Diritto del lavoro

Del Punta Riccardo
  • Editore: Giuffrè
  • Collana: Manuali Giuffré
  • Edizione: 10 ed.
  • Anno edizione: 2018
  • Pagine: XX-828
  • Tipo Prodotto: Libro
  • EAN: 9788828803508

Disponibile in libreria  nel settore NOVITA PROFESSIONALE



Aggiornato alla L. N. 96/2018 (conversione D.L. "Dignità").

59,00 €
Tasse escluse Consegna: da 1 a 3 settimane

Ordina ora e scegli se ricevere l'articolo comodamente a casa o ritirarlo in libreria

Quantità

  • Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo "Rassicurazioni cliente") Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo "Rassicurazioni cliente")
  • Politiche per le spedizioni (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per le spedizioni (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)
  • Politiche per i resi merce (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per i resi merce (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)

Consegna in 24 ore
Scopri le tariffe »

Articoli simili per categoria

Diritto del lavoro dell'Unione Europea

Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

L'Unione europea, nel triennio passato dalla pubblicazione della prima edizione, ha subito un frenata inaspettata dal referendum britannico che ha decretato il leave del Regno Unito, lasciando nella squadra europea la sola Irlanda. La frattura, che formalmente si realizzerà nella primavera 2019 dopo il prescritto periodo di Brexit negotiations, ha prodotto negativi effetti economico-finanziari interni all'UK, ma soprattutto si è abbattuta sulle già fragili Istituzioni europee, inducendo nuovi o latenti rigurgiti nazionalistici anche in numerosi altri paesi membri dell'Unione. Le ondate migratorie hanno favorito l'emergere di questi nazionalismi che si sono tradotti in un forte apprezzamento dei partiti c.d. sovranisti, sostenitori dell'idea di un'Unione Europea minimalista e flessibile, dotata di poteri residuali di indirizzo e sorveglianza economica e di competenze regolative e sanzionatorie più limitate e circoscritte. Tale scenario politico, unitamente ad uno scenario economico ed industriale di crescita ed innovazione tecnologica più contenuto rispetto a quello registrato in altre parti del mondo, ha determinato un rallentamento delle politiche sociali europee e delle correlate iniziative sia di hard sia di soft law, con un progressivo ripiegamento delle stesse entro i confini già definiti e sperimentati (con alcune importanti eccezioni quali la nuova direttiva sul distacco transnazionale n. 2018/957/UE del 28 giugno 2018). Ciò peraltro non elide la necessità ed utilità di questa nuova edizione poiché numerosi sono stati gli interventi manutentivi e/o manipolativi sia da parte del Parlamento e della Commissione europea sia da parte della Corte di Giustizia, di cui si è dato puntualmente e diffusamente conto. Anche sul versante interno le modifiche legislative, giurisprudenziali e di prassi amministrativa sono state numerose - da ultimo il c.d. decreto dignità (d.l. 12 luglio 2017, n. 87, convertito dalla l. n. 96/2018) ed il decreto di adeguamento privacy (d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101) -, rendendo indispensabili non solo un'articolata revisione ed aggiornamento delle misure attuative, ma anche l'inserimento di tre nuovi capitoli dedicati all'immigrazione, ai licenziamenti individuali e alla privacy del lavoratore.

Impugnazione del licenziamento e...

CEDAM 2018

Disponibile in libreria  nel settore
DIRITTO DEL LAVORO

Molto è cambiato nella trama di rapporti che legano specificamente il diritto del lavoro al fluire del tempo. Il rinnovato interesse legislativo che nel settore del diritto del lavoro, in virtù dell'art. 32, l. n. 183/2010, caratterizza l'istituto della decadenza deve essere inquadrato nel processo di riassestamento e riequilibrio che, conduce il pendolo a oscillare verso il principio di certezza, allontanandolo almeno apparentemente dall'asserita esigenza di giustizia sostanziale o, detto in altri termini, di tutela del lavoratore in quanto contraente debole. Un processo che orienta la rivalutazione della certezza dei rapporti giuridici anche in funzione della deflazione del contenzioso giudiziario e soprattutto dell'accelerazione dell'avvio dei giudizi, in un'ottica di contenimento dei costi delle controversie legati al fattore temporale, che, ha trovato di recente un'autorevole sponda nella giurisprudenza costituzionale.

Codice del lavoro e leggi...

La Tribuna 2018

Disponibile in libreria

L'Opera è aggiornata con: il D.L.vo 10 agosto 2018, n. 101, Disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale sulla privacy alle disposizioni del Reg. UE 2016/679; la L. 9 agosto 2018, n. 96 (Legge dignità) di conversione, con modificazioni, del D.L. 12 luglio 2018, n. 87.

I lavoratori di Stati terzi nel...

Giappichelli 2018

Disponibile in 3 giorni

L'opera analizza lo sviluppo della politica dell'Unione europea in materia di immigrazione economica e ricostruisce l'attuale stato della disciplina relativa ai lavoratori subordinati di Stati terzi. Questa presenta i due tratti caratterizzanti della frantumazione in una molteplicità di strumenti giuridici, tra loro scollegati e adottati in momenti storici diversi, e della segmentazione in una pluralità di categorie di lavoratori alle quali corrispondono altrettanti statuti normativi. Il quadro giuridico ci restituisce un sistema in cui gli Stati membri dell'Unione europea conservano un'ampia discrezionalità nella gestione dell'ingresso di lavoratori di Stati terzi, del mercato del lavoro e delle politiche sociali.

Ipercompendio diritto del lavoro. I...

Edizioni Giuridiche Simone 2018

Disponibile in libreria  nel settore
DIRITTO DEL LAVORO

Apriamo il nostro manuale per prepararci all'esame ... Cominciamo a leggere... Poi ... continuiamo ... Nelle pagine che si susseguono incontriamo righi e righi da cui estrapolare nozioni e concetti da capire, catalogare e ricordare. Sentiamo subito il bisogno, per entrare nel vivo della materia, di sottolineare le parole più importanti e di segnare brevi annotazioni a margine per imprimere nella nostra mente la sequenza logica di quanto stiamo imparando. Il testo che abbiamo di fronte non è un romanzo che si divora in poco tempo, ma un testo universitario che ci costringe a leggere, rileggere, analizzare consapevoli che dalla corretta conoscenza dei suoi contenuti dipenderà l'esito del nostro esame, gli umori dei giorni a venire, la tensione della preparazione... Quali argomenti prediligere? Quali approfondire con più attenzione? Solo il dopo-esame ci potrà confermare se abbiamo centrato i cardini della materia e risposto esaurientemente alle domande del docente. Ma perché non cambiare sistema? E come? Oltre al prezioso elenco delle «domande» d'esame diligentemente raccolte, cos'altro può venirci incontro? Gli ipercompendi, strumenti didattici di ultima generazione, costituiscono pratiche guide che, affiancate allo studio, consentono di ripercorrere in forma sintetica e sistematica le linee espositive del programma. L'ipercompendio è una opportunità per fuggire dalla monotonia di pagine tutte uguali del manuale: grazie all'uso del colore, del neretto, delle mappe concettuali che permettono di «navigare» nella materia, delle schede è possibile orientarsi, tenere viva la curiosità, lo spirito di osservazione e, soprattutto, migliorare l'apprendimento. Terminata la lettura del testo ufficiale, inizia la delicata fase del ripasso dove occorre concentrarsi sugli argomenti più ostici, sulle domande più «gettonate», allenandosi a rispondere in modo sintetico e completo come se si fosse già al cospetto del docente. L'ipercompendio offre poi, in appendice, un glossario dei concetti principali e dei lemmi più tecnici degli argomenti d'esame con gli opportuni richiami e rinvii.