" ed alla lettera s) del medesimo articolo il concetto di "rischio" quale "probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione". Uno spazio è, infine, dedicato all'esame degli adeguati assetti organizzativi alla luce della recente riforma che ha interessato l'art. 2086 del Codice Civile, ad opera del cd. Codice della Crisi d'Impresa e dell'Insolvenza.

La normativa anticorruzione

Razzante R. (cur.)
Maggioli Editore 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
Il volume fornisce un autorevole commento operativo alla Legge Anticorruzione 9 gennaio 2019 n. 3 (cosiddetta legge ''Spazzacorrotti''), che ha introdotto una serie di importanti novità, di seguito sintetizzate: Daspo a vita per i corrotti; Corruzione: non punibilità dei pentiti; Corruzione impropria e appropriazione indebita: pene inasprite; Agente sotto copertura e uso dei captatori informatici; Stop prescrizione dal 2020; Trasparenza di partiti e movimenti politici; Stretta sulla dichiarazione dei redditi di parlamentari e membri del governo; Online curriculum e certificato penale dei politici; Contributi a candidati e partiti politici: in arrivo il Testo Unico. L'edizione è aggiornata con le novità del Decreto crescita (D.L. 30 aprile 2019, n. 34 convertito in Legge 28 giugno 2019, n. 58), che ha introdotto l'art. 26-bis alla Legge Spazzacorrotti, circoscrivendo la definizione di fondazioni, associazioni e comitati politici a cui si applica la nuova normativa.

Manuale ragionato di diritto penale

Caringella Francesco; Salerno Angelo
Dike Giuridica Editrice 2019

Disponibilità immediata

70,00 €
Il diritto non è una scienza, ma un'arte, ammoniva Nietzsche. Forse è troppo, ma, se di scienza si tratta, è certo una scienza sociale, anzi umana: ogni legge, ogni sentenza è un 'antropological document', un viaggio dell'uomo nell'uomo. Per Jerome Frank, "justice is what judge ate at breakfast": la giustizia si risolve nella capacità del giurista di osservare, con occhi puri e onesti, l'umanità che lo circonda. E nelle vicende umane, per tornare al filosofo tedesco, non esistono i fatti, esistono le interpretazioni. Il giurista maturo non deve essere conoscitore mnemonico di nozioni e teorie, ma uomo capace di interpretare le norme e le vicende con la forza del ragionamento giuridico, del pensiero critico e dell'argomentazione convincente. Ecco perché abbiamo pensato a manuali di nuova generazione che, senza disperdersi nella fluviale esposizione di norme e sentenze, consegnano al lettore - attraverso le categorie, i principi, la logica e gli istituti - le chiavi universali per aprire qualsiasi porta e per rispondere a ogni domanda.

2018. Un anno di sentenze. Diritto...

Coppola F. (cur.); Sylos Labini E. (cur.)
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
La Raccolta "2018: un anno di sentenze" rientra tra progetti culturali dell'Associazione no profit "Scuola Giuridica Salernitana", presieduta dall'Avv. Fabio Coppola e finalizzata alla creazione di una community di giuristi che condividono la mission di diffondere la cultura della legalità, contribuendo al dibattito, alla produzione scientifica e al processo di ammodernamento e di formazione della futura classe dirigente e professionale. Nel perseguimento della propria mission, uno dei principali obiettivi della "Scuola Giuridica Salernitana" è stato quello di ridare valore e significato alle parole, in particolare quelle condensate nelle motivazioni dei provvedimenti giurisdizionali, troppo spesso bypassate attraverso il miope ricorso al copia-incolla della massima giurisprudenziale, che non sempre riesce a svelare le peculiarità (e la profondità) del ragionamento giuridico da cui viene estrapolata. È nata così l'idea di restituire vigore all'argomentazione giuridica delle sentenze, raccogliendone i passaggi più significativi in una Raccolta, aggiornata anno dopo anno, in modo da offrire agli studiosi, operatori e professionisti il corredo della giurisprudenza più recente e rilevante in ambito civile, penale e amministrativo.

Manuale di diritto penale. Parte...

Giovagnoli Roberto
ITA 2019

Disponibilità immediata

135,00 €
Il Manuale coniuga gli insegnamenti della migliore dottrina con selezionati approfondimenti giurisprudenziali, riportati in maniera ragionata, in modo da far dialogare i principi fondamentali della parte generale con le più importanti questioni applicative di parte speciale.

Prescrizione dei reati e durata dei...

Scognamiglio Paolo
Edizioni Giuridiche Simone 2019

Disponibilità immediata

35,00 €
La L. 3-1-2019, n. 3 (cd. Legge spazzacorrotti) ha introdotto importanti misure per il contrasto alla corruzione, in tema di prescrizione dei reati ed in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici. La legge, che si compone di un articolo unico suddiviso in 30 commi, è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del 16-1-2019 ed è entrata in vigore il 31 gennaio 2019, ad eccezione delle norme in tema di prescrizione che entreranno in vigore il 1 gennaio 2020. Il differimento dell'entrata in vigore proprio delle norme in materia di prescrizione testimonia come su tale punto vi siano stati forti contrasti tra le forze politiche e si è preferito rimandare l'introduzione di una riforma epocale (sospensione della prescrizione dopo la sentenza di primo grado) sperando che possano essere nel frattempo introdotti correttivi al sistema penale che rendano più celeri i processi. Il presente lavoro, che vede la luce quando è ormai prossima l'entrata in vigore delle nuove norme sulla prescrizione, cercherà di approfondire il contenuto della novella inserendo le modifiche nell'alveo della disciplina generale della prescrizione che era già stata profondamente modificata prima dalla L. 5-12-2005, n. 251 (cd. Legge ex Cirielli) e poi dalla L. 23-6-2017, n. 103 (cd. riforma Orlando). È appena il caso di sottolineare come i continui interventi legislativi in materia di prescrizione testimoniano la particolare rilevanza, anche pratica, dell'istituto e le difficoltà di contemperare l'interesse dello Stato alla punizione dei reati con i diritti dell'imputato ad un processo dalla durata ragionevole. Il lavoro, suddiviso in cinque parti, affronta nella Prima la disciplina generale della prescrizione; nella Seconda riporta gli orientamenti giurisprudenziali consolidati in tema di prescrizione; la parte Terza presenta il raffronto tra le norme del codice penale ante e post riforma con in grassetto le novità disciplinari. La Quarta parte riporta poi il parere del Consiglio Superiore della Magistratura sul disegno di legge spazzacorrotti, nonché le proposte dell'Associazione Nazionale Magistrati e dell'Unione Camere penali in materia di processo penale. Completa il lavoro una parte Quinta con le tabelle dei termini di prescrizione per fornire a tutti gli operatori del diritto un valido ausilio nella pratica quotidiana.

Le sovranità nell'era della post...

Mastroiacovo V. (cur.)
Pacini Giuridica 2019

Disponibilità immediata

36,00 €
Il presente volume nasce dall'esperienza di un gruppo di ricerca interdisciplinare del Dipartimento di Giurisprudenza di Foggia, finanziato dall'Ateneo, sul tema Ricchezze senza Stato nell'era della post globalizzazione(1). Già il progetto originario, muovendo dalla letteratura consolidata sulle interrelazioni tra nazioni e ricchezze, intendeva, da un lato, attribuire un peculiare risalto all'analisi diacronica a fini sistematici e ricostruttivi, dall'altro, fissare nella stagione della post-globalizzazione il punto di verifica degli obiettivi della ricerca. In altri termini, si è inteso rimarcare la peculiarità del momento storico attuale, che supera l'epoca della globalizzazione (databile agli anni Novanta) almeno sotto due profili: l'avanzata delle multinazionali cd. Over the top; l'accelerazione del mutamento di alcuni fattori connessi alla sovranità degli Stati anche in conseguenza del dominio dei dati (in particolare i cd. big data) attraverso nuove tecnologie (in particolare la cd. intelligenza artificiale). Si è tentato di prefigurare in che modo questi macro-fenomeni possano incidere sull'evoluzione della sovranità, specialmente nei quadranti del Diritto tributario (dove è cruciale la prospettiva dell'equità nelle opzioni di distribuzione delle ricchezze) e del Diritto penale (con riferimento ai rapporti internazionali).

Diritto penale. Parte speciale

Giovagnoli Roberto
ITA 2019

Disponibilità immediata

90,00 €
Frutto di uno sforzo di sintesi e di selezione delle questioni di maggiore attualità, Il Manuale di parte speciale riesce nell'intento raccogliere in un volume unico lo studio dei singoli reati, previsti sia dal codice che dalla legislazione complementare.

Sicurezza sul lavoro. Profili penali

Castronuovo Donato; Curi Francesca; Tordini Cagli Silvia
Giappichelli 2019

Disponibilità immediata

38,00 €
Il volume è dedicato all'approfondimento sistematico delle principali peculiarità del diritto penale della sicurezza sul lavoro. Tali peculiarità si manifestano, ad esempio, sul piano delle fonti, interne ed europee; dei soggetti attori della sicurezza e delle loro reciproche interazioni; delle tecniche di tutela adottate per la protezione dei beni fondamentali - collettivi e individuali - coinvolti. Il sotto-sistema "sicurezza sul lavoro" ha plasmato così un "volto nuovo" del diritto penale, che, nell'arcipelago del diritto penale economico, si mostra come un modello regolativo dotato di notevole forza espansiva, tanto da aver ispirato, in alcune propaggini, anche altri sotto-sistemi normativi come, ad esempio, la disciplina della responsabilità da reato degli enti o il diritto penale dell'ambiente. Il volume mira ad inserirsi nel vivace dibattito sulle principali questioni interpretative e applicative che agitano questo fondamentale settore normativo, attraverso un approccio non solo descrittivo, ma critico e problematico. Pertanto può essere un riferimento per lo studio universitario e un punto di partenza per l'approfondimento post lauream, essendo altresì destinato agli operatori sia giuridici che economici.

La libertà su cauzione

Mazzotta Valentina
Pacini Giuridica 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
L'ordinamento italiano conosce l'istituto della cauzione solo in materia cautelare reale poiché, in ambito cautelare personale, nonostante timidi tentativi di intervento, il legislatore non si è ancora determinato nel senso di positivizzarla. Si approfondisce l'istituto del baffi nel sistema di common low inglese, esaminando la riforma introdotta dalla Assize di Clarendon del 1166 e, passando attraverso il primo statuto di Westminster, fino ai nostri giorni. Viene anche analizzato il panorama comunitario partendo dagli artt. 5 della Cedu e 3 del Patto internazionale di diritti civili e politici passando in rassegna le Risoluzioni e le raccomandazioni del Comitato dei ministri d'Europa in tema di carcerazione preventiva. Con riferimento all'ordinamento interno viene approfondito l'istituto presente nel codice di procedura penale del 1930 e si giunge, attraverso l'analisi delle leggi delega n. 108 del 3 aprile 1974 e n. 81 del 16 febbraio 1987 e delle leggi n. 532 del 12 agosto 1982 e n. 398 del 28 luglio 1984, all'esame della proposta di legge n. 5390 per l'introduzione dell'art. 280-bis c.p.p. Successivamente alla individuazione degli elementi di criticità del sistema in vigore ed alla analisi della legislazione degli anni 2000 - nonché in considerazione della riforma del sistema cautelare ad opera della legge 16 aprile 2015, n. 47 - si ipotizza un tentativo di riforma codicistica. In ambito cautelare reale, l'Autrice analizza l'istituto della cauzione partendo dalle radici civilistiche cui è legata la misura del sequestro conservativo, passando in disamina altresì l'istituto del sequestro preventivo. Comparando le finalità "codicistiche" e quelle "effettive" si giunge a ipotizzare l'introduzione della cauzione nel sistema del sequestro preventivo finalizzato alla confisca dell'equivalente.

Pareri di diritto penale 2019. I...

Celotto Cristina Maria; Giovagnoli R. (cur.)
ITA 2019

Disponibilità immediata

40,00 €
I tre volumi offrono una pluralità di esemplificazioni di casi, quesiti e modalità di svolgimento di pareri di diritto civile e di diritto penale e di atti giudiziari di diritto civile, penale ed amministrativo in vista dell'esame di avvocato previsto per l'anno 2019.