Mobbing. Psicopatologia del lavoro

Lo Iacono A.
  • Editore: Alpes Italia
  • Collana: Psychopolis
  • Anno edizione: 2018
  • Formato: da 20 a 28 cm
  • Pagine: 283
  • Tipo Prodotto: Libro in brossura
  • Illustrazioni: illustrato brossurato
  • EAN: 9788865314807

Disponibile in libreria  nel settore NOVITA PROFESSIONALE



Il libro è il prodotto collettivo di psicologi, psichiatri, medici del lavoro, giuristi che in questi ultimi quindici anni hanno riflettuto sulle problematiche relazioni interpersonali sul lavoro e sulle perverse forme di aggressività esistenti a causa di un clima organizzativo inadeguato sia negli enti pubblici che nelle aziende. Gli interventi e le relazioni sono stati presentate, per lo più, in occasione di convegni organizzati dal 2000 in poi, dal curatore del volume, quindi può essere un utile manuale per orientarsi sul fenomeno dello stress occupazionale e il mobbing, in un Paese che ancora non riesce a licenziare una legge ad hoc su questo specifico disagio lavorativo, in continuo aumento in Italia, che comporta patologie personali, familiari e organizzative, tanto da essere ormai considerato un pericoloso "virus" per le persone e la società.

25,00 €
Tasse escluse Consegna: da 1 a 3 settimane

Ordina ora e scegli se ricevere l'articolo comodamente a casa o ritirarlo in libreria

Quantità

  • Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo "Rassicurazioni cliente") Politiche per la sicurezza (modificale con il modulo "Rassicurazioni cliente")
  • Politiche per le spedizioni (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per le spedizioni (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)
  • Politiche per i resi merce (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente) Politiche per i resi merce (modificale con il modulo Rassicurazioni cliente)

Consegna in 24 ore
Scopri le tariffe »

Articoli simili per categoria

Il tao della leadership. Gestire il...

Anteprima Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

Il Daodejing è uno dei libri più amati in Cina. È stato tradotto in moltissime lingue ed è apprezzato in tutto il mondo. In origine era indirizzato ai dirigenti politici cinesi del V secolo a.C. come guida per una conduzione saggia e illuminata del governo pubblico, rispettosa delle leggi fondamentali della natura. La versione che proponiamo è stata adattata per i conduttori di gruppi di qualsiasi genere, che potranno trarne ispirazione per il loro delicato compito. Anche quanti nel lavoro hanno la responsabilità dell'operato di altri individui troveranno esposti in modo chiaro principi universali e sempre validi. Chiunque voglia adottare uno stile di leadership caratterizzato da armonia ed efficacia scoprirà in queste pagine una guida impareggiabile.

Dal personale al politico

Maggioli Editore 2018

Disponibile in 5 giorni

Gli studi di genere sono un ambito di indagine scientifica che ha l'obiettivo di studiare come i comportamenti associati all'essere maschio e femmina (ruoli di genere) siano influenzati dagli specifici contesti socio-culturali in cui si svolgono le vite delle persone e, in un percorso circolare, come i ruoli di genere influenzino le scelte individuali e l'organizzazione della società. L'obiettivo è produrre conoscenza e generare cambiamento sociale, riducendo le diseguaglianze presenti nella società sulla base di molteplici assi di discriminazioni come il sesso, l'identità di genere e l'orientamento sessuale. Il volume raccoglie alcuni saggi, elaborazione dell'attività del gruppo di ricerca "Gli studi di genere" in un'ottica interdisciplinare del Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Perugia. L'interdisciplinarietà è stata la sfida del testo, che partendo da competenze e fonti diverse, coniuga il diritto di famiglia con l'antropologia, la psicologia sociale con il diritto amministrativo e l'economia, la storia con le relazioni internazionali e la sociologia politica, la letteratura e la linguistica con la sociologia della comunicazione.

L'insostenibile bisogno di ammirazione

Laterza 2018

Disponibile in libreria  nel settore
MANUALI DI PSICOLOGIA

In pochi anni e con un'accelerazione imprevedibile è successa una catastrofe: sono spariti il Patriarcato e il suo rappresentante più noto, il Padre. Il loro posto è stato occupato dal Sé, è lui che comanda e sancisce il giusto dall'ingiusto. L'individuo, insensibile alle regole e alle leggi e in assenza di grandi narrazioni condivise, pretende di realizzarsi e di ottenere con facilità ricchezza, benessere e potere sociale. Se nelle società del passato l'urgenza era quella di adeguarsi alle regole e alla legge del Padre, oggi il desiderio più profondo dei ragazzi - ma sempre di più anche degli adulti - è quello di suscitare ammirazione. E se non c'è l'ammirazione, c'è la vergogna: risulta intollerabile l'idea di essere considerati brutti, insignificanti, privi di fascino. Alla caduta dell'etica condivisa ha corrisposto l'enfasi sull'estetica, sul potere della seduzione, sull'esibizione spudorata di doti spesso inesistenti. Ecco perché oggi la paura di essere inadeguati, di non essere all'altezza delle aspettative, di non essere desiderabili, è divenuta la causa più diffusa di sofferenza mentale.

Vedere il vero e il falso

Einaudi 2018

Disponibile in libreria  nel settore
FOTOGRAFIA

Già i pittori offrivano al vasto pubblico immagini decisive della storia: ma, prima di dipingere una battaglia, si informavano su chi l'aveva vinta. L'invenzione fotografica fu invece salutata come l'avvento dell'informazione obiettiva. I cronisti possono mentire, gli scatti sul campo dovrebbero riprodurre la realtà. Eppure, la ricostruzione storica dimostra che le foto più famose sono spesso il risultato di artifizi. La nuova tecnica, nata per aiutare il vero, scivola al servizio della propaganda, alleandosi al falso. La parabola della fotografia riassume quindi in icone una degenerazione dei mass-media. Il libro di Zoja discute otto fotografie celebri. Le quattro che rappresentano "guerrieri" provengono da messe in scena. Possiamo invece credere alle altre quattro: riproducono dei bambini, che ignorano finalità nascoste. Questa rassegna anticipa il problema della post-verità, analizza la psicologia retrostante e offre strumenti per capirla.

A tua insaputa. La mente inconscia...

Bollati Boringhieri 2018

Disponibile in libreria  nel settore
CERVELLO

John Bargh è probabilmente il principale esperto mondiale della mente inconscia. In questo libro mette per la prima volta in pagina il risultato delle sue ricerche più che trentennali, regalandoci una nuova e rivoluzionaria comprensione dei meccanismi mentali nascosti che governano segretamente ogni aspetto del nostro comportamento. Ricco di aneddoti e di racconti esilaranti, "A tua insaputa" trasmette un entusiasmo contagioso. Vi sono descritte le grandi scoperte compiute nei laboratori della New York University e di Yale, dove Bargh e i suoi colleghi hanno cercato di comprendere in che modo l'inconscio - a nostra insaputa - guida i nostri fini e i nostri comportamenti nei contesti più diversi, dalle relazioni sociali alla genitorialità, dagli affari economici ai gusti personali. Noi ci illudiamo di essere pienamente al comando delle nostre vite, ma scopriamo che il più delle volte non è così e questo libro ve lo dimostrerà in modo chiaro e ineludibile. Dai moltissimi e ingegnosi esperimenti che gli psicologi sociali hanno compiuto negli ultimi anni risulta evidente che l'inconscio ci guida di nascosto nei campi più disparati: ci indica chi amare, come votare, cosa comprare e persino in quale città vivere, oltre a molto altro. Dal momento che siamo inconsapevoli dei meccanismi che lo governano, l'inconscio fornisce anche spunti narrativi irresistibili e sorprendenti, che Bargh sfrutta in queste pagine con grande gusto. Ma non si tratta di arrendersi alle manovre di un oscuro «burattinaio» della mente. Essere consapevoli dei meccanismi del pensiero inconscio ci consente infatti anche di operare dei trucchi e di attuare delle strategie efficaci, in grado di migliorarci la vita, per cui la lettura di questo libro potrebbe letteralmente cambiare la vostra esistenza. C'è un intero mondo sotto la superficie della nostra consapevolezza. Le scoperte più recenti indicano che proprio lì si trova la chiave per conoscere se stessi e per inventare nuovi modi di pensare, sentire e comportarsi. Vale certo la pena addentrarsi nei meandri della mente per esplorare parti di noi che non sapevamo neppure di avere.